La spending review salva la barberia della Camera

Il servizio di coiffeur della Camera rimane. Saranno ridotti solo gli orari e i barbieri che però continueranno a prendere stipendi d'oro...

La barberia della Camera si salva dalla spending review. Ma solo fino a un certo punto. I deputati non dovranno rinunciare al servizio di coiffeur allestito nell'apposito salone in stile Liberty, ma, su iniziativa del questore di Scelta civica Stefano Dambruoso, è stata decisa una riduzione sia di orari che dei dipendenti. Una scelta che permetterà alla Camera di spendere ogni anno circa 150 mila euro in meno per assicurare il servizio di parrucchiere interno ma che, in realtà, non porterà un risparmio rispetto allo stato attuale.

Secondo il progetto dei questori i barbieri dovrebbero passare da 7 a 4 e il salone potrebbe restare chiuso il pomeriggio. Gli altri tre barbieri continuerebbero a lavorare per la Camera dei deputati in qualità di commessi, come è già avvenuto per gli ex addetti alla buvette. Tutti e sette i dipendenti manterebbero il loro attuale stipendio che varia in base all'anzianità di servizio e perciò la spesa annua della Camera rimarrà quasi invariata. Si tratta della solita operazione mediatica di facciata per un servizio che, attualmente costa alla Camera ogni anno circa 500mila euro, a fronte di un introito di circa 92mila euro.

Alla barberia possono accedere anche donne, collaboratori parlamentari e giornalisti non iscritti all'Associazione stampa parlamentare spendendo cifre praticamente irrisorie rispetto ai saloni dei parrucchieri del centro della Capitale. Per messa in piega+shampoo si spendono solo 18 euro così come per un taglio+shampoo. Il solo taglio dei capelli costa 15 euro, mentre per la barba o per un semplice shampoo si spende 8 euro. Se si desidera una frizione extra basta aggiungere 6 euro.

Annunci

Commenti

moshe

Ven, 15/01/2016 - 16:55

LURIDI PARASSITI !!!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 15/01/2016 - 17:03

E TE PAREVAAAAA!!!!! Straccioni che non hanno neanche 20 Euriii per andare dal parrucchiere poveriniiii!!!!lol lol Pax vobiscum.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 15/01/2016 - 17:29

Capelli e barba di Stato? Il partito comunista, ora detto PD, dovrebbe protestare chiedendo che lo stesso servizio sia reso anche al popolo. Altrimenti che razza di democrazia è?

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 15/01/2016 - 17:52

Immagio lo sforzo mentale fatto da chi ha partorito questa minchiata che però, dobbiamo darne atto, metterà fine a tutti i problemi dell'itaglia ed anche in parte dell'europa. Buttatevi a mare che è meglio.

settemillo

Ven, 15/01/2016 - 18:09

Vergogna; gli straccioni nulla tenenti hanno molto più pudore dei BARBONI che regnano sovrani a spese dei poveracci. Loro poveretti tengono famiglia e quindi vanno aiutati. Barboni! BARBONI! B A R B O N I ! Siete VOMITEVOLI.

roberto.morici

Ven, 15/01/2016 - 18:13

E' morto un nostro connazionale: non è riuscito a sopravvivere con 186 euri al mese...

little hawks

Ven, 15/01/2016 - 18:14

In un mondo dorato dove esistono stipendi fiabeschi, peraltro totalmente immeritati, dove commessi ed impiegati della Camera godono di entrate superiori a quelle di un capitano d'industria (che rischia del suo....), cosa volete che conti l'inezia percepita ogni anno da un barbiere che già troverebbe il proprio lauto guadagno dagli incassi giornalieri da cui non deve detrarre le spese per il negozio oltre alle tasse comunali. Vergognatevi tutti ladri matricolati! Non rubare è uno dei comandamenti della legge scritta più antica del mondo occidentale ma ancora non l'avete presa in considerazione.

tormalinaner

Ven, 15/01/2016 - 18:19

Che bella notizia, magari aumentano pure lo stipendio ai dipendenti che poveretti come fanno a tirare avanti con diecimila euro al mese. Poi si lamentano se gli Italiani non pagano le tasse.......

sparviero51

Ven, 15/01/2016 - 18:42

LI MOR..... VOSTRI!!!

leo_polemico

Ven, 15/01/2016 - 18:47

Semplicemente vergognoso. Tutto scandaloso a partire dai prezzi stracciati per i clienti per finire agli "stipendi d'oro" per i parrucchieri/barbieri/pettrinatrici. Come mai non è ancora stato attivato un servizio degli "sms solidali" per aiutare i poveri "clienti" percettori già di stipendi e rimborsi principeschi?

Ritratto di caviste

caviste

Ven, 15/01/2016 - 19:14

Il solito risparmio.....

leo_polemico

Ven, 15/01/2016 - 19:24

Aggiungo ancora. La "spending review", termine che riempie la bocca "revisione della spesa", si conferma, come ho già scritto in altre occasioni, una "espanding review" cioè una vera "espansione della spesa" con una traduzione maccheronica.

Gianca59

Sab, 16/01/2016 - 01:01

Soliti politici senza palle ! Salvano 4 rubasoldi e fanno licenziare decine di migliaia di dipendenti privati perché non sanno rivedere costi pubblici restituendoli come tasse in meno da pagare ai privati, a cominciare dalle imprese ! Politici fanfaroni !

Duka

Sab, 16/01/2016 - 06:48

Solo la " barberia" ? Guardate che non è cambiato nulla da 70 anni ad oggi. Magnano, bevono e si fanno i caz.... propri alla faccia dei cittadini cogl... che li mantengono. Circa 2.000.000 di soggetti vive da nababbo a conto della politica. Se non è SCHIFOSO questo......