Qualcosa sta cambiando...

Ci siamo! Dalla prossima settimana cambieremo faccia, logo e struttura. Ti aspettiamo: contribuisci anche tu con le tue idee

Qualcosa sta cambiando...

Il 2020 è stato un anno diverso.

Da un lato la pandemia ha frenato, rallentato, rarefatto le nostre attività. Le scene delle strade vuote e delle saracinesche abbassate hanno riempito tv, radio e le pagine dei giornali di tutto il mondo.

Da un altro punto di vista è stato un anno di accelerazione (forzata). Tantissimi meccanismi economici e non solo sono stati velocizzati. In particolare la digitalizzazione del nostro paese e di molte aziende italiane è avvenuta alla velocità della luce.

Due passi molto diversi, due strade parallele in un 2020 difficile.

Anche noi de ilGiornale.it abbiamo reagito alle conseguenze di questa pandemia. Lo abbiamo fatto a nostro modo, mettendo in campo tutti i progetti e le idee che già da tempo circolavano in redazione. Anche quella più ambiziosa e complicata: ri-progettare il nostro giornale, e farlo in modo fortemente innovativo e funzionale a ciò che siamo e ai valori che da sempre ci identificano.

Ci siamo! Dopo un anno di lavoro stiamo per "aprire il cantiere" e permetterti di vedere cosa abbiamo immaginato e realizzato ma soprattutto permetterti di contribuire a questo cambiamento.

Dalla prossima settimana cambieremo faccia, logo e struttura.

Dalla prossima settimana ci aspettiamo anche che tu e i tanti lettori che da sempre ci seguono (più di un milione e mezzo ogni giorno), contribuiscano con idee, critiche, suggerimenti a questo cantiere.

Il 2021 ci trova ancora in bilico e incerti su cosa succederà nel mondo e nella nostra Italia ma mentre vi raccontiamo cosa cambia davvero intorno a noi giorno dopo giorno, vogliamo che sia anche tu a immaginare e costruire con noi ilGiornale.it di domani.

Ti aspettiamo.

Commenti