Sporca e cattiva ma non rinuncio all'auto tedesca

Non mi lascio influenzare dalle fregnacce dei verdi sull'avvelenamento dell'atmosfera. Non credo a una parola dei nemici della locomozione

Angela Merkel non cesserà la propria carriera politica a causa dell'incidente d'auto di cui si parla tanto in questi giorni. Tornerà a correre presto per la propria strada, più vispa che pria. Il fracasso provocato dalla Volkswagen e dall'Audi (schiantatesi contro lo scandalo dei taroccamenti finalizzati a diminuire per finta la quantità del gas di scarico delle vetture), durerà al massimo una settimana o due. Nessuno ha interesse a enfatizzare il caso. Molte se non tutte le fabbriche automobilistiche ricorrono agli stessi mezzucci per apparire più «pulite» di come non siano. Il loro obiettivo pertanto è silenziare i media, rassicurando i clienti sull'efficienza delle macchine tedesche.

I quali clienti peraltro si sono già rassicurati da soli, nel senso che non hanno mai smesso di apprezzarle, perché sono belle, comode e vanno benone. Il fatto che emettano più anidride carbonica di quanto dichiarato ufficialmente non turba nessuno, forse soltanto qualche ecologista esaltato, cioè convinto che gli effetti della motorizzazione di massa siano prodromi dell'apocalisse, e preferisce le due ruote della bici alle quattro di una confortevole berlina.

Personalmente non rinuncerò all'Audi A8 (dopo avere posseduto un paio di Audi A6) che è un salotto soffice come quello di casa. Figuriamoci se mi lascio influenzare dalle fregnacce predicate dai verdi sull'avvelenamento dell'atmosfera, che è sempre stata piena di porcherie, ieri più di oggi, visto che l'uomo contemporaneo campa un maggior numero di anni rispetto ai suoi avi. Non credo a una sola parola di quelle sprecate dai nemici della locomozione, del riscaldamento a petrolio, delle ciminiere degli opifici. Non credo neppure alle teorie di coloro i quali cianciano di buchi nell'ozono, ipotizzando imminenti catastrofi, e descrivono il pianeta surriscaldato quale fonte di disastri in grado di annientare l'umanità.

Circa cinque anni orsono qualcuno si impegnò allo scopo di persuadere i soliti beoti che il cellulare fosse uno strumento micidiale, capace di spappolare il cervello di chi lo maneggiasse. Altri iettatori professionali misero in giro la voce che i ripetitori televisivi fossero pericolosi: avrebbero cagionato addirittura la leucemia. Di balle ne abbiamo sentite a iosa. Una più o una meno non muterà le nostre abitudini e i nostri destini.

Tornando all'anidride carbonica vomitata dai tubi di scappamento, non sopravvalutiamone la dannosità. Un individuo, quando respira, butta fuori la stessa schifezza. Le piante fanno la medesima cosa di notte, ma non è un buon motivo per disboscare e abbattere gli abeti che abbiamo in giardino. Ovvio, sarebbe meraviglioso un mondo senza rumori, senza scorie, senza intestini che producono quel che sappiamo. L'aspirazione di tutti è una capanna nell'Eden, dove non ci si ammala né si muore. Ma è solo un sogno. La realtà è che siamo in sei miliardi di persone le quali si arrabattano, emigrando qua e là e rompendo le scatole agli stanziali detentori del benessere, per tirare avanti alla meno peggio.

Non c'è anima che voglia riattualizzare i costumi e lo stile degli uomini primitivi. Il progresso, in cambio di tanti agi, esige però un prezzo: sopportare qualche refolo puzzolente. Sempre meglio dei fumi del letame che un tempo si inalavano anche nei centri urbani. Suvvia, che sarà mai lo spurgo di un'Audi?

Gli Stati Uniti, che hanno scoperto l'imbroglio tedesco, sono sicuri che le loro auto siano meno inquinanti delle europee? Sono alimentate ad acqua? Essi non avranno sollevato tutto questo pandemonio per rubare fette di mercato teutonico? Sospettare è lecito. Non c'è dubbio che lo scandalo (ingigantito) serva ora a sputtanare la Merkel. In Italia circolano già barzellette sulla serietà appannata dei tedeschi. I connazionali nostri si beano nel constatare che tutto il mondo è paese, e che tra napoletani e «tognini» in fondo non c'è molta differenza: gli uni e gli altri si ingegnano nel gioco delle tre tavolette. Chiacchiere divertenti e nulla più.

Dato che la gente non è stupida, la tecnica, la meccanica e la tecnologia germaniche manterranno il loro dominio. Quasi quasi mi compro un Maggiolone Volkswagen, naturalmente cabriolet, così con voluttà mi riempio i polmoni di aria inquinata. A proposito. Milano ha fama di essere la città più inquinata d'Italia. Sarà vero. Ma è altrettanto vero che è quella in cui la gente vive più a lungo. Venite qui in vacanza. Vi farà bene. Buon viaggio in Audi.

Ps. Attenzione. Fra un decennio tutte le auto saranno elettriche, e questi discorsi saranno chiusi, per fortuna.

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 24/09/2015 - 23:10

Bravo Vittorio, anche perchè come qui scrivevo tre giorni fa, gli Americani sono quelli che NON hanno ancora firmato il protocollo di Kyoto sull'emissione di CO2, che solo recentemente Obama ha detto che rispetteranno nel 2020.!!!! Quindi in fatto di contaminazione dovrebbero starsene ZITTI!! Saludos dal Nicaragua FELIZ.PS qui su un territorio di un terzo dell'Italia ci sono 5 milioni di abitanti e 100.000 automobili.

ziobeppe1951

Gio, 24/09/2015 - 23:22

Se è tutto così bello, limpido e trasparente che bisogno c'era da parte dell'AD di Volkswagen dare le dimissioni?

