Istat, cresce occupazione Lavorano più giovani

Cresce l'occupazione. Secondo i dati Istat di novembre gli occupati hanno toccato quota 23,183 milioni

Istat, cresce occupazione Lavorano più giovani

Cresce l'occupazione. Secondo i dati Istat di novembre gli occupati hanno toccato quota 23,183 milioni. Secondo l'istituto di statistica si tratta del dato più alto sulle serie storiche dal 1977. Di fatto il tasso è cresciuto di 0,2 punti attestandosi al 58,4 per cento. Di fatto rispetto allo stesso periodo del 2016 l'incremento è di 345mila unità. La crescita degli occupati riguarda i lavoratori dipendenti con una crescita di 497mila unità. Calo invece tra i lavoratori autonomi con una perdita di 152mila posti. La crescita dell'occupazione in questo ultimo mese riguarda tutte le fasce di età ad eccezione della fascia 35-49 anni. Tra settembre e novembre inoltre è stata registrata una crescita dell'occupazione rispetto al trimestre precedente con +83mila unità. Qui la crescita dell'occupazione riguarda gli over 50, in modo più lieve in quella 15-24 anni e si registra un calo invece nella fascia 25-49 anni.

"Le buone riforme danno buoni frutti. I dati Istat indicano che si è fatto un altro passo nella direzione giusta e che si rafforzano le tendenze positive di medio-lungo periodo, in linea con il consolidamento della crescita dell’economia", ha affermato il ministro del Lavoro Giuliano Poletti. "Naturalmente, per l’ occupazione resta ancora molto da fare. Vanno in questa direzione gli incentivi per le assunzioni stabili dei giovani che abbiamo inserito nell’ultima Legge di bilancio e la piena attivazione dell’assegno di ricollocazione per aiutare le persone che perdono il lavoro a trovare una nuova occupazione. Il nostro lavoro continua", ha concluso.


Commenti