M5S, la svolta di Di Maio: "Via il doppio mandato"

Tra i vari temi affrontati da Luigi Di Maio in un forum con il Fatto Quotidiano, spicca l'abolizione del doppio mandato che è da sempre uno dei capisaldi del M5S. Quante stoccate a Salvini tra il caso Siri e i presunti fondi russi alla Lega

Autonomia, caso Siri, presunti fondi russi alla Lega, rapporti con Di Battista e Fico, elezioni e doppio mandato. Sono i temi di cui il vicepremier Luigi Di Maio ha parlato in un forum con il Fatto Quotidiano. Il capo politico del Movimento 5 Stelle, come al solito, ne ha approfittato per rimarcare la sua distanza con la Lega. Facendo un passo indietro su quello che fino a poco tempo fa era uno dei capisaldi dell'ideologia grillina: il limite dei due mandati e poi a casa. Su cui i pentastellati chiuderanno un occhio, anzi due. "Sarà previsto il mandato zero per i consiglieri comunali, ovvero il primo mandato non verrà conteggiato", l'annuncio di Di Maio.

"Sì all'autonomia, no alla regionalizzazione della scuola"

"L'autonomia si fa, se si fa bene. Altrimenti, invece che autonomia, sarà uno spacca-Italia". Tra gli argomenti di cui ha parlato al Fatto il capo politico del M5S, non poteva mancare quello relativo all'autonomia delle regioni su cui è in atto un duro scontro con la Lega, tanto da indurre Salvini a minacciare che "così non si va avanti". Per Di Maio il problema riguarda la scuola. "La questione è semplice: quando si parla difare concorsi per i docenti, l'obiettivo è aumentare gli stipendi per gli insegnati di alcune Regioni. E il ministro dell'Istruzione Bussetti è arrivato a dire che le Regioni con più soldi devono poter assumere a tempo indeterminato più docenti mentre quelle più povere devono andare avanti con quelli che hanno. Ma è un'idea che non si può neanche ipotizzare. A un certo punto - ha continuato il leader pentastellato - (i leghisti, ndr) hanno sostenuto che gli insegnanti veneti e lombardi vanno pagati di più perché lì il costo della vita è più alto. E allora ho detto è più onesto parlare di gabbie salariali".

"Rigidi sul caso Siri. Rubli? Serve trasparenza"

Anche la questione morale al centro delle parole del vicepremier grillino. "Sul caso Siri abbiamo dimostrato quanto siamo rigidi. E per quanto riguarda i 49 milioni, io non avrei concesso la dilazione della restituzione dei soldi in 80 anni come ha fatto il Tribunale di Genova. Ma non sono un magistrato", ha detto Di Maio. Che, subito dopo, ha lanciato una seconda frecciata a Salvini sulla questione dei presunti fondi russi alla Lega: "Noi ci aspettiamo massima trasparenza, non siamo mai finiti in storie del genere, perché abbiamo reso sempre tutto tracciabile e aperto. "Mi auguro - ha insistito il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico - che possano essere chiariti tutti gli aspetti della vicenda. Glielo chiediamo pubblicamente. So che c'è un audio".

Flat tax e finestra elettorale

"Se riusciamo a fare addirittura la flat tax (mi aspetto che sia la Lega a trovare le coperture) a quel punto abbiamo una riforma fiscale straordinaria e possiamo dire a chi evade che va in galera", ha commentato Di Maio, prima di parlare di un possibile ritorno alle elezioni (una tentazione delle ultime ore in casa M5S): "Per me la finestra elettorale di settembre non si è mai aperta, poi non dipende solo da me. Ma non credo che un partito come la Lega, che ha la mia età, voglia tornare al passato con il centrodestra. Siamo diversi dal Carroccio, è vero, ciononostante c'è un contratto che evidenzia altri aspetti comuni".

"Doppio mandato addio. Fico e Dibba..."

