La furia di tre nigeriani dopo la cena alla Caritas: 40enne preso a bottigliate

Tutti hanno numerosi precedenti penali e sono in Italia con un permesso temporaneo per asilo politico: ora sono agli arresti domiciliari

La furia di tre nigeriani dopo la cena alla Caritas: 40enne preso a bottigliate

Attimi di paura e preoccupazione a Pescara dove, precisamente in via Alento, un 40enne è stato circondato, strattonato, preso a bottigliate e derubato da tre nigeriani. È avvenuto verso le ore 4.30 della notte di martedì 24 dicembre nei pressi di piazza Santa Caterina. La vittima della violenta azione è stato un uomo di Lanciano che - come riportato da Il Centro - aveva dato una mano alla Caritas del posto per organizzare la tradizionale cena di Natale per gli ospiti indigenti. La polizia è stata immediatamente avvertita: giunti sul posto, gli agenti hanno poco dopo individuati i tre aggressori, che ora si trovano agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima. Adesso sarà fondamentale ascoltare le eventuali testimonianze dei passanti e valutare la versione fornita dal lancianese preso di mira.

Il furto

Stando a quanto si apprende dalla prima ricostruzione dei fatti, l'uomo alla fine del cenone si stava dirigendo con la sua bicicletta verso la stazione ferroviaria per prendere il treno per Lanciano. Improvvisamente la sua marcia è stata interrotta da tre persone, successivamente identificate come nigeriane, di età compresa tra i 30 e i 35 anni. I tre lo hanno circondato e gli hanno sradicato la bicicletta dalle mani; dopo che il 40enne ha tentato di opporre resistenza è stato picchiato. Addirittura uno dei tre avrebbe cercato anche di colpirlo con una bottiglia. In seguito i rapinatori si sono allontanati e hanno tentato la fuga per far perdere le proprie tracce.

L'uomo ha subito chiamato il 113: la polizia, una volta arrivata sul posto, ha provveduto ad avviare tutte le ricerche del caso per tentare di individuare gli assalitori e bloccarli. Dopo averli identificati, sono iniziate le procedure di verifica: è emerso che hanno numerosi precedenti penali e che si trovano in Italia grazie a un permesso temporaneo per asilo politico, in attesa del riconoscimento dello status di rifugiati. La bicicletta è stata ora riconsegnata al legittimo proprietario.

La Chiesa di Santa Caterina si trova nella zona di Pescara Portanuova ed è di costruzione moderna, essendo stata edificata tra il 1966 ed il 1968 su progetto dell'architetto Francesco Speranzini. L'Arcidiocesi di Pescara–Penne comprende 135 parrocchie e 11 chiese non operanti, divise in 41 Comuni, compresi fra le province di Pescara e di Teramo. L'attuale assetto risale al 1949, quando Pescara fu elevata a diocesi con il titolo di Diocesi di Penne-Pescara, nello stesso anno Atri passava con la Diocesi di Teramo–Atri.

Commenti