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 24/09/2015 - 23:23

Auto elettrica? Penseremo di aver abolito lo smog solo perché sarà l'azienda elettrica a sporcare per tutti in un posto solo e potrà alzare il prezzo al kwatt a piacere. Non vedo proprio che ci guadagnamo noi.

Charles buk

Gio, 24/09/2015 - 23:28

Boh!! Ma che discorso è?

il_viaggiatore

Gio, 24/09/2015 - 23:31

Egregio Feltri, si tenga pure la sua Audi, che non avrei comprato neanche prima; io mi tengo la mia Volvo sia perché la reputo molto migliore di un'Audi, ma anche perché ha le emissioni e i consumi migliori della categoria. Se Lei guadagna tanto da pagare un'auto il triplo di quel che vale e fare 7 km/l SU STRADA (non su test taroccato con vento a favore e motore depotenziato), stia ben contento. Io sono contento con i miei 19.5 km/l misurati personalmente in autostrada (dai quali calcolo le emissioni di CO2 conformi a quanto dichiarato); nell'attesa, e su questo sono d'accordo, che si vada tutti in elettrico, ma possibilmente in guida autonoma; e sicuramente, NON su una tedesca, ma su una svedese.

spina65

Gio, 24/09/2015 - 23:33

x una volta sono d'accordo, solo dovrebbe far notare dott. feltri che il primo giornale a buttare mxxxa sulla merkel e i tedeschi e' proprio questo, mi fa piacere che anche lei parli di barzellette

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 24/09/2015 - 23:34

"La vecchiaia è una malattia, o ti prende alle gambe o ti prende alla testa.", diceva Luciano De Crescenzo. Feltri cammina benissimo.

ClaudioB

Gio, 24/09/2015 - 23:34

Caro Feltri, sono quasi sempre d'accordo con lei ma stavolta ha scritto delle belle fregnacce.Con la sua logica menefreghista non si cambierà mai nulla in questo mondo avariato. Secondo lei l'inquinamento non esiste, l'effetto serra è un'invenzione degli ambientalisti e il riscaldamento globale un problema sollevato da menti malate. Le consiglio di farsi un esamino di coscienza prima di sparare a zero su simili problemi solo perché ha il sedere appoggiato su un Audi.

baldob

Gio, 24/09/2015 - 23:36

Tutto condivisibile. Una sola piccolissima osservazione sulle auto elettriche: l'elettricità non la produce Gesù bambino ma viene prodotta dalle centrali elettriche che, a meno di essere nucleari (il fatto che noi italiani le abbiamo ripudiate è la dimostrazione, lammpante, che siano le migliori e le più sicure sotto ogni aspetto), producono ugualmente scorie, inquinamento e schifezzine varie. Fare tutto questo casino (investimenti, maggiori costi di acquisto e così via) solo spostare l'inquinamento e concentrarlo in alcuni punti piuttosto che averlo omogeneamente distribuito non sono per nulla sicuro che sia un affare. Certo che, in ogni caso, è marketing.

Un idealista

Gio, 24/09/2015 - 23:41

Egregio dottor Feltri, se vivrà abbastanza a lungo, e glielo auguro, penso che dovrà ricredersi su ciò che ha scritto.

Ritratto di MelPas

MelPas

Gio, 24/09/2015 - 23:46

Alle donne tedesche no, in gioventù mi hanno datto tante soddisfazioni, con le macchine meno. Angela Merkel ??? sicuramente come macchina non l'avrei mai montata. MelPas.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 25/09/2015 - 00:02

Ora la Vokswagen per salvarsi dovrà mettere in discussione tutto il problema delle emissioni industriali nel mondo. Più in generale dovrà promuovere una seria discussione sui fanatismi irrazionali degli ecologisti. Ciarlatani che illudono la gente sulle loro insulse quanto inutili iniziative per frenare il riscaldamento globale.

Blueray

Ven, 25/09/2015 - 00:06

Egregio Feltri, mi sembra che tu guardi il problema da un punto di vista un po' minimalista. In realtà la tua A8 ti viene venduta dichiarando emissioni CO2 pari a 200 g/km. Il problema non è tanto che queste diventino 300 o più (butto là), ma che sia stato congegnato un software ingannatore per far apparire tutto regolare. La mia vecchia Alfa dichiarava un consumo dell'8 e in realtà era il 16 per cento, ma la cosa era nota a tutti a cominciare dalle riviste del settore e in concessionaria ti avvertivano anche!

rossini

Ven, 25/09/2015 - 00:08

Io invece no. I Tedeschi, con la loro spocchia, con la loro mania di essere migliori di tutti gli altri. I più puri, i più onesti, i più bravi. Quelli che, nel secolo scorso, nel breve arco di una trentina d'anni, hanno messo a ferro e fuoco l'Europa e il mondo provocando milioni di morti. Quelli il cui inno nazionale contiene le parole "Deutschland, Deutschland über alles" (la Germania al di sopra di tutto). I Tedeschi, dicevo, mi stanno sulle palle. Le loro auto, saranno anche fatte bene, ma se le fanno strapagare col perché. Alla fine preferisco una Fiat dal nome meno altisonante, più economica, comunque affidabile, la cui manutenzione costa niente. Il cui acquisto aiuta l'economia italiana e i lavoratori italiani.

