Salvini arma Conte contro l'Onu: "Dichiari irricevibili le critiche all'Italia"

Dopo la lettera delle Nazioni Unite contro il governo, Salvini richiede un intervento ufficiale di Conte. E pretende di sapere quanto versa l'Italia all'Onu

"Serve una dura presa di posizione di tutto il governo". Matteo Salvini ha ufficilamente scritto al premier Giuseppe Conte e al ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi per chiedere che respingano al mittente le contestazioni avanzate da sei rapporteurs delle Nazioni Unite formalizzate lo scorso 15 maggio contro il decreto Sicurezza bis. Per il ministro dell'Interno le osservazioni sono indebite invasioni di campo, costruite ad arte in periodo pre elettorale per smontare quella che, tra le altre cose, era solo una bozza e non il decreto deliberato dal Consiglio dei ministri. "Non possiamo essere sottoposti, da parte delle Nazioni Unite, a un giudizio su asserite violazioni dei diritti umani quando proprio il nostro Paese ha esercitato una fortissima azione in Libia", si legge nel documento che coglie l'occasione per chiedere l'ammontare del contributo italiano al bilancio dell'Onu.

La lettera dell'Onu, inviata lo scorso 15 maggio alla Farnesina (leggi qui la versione integrale), è un attacco violentimo al governo italiano e, in modo particolare, a Salvini. Nel documento, che è stato subito strumentalizzato dall'ong "Mediterranea Saving Humans", il titolare del Viminale viene accusato, senza troppi giri di parole, di mettere "a rischio i loro diritti umani, inclusi i richiedenti asilo", di fomentare "il clima di ostilità e xenofobia" e di violare "le convenzioni internazionali". Accuse su cui il vice premier non è disposto a soprassedere. Da qui la richiesta ufficiale a Conte di valutare "la possibilità di assumere un'iniziativa forte ed unitaria che si traduca, nelle forme più opportune, nel ritenere irricevibile la richiesta e di conseguenza astenersi dal fornire un riscontro" ai rilievi avanzati dai sei ultrà dell'immigrazione schierati contro il decreto Sicurezza bis (qui il documento del Viminale).

Che l'attacco delle Nazioni Unite fosse ideologico lo avevamo già dismostrato pubblicando nei giorni scorsi l'elenco dei sei firmatari. Si tratta di veri e propri professionisti dell'immigrazione, sostenitori dei porti aperti e delle ong, ed ex esponenti del Partito democratico. Per questo, nella lettera inviata a Conte, Salvini non si fa problemi a bollare come pretestuose le argomentazioni adotte contro il governo, a maggior ragione "biasimevoli" per il fatto che vengono mosse "censure", peraltro "in un momento politico particolarmente sensibile" come quello immediatamente pre elettorale, nei confronti di un decreto che all'epoca era "ancora in fase di elaborazione" e non era stato nemmeno sottoposto all'esame del Consiglio dei ministri.

Salvini parla anche della "scorrettezza procedurale" riscontrata nella modalità di comunicazione del testo della lettera che è stato, infatti, fatto filtrare sui quotidiani prima ancora che arrivasse al governo gialloverde. Anche questo spinge il vice premier a ritenere che ci si trova davanti a "un'indebita ingerenza nell'attività politica e normativa" dell'esecutivo italiano. Un vero e proprio blitz dettato da "preconcette impostazioni ideologiche e dalla vicinanza a posizioni care ad ambienti e realtà insofferenti al nuovo corso impresso" dal Viminale per contrastare l'immigrazione clandestina.

All'Onu Salvini ricorda indirettamente che "non accettabile" essere accusati di violazioni dei diritti umani quando proprio l'Italia si è schierata in prima linea per riportare la pace in Libia. Un impegno, quello italiano, che si è concretizzatosi, tra le altre cose, "nell'attivazione di specifici corridoi umanitari verso l'Italia". Anche per questo motivo gli uffici del Viminale, d'intesa con la Farnesina, hanno già predisposto "un'articolata risposta alla richiesta di chiarimenti, pronta per essere trasmessa" ai sei firmatari del documento. E, in alternativa alla possibilità di assumere un'iniziativa forte ed unitaria che si traduca nel ritenere irricevibile la richiesta Onu, "solo una dura presa di posizione del governo, che stigmatizzi l'operato dei firmatari, potrebbe accompagnare - conclude il leader del Carroccio - una risposta volta a ribadire con forza la linea strategica assunta nella politica migratoria del Paese".

