Latitante tunisino preso a Palermo: fuggiva dal 2013

Dal 2013 era riuscito a sfuggire all'arresto per spaccio di droga. L'uomo era scappato da Ravenna ed è stato rintracciato a Palermo. Ed è qui che è stato arrestato dagli agenti dopo un'intensa attività di indagine

Latitante tunisino preso a Palermo: fuggiva dal 2013

Ben Mosbeh Haytem, tunisino di 27 anni, è stato arrestato dalla polizia durante un ordinario servizio di controllo nei pressi della stazione centrale di Palermo. L'uomo era latitante dal 2013 ed era scappato da Ravenna, dove il giudice per le indagini preliminari del tribunale aveva emesso un'ordinanza di custodia cautelare per spaccio di droga. Sette anni evitando accuratamente i controlli delle forze dell'ordine ma muovendosi liberamente nel territorio italiano. Eppure nonostante tutte le accortezze, un errore gli è stato fatale e ha permesso la sua cattura.

Haytem è stato fermato dagli agenti che lo hanno notato insieme ad un gruppo di extracomunitari che discuteva animatamente in piazza Giulio Cesare di fronte alla stazione Centrale. E proprio la discussione degli extracomunitari aveva attirato anche l'attenzione di passanti, residenti e pendolari che avevano notato quel gruppo di ragazzi discutere animatamente in un'ora di punta. Fra questi ragazzi, uno di loro ha attirato l'attenzione dei poliziotti proprio perché alla vista delle forze dell'ordine si è defilato dal gruppo e ha cercato di nascondersi dietro alcune siepi. "Tale atteggiamento guardingo e circospetto - spiegano dalla questura di Palermo - ha chiaramente insospettito i poliziotti che immediatamente lo hanno raggiunto e sottoposto a controllo. È stato quello il prologo di una lunga trafila di accertamenti e verifiche che avrebbero condotto all’arresto del cittadino straniero".

Fermato dagli agenti, il ragazzo ha fornito in un primo momento false generalità. Una versione che non ha convinto gli agenti che così hanno deciso di portarlo in questura per controlli più approfonditi. E proprio grazie all'insistenza degli agenti è stato possibile, attraverso la comparazione delle impronte, risalire alla vera identità del cittadino extracomunitario. Nei locali dell’Ufficio immigrazione della Questura, è stato possibile accertare la reale identità del cittadino extracomunitario. "A suo carico è così emersa l’esistenza di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa nel 2013 dal GIP presso il tribunale di Ravenna, in relazione ad un procedimento penale instaurato a carico di alcuni soggetti, italiani e stranieri, accusati di avere spacciato eroina e cocaina nel centro romagnolo. Da allora, a fronte di una incalzante azione di ricerca delle Forze dell’Ordine, il ricercato si era reso sempre irreperibile non dando più notizie di sé, fino al momento del suo rintraccio nella zona della Stazione centrale del capoluogo siciliano", affermano gli agenti.

Ben Mosbeh Haytem è stato arrestato e adesso sono partite una serie di indagini, che sono tuttora sono in corso, per accertare come e dove il cittadino tunisino abbia trascorso gli ultimi sette anni e se qualcuno lo abbia aiutato nella sua latitanza.