La «Rotonda della chimica», un nuovo poliambulatorio per Santa Giulia

Il Comune concede all?Istituto clinico di perfezionamento un immobile che si estende su oltre 1.400 metri quadri a Rogoredo per rispondere al bisogno di strutture sanitarie nella zona. Una parte sarà dedicata all'assistenza pediatrica

Si chiamerà la «Rotonda della chimica», un'edificio tra via Montepenice e Pizzolbasso, su una superficie di 1.400 metri quadrati (seicento dei quali coperti). Presto nel quartiere Santa Giulia sorgerà un nuovo poliambulatorio. La giunta di Palazzo Marino ha approvato infatti venerdì una delibera che concede in locazione agli Istituti Clinici di Perfezionamento un immobile comunale per realizzare il nuovo centro medico specialistico per il quartieri di Rogoredo. E risolvere così una carenza di servizi sanitari nella zona denunciata prima dai residenti e poi anche dalla stessa azienda ospedaliera. L'edificio individuato dal Comune è circondato da un'area di mille metri quadri, e una parte potrà essere dedicata all'assistenza pediatrica territoriale.
«Con il via libera a questo progetto - ha spiegato l'assessore alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna - intendiamo fornire risposte ai bisogni di salute dei cittadini, esercitando il ruolo di interfaccia istituzionale, il tutto con il coinvolgimento delle istituzioni sanitarie quali Istituto clinico di perfezionamento, Asl e Direzione generale Sanità della Regione Lombardia, realizzando in sinergia una migliore accessibilità e fruibilità dei servizi». Non solo. «Vogliamo rispondere anche a un altro bisogno del territorio - anticipa l'assessore -: quello dello studio e dell'organizzazione di attività socio-sanitarie innovative, di continuità assistenziale, in collaborazione con l'Asl, con particolare attenzione all'area pediatrica. La pediatria è infatti una priorità per la città di Milano, soprattutto nelle aree di nuova urbanizzazione».