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 29/05/2019 - 18:05

evidentemente vuole lo scontro . ma cosi non cambierà per niente l'europa. se vuole cambiare deve seguire i consigli di berlusconi, altrimenti rimanga in italia e lasci perdere l'europa :-)

maurizio50

Mer, 29/05/2019 - 18:40

Concordo. E' ora che il Governo,in particolare Conte ed il Ministro degli Esteri, si diano una mossa e contestino ai tirapiedi inutili dell'ONU la pretesa da essi svolta di imporci di diventare lo sbarco in Europa di tutta l'Africa. L'ONU è una Organizzazione di parassiti , terzomondisti, capace solo di rompere le scatole a chi abbozza. Per esempio non aprono MAI bocca contro USA, Australia e altri che impediscono agli sbandati di arrivare in casa loro!!!!

UnBresciano

Mer, 29/05/2019 - 18:46

La gente può dire quello che vuole ma qui c è un uomo che non si piega ai capricci di chi crede di poter fare quello che vuole col culo nostro. Forse abbiamo davvero un ministro che pensa al bene del nostro paese e non è disposto a lasciarci calpestare da qualche benpensante di professione

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 29/05/2019 - 19:01

UnBresciano: non si piega? Allora sarà spezzato! non vi illudete. Forse non vi siete resi conto che il 9% di Berlusconi alle elezioni europee pesa mille volte di più del 34% di Salvini. Quest'ultimo non otterrà nulla dall'UE. Ne un posto da lavacessi e nemmeno la possibilità di parlare. Almeno il Berlusca siederà al tavolo del PPE. ovvero al tavolo di chi conta. E lo stesso il PD che siederà al tavolo dei Socialisti e Democratici. E anche coloro (non so se ci sono in Italia) di colora che siederanno insieme a Macron al tavolo dell' "ALDE"!!!

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Mer, 29/05/2019 - 19:01

BENE, MOLTO BENE!!! Machicazzosicredonodiessere quelli dell'ONU per dettare legge in Italia? Che, forse, l'Italia è un PROTETTORATO dell'ONU? O dei komunisti? BASTA verare soldi a questi lazzaroni! Incominciamo a risparmiare! NIENTE soldi all'ONU! NIENTE soldi alle ONLUS, alle COOP, alle false ASSOCIAZIONI umanitarie, al VATICANO, alle BANCHE! BASTA! Il debito pubblico si alleggerirà notevolmente. E, soprattutto, saremo LIBERI di gestire le nostre cose senza tante rotture di kogli.oni!!!

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mer, 29/05/2019 - 19:02

BRAVISSIMO! E gia' che ci siamo, stesso trattamento di "avvertimento" alla (non piu' tanto) Santa Sede!!

carlottacharlie

Mer, 29/05/2019 - 19:05

Lettere dall'Onu, lettere dalla Eu, dal vaticano ecc..ecc...manca ci scriva Topolino per essere a posto. Corretto chiedere quanto denaro versiamo agli scrittori Onu- Eu e Vaticano già che esso non paga Imu. Chieder loro se vogliono insistere a scrivere e se dicono: Si-- ammonirli, già che niente combinano con le valanghe danarose che incamerano.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 29/05/2019 - 19:14

@UnBresciano - non solo benpensante d i professione, ma anche parassita incallita che sguazza nei soldi che forzatamente dobbiamo versare loro. Forse è bene anche smettere di pagarli queste zecche.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 29/05/2019 - 19:31

Ritirino i soldati dal Libano, taglino le prebende all’onu. Poi la capiscono.

Umby20156

Mer, 29/05/2019 - 19:43

Cominciamo con il lasciare le missioni militari in Paesi (Afghanistan, etc.) che a noi interessano poco ed usiamo quei soldi per il nostro Paese. Inoltre cominciamo a fare le pulci ai bilanci ONU e delle Agenzie collegate, ponendo sempre dei veti, dei ma, ecc. In questo i grillini sono specializzati e potrebbero occuparsene loro...

andy15

Mer, 29/05/2019 - 19:53

Sospendere i finanziamenti all'ONU sarebbe un'ottima risposta. Iniziare a togliersi da alcune sue agenzie un secondo passo ancora piu' decisivo. E infine un dibattito sull'utilita' di ONU e tantissime, troppe organizzazioni internazionali che limitano pesantemente la nostra sovranita'.

giùalnord

Mer, 29/05/2019 - 19:54

I soliti facinorosi burocrati seduti sugli scranni dell'ONU che cercano ,in tutti i modi,di intralciare l'operato di chi la pensa diversamente. Anziché mandare le letterine all'Italia ,democratica e civile, perché non mirano a quegli Stati che di democrazia non conoscono neanche il significato?

