Il mistero della Gioconda nuda ritrovata: "Forse è di Leonardo"

Un disegno a carboncino con la Gioconda nuda. I ricercatori a caccia dell'autore

Il mistero della Gioconda nuda ritrovata: "Forse è di Leonardo"

La Gioconda nuda è stata trovata, forse. Un disegno a carboncino conservato al museo Condé del castello di Chantilly, nel Nord della Francia, potrebbe essere un doppio - ma un po' più intimo, a quanto pare - del celebre dipinto di Leonardo. I ricercatori stanno lavorando senza sosta per capire se effettivamente il disegno possa essere opera di Da Vinci.

Guardando con attenzione si possono notare diverse similitudini tra le due opere: il viso, infatti, è simile a quello di Monna Lisa, icona del museo del Louvre, mentre le braccia e le mani sono appoggiate nello stesso modo e il viso è rappresentato di tre quarti.

Ancora non ci sono prove che possono confermare l'autore dell'opera, ma gli esperti sono al lavoro al Centro di Ricerca e Restauro dei Musei francesi del Louvre per scoprire se il pittore italiano è il realizzatore di questo disegno.

Intanto i primi risultati hanno permesso di determinare la data in cui è stato eseguito il disegno, tra il 1485 e il 1538, vale a dire il periodo in cui viveva Leonardo da Vinci. "Tutto è possibile, sicuramente la creazione ha uno stile leonardesco, ma non è sicuro che sia stato proprio Leonardo da Vinci a realizzarlo. Non è nemmeno sicuro che il mistero sarà risolto", ha detto il curatore del museo Condé, Mathieu Deldicque.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti