Sanzioni, l’Italia (senza governo) s'accoda alle manovre anti Putin

Occidente compatto sulle ritorsioni a Putin per il caso Skripal. Anche l'Italia (senza più un governo) si allinea. Ma qualcosa sta cambiando. E Washington trema

Oltre cento diplomatici russi espulsi da Stati Uniti, Europa, Canada e Ucraina. Dopo la Gran Bretagna arriva la risposta dell'Occidente all'avvelenamento con il gas nervino a Salisbury di un'ex spia del Kgb e della figlia. Una mossa di inusitata durezza condivisa e sostenuta anche da un'amministrazione come quella di Donald Trump spesso accusata di essere troppo morbida con Vladimir Putin. Ma il fronte non è così compatto come sembra. Ed è soprattutto a Roma che questa linea inizia a scricchiolare. A dichiarare la guerra al Cremlino è stato, infatti, un governo dimissionario, tanto che si sono subito levate le proteste di Matteo Salvini. E ora alla Casa Bianca guardano con timore la possibilità che il nuovo governo possa sganciarsi.

Il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, ha ricordato che è "altamente probabile" la responsabilità di Mosca dietro l'attacco con il gas nervino che ha ridotto in fin di vita l'ex spia Sergei Skripal e la figlia, e ha anticipato che "misure aggiuntive, incluse ulteriori espulsioni nella cornice comune europea, non sono escluse nei prossimi giorni e nelle prossime settimane". Ma qualcosa già scricchiola. Secondo fonti diplomatiche alla Farnesina e a Bruxelles, sentite dall'Huffington Post, la linea europea sarebbe stata "sposata" a pieno solamente da Theresa May, Angela Merkel e Emmanuel Macron. Le prime due avrebbero addirittura voluto inasprire le sanzioni economiche e commerciali contro Mosca. "Ma su questo – spiegano dalla Farnesina – il premier Paolo Gentiloni ha fatto resistenza, riuscendo a stoppare l'iniziativa anglo-tedesca, ben vista dall'altra parte dell'Oceano". Il risultato, però, è stato che, al di là della dialettica interna, il governo (dimissionario) italiano si è allineato pur sapendo che le politiche anti Putin imposte dall'Unione europea ci costano ben 3 miliardi di euro l'anno. Un salasso a cui siamo esposti dal 2014.

A Roma, però, l'aria potrebbe cambiare da un momento all'altro. Se è vero che il Movimento 5 Stelle non ha fiatato sull'argomento, Salvini è stato sin da subito chiaro: "Isolare e boicottare la Russia, rinnovare le sanzioni economiche ed espellerne i diplomatici non risolve i problemi, anzi li aggrava". Anche per Giorgia Meloni è "inaccettabile che un governo dimissionario decida di espellere due funzionari dell’ambasciata russa". "Sono gli ultimi colpi di coda - continua - di un governo asservito alla volontà di Stati esteri che per fortuna sarà messo presto nelle condizioni di non nuocere più gli interessi nazionali italiani". Un punto di vista che piace alle altre cancellerie europee e alla Casa Bianca. Tanto che ieri il New York Times è subito passato all'attacco con un editoriale intitolato L'Italia ha abbandonato l'America. Per la Russia. Ora non resta che vedere se il nuovo governo spezzerà (una volta per tutte) certe misure che, oltre a rovinare i rapporti con il Cremlino, puniscono le nostre aziende mandano in fumo posti di lavoro e soldi.

Commenti

steacanessa

Mar, 27/03/2018 - 10:00

Siamo sempre i più abbelinati.

baio57

Mar, 27/03/2018 - 10:17

Giusto ,e per ritorsione non andremo ai mondiali di calcio.

ghorio

Mar, 27/03/2018 - 10:29

Non è questione di governo: l'Italia fa parte di alleanze e pertanto non può fare la "mosca cocchiera". Sinceramente non capisco la certa simpatia per Putin da parte del centrodestra.