Ritratto di frank.

frank.

Ven, 25/09/2015 - 00:08

Caro Feltri, lasciando da parte la questione ecologista, il problema è che è questa è comunque una truffa. Io tedesco, (normalmente fustigatore di costumi altrui) dichiaro ufficialmente un valore (qualunque esso sia) che mi permette di fare una cosa (qualunque essa sia) e lo scrivo nei miei certificati, mentre invece questo valore è farlocco grazie ad un artificio elettronico e così oltre ai regolamenti lo metto nel di dietro a quelli che in realtà si sbattono per rispettarlo quel famoso valore. Se non è una truffa questa... A sto punto aboliamo ogni regola, ogni limite, ogni dichiarazione di conformità, ogni certificato, qualunque cosa. Ognuno faccia un pò quel che cacchio gli pare, tanto probabilmente non si muore. A me...me pare nà strunzata!

pietrom

Ven, 25/09/2015 - 00:08

Caro Feltri, lei e' uno dei miei giornalisti preferiti. Pero' la prego di informarsi o consultarsi quando tratta argomenti tecnici. Esempio: che differenza c'e' tra i gas nostri e delle mucche e l'inquinamento automobilistico? I primi derivano dall'alimentazione, cioè ri-immettiamo in atmosfera quello che le piante avevano assorbito durante la loro vita, quindi il bilancio gas assorbiti / gas emessi e' pari a zero. Quando bruciamo gasolio/benzina, andiamo a immettere nell'atmosfera i gas assorbiti qualche milione di anni fa. Quindi il bilancio non e' più zero, ma ci fa avvicinare alle condizioni presenti sulla Terra quando la vita come la conosciamo oggi non esisteva ancora, cioè un mondo inospitale. Questo e' il motivo per cui dobbiamo usare auto elettriche ed energia nucleare.

UNITALIANOINUSA

Ven, 25/09/2015 - 00:16

Feltri:aspettati ricco omaggio natalizio dall'industria tedesca delle auto! italiano in usa

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 25/09/2015 - 00:28

siamo troppi!! Un domani non solo respireremo lo smog come a Pechino, ma di questo passo mangeremo cavallette, ma forse saremmo prima sopraffatti dall'islam e tutto il resto sarà noia.

Gianca59

Ven, 25/09/2015 - 00:29

Certo, ha ragione....non è che davanti a casa sua, in città/mare/montagna ovunque essa sia, ha un po' di quello schifo di verde che ci vengo a fare una bella colata di cemento ?

andrea120374

Ven, 25/09/2015 - 00:35

D'accordo al 100%

Arch_Stanton

Ven, 25/09/2015 - 00:41

GRAZIE per aver scritto questo articolo, non se ne poteva più di prediche ambientaliste e antitedesche. Le macchine tedesche rimangono le migliori, le emissioni sono solo uno dei tanti argomenti per giudicare e comprare un'automobile.

Asimov1973

Ven, 25/09/2015 - 00:42

Bravo, dai i soldi a chi rovina il tuo paese per essere al primo posto nell'esport e fregatene pure se per fare 100 km consumi quello che 4 macchine normali consumano...viviamo di piu si ma stiamo diventando sterili a causa dell'inquinamento, l'anidride carbonica non é l'unico problema delle macchine le quali producono gas ben piú pericolosi. Nessuno ti chiede di fare l'uomo primitivo, ma se proprio prioprio devi fare lo sborone con la macchina grossa almeno comprala italiana, aiuterai il tuo paese ed eviterai di arrichire chi sputa sulla nostra cultura dopo aver bruciato vivi donne e bambini e violentato le nostre nonne o madri...a proposito : gli uccelli ricoperti di petrolio e la calotta polare fusa non sono effetti speciali o storielle: esistono veramente caro il mio cafone ignorante troglodita traditore della patria e strafottente.

Asimov1973

Ven, 25/09/2015 - 00:43

Bravo, dai i soldi a chi rovina il tuo paese per essere al primo posto nell'esport e fregatene pure se per fare 100 km consumi quello che 4 macchine normali consumano...viviamo di piu si ma stiamo diventando sterili a causa dell'inquinamento, l'anidride carbonica non é l'unico problema delle macchine le quali producono gas ben piú pericolosi. Nessuno ti chiede di fare l'uomo primitivo, ma se proprio prioprio devi fare lo sborone con la macchina grossa almeno comprala italiana, aiuterai il tuo paese ed eviterai di arrichire chi sputa sulla nostra cultura dopo aver bruciato vivi donne e bambini e violentato le nostre nonne o madri...a proposito : gli uccelli ricoperti di petrolio e la calotta polare fusa non sono effetti speciali o storielle: esistono veramente caro il mio cafone ignorante troglodita traditore della patria e strafottente.

Luigi Farinelli

Ven, 25/09/2015 - 00:50

E' vero, i verdi raccontano spesso balle, specie quando parlano di riscaldamento da CO2 prodotta dall'uomo (riscaldamento antropico) e spingono per questo il mondo a ridurre il numero di abitanti (con l'aborto, la propaganda antinatalista e abbattendo il concetto di famiglia naturale e prolifica) oltreché alla decrescita economica con l'altra balla ideologica dello "sviluppo sostenibile". Però c'è poco da dire: la Germania farebbe bene a dare meno lezioni con la puzza al naso (mi è piaciuta questa sera la trasmissione di Porro con Salvini, soprattutto l'intervento di Sgarbi sotto la foto dei risolini fra Merkel e Sarkosy). E non ha barato solo in questo campo perché tiene nascosto il vero debito pubblico e meriterebbe per questo un processo in piena regola. Poi ognuno può comprarsi le macchine che vuole, anche quelle con motore a orologeria (le meno inquinanti di tutte) con tanto di chiavetta tendimolla cromata come optional.

