Cuore d'oro e memoria di ferro I cani ricordano tutto come noi

Noi al centro dell'universo. Tra le varie caratteristiche di cui andavamo fieri, nei confronti degli animali, quelli che il nostro premier probabilmente definirebbe «un'accozzaglia di bestie», c'era la memoria. Chi la pensa così deve avere provato più d'un brivido leggendo che i ricercatori dell'Università di Budapest, capitanati dall'italiana Claudia Fugazza, hanno dimostrato il contrario. Esiste una memoria definita episodica e riguarda un evento che non ha rilievo tale da essere ricordato. I ricercatori hanno addestrato i cani a imitare le azioni quando sentivano il comando «fai come me». Poi, li hanno addestrati in modo che si sdraiassero subito dopo averli visti compiere un'azione diversa dallo sdraiarsi. Questo comportamento non richiede alcuna memoria di quanto sta facendo l'addestratore, perché si tratta di semplice condizionamento. Quando i cani si erano abituati a eseguire questo tipo di comportamento, gli è stato dato il comando «fai come me» e loro hanno eseguito l'ultima azione effettuata dall'addestratore. Qui è giunta la sorpresa. In pratica, i cani avevano memorizzato la loro ultima azione, anche se non avevano alcun motivo per farlo, dal momento che si aspettavano semplicemente di doversi sdraiare. La loro memoria dunque non si attiva solo in momenti di utilità, magari per la vita, ma registrano, seppure per un tempo breve, il ricordo di eventi privi di interesse, esattamente come facciamo noi.

E ora immagino che qualcuno si gratterà nervosamente il capo perché tra i cavalli che leggono le emozioni sul volto umano, i gatti che sognano di inseguire topi, le scimmie che arrivano a parlare la lingua umana e a scriverne qualche parola e la riabilitazione dell'intelligenza delle galline, il nostro predominio finisce a ramengo. E non è un buon segno.

Commenti

greg

Ven, 25/11/2016 - 10:44

E' invece un ottimo segno. Vorrei io avere e provare i sentimenti di un cane, di un cavallo, del mio gatto, molto più coerenti e sinceri di me

Dordolio

Ven, 25/11/2016 - 14:09

Avete un cane? Guardatelo negli occhi. Quella che vi vedrete brillare con assoluta evidenza è la scintilla luminosa dell'intelligenza. Dopo di che ogni altra considerazione è puro dettaglio.

petra

Ven, 25/11/2016 - 14:25

Gli occhioni di questo cagnetto sono tutto dire!

Archimede37

Ven, 25/11/2016 - 16:03

Che faccia simpatica questo Cagnolino, altro che la madia o la boschi e ministre varie

antonio11964

Ven, 25/11/2016 - 16:48

sono daccordissimo con tutti voi e aggiungo...... cattiveria, violenza gratuita, disonesta', ingratitudine, vigliaccheria, falsita'.....trovatemi uno solo di questi difetti in un cane, gatto, cavallo, somaro, ecc...ecc..... siamo noi le verie bestie, la vera disgrazia, lo schifo di questo mondo .

Una-mattina-mi-...

Ven, 25/11/2016 - 21:53

A dire il vero ci siamo convinti del contrario solo per poterceli mangiare senza sensi di colpa, ma tutti hanno sempre saputo che certi animali sono meno animali di tanti uomini...

patrenius

Sab, 26/11/2016 - 08:27

Dio mio che scoperte! Chiunque abbia avuto un cane saprà che il cane ricorda una carezza o un calcio o una ferita e un luogo dopo anni e anni. Sono animali meravigliosi da cui l'uomo ha solo da imparare.

Ritratto di Turzo

Turzo

Sab, 26/11/2016 - 11:14

Più guardo questi esseri meravigliosi e più mi convinco che certi uomini sono bestie insane (specialmente i sinistroidi)