Riccardo Gubert...

Mar, 27/03/2018 - 10:38

Gubo 27/03/2018 Cero sarebbe ora di prendere una posizione chiara contro mosse farlocche inglesi, francesi e tedesche. Speriamo di riprendere posizione, non dimentichiamoci che siamo stati per anni l'ago della bilancia in Mediterraneo, certo con altri politici ed altri dirigenti d'impresa, che in primo luogo hanno sempre curato l'interesse nazionale. Speriamo di riprendere questa strada per un futuro migliore.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 27/03/2018 - 10:48

dopo tutto il duro lavoro fatto, contrabbandare il veleno in Inghilterra per ammazzare una spia russa e creare una crisi diplomatica tra Gran Bretagna e Russia allo scopo di far ritirare la nazionale Inglese dai Mondiali in Russia e consguente ripescaggio della nazionale Italiana....secondo me, e' tavecchio che si e' vendicato facendo espellere i due diplomatici russi.

Ritratto di gattomannaro

gattomannaro

Mar, 27/03/2018 - 11:01

Sappiamo tutti che le sanzioni alla Russia sono contro il nostro interesse, ma questo potrebbe essere un dettaglio secondario: tre miliardi l'anno, in fin dei conti, sono meno di quanto veniamo costretti a pagare per i finti profughi e sarebbero tollerabili, se vi fosse giustificazione. Invece no, i nostri finti amici (in realtà nemici da sempre, poche balle, il loro principio fondante è 'mors tua vita mea') ci costringono ad azioni deleterie per l'economia e per la nostra dignità, rivolte verso un popolo non ostile, anzi amico, con motivazioni verosimilmente fasulle (ricordiamo le 'armi di distruzione di massa'?). La nostra amicizia con la Russia (e la Libia, e recentemente l'Egitto), infastidiscono fin dai tempi di Mattei. Germania e Giappone perdono una guerra una volta per tutte. Noi, continuiamo a perderla SINE DIE.

oracolodidelfo

Mar, 27/03/2018 - 11:25

Non è vero che l'Italia è senza Governo. Devo constatare che, indipendentemente dal volere del popolo italiano, l'Italia è governata dall'esterno da lestofanti stranieri, con la fattiva ed interessata collaborazione dei lestofanti nostrani.

oracolodidelfo

Mar, 27/03/2018 - 11:29

Non è vero che l'Italia è senza Governo. L'Italia, da anni, è governata dall'esterno da furfanti stranieri che si avvalgono della fattiva ed interessata collaborazione di furfanti nostrani. Sarà dura installare un Governo espressione del volere del popolo sovrano! Salvini, DiMaio, state all'erta!

fabiano199916

Mar, 27/03/2018 - 11:35

Voglio ricordare che l'Inghilterra non ha ancora effettuato le dovute indagini, quindi (secondo il diritto) non può partire alcuna conseguenza (almeno in Italia).

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Mar, 27/03/2018 - 12:09

Soliti schiavetti come da 70 anni fa in poi. L'unica eccezione fu Craxi a Sigonella. Altri tempi, altri uomini.

arkangel72

Mar, 27/03/2018 - 12:13

I governi europei hanno dovuto calare le braghe. La contropartita era stata la sospensione dei dazi sull'acciaio. Siamo sotto ricatto. Che il M5S non dica nulla finora sembra molto strano!

MOSTARDELLIS

Mar, 27/03/2018 - 12:14

E' tutta una bufala e un governo dimissionario non avrebbe dovuto entrare in gioco a favore dell'Inghilterra e contro l'interesse dell'Italia. Ma d'altra parte non è nessuna novità che i governi di sinistra, una volta tutti pro Russia, oggi sono tutti contro. Purtroppo sono anche contro l'Italia e le misure restrittive le subisce l'Italia non la Russia. Che beceri.

d_amod1

Mar, 27/03/2018 - 12:18

Altro che brexit! Mai così vicini.