Ritratto di drazen

drazen

Ven, 25/09/2015 - 00:55

Però questa potrebbe essere la volta buona per far abbassare un po' le alucce ai crucchi, che vogliono/credono di essere uber alles, ma vincono sempre le battaglie e poi perdono le guerre!

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Ven, 25/09/2015 - 00:55

Feltrino oggi hai confermato il tuo essere Lacchè a 360 gradi, lo sgabello poggiapiedi, il cortigiano !! La tua frase racchiude il tuo stile di vita : sopportare qualche refolo puzzolente ! Per te sono tutte balle ? Ovvio. Le persone come te mantengono la società al livello di una mxxxa , sei editorialista di un giornale hai fatto la tua bella carriera con la tua bella casa con la tua bella Audi, naturalmente se non era Berlusconi era un altro. Una vita in posizione prona ( volgarmente a 90 ) ti ricordi quando ti hanno chiesto di dare il voto ?

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Ven, 25/09/2015 - 01:13

caro Feltri concordo in toto e vorrei dire agli yankees con che pudore attaccano l'auto tedesca, proprio loro che del Consumismo sono i campioni del mondo e delle auto dai consumi record. Sono convinto chr sia una montatura per danneggiare le auto tedesche che anche negli USA sono auto di pregio mentre i "cassoni" americani da noi nessuno li vuole. Quanto ai connazionali che gongolano dicendo che anche i tedeschi le fanno sporche, meglio che se ne stiano zitti perché per uno scandalo così non si sarebbe dimesso nemmeno il metronotte Mirafiori.

Ritratto di Quasar

Quasar

Ven, 25/09/2015 - 01:50

Bravo Feltri ! La penso esattamente come lei.

levy

Ven, 25/09/2015 - 03:46

Non credo per un solo minuto che tutto sto' baccano sulle auto tedesche, che tra l'altro sono le migliori, sia genuino, frutto della ineccepibilità americana, una scaramuccia diplomatica con azioni e ritorsioni sono la causa.

levy

Ven, 25/09/2015 - 03:54

Feltri dice che l'auto elettrica non inquinerà ed è vero, l'inquinamento sarà prodotto invèce dalle centrali elettriche che produrranno l'energia per ricaricare le batterie di quelle auto.

levy

Ven, 25/09/2015 - 03:59

Non credo per un solo minuto che lo scandalo delle emissioni delle auto tedesche sia il genuino frutto della perfezione dei controllo americani, secondo me lo ha causato una scaramuccia politica tra i due paesi.

Gurthang

Ven, 25/09/2015 - 04:17

Senza essere un ecologista militante mi irrita il tono supponente e aproblematico dell'articolo. Discorsi molto simili ai suoi si leggevano negli anni 70 e 80 quando ricercatori ed ecologisti lottavano per documentare la pericolosità dell'amianto. Le decine di migliaia di persone decedute per tumore ai polmoni in seguito ad avvelenamento da amianto (fra i quali si conta il padre di mia moglie) saranno felicissime di sapere che la loro agonia (generalmente orribile) e la loro morte sono dovute a qualche "refolo puzzolente". Si vergogni.

giomag42

Ven, 25/09/2015 - 04:22

Caro Feltri CONCORDO AL 100% !!!! Sarebbe ora che gli imbecilli finissero di bere le balle "ecologiste".

Accademico

Ven, 25/09/2015 - 04:28

Gentile dr. Feltri, La ringrazieranno con l'invio, in dono, di un Maggiolone cabriolet e di una nuova salotto Audi6, rinnovate entrambe nella credibilità del bugiardino.

Ritratto di scappato

scappato

Ven, 25/09/2015 - 05:12

Mr. Feltri, nella maggioranza dei casi (articoli giornalistici) sono d'accordo con Lei, ma non in questo. Io sono oltre Atlantico da più di 30 anni e quando posso compro ancora merce italiana. Vivere in Italia e comprarsi un Audi e' quantomeno da masochisti.

cangurino

Ven, 25/09/2015 - 06:13

Una A8 costa sui 100.000, come una Maserati. Ha mai provato la seconda, tanto per capire cosa vuole dire "salotto"? Ha mai fatto ricerche su internet tipo "audi richiami" e "maserati richiami"? Lo faccia, scoprirà cose che al momento ignora. Penultimo esempio: 2014 richiamo da 850.000 Audi per un difetto agli Airbag, prodotti dalla TEDESCA Continental. Comunque vertici, dipendenti, fornitori e consulenti della Audi-VW hanno lavorato sodo per prendere per i fondelli i propri clienti. Chi tarocca i dati per vendere di più e far sembrare quello che produce più bello, ecologico ecc., diventa un produttore di cui diffidare, perchè ha tradito la mia fiducia. Potrebbe citare le fonti o qualche dato oggettivo a sua disposizione, a supporto dell'affermazione secondo cui tutti i produttori hanno adottato queste centraline per turlupinare i test ed i propri clienti? Mi auguro che la sua Audi gliel'abbiano regalata o fatta pagare pochissimo.

