Automotive

Come saranno gli interni delle prossime DS

Ecco il manifesto che anticipa le forme e il design dell’abitacolo delle future DS

Come saranno gli interni delle prossime DS

Ascolta ora: "Come saranno gli interni delle prossime DS"

Come saranno gli interni delle prossime DS

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

DS guarda dritto verso il futuro ed è pronta a cambiare radicalmente le forme, le linee e il concept dell’abitacolo nei suoi prossimi modelli. Grazie all’immagine che vedete in copertina, possiamo apprezzare in anticipo ciò che ci aspetterà in futuro, grazie a questo render che prende il nome di M.i. 21. È stato progettato dal DS Design Studio di Parigi, città natale del brand premium francese, da cui eredita la raffinatezza e la classe, subito apprezzabili. Non si sa ancora di preciso su quale modello verranno introdotti, infatti sembra più trattarsi di un’ispirazione di massima che accomunerà le prossime creazioni del brand.

Sguardo al futuro, cercando l’ispirazione

Da buon manifesto che si rispetti, ciò che mostra DS è l’ispirazione di fondo che legherà i futuri modelli, senza magari anticipare alcun dettaglio specifico. Si trarranno spunti di design da alcuni elementi, ma è inverosimile pensare che si ritroverà questo esatto abitacolo all’interno di un veicolo. Serve più come elemento di studio e di progettazione interna, manifestando (appunto) all’esterno quelli che sono gli intenti a livello di design. E’ frutto del lavoro congiunto di tutti i designer di DS, provenienti da tutte le aree di prodotto, evolvendo il concetto base dell’interno dell’auto, in chiave tecnologica e minimalista.

Display a tutta plancia

Ciò che salta sicuramente all’occhio è l’enorme display monolitico che percorre da parte a parte la plancia. Si retringe in prossimità del volante per poi sfruttare tutto lo spazio utile al centro e di fronte al passeggero anteriore. Potrebbe così integrare, in un unico pannello, sia le informazioni dedicate alla strumentazione che tutta la parte multimediale, probabilmente in condivisione con il passeggero. Il gioco di luci è poi unico, sulle tonalità del blu, con tanto spazio nel centro grazie al pavimento perfettamente piatto, tipico delle auto elettriche. Gli elementi circolari che si vedono sulle portiere e sotto alla plancia sono probabilmente degli altoparlanti del sistema hi-fi, di importanti dimensioni e con delle linee insolite. Molto spaziosi anche i sedili, in mezzo ai quali appare una consolle sopraelevata con un pad a sfioramento, completamente a sbalzo (e anche ad effetto trasparente). Si tratterà, con ogni probabilità, dell’elemento di comando del display.

Non si tratta però solo di un concept digitale, perché l’intero progetto sarà esposto dal 7 all’11 giugno 2023 alla Révélations, la biennale internazionale di Parigi dedicata al design e all’artigianato. Come spiega anche Thierry Metroz, responsabile della progettazione di DS Automobiles, “in futuro ci aspetteranno tanti temi sfidanti come l’intelligenza artificiale, la guida autonoma, l’auto elettrica intesa come spazio vitale e molto altro. Il nostro concept M.i. 21 mostra la nostra chiave di lettura di ciò che verrà, una nostra chiave di lettura del viaggio e dell’arte francese”.

Commenti