Neonata down adottata da single dopo il "no" di sette famiglie

La piccola era stata abbandonata in ospedale dalla mamma appena dopo il parto

Neonata down adottata da single dopo il "no" di sette famiglie

Abbandondata alla nascita dalla madre perché ha la sindrome di Down. Una bimba è stata così lasciata in ospedale appena nata, in balia degli eventi e sola. La mamma è sparita e del padre nessuna traccia. Così i giudici del tribunale dei minori di Napoli hanno avviato subito le procedure per l'adozione. Ma le sette persone in lista d'attesa hanno rifiutato di prendere la piccola affetta dalla sindrome di down.

Tra le varie richieste delle famiglie di adottare un bimbo senza problemi e in salute è spuntata però una richiesta diversa: quella di un single che vorrebbe dedicarsi ad accudire un piccolo disabile. Condizioni richieste? Nessuna. Ma un single, però, non è una famiglia e questo non lo renderebbe idoneo all'adozione.

Per fortuna la legge prevede delle eccezioni, e in questo caso un giudice ha avuto la possibilità di valutare il caso diversamente. Come riporta Il Mattino, grazie alla legge 184 del 1983 (articolo 44), ora per l'aspirante papà inizierà il periodo di prova con la piccola.