Cronaca locale

"Arte Musica" su il sipario con il Dantone barocco

Il direttore e l'Accademia Bizantina in concerto. Maratona di organisti. Omaggio al Bergognone

"Arte Musica" su il sipario con il Dantone barocco

Ascolta ora: ""Arte Musica" su il sipario con il Dantone barocco"

"Arte Musica" su il sipario con il Dantone barocco

00:00 / 00:00
100 %

Milano - Arte Musica, il festival internazionale della musica antica riparte, oggi. Il primo appuntamento della XVII edizione si tiene nella Basilica di Santa Maria della Passione, in scena l'Accademia Bizantina, diretta al clavicembalo e organo da Ottavio Dantone e accompagnata al violino dal concertmaster Alessandro Tampieri. «L'Orfeo del Violino», è il programma odierno che celebra il Barocco strumentale con uno fra i suoi più importanti generi, il «Concerto Grosso». Ecco il cartellone della serata: di Arcangelo Corelli, c'è il «Concerto Grosso op. 6 n. 4 in Re, di Francesco Geminiani «Concerto Grosso op. 3 n. 3 in mi», e ancora: «Concerto Grosso op. 6 n. in Fa» di Georg Friedrich Händel; infine, ancora di Corelli il «Concerto Grosso op. 6 n. 6 in Fa». Serata promettente; del resto questo festival è una certezza di qualità e spesso una delle poche «voci» colte che si alzano anche durante l'estate più profonda. Soprattutto è un'occasione per incontrare i repertori (e gli autori) antichi che meno si trovano nelle programmazioni.

I numeri di quest'anno, della manifestazione - organizzata dall'Associazione Culturale La Cappella Musicale -: 25 appuntamenti distribuiti in 11 sedi e la partecipazione di oltre 100 artisti. Diversi gli incontri degni di nota, del calendario (da oggi a fine agosto). A due giorni dall'inaugurazione, sabato la programmazione prosegue con un percorso tematico dedicato a uno dei maggiori pittori del Rinascimento Lombardo, Ambrogio da Fossano, detto il Bergognone. In occasione dei 500 anni dalla morte dell'artista, tre concerti uniti a tre visite guidate: la giornata si aprirà alle ore 11 con Schola Gregoriana, il coro di giovani cantori gregoriani della Civica Scuola di Musica «Claudio Abbado» che, diretti da un grande specialista come Giovanni Conti, daranno nuova luce all'affresco dell'«Incoronazione» di Maria Vergine tra santi e profeti presso la Basilica di San Simpliciano; alle ore 12,30, il concerto di arpa doppia e canto di Priscila Gama enfatizzerà invece i toni drammatici dell'affresco «Torchio Mistico», situato nella Cappella del Bergognone, presso la Chiesa di Santa Maria Incoronata; alle 15,30, il virtuoso Carlo Cresci concluderà la giornata con un delicato concerto di liuto presso l'Orangerie del Museo Poldi Pezzoli. E ancora.

Il 7 luglio si ritorna alla Passione per assistere, in prima nazionale, a un evento dai connotati unici nella storia del festival: la «Notte dell'Organo». Dalle ore 20,30 si susseguono quattro artisti di fama: Jörg Halubek, Maurizio Croci, prosegue affiancato dal cantore Davide Galleano e Giulio Tosti. Buona musica, antica (e bellissima).

Milano Arte Musica, inaugurazione giovedì 15 giugno, ore 20,30 alla Basilica di Santa Maria della Passione (biglietti: da 5 a 15 euro e abbonamenti vari. Info sul programma: www.artemusicamilano.it)

Commenti