CALISESI MAURO

Ven, 25/09/2015 - 06:31

Brutta scivolata Sig. Feltri, qui non c'e' solo il problema se e' stato venduto qualcosa per qualche cos'altro, ma il sistema truffaldino di copertura, che e' sistematico con questi attuali soci. Dove tocchi hanno problemi... e li creano agli altri. Prego investigare sulla fuga di capitali dall'Italia all'Austria negli ultimi anni e dove questi capitali sono finiti, potremmo avere delle belle sorprese. Ah tutto e' stato accelerato dai lodensss Ochievidna!:))

VermeSantoro

Ven, 25/09/2015 - 06:52

Per carità ...I Verdi ... mi ricordo ancora di quello sciagurato di Pecoraro Scanio e di tutti i danni che ha provocato con i suoi no a tutto, secondo lui saremmo dovuti ritornare all eta della pietra. Per quanto riguarda l'episodio della VW ritengo che in modo del tutto ipocrito ci diamo regole antinquinamento del Cxxxx che poi sono insostenibili sotto profilo economico, il tutto in nome di una presunta sostenibilità ecologica solo per accontentare quattro sciagurati.

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 25/09/2015 - 07:03

Caro Feltri,non sono proprio d'accordo con lei.Primo perche' le piante faranno Co2 di notte,ma di giorno producono O2. Poi non capisco perche' sia giustificato il furbesco di questi,e poi ci sia una severita'maniacale sul controllo delle persone vedi agenzia delle entrate.

routier

Ven, 25/09/2015 - 07:13

Da sempre viaggio con l'auto a gas quindi non sono coinvolto nella polemica delle emissioni nocive, tuttavia sono perfettamente d'accordo con Feltri. Uno dei pochi che dice, senza paura, delle verità politicamente scorrette.

maxkent

Ven, 25/09/2015 - 07:26

Abbastanza d'accordo con Feltri, trovo che l'affare VW dimostri come ancora una volta, il "rispetto della legalità" si riveli una truffa. Se non hai la macchina "ecologica" non puoi andare in centro (multa), la stessa macchina la paghi di più ed i ricambi sono più costosi. Ed è tutto un imbroglio. La legge viene inventata per grassare più soldi, fingendo di farti rispettare una norma salvifica e giusta. Di cui non importa niente a nessuno.

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 25/09/2015 - 07:28

Bravo Vittorio! Gli ecocatastrofisti in servizio permanente effettivo sono sistemati! Personalmente ho avuto una discussione con signore, che nel mio paese, raccoglieva firme contro un ripetitore della TIM; gli ho chiesto: Ma hai il cellulare? Alla sua risposta affermativa, l'ho mandato al diavolo. Ma come, non vogliono il ripetitore ma però se ne servono, una macroscopica incongruenza. P.S. All'epoca, io ero uno dei pochi senza telefonino!

Asimov1973

Ven, 25/09/2015 - 07:30

Bravo, dai i soldi a chi rovina il tuo paese per essere al primo posto nell'esport e fregatene pure se per fare 100 km consumi quello che 4 macchine normali consumano...viviamo di piu si ma stiamo diventando sterili a causa dell'inquinamento, l'anidride carbonica non é l'unico problema delle macchine le quali producono gas ben piú pericolosi. Nessuno ti chiede di fare l'uomo primitivo, ma se proprio prioprio devi fare lo sborone con la macchina grossa almeno comprala italiana, aiuterai il tuo paese ed eviterai di arrichire chi sputa sulla nostra cultura dopo aver bruciato vivi donne e bambini e violentato le nostre nonne o madri...a proposito : gli uccelli ricoperti di petrolio e la calotta polare fusa non sono effetti speciali o storielle: esistono veramente caro il mio cafone ignorante troglodita traditore della patria e strafottente.

Tom Hagen

Ven, 25/09/2015 - 07:36

Neanch'io rinuncio. Nel frattempo, forse perchè costretto da legislazione e crisi, ho capito che le macchine fatte bene durano, anche più di 300.000 km. Anche senza essere Euro 6. Beato lei che può continuare a cambiar macchina, magari a rimborso chilometrico. Di questo vogliamo parlarne?

hellas

Ven, 25/09/2015 - 07:46

Purtroppo anche ai giornalisti bravi capita di scrivere articoli brutti, come questo. Un articolo zeppo di scemenze, come sostenere che il problema di contenere le emissioni inquinanti e' solo una fissazione degli ambientalisti ( neanche a me l'' ambientalismo talebano piace, ma dire che l' aria oggi è più pulita di una volta.....) , e come tessere le lodi della auto tedesche, a prescindere....La superiorità delle auto tedesche e' una balla a cui gli italiani creduloni hanno abboccato per anni come le carpe con la polenta, e Feltri, che di solito vuole essere controcorrente, ci è cascato come una pera! Proprio un articolo sotto la media di chi l'ha scritto.

Ritratto di bobirons

bobirons

Ven, 25/09/2015 - 07:47

Il Direttore Feltri dipinge, con la sua solita capacità analitica e verve polemica, un quadro che sembrerebbe reale se non si tenesse conto di un'altra piccola cosa che si chiama coerenza. La germania, nella sua cultura arrogante, amministra giudizi, impartisce ordini, predica propri vangeli nella supposizione di essere depositaria della sola Verità. Purtroppo non segue con i fatti alle proprie parole, e posso ben testimoniare avendo, oltre che studiato lingua e cultura, sia vissuto sia intrattenuto innumerevoli rapporti professionali con quei sedicenti perfettini. Memento europa, germania delenda est.

antes1

Ven, 25/09/2015 - 07:50

Articolo degno del giornale che lo pubblica. Completiamo pure la distruzione del pianeta. I nostri figli emigreranno in massa su Marte (a patto che su Marte non esista una Lega xenofoba che vuole sparare sulle astronavi in arrivo).