Ma la vera novità annunciata da Di Maio riguarda uno dei punti fermi del Movimento 5 Stelle fin dai primi V-Day: il doppio mandato. Un caposaldo dell'ideologia grillina che ora è destinato a cadere. Come? "Sarà previsto il mandato zero per i consiglieri comunali, ovvero il primo mandato non verrà conteggiato". Un cambio di regolamento che, in futuro, potrebbe riguardare anche sindaci e - perché no - anche parlamentari. "Ma comunque tutte le nuove regole verranno votate dagli iscritti", ha provato a rassicurare Di Maio, che ha annunciato l'imminente riorganizzazione del partito attraverso la creazione di una segreteria con 18 persone per "facilitare i processi". "I ruoli saranno contendibili", ha aggiunto Di Maio. Che alla fine ha parlato dei suoi rapporti con Di Battista e Fico. "Spero che Alessandro possa dare una mano, c'è bisogno di tutti: credo che rimanendo nel M5S possa solo rafforzarlo. Fico? si dice sempre che io voglia metterlo fuori dal Movimento, ma con lui ci vediamo ogni 15 giorni", ha concluso.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 12/07/2019 - 12:00

non si cambiano le regole durante la corsa! :-)

ilbarzo

Ven, 12/07/2019 - 13:39

Dopo il doppio mandato verrà anche il terzo e il quarto,cioè fino a quando saranno eletti.Vi pare possibile, ora che hanno trovato la mucca da mungere siano disposti a lasciarla. Quando mai questi grillini hanno avuto disponibilità di tanto denaro.18000 euro al mese sono tanti, ed in pochi a prenderli,pertanto faranno carte false pur di rimanere al potere.A decidere però saranno i cittadini e non loro,pertanto credo che dopo questa brutta esperienza i furbetti se ne andranno tutti a casa e qualora intendessero mangiare se ne dovranno andare a lavorare come fanno tutte le persone "ONESTE",non i vagabondi.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 12/07/2019 - 13:41

Ah, ecco: adesso è chiaro il perchè di una ventilata uscita dal governo.. E bravo Giggino (n.2)

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 12/07/2019 - 13:43

la coerenza dei parassiti, siete un branco di buffoni e pagliacci.

diesonne

Ven, 12/07/2019 - 13:46

diesonneù LA POLOTRONA E' COME LA PECE GRECA,SI ATTACCA DI DIERTRO ED E' MOLTO DIFFICILE STACCARLA,EGR,SIG DI MAIO

titina

Ven, 12/07/2019 - 14:22

via il doppio mandato. Non avevo dubbi, sin dal nascere del Movimento. Quindi politici a vita anche loro, devono essere comode certe poltrone!

carlottacharlie

Ven, 12/07/2019 - 14:31

Anche un solo mandato sarà di troppo con voi. Poi, noi, cantando felici vi mandiamo...a ramengo.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 12/07/2019 - 14:48

Si avvicinano le elezioni, ecco le priorità del M5S, salvaguardare il proprio posto domani, perché altrimenti questi restano a casa a far niente, forse possono chiedere il RdC.

MarioNanni

Ven, 12/07/2019 - 15:12

si prepara al voto anticipato.

cgf

Ven, 12/07/2019 - 17:03

colui che parlava di poltrone... di altri!

Popi46

Ven, 12/07/2019 - 17:05

Toh,che strano.....un’altra giravolta pro domo sua? Ma non era l’alfiere dei puri?

un_infiltrato

Ven, 12/07/2019 - 17:15

Ma cosa pensavate di potervi aspettare da "uno" come il di maio? Cioè da un poveretto, senz'arte nè parte, digiuno di rudimenti di politica e perfino di politica di rapporti. Da "uno" che viene piazzato là, dove si trova, per caso e per volontà dell'anziano comico fondatore del movimento di appartenenza. Da uno che viene sonoramente bocciato dagli italiani e rimesso in pista da alcune migliaia di frequentatori del blog aperto in rete sempre dal comico di cui innanzi. Da uno, che in qualità di "capo politico" del movimento, fa perdere alla sua formazione milioni e milioni di voti. Da uno capace di rimangiarsi oggi quello che ha detto ieri, per poi tornare a riproporlo oggi, per indi smentirlo domani, salvo ripresentarlo dopodomani. Ma di che stiamo parlando?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 12/07/2019 - 17:17

Quindi grillini se i lgoverno cade voi andate tuti a casa? Son o pronto a scommettere cifre importanti. Fate vedere i soldi sul tavolo.

