Acam Dopo le assunzioni, consulenze record

Acam Dopo le assunzioni, consulenze record

Il disastro Acam va oltre la «Parentopoli» del Pd. Anzi, il fatto di dare lavoro a 1.050 persone all’interno del gruppo è certo l’aspetto che offre almeno un risvolto positivo per i dipendenti. Il problema è che così tanti assunti non bastano neppure ad Acam. Che non si «accontenta» e ricorre sistematicamente all’arruolamento di consulenti, oltre che alla creazione di nuove società-satellite, con relativi presidenti, consigli di amministrazione, dipendenti. Una situazione che ha sicuramente contribuito, al pari di scelte strategiche come minimo sbagliate, a creare quella voragine nei conti dell’azienda, che in due anni è riuscita a passare da un utile netto negativo, cioè da un passivo, di un milione e 394mila euro a un disastro di 46 milioni e 763mila euro. (...)

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti