L'orgasmo femminile per maschietti negati

In Inghilterra due sorelle con il progetto Ladies Come First spiegano agli universitari inglesi l'orgasmo femminile e come raggiungerlo

In Inghilterra solo il 30 per cento delle donne raggiunge l'orgasmo durante il rapporto. Una vergogna naturale che non lascia indifferenti i cattedratici delle università britanniche. Per la gioia degli studenti, e anche degli insegnanti, due sorelle sono state chiamate a spiegare i misteri dell'orgasmo femminile. Si chiamano Sophie e Alice Holloway e con il libro Guide To The Female Orgasm  provano a orientare gli uomini nei meandri del connilingus.

Le due donne, 27 e 29 anni, hanno catalogato l'orgasmo femminile in 11 categorie.  Oltre al clitorideo che è il più comune esistono l’orgasmo vaginale, del punto G, A, U, tantrico, legato alla stimolazione dei capezzoli, ai massaggi, e l'orgasmo mentale. Tutti testati e raccolti grazie ai racconti che le due sorelle hanno raccolto nel loro boudoir erotico, l'Holloway Smith Noir, frequentato da donne che non riescono ad ottenere quello che vogliono a letto. 


 

Commenti

mimic16-28

Sab, 27/09/2014 - 00:37

venite da me fate prima

Roberto Casnati

Sab, 27/09/2014 - 10:11

Questa è la vittoria della stupidità femminile! Il 90$ delle donne non sa da che parte si comincia a fare del buon sesso e, forse per questo, si "presentano in scena" prevenute, trattenute giudici inflessibili pronte a "giudicare" mai pronte a capire forse vittime d'una cultura oscurantista e castrante dettata da tutte le religioni monoteiste che hanno costruito un Dio negativo, un Dio punitivo inventato da preti persin più stupidi delle donne incapaci d'esser naturali. Le donne "civilizzate" hanno completamente perso di vista la natura alla quale sono incapaci d'abbandonarsi tacciando di "violentatori" quei maschi che ancora son naturali, aperti, un po' ingenui ma, certamente meno sovrastrutturati delle donne "di plastica". Le donne "civilizzate" sono un falso, non sanno far l'amore, non sanno partorire, non sanno mangiare, non sanno crescere i figli e sempre di più s'affidano a furbi psicologi che sulla loro incapacità costruiscono delle fortune come queste due poveracce che, non sapendo cosa fare delle loro inutili vite, hanno trovato il modo comodo per "sbarcare il lunario". Le sole donne veramente capaci son quelle ancora legate alla natura, son quelle che sanno partorire, mangiare ed allevare i figli, son quelle che amano veramente e, di conseguenza, l'orgasmo lo hanno sempre, ma proprio sempre, perché non sono donne di plastica.

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 27/09/2014 - 15:50

L'argomenti è l'esaltazione, si fa per dire, dell'uguaglianza, confermando ancora una volta come l'universo femminile sia chiuso, egoista, piagnone. Uguaglianza intesa però come predominio sul maschio. Se le signore non raggiungono l'orgasmo che si facciano un esame psicologico per insegnarsi ad ottenerlo prima, possibilmente assieme a quello del maschio. Il fatto è che ancor oggi, in epoca di piena libertà se non addirittura libertinismo, l'uomo inizia ad eccitarsi psicologicamente all'inizio della campagna di conquista mentre la donna, in questo caso molto più materiale, aspetta una maggior dose di sollecitazioni fisiche per raggiungere lo stesso stato di euforia sensuale dell'uomo.

Ritratto di cable

cable

Sab, 27/09/2014 - 16:19

Concordo con entrambi: bobirons e Roberto Casnati. Le donne hanno perso molto da quando seguono il femminismo e ce ne sono tantissime, se non tutte. ormai. Poi le vedi fare il maschio e comportarsi come noi solo per sentirsi 'uguali'. Guardano film porno, vanno coi gigolò. sputano e fumano. Mentre speriamo che si redimano e ridiventino vere femmine e vere donne, le mandiamo a divertirsi da... mimic16-28

Luigi Farinelli

Dom, 28/09/2014 - 11:14

Forse otterrebbero "quello che vogliono a letto" se qualche volta si ricordassero di fare le donne e non si comportassero sempre come se fossero attente lettrici di "Complessata moderna". Forse farebbero meglio anche a capirea volta tanto, l'universo maschile anziché demonizzarlo continuamente con campagne che confermano il fatto che siano il "sesso debole", preso per i fondelli da marpioni che le usano per realizzare sporchi fini di ingegneria sociale. Roberto Casnati: non sono le religioni monoteiste le colpevoli ma la moderna religione relativista imposta col lavaggio del cervello mediatico, accompagnata da ideologie costruite a tavolino (nelle università USA e nord europee) tutte radical-femminismo, vittimismo, spinte anti-famiglia e anti-maternità.

Luigi Farinelli

Dom, 28/09/2014 - 11:32

E i giornalisti imparino una buona volta a smettere di abusare della parola "maschietti", a meno di non introdurre anche il termine "femminucce". O ciò è vietato dal cosiddetto Ministero della "Pari" Opportunità", che di "Pari" ha soltanto il nome?

Cirilla

Lun, 29/09/2014 - 15:01

La Carlà dI SarkoSY disse una volta: BASTA SPOSARSI UN UOMO PIù BASSO DI TE E HAI RISOLTO, LO HA DETTO ANCHE LA CARLà DI sARKOSY (OPPURE INVERTIRE LE PARTI...dico io

unz

Sab, 06/12/2014 - 23:42

so maschione ho i peli non mi faccio le ciglia e do godimento