Albius50

Ven, 25/09/2015 - 07:51

Premetto non comprerò mai auto Tedesche o Francesi, ma condivido l'articolo, gli USA HANNO CREATO IL PROBLEMA, loro sono maestri vediamo le guerre che hanno inventato per la semplice ragione che vogliono essere padroni dei mercati e del mondo

prohalecites

Ven, 25/09/2015 - 08:00

Caro Feltri, anch'io non rinuncio all'auto (non certo un'audi, le mie aspirazioni sono diverse), che poi molte regole siano idiote, beh non è un italiano che deve dirlo, noi siamo il paese più governato da idioti apparentemente. quello che da fastidio è la spocchia dei tedeschi che si ergono a leader in tutto, poi fanno i furbetti come tutti o peggio. Quasi come le prediche sulla democrazia del comunista Napolitano.

RMusneci

Ven, 25/09/2015 - 08:04

Gentile Direttore, perfettamente d'accordo...tranne sul PS! tra 10-20 anni cercheranno di terrorizzarci con i campi magnetici. Ma noi saremo sempre li' a farci una risata. Saluti Roberto Musneci

molto_deluso

Ven, 25/09/2015 - 08:13

Angela... ego te absolvo .... amen

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Ven, 25/09/2015 - 08:18

Uno spot a favore della "tedesca", gratis et amore Dei (?). Il problema non sono le "fregnacce dei verdi" ma se sono state violate delle regole, giuste o sbagliate che siano, ma sempre regole sono, il cui rispetto impone costi notevoli. Se così non fosse, non si capisce perché le "tedesche" avrebbero truccato le emissioni. Non saranno inquinatori,forse, ma sempre imbroglioni.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 25/09/2015 - 08:23

Caro feltri per la prima volta non mi trovo d'accordo,i tedeschi non meritano uno spot del genere,dimostriamoci un po' più italiani,suvvia!!Se lei guarda le uscite dal nostro parlamento sono quasi tutte macchine tedesche,perchè???? Forse che l'Italia della Ferrari non produce auto??? Provi a vedere dal parlamento tedesco quante macchine straniere escono?Zero!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Ven, 25/09/2015 - 08:24

Carissimo Vittorio, non so esattamente che cosa ti abbia fatto incavolare così tanto da farti argomentare, esternare piuttosto polemicamente e concludere in questo modo. Don Ferrante, felicemente coniuge di Donna Prassede, nei Promessi Sposi, a proposito della peste dilagante, ragionò e concluse più o meno allo stesso modo: che il problema peste non esisteva. E morì di peste. Non è consolante l' immaginare che il problema dell'inquinamento subdolo non sia soltanto della gloriosa popolarvettura, gene di vanto dell' industria germanica: ma non si può non prendere atto che, se i fatti sono veri, almeno a livello di “scheissefigure”, questa volta l'ha fatta la rigorosa nazione dei rigorosi über alles. Punto. Delle nostre è stato già ampiamente parlato, se ne parla e se ne parlerà ancora. Il più delle volte, a ragione.

Ritratto di CONTRO68

CONTRO68

Ven, 25/09/2015 - 08:29

Buongiorno nel suo articolo é tralasciato un aspetto non secondario e cioé che chi compra un auto ha il diritto di acquistare un prodotto conforme a quanto publicizzato dalla casa costrutrice e dal venditore.E´ come se lei vendesse un giornale noc una bella copertina ma all´interno solo pagine bianche.Per non parlare che se vengono fissate delle norme a torto o a ragione devono essere rispettate, noi in Italia ne sappiamo qualcosa visto che siamo impiccati dal 3% deficit/pil per non parlare della sola che ci hanno rifilato col cambio euro/lira

abacon

Ven, 25/09/2015 - 08:33

Feltri o sei diventato vecchio e rincoglionito o ti sei fumato il cervello.Non si tratta se la macchina assomiglia a un salotto o meno si tratta di ETICA. Ti sei dimenticato della carne avariata? della insalata? delle mozzarelle blu? e chissà quant'altro.E questione di ETICA hai capito? Che MAZZO se ne frega se tu hai l'AUDI A 8 ? Il problema sta nei poveracci che pigliano la GOLF e son presi per i fondelli da quelli che dicono di essere "perfetti" . Solo questione di ETICA. Ti saluto Feltri e vai dove vuoi con la tua AUDI A 8 e ricorda che non è questione di fumi è soltanto di ETICA.

gigetto50

Ven, 25/09/2015 - 08:40

........infatti...non credo che proprio che qualcuno che abbia sale in zucca, si scandalizzi per "il disastro ambientale": basta osservare i fumi dei vecchi camions che circolano sulle autostrade insime a quelli del vetusto parco macchine diesel che, non si capisce come, superano i test della revisione. Fa invece molto sorridere la presunta "integrita' morale" quasi da "razza superiore" dei nordici che ci guardano con disprezzo quando si toccano certi argomenti. Evidentemente chi ci credeva in queste fesserie, non aveva ancora avuto molto a che fare con loro. Esattamente come la favola dell'italiano latin lover. Diciamo che i maschi mediterranei sono piu' palesi nelle loro esternazioni. I nordici forse sono piu' pacati e discreti ma non meno lover. Stessa cosa per le donne. Altro che fredde, le nordiche.

