Cronaca locale

Milano, furto da 250mila euro nell'appartamento del manager di Mitsubishi Italia: i proprietari non erano in casa

L'episodio è accaduto domenica. A denunciare il colpo è stato lo stesso presidente e ceo di Mitsubishi Italia

Ascolta ora: "Milano, furto da 250mila euro nell'appartamento del manager di Mitsubishi Italia: i proprietari non erano in casa"

Milano, furto da 250mila euro nell'appartamento del manager di Mitsubishi Italia: i proprietari non erano in casa

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

Hanno approfittato del fatto che i proprietari erano usciti di casa per mettere a segno il loro colpo. Alcuni ignoti, nella giornata di domenica, hanno svaligiato l'appartamento in via della Spiga a Milano di Eiko Koga, 56 anni, presidente e ceo di Mitsubishi Italia. Il furto è stato preparato nei minimi dettagli a partire dall'orario, tra le 17 e le 18.30. In quell'ora e mezzo i ladri sapevano che il manager e i suoi familiari non erano nell'abitazione e hanno agito in maniera indisturbata. Molto probabilmente erano anche a conoscenza del fatto che l'allarme non funzionava. Il bottino trafugato dai malviventi ha un valore di circa 250mila euro. Sono stati portati via soldi, oggetti preziosi e abiti, mentre dal muro è stata divelta una piccola cassaforte.

La denuncia del furto

A denunciare il furto, come riporta il quotidiano la Repubblica, è stato lo stesso Koga che, insieme alla moglie, si è recato in commissariato. Dall'inventario fatto dai poliziotti è emerso che, in particolare, i rapinatori hanno prelevato alcuni abiti di lusso, documenti e carte di credito, oltre alla cassaforte al cui interno c'erano gioielli come anelli, collane e orecchini preziosi. I ladri sono stati avvantaggiati dai problemi tecnici del sistema di videsorveglianza collegato all'allarme. Sul posto sono arrivati anche gli agenti della scientifica, i quali hanno cercato di raccogliere quanti più elementi possibile per risalire all'identità dei rapinatori.

Chi è Koga

Il presidente di Mitsubishi Italia Eiko Koga è nato a Kyoto, in Giappone, ed è laureato in Economia alla Osaka University. Lavora da anni con la quarta azienda automobilistica giapponese dove a cominciato nelle divisioni fashion e apparel. Tra il 2006 e il 2012 ha assunto a Milano il ruolo di general manager e living essential per la Mitsubishi Italia. Nel 2013, invece, è ritornato all’interno di Mitsubishi Corporation, mentre nel 2018 è stato nominato executive officer ed executive general manager di Mitsubishi Corporation Fashion Co. Ltd. Dal 2020, mantiene la carica di presidente di Mitsubishi Italia.

La sicurezza in città

Si dovrà occupare soprattutto di microcriminalità il neoprefetto di Milano Claudio Sgaraglia, nel comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza che si terrà oggi con i rappresentanti delle forze dell'ordine "Ho incontrato il sindaco questa mattina e ci siamo fatti un primo giro di problematiche - ha spiegato Sagaraglia - . Oggi incontrerò le forze di polizia e saranno affrontate le varie problematiche: sicuramente la microcriminalità che è quella che più tutti noi avvertiamo e, quindi, su quella ci concentreremo insieme a tutte le altre". Secondo il prefetto, "Milano è una città fondamentalmente sicura" ma "c'è un fenomeno di microcriminalità che va sicuramente gestito e quindi migliorato. Cercheremo in qualche modo di affrontarlo tutti insieme".

Commenti