Di Maio si smarca dai Gilet gialli: "Niente alleanze con chi parla di guerra civile"

Il capo politico del M5S si smarca dopo le parole, sentite in un fuorionda, del leader del movimento francese: "Non dialoghiamo con chi parla di lotta armata". E intanto la Francia rimanda a Roma l'ambasciatore Masset

"In questo evento non ci sono esponenti dei gilet gialli. C'è stata un'interlocuzione con una realtà complessa, ma noi non abbiamo intenzione di dialogare con quell'anima che parla di lotta armata o la guerra civile. Chi presenterà quella lista, dovrà essere una persona che crede nella democrazia per cambiare le cose". Alla fine, Luigi Di Maio ha scelto di prendere le distanze da Christophe Chalençon e dalla frangia più estrema del movimento, nato in Francia qualche mese fa. E, secondo quanto riportato da Repubblica, il capo politico del Movimento 5 Stelle avrebbe maturato la decisione discutendo di alleanze europee con il gruppo pentastellato.

Il ritorno dell'ambasciatore

Nel mentre, è arrivato l'annuncio ufficiale del rientro a Roma, in queste ore, dell'ambasciatore francese Christian Masset, richiamato la settimana scorsa. A riferirlo è stato il ministero francese per gli Affari europei, attraverso la dichiarazione di Nathalie Loiseau, a Radio Rtl. Masset era tornato in Francia dopo che il ministero francese aveva giudicato "inaccettabili i continui attacchi da parte del governo italiano", in particolare dopo la visita di Di Maio a Chalençon. L'ultima volta era accaduto nel 1940. "Abbiamo ascoltato i leader politici, che si erano lasciati andare a parole o comportamenti francamente scortesi e inaccettabili, rammaricarsi", ha spiegato Loiseau. Che ha anche ricordato la telefonata tra il capo di Stato francese, Emmanuel Macron, e il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: "Hanno detto insieme quanto sia importante l'amcizia tra Francia e Italia, quanto i due Paesi abbiano bisogno l'uno dell'altro".

Ma su Twitter, nelle ultime ora, è stato il ministro dell'Interno francese, Christophe Castaner a chiedersi se le nuove dichiarazioni di Chalençon, in un fuori onda di Piazza Pulita su La7, sull'annuncio di "un colpo di Stato militare" siano "una commedia all'italiana o giusto un delirio personale".

Nelle immagini, trasmesse ieri sera, il leader del gilet gialli aveva detto che "Ci sono dei paramilitari pronti a intervenire perché anche loro vogliono fare cadere il governo". E aveva aggiunto: "Sono tutti tranquilli ma oggi si è sull'orlo di una guerra civile. Quindi, o si trovano molto rapidamente delle risposte politiche o sarebbero pronti a intervenire dei paramilitari e dei militari in pensione".

Commenti

schiacciarayban

Ven, 15/02/2019 - 14:42

La classica marcia indietro con triplo salto mortale e avvitamento di Di Maio? Ormai ci abbiamo fatto l'abitudine.

agosvac

Ven, 15/02/2019 - 14:45

I problemi della Francia riguardano solo i francesi. Se voglio ribellarsi al loro Governo, sono cose che a noi non riguardano.

Alessio2012

Ven, 15/02/2019 - 15:16

NON SE LO SONO FILATO, E ORA LUI LI CRITICA.

APPARENZINGANNA

Ven, 15/02/2019 - 15:31

Lo sapeva già quando sfondarono la porta di un ministero a Parigi con un caterpillar! Eppure dopo li ha incontrati due volte...e ha offerto loro la piattaforma Rousseau.

carlottacharlie

Ven, 15/02/2019 - 15:37

Più sono stupidi più alzano l'indice, più sono ignoranti più fan i maestri. Con le magagne che ci hanno appioppato, questi 5 stolti, vanno a prendersi le grane francesi. Beoti. Non riesco sopportare persino le tonalità delle voci ineducate di questi grillazzi. Dove li guardi o senti ti vien il desiderio di far tabula rasa.

faman

Ven, 15/02/2019 - 15:46

non sono stato e non sarò elettore dei 5 Stelle, ma Di Maio ha fatto l'unica cosa che poteva fare: smarcarsi da questi elementi violenti. La loro violenza non ricorda qualcosa? Centri sociali e dintorni?

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 15/02/2019 - 15:59

Ah, un po' lento ma anche l'altro dementino di vicepremier l'ha capita (di due non ne fai mezzo santa pazienza!)

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 15/02/2019 - 16:11

Veramente i gilet gialli a più riprese han detto che non interessa loro allearsi con i 5s. Il resto è un pour parler.

SpellStone

Ven, 15/02/2019 - 17:53

Giusto chiarirlo a scanso di equivoci! Bravo! Per quanto riguarda la rivoluzione all'italiana, non ne ho mai sentito parlare... conosco solo quella francese.

Gianni11

Ven, 15/02/2019 - 17:56

Liberare la Francia dai globalisti e' nei nostri interessi.