Ritratto di caribou

caribou

Ven, 25/09/2015 - 08:41

Vittorio, per la prima volta in vita mia sono in sintonia con un suo articolo! Non mi sembra vero! Credo che comunque non servirà molto ai vostri lettori a far cambiare idea, l`obbiettivo è rosicare, e assicurarsi che qualcuno faccia "peggio" per poter poi dormire tranquillo. Adesso bisogna prima abbattere il nemico numero 1, la Germania, la paura che qualcuno faccia meglio è più grande del coraggio di guardarsi allo specchio!

macchiapam

Ven, 25/09/2015 - 08:51

Bravo Feltri: come al solito. Non se ne può più di questa follia salutista da bar: niente fumo, niente sale, niente emissioni, riscaldamento ridotto, cibo vegetale, eccetera. E' il cervello all'ammasso camuffato da sapienza ambientale e rinfocolato da politici ansiosi di popolarità e da scrittori cretini. Ma noi, ignoranti e beceri, continuiamo a confortarci con un piatto di cazzoeula, qualche bicchiere di vino e le nostre sigarette. Bene così.

releone13

Ven, 25/09/2015 - 09:42

per una volta sono d'accordo con Lei.....anche se come hanno già segnalato, questo giornale ha GODUTO come un matto per lo scandalo, come se bastasse questo a screditare la superiorità tecnologica tedesca. Che poi abbiano tentato una truffa è fuori discussione, ma che le auto tedesche siano le migliori in assoluto sul mercato è altrettanto fuori discussione.Hanno truccato i dati per il mercato americano????Certo, ma almeno loro sono sul mercato americano da sempre, BMW, MERCEDES E AUDI in America sono marchi ambitissimi, anche più di CADILLAC.....sarà un caso?????Noi italiani abbiamo la 500.......Quindi d'accordo, hanno fatto una cosa sbagliata, rimedieranno e riprenderanno a vendere più di prima, perché la qualità conta, eccome!!!!!!!!!!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 10:08

sono d,accordo con Feltri,ma voi invece poveri imbe.cilli non capite un cassio, credete che la Italia sia in ordine? Aspettate e vedremo

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 10:08

sono d,accordo con Feltri,ma voi invece poveri imbe.cilli non capite un cassio, credete che la Italia sia in ordine? Aspettate e vedremo...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 10:10

la Italia resterà sempre sotto la cappella della Germania economicamente parlondo, saluti da Trier..la Augusta Treverorum.

Luigi Farinelli

Ven, 25/09/2015 - 12:43

franco-a-trier_DE: la sua mi sembra una arrampicata sugli specchi. Certo in Germ non succederà come in Ita dove magistrati e politici godono a fare lo sputtanamento planetario: da voi le magagne si nascondono sotto il tappeto; uno potrebbe pure parlare di realpolitik, ma l'asino casca quando chi truffa fa il maestrino ipocrita. Ed ora le magagne sono tante: dal debito pubblico nascosto, alle truffe tipo Siemens, ai mancati controlli su piloti in odore di pazzia, dai campionati di calcio nazionali truccati, alle marce avanti-indietro in materia di immigrazione fino allo scarico del problema derivati greci e spagnoli (la Germania ne è infettata) su un competitor troppo tosto e quindi da eliminare (magari favorendo un golpe in combutta con traditori italici). Ma a chi volete più darla a bere! Giusto ai nostri ineffabili comunisti europeisti.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 13:07

ziobeppe te lo deve venire dire a te? Cosa credi che le auto italiane siano in regola o scrivi per provocare? Vediamo se le vendite diminuiranno o se diventerai più furbo tu.Non hai capito che sono auto TEDESCHE, ovvero tecnologia tedesca? M a dove vivi tu , tu devi essere uno sbarbatello inesperto.Vai a vedere nel mondo se circolano auto italiane o tedesche...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 13:07

ziobeppe te lo deve venire dire a te? Cosa credi che le auto italiane siano in regola o scrivi per provocare? Vediamo se le vendite diminuiranno o se diventerai più furbo tu.Non hai capito che sono auto TEDESCHE, ovvero tecnologia tedesca? M a dove vivi tu , tu devi essere uno sbarbatello inesperto.Vai a vedere nel mondo se circolano auto italiane o tedesche..,,

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 13:15

Farinelli , la Germania non è perfetta anche lei ha i suoi nei come tutti i paesi ma mai come quelli che ha la ITtalia, quandi meglio non fare un paragone, perchè in fatto di scandali la Italia è la prima nel mondo e come truffe l'italiano è uno specialista,però una cosa è certa che la disoccupazione è molto bassa il 6% chi vuole lavorare lavora (credi che questi extracomunitari prima o poi non vadano a lavorare qui?) poi il futuro dei nascituri è già assicurato da quando la madre partorisce , la istruzione sanità funzionano molto bene, è già qualcosa che la Italia no ha.Se poi non credi vieni qui ti porto io a vedere e renderti conto.Sabato parto per la Italia ma con paura se succede li qualcosa rischio la vita con la vostra sanità di mierda.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 13:16