Ritratto di adl

adl

Mar, 27/03/2018 - 12:20

"l’Italia (senza governo)......" mi perdoni, prima che aveva il governo ha mai avuto la statura di non "accodarsi" ???? Al limite ora è se vogliamo anche giustificata.

Mamie

Mar, 27/03/2018 - 12:29

Mi auguro che il futuro Presidente del consiglio diaimmediate disposizioni di riallacciare le regolari relazioni diplomatiche con la russia.Siamo stanchi di perdere soldi per far contenti altri Paesi

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 27/03/2018 - 13:03

L'ho già chiesto, ma vorrei capire... Le sanzioni contro una Nazione Sovrana rientrano in quelli che si definiscono "atti di ordinaria amministrazione"? Secondo me no.

piazzapulita52

Mar, 27/03/2018 - 13:08

Ci avrei scommesso! Da dopo la fine della seconda guerra mondiale l'Italia è sempre stata schiava degli USA dai quali ha sempre preso ordini! Fortunatamente questo schifo di paese, ormai travolto dai clandestini parassiti africani, sta per scomparire! Una giusta fine per un popolo di buffoni!!!

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 27/03/2018 - 13:17

il provvedimento del governo Gentiloni è illegale. se non fosse un cadavere, Mattarella dovrebbe intervenire

agosvac

Mar, 27/03/2018 - 13:52

In effetti gentiloni, dimissionario, era stato invitato a continuare per l'ordinaria amministrazione. Ma espellere dei diplomatici russi non credo sia ordinaria amministrazione, è provocazione verso uno Stato non nemico dell'Italia!

giovanni951

Mar, 27/03/2018 - 13:58

50% ci costringono 50% non abbiamo gli attributi per dire no. Forse conviene rivedere la storia Craxi-Sigonella

wrights

Mar, 27/03/2018 - 14:02

Ma avrà un nome ed un cognome, l'italiano, chi ha firmato le espulsioni dei diplomatici russi. Oppure sono avvenute automaticamente?

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mar, 27/03/2018 - 14:18

Come al solito si fanno le cose per accodarsi a decisioni prese da altri. Senza governo ma con l'arroganza di far vedere che si è presenti. Per cosa poi? Segno di mancata indipendenza e di sovranità nazionali specie in un periodo bianco come questo.

Ritratto di bassfox

bassfox

Mar, 27/03/2018 - 14:40

bananas, forse non avete capito o forse fate finta: le espulsioni la ha volute Trump ed in quanto paese NATO l'Italia non ha margini di manovra.. se poi pensate che uno stato possa comportarsi come un qualunque Giuseppe Rossi, bè allora potete fare il ministro degli esteri 5stalle

pasquinomaicontento

Mar, 27/03/2018 - 14:49

Nun sò se ciavete fatto caso,chi in una maniera e chi in un'altra,Francia e Germania hanno, in tempi vicini e lontani provato a invadere la Russia :-Hitler-Napoleone...finita l'urtima de guera,un penzierino ce lo aveva fatto pure er cane Bulldog inglese Churchill...venne dissuaso da Roosevelt...pure adesso, la vispa Teresa inglese vorebbe provà insieme a la fardona teutonica a mette' sotto schiaffo Putin, penzo che tutt'e due,farebbero, come direbbe Trilussa a Ponte Sisto,sdrajato per tera in una posa innaturale...la fine der sorcio,specialmente la controfigura in brutto della Thatcher...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 27/03/2018 - 14:54

Queste sanzioni erano sbagliate prima, sono più errate ora. Ci stiamo dando la zappa sui piedi, soprattutto economicamente (e gli altri ridono).

GioZ

Mar, 27/03/2018 - 14:55

Sarebbe il caso che cominciassimo a guardare un po' il nostro tornaconto, invece di allinearci sudditamente alle politiche franco-germaniche. Dite la verità: ce ne frega qualcosa a noi di Sergei Skripal? Mi sembra tutta una manovra per distruggere ancora di più l'economia italiana.