Ritratto di adl

adl

Ven, 12/07/2019 - 17:22

UBI POLTRONATIA........minor cessat !!!!!!

Sail

Ven, 12/07/2019 - 17:22

onesta onesta ahahaha

Celcap

Ven, 12/07/2019 - 17:27

Duri e puri. Per non avere problemi di connessioni ecc. mai doppio mandato. Un mandato e chi sarà con noi verserà soldi per chi ha bisogno. Quanto è durara?? Un mese, sei mesi, un anno. Adesso via doppio mandato e quasi nessuno versa niente. Si sta troppo bene quando ci si abitua, (soprattutto per loro che erano drgli incapaci fannulloni nullatenenti) ad avere soldi in tasca. Non di vuole più perderli e ci si adatta. Fare in mano a na nazione a gente così è pericoloso anzi deleterio. Sono la vergogna del paese e ancora più vergognosi sono quelli che li votano ancora avvalorando il fatto che non sono gli elettori della lega i meno istruiti ma quelli dei 5s che oltre ad essere poco istruiti sono ignoranti perché ignorano il grave problema di chi li rappresenta.

Sail

Ven, 12/07/2019 - 17:48

hanno la stessa coerenza di Renzie... hanno osannato TUTTO e il CONTRARIO DI TUTTO...

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 12/07/2019 - 18:32

Io credo che, alla fine, cambierà ben poco! I parlamentari grillini, così come i sindaci e gli amministratori locali, non faranno tre mandati per il semplice motivo che... NON VERRANNO RIELETTI! Come a Roma e a Torino, la loro esperienza di governo è talmente fallimentare che saranno gli stessi capi del movimento (quelli veri) a silurarli e non ripresentarli come candidati per i pochi posti disponibili.

Luigi Farinelli

Ven, 12/07/2019 - 18:39

Pure Di Maio si sta dimostrando troppo infido per poter continuare questo sodalizio. Contrastare pure le serpi in seno, oltre che i cobra annidiati in Europa, le squallide iene travestite da eroine salvamigranti, i morsi dei coccodrilli di magistratura falce e martello, gli sconclusionati colpi di coda di dinosauri morti elettoralmente e che inventano finanziamenti di rubli

bernardo47

Ven, 12/07/2019 - 18:42

Di Maio ha terrore di dover andare a lavorare!

fgerna

Ven, 12/07/2019 - 18:53

sono dei grandi chiaccheroni, moralità, regole, puri, davanti al denaro non si ferma mai nessuno, ora che è giunta l'ora meglio fare figuracce cambiare le regole che ritornare a vendere bibite. tanto la selezione sarà naturale ci penseranno gli elettori a rimandarli da dove sono venuti

pastello

Ven, 12/07/2019 - 18:55

Non vorrei sbagliarmi ma secondo me, e forse non solo secondo me, tra l'appannaggio parlamentare e il reddito di cittadinanza esiste una qualche differenza.

bernardo47

Ven, 12/07/2019 - 19:05

Di Maio terrorizzato di dover andare a lavorare!

Giorgio Rubiu

Ven, 12/07/2019 - 19:07

In vista di nuove elezioni Di Maio cerca di non andare a casa.Il doppio mandato,cavallo di battaglia del purismo del M5* per non protrarre le presenze parlamentari a più di due legislature,viene buttato alle ortiche.Si sta meglio su una poltrona in parlamento che a vendere bibite e noccioline allo stadio di Napoli, vero, Di Maio?

Sail

Ven, 12/07/2019 - 19:45

Ottimo carpiato, per ridurre ulteriormente la quota percentuale degli aficionados rimasti... Olè!

no_balls

Ven, 12/07/2019 - 20:16

bravo di maio. ora abolizione della restituzione di una parte dello stipendio e via libera a farsi corrompere come altri politici e sopratutto legiferare per le lobby cosi prendete i voti anche degli elettori di forza italia e pd ... che come si sa non si sono mai fatti problemi a votare ad cazzum.

bernardo47

Ven, 12/07/2019 - 22:21

il rischio del lavoro vero che lo attende, terrorizza il succhiatore di pubblico danaro!che leva ad altri per prendere lui!