Farinelli , la Germania non è perfetta anche lei ha i suoi nei come tutti i paesi ma mai come quelli che ha la ITtalia, quandi meglio non fare un paragone, perchè in fatto di scandali la Italia è la prima nel mondo e come truffe l'italiano è uno specialista,però una cosa è certa che la disoccupazione è molto bassa il 6% chi vuole lavorare lavora (credi che questi extracomunitari prima o poi non vadano a lavorare qui?) poi il futuro dei nascituri è già assicurato da quando la madre partorisce , la istruzione sanità funzionano molto bene, è già qualcosa che la Italia no ha.Se poi non credi vieni qui ti porto io a vedere e renderti conto.Sabato parto per la Italia ma con paura se succede li qualcosa rischio la vita con la vostra sanità di mierda.Se non conoscete come si vive qui tacete.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 13:18

hernando 45 è così però per i poveri imbecill.li di certi lettori preferiscono criticare la Germania e non i loro padroni USA questo dimostra l'intelletto dell'italiano.Mentre con l'inquinamento della USA vi fa morire quello della WW no.

antes1

Ven, 25/09/2015 - 13:22

Per fortuna che c'è franco-a-trier a dimostrarci che dall'Italia non sono fuggiti solo i cervelli.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 13:57

Se poi parlate o volete fare un paragone come inquinamento provate a fermarvi con auto qui in Germania entrate 5 minuti in negozio lasciando il motore acceso poi vedrete cosa vi succede..io ho provato , un tizio mi disse di spegnere il motore non lo avessi spento alzava la voce facendo coro con i passanti e magari chiamare la polizia questa è la Germania che mi piace non la Italia oppure fermarvi in doppia fila dico fermarvi non parcheggiare che sarebbe peggio..

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 14:02

antes1 ultima cosa, la mia ikona rappresenta la bandiera presidenziale della Germania con un presidente con pallle non come il vostro ex Giorgio comunista

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 14:03

andate a vedere in Borsa di quanto hanno guadagnato le auto tedesche..

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 25/09/2015 - 14:06

Per fortuna che ci sono degli itaGliani immedesimati tedeschi a tenere alta la CRANDE CERMANIA,cervelli ?? emigrati e grandi gufi nei confronti degli italiani(quelli senza G).Io ho fatto anni in francia ma mi sono sempre sentito italiano,mentre qualcuno si è venduto allo straniero.

buri

Ven, 25/09/2015 - 14:30

Feltri è libero diu farsi fregare come e quando vuole, se vuole credere alla superiorità kruka sono fatti suoi, ma che non venga poi a dare lezioni se gli va male

antes1

Ven, 25/09/2015 - 14:56

x franco-a-trier. Io mi sento italiano anche quando il presidente della repubblica non mi rappresenta. E comunque preferisco un presidente ex-comunista piuttosto che vivere nel paese che ha inventato i forni crematori (La consiglio di leggere in proposito "I volonterosi carnefici di Hitler" di Daniel Jonah Goldhagen per scoprire quale fu l'atteggiamento - anche dei tedeschi comuni e non solo dei gerarchi - nei confronti dell'Olocausto).

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 16:04

antes1, ma tu sai almeno i crimini che fece Graziani in Africa? altro che forni fece molto di peggio, italiani che tagliavano le teste come trofei altro che ISIS documentati prima di scrivere kazza.te ragazze violentate come minimo. Poveri locali innocenti torturati.. https://it.wikipedia.org/wiki/Rodolfo_Graziani#L.27attentato_ad_Addis_Abeba_e_la_rappresaglia

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 16:04

antes1, ma tu sai almeno i crimini che fece Graziani in Africa? altro che forni fece molto di peggio, italiani che tagliavano le teste come trofei altro che ISIS documentati prima di scrivere kazza.te ragazze violentate come minimo. Poveri locali innocenti torturati.. https://it.wikipedia.org/wiki/Rodolfo_Graziani#L.27attentato_ad_Addis_Abeba_e_la_rappresaglia .....

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 16:05

antes 1 prima di giudicare i tedeschi impara a conoscere gli italiani..

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 16:12

non fate il braccio di ferro con la Germania, perdereste subito prima di iniziare, semmai fatelo con il Senegal ma anche con questo perdereste visto quanti suoi connazionali vi manda a e voi mantenendoli a sbafo.

Luigi Farinelli

Ven, 25/09/2015 - 16:18

franco-a-trier_DE: come si viva in Germania lo so bene, visto che ho tedeschi in famiglia. Dell'Italia si conosce tutto, soprattutto le magagne, sempre alla luce del sole mentre nel suo ipocrita Paese quelli che ho elencato sono elementi per far riflettere chi crede ancora agli asini che volino. Quanto alla sanità in Italia, molte cose non vanno, è vero ma voglio aggiungere un altro elemento che la contraddice anche su questo: il padre di mia cognata (tedesco di Germania e lì vivente) si è appena salvato da una diagnosi sbagliata dei medici di lì che lo stava portando all'altro mondo. Sa chi l'ha salvato? Mia cognata, tedesca laureata in Italia che, andata in Germania, ha scoperto cosa non andava. Con tanti saluti anche qui alla puzza al naso!

Luigi Farinelli

Ven, 25/09/2015 - 16:21

franco-a-trier_DE: h.14:02. Concordo con il suo giudizio sul nostro ex Presidente Napolitano: comunista, massone e golpista (con l'appoggio delle sua Cancelliera).

Ggerardo

Ven, 25/09/2015 - 22:17

L'ignoranza, il pressapochismo, il semplicismo di Feltri qui raggiungono sommita' mai pensate. Solo Sallusti e Sgarbi possono competere a livelli cosi' eccelsi. Ostellino viene giusto un gradino piu' sotto