Mborsa

Mar, 27/03/2018 - 15:08

Un governo dimissionario non avrebbe dovuto prendere decisioni di politica estera senza passare dal parlamento e il presidente Mattarella non avrebbe dovuto consentirlo. E'chiaro che non si può cambiare politica estera al cambio di maggioranza, però bisogna lasciare al nuovo governo qualche carta, altrimenti non potrà mai tentare di negoziare sul trattato di Schengen (sospeso da 18 mesi), sulla ricollocazione dei rifugiati, sui surplus commerciali e via discorrendo.

LuPiFrance

Mar, 27/03/2018 - 16:34

Atto illegale di un governo che non c'é e quando c'era era altrettanto illegale approvato da un presidente non del tutto legale. Potevamo tenerci i 4 diplomatici e spedire mattarella in russia anche se ormai i gulag non ci sono più.

necken

Mar, 27/03/2018 - 17:40

Putin potrebbe pensare anche a far mettere in sicurezza gli edifici pubblici & commerciali cosi evita che succedano tragedie come quella recentemente avvenuta in una citta nella regione degli urali

Happy1937

Mar, 27/03/2018 - 18:09

La May non ha fornito alcuna prova contro la Russia. Il sospetto è che il veleno sia uscito proprio dai suoi arsenali custoditi con poca diligenza. Il nostro governicchio che, essendo in carica per la sola ordinaria amministrazione non avrebbe il potere di prendere decisioni cosi`importanti di politica estera, ancora una volta pecoronescamente fa quello che gli dettano gli altri. Per fortuna questi sciagurati sono ormai oltre la frutta.

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 27/03/2018 - 18:14

chi ha deciso per l' Italia?? dia immediatamente le dimissioni se non le ha ancora datre anche se si trattasse della piu alta carica dello stato!

nonnoaldo

Mar, 27/03/2018 - 19:13

Non mi pare che la decisione di aprire un contenzioso, molto serio, con un altro stato sia considerabile normale amministrazione, qindi, esimio Mattarella, veda di intervenire e richiami Gentiloni alla realtà e lo obblighi a revocare le misure adottate contro la Russia.

kytra1936

Mar, 27/03/2018 - 19:24

siamo andati a rimorchio di Francia e USA in Libia ed ora ci troviamo con 600.000 parassiti da mantenere, destinati anche a crescere se non ci mette un tappo. Siamo andati dietro a quelli che parlavano di "armi di distruzione di massa" in Irak ed alla fine ci siamo trovati con l'ISIS. Siamo andati a rimorchio della NATO nella ex Jugoslavia ed ancora adesso dobbiamo spendere per mantenervi dei soldati. Siamo andati dietro ai "benpensanti" europei sulla sanzioni alla Russia e molte nostre aziende sono andate in crisi. Ma quando noi abbiamo invocato la solidarietà internazionale (sui cosiddetti migranti) ci hanno riso in faccia. Adesso un governo che dovrebbe fare solo l'ordinario ed il cui ministro degli Esteri è il politicamente fallito Angelino Alfano, si mette di nuovo a 90 gradi. Che nostalgia per Craxi e la DC che avevano le palle in politica estera !

Divoll

Mar, 27/03/2018 - 20:08

Ma la cosa piu' importante da dire e' che le accuse mosse alla Russia NON SONO SOSTENUTE DA UNO STRACCIO DI PROVA! I governi compiono azioni diplomatiche pericolosissime SULLA PAROLA di una donna che domani potrebbe vedersi costretta alle scuse col Kremlino.

Egli

Mar, 27/03/2018 - 20:14

Giornale filorusso. Montanelli si rivolta nella tomba.

Ritratto di gattomannaro

gattomannaro

Mar, 27/03/2018 - 20:15

@kytra1936 - 19:24 Sottoscrivo anche le virgole....