SpellStone

Mer, 29/05/2019 - 20:10

Ogni mese che passa al viminale.. Migliora.. Come il vino buono..

lappola

Mer, 29/05/2019 - 21:28

Conte, mandali a fancvlo, ma mandaceli dritti dritti. Se sono nazioni unite si mettano d'accordo e si prendano loro i cannibali che scappano da casa loro per venire a occupare casa nostra. Ne abbiamo le palle piene dell'ONU e dei cannibali.

cgf

Mer, 29/05/2019 - 22:12

L'ONU invece ben si guarda dal criticare i 'decreti sicurezza' in atto, e non allo studio di bozza, entrati recentemente nella Penisola Arabica

killkoms

Mer, 29/05/2019 - 22:20

le n.u. intervengano in libia per rimpatriare gli stranieri ivi entrati clandestinamente!

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Mer, 29/05/2019 - 23:20

Si tratta di una organizzazione di cui fanno parte anche alcuni Stati che violano sistematicamente i diritti umani, quindi……...di che stiamo parlando!

Klotz1960

Gio, 30/05/2019 - 00:19

La lettera va o cestinata o riscontrata molto brevemente e duramente, senza perderci su molto tempo. Poi si deve riflettere sulle rappresaglie sui fondi, che vanno tagliati radicalmente.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 30/05/2019 - 01:07

A premessa: le migrazioni sono sempre esistite, quelle indotte per interessi particolari (di solito da certa massoneria che, volendo acquisire potere temporale e spirituale urbi et orbi, utilizza allo scopo sedicenti gruppi politicizzati che si prestano per loro posizioni ideologiche antitttetiche a quelle governative) non sono accettabili. Oltretutto il DL sicurezza bis, non ancora emanato, è opera del nostro governo ed sarà la corte costituzionale a doversi esprimere sulla sua liceità quando richiesto da politici/magistrati etc. italiani. Moavero dovrebbe svegliarsi da un letargo quasi permanente, ancorché la sovranità non l'abbiamo ceduta a NESSUNO, men che meno a quei 6 scafe@@i che fanno fare figure poco edificanti alle NU!

acam

Gio, 30/05/2019 - 02:29

Menono Incariola Mer, 29/05/2019 - 19:02 BRAVISSIMO! E gia' che ci siamo, stesso trattamento di "avvertimento" alla (non piu' tanto) Santa Sede!! ha letto la risposta a 2300 riguardo alla santa sede basta contestarle lo 0.8% riducendolo al 0.5% per questioni di liquidità quelli non capiscono altro e con questo si potrebbero risparmiare un quindicina di miliardi circa da destinare alla povertà italiana non sarebbe una soluzione che ne dici?

tosco1

Gio, 30/05/2019 - 08:03

certo, non dovrebe essere molto difficile ripondere male e a tono ad un ente come l'ONU che non si vergogna nemmeno di quello che non fa, e dovrebbe veramente fare.

Blueray

Gio, 30/05/2019 - 08:17

Fare come gli USA, dimezzare le rimesse all'ONU. E già che ci siamo una bella sforbiciata anche alle spese europee che ci ritornano (in parte!) per progetti finalizzati e inutili, e perchè no anche all'8 p. mille alle varie religioni. Sai i mld che si risparmierebbero?

VittorioMar

Gio, 30/05/2019 - 08:35

...USARE LA LINEA TRUMP : DIMEZZARE i VERSAMENTI...!!

SeverinoCicerchia

Gio, 30/05/2019 - 10:02

se i 5s non vogliono sparire come forza italia, è meglio per loro e per tutti che su questo punto appoggino salvini

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 30/05/2019 - 10:35

Sarà un'impressione mia ma ogni volta che Salvini si vede minacciato direttamente corre a chiedere aiuto. Ieri era l'immunità per via parlamentare, oggi cerca di pararsi da accuse che gli arrivano direttamente dall'ONU e che, non è stupido, potrebbero sfociare in un procedimento internazionale contro di lui. Capitano ... un po' di coraggio su ... si prenda la responsabilità piena di quello che dice e di quello che fa. Adesso dopo l'UE dovremmo andare in guerra anche contro l'ONU?

GioZ

Gio, 30/05/2019 - 10:46

Il decreto citato dall'ONU (286/1998) a rafforzamento della sua manfrina fa riferimento esclusivamente a stranieri e rifugiati politici già presenti nel territorio nazionale. NON a clandestini. L'ONU dimentica che, una volta sconfinati in acque territoriali senza che si abbia avuto il consenso, la nazione ha pieno diritto di far valere le proprie leggi, direttive e disposizioni in termini di difesa, e insindacabilmente (cosa che del resto fanno USA, Australia e Regno Unito, nonché Francia, Spagna, ecc.). Il soccorso di naufragi in mare è sempre dovuto, ma l'ONU fa un pastrocchio tra immigrazione e rifugiati politici, unicamente per contrastare il decreto sicurezza Salvini, direi con sospetta veemenza. A chi vogliono far paura?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 30/05/2019 - 19:21

GioZ - 10:46 Commento, il suo, per me esemplare.