Vietata recita di Natale all'asilo: "Offende bimbi che non sono cattolici"

La scuola dell'infanzia di Moie ha messo al bando la tradizionale recita di Natale. I genitori insorgono: "È discriminatorio nei confronti dei non cattolici, ma vi sembra normale?"

Manca poco più di un mese a Natale e nelle scuole di tutta Italia studenti e insegnanti sono già al lavoro per realizzare il presepe e organizzare le recite scolastiche. C'è però anche qualche istituto che ha deciso di mettere al bando i tradizionali spettacoli degli alunni.

Non si terrà, ad esempio, alcuna recita di Natale alla scuola dell'infanzia Gianni Rodari di via Torino a Moie, in provincia di Ancona. I piccoli alunni, tutti dai 3 ai 5 anni, quest'anno non festeggeranno l'inizio delle festività natalize a scuola con canti tipici, balli e giochi. Non ci sarà il tradizionale spettacolo davanti ai genitori. Perché? Il problema sembra essere la fede di alcuni bambini e delle loro famiglie.

Come spiega il Messaggero, nell'istituto circa il 10% dei bambini sarebbe straniero, non di fede cristiana. Quindi niente recita per non creare il malcontento tra gli adulti e offendere la sensibilità religiosa. E la decisione ha mandato su tutte le furie numerosi genitori. "I nostri bambini non potranno fare la recita di Natale perché discriminatorio nei confronti dei bimbi non cattolici, ma vi sembra normale?", hanno protestato gli adulti. Ma gli insegnanti non sembrano intenzionati a cedere, per rispetto dei bimbi stranieri.

Salta quindi la recita in un paese, come ricorda il quotidiano, con profonde radici cristiane e dove sorge l'abbazia benedettina. La decisione ha lasciato interdetto anche il sindaco, Tiziano Consoli, che cercherà di trovare una soluzione. "È una presa di posizione decisamente troppo forte ed estrema quella degli insegnanti del Rodari – ha commentato il sindaco – in un sistema pluralistico come il nostro, togliere la recita di Natale per tutelare alcune persone rischia di scontentarne altre. Per i bambini di quell'età è più un gioco, un momento per stare insieme e divertirsi. Ma annullarlo significa ampliare il divario religioso, culturale e dei costumi di ciascun alunno, anziché favorire l'integrazione".

Le polemiche

Ma non è la prima volta che scoppia la bufera sui festeggiamenti nelle scuole. Con l'arrivo del periodo natalizio nascono sempre diverse polemiche sulle recite degli alunni e sulla presenza dei presepi negli istituti scolastici. Da Nord a Sud, il Natale si trasforma in una "battaglia" tra chi promuove le tradizioni e chi invece cerca di boicottarle. E così dai canti spariscono i riferimenti al Bambino Gesù, i crocifissi sono tolti dalle pareti e i presepi vengono aboliti o persino rivisitati.

Commenti
Ritratto di mvasconi

mvasconi

Gio, 14/11/2019 - 12:30

Ed il fatto che questa decisione offenda invece i bimbini cattolici, non importa nulla, vero?

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Gio, 14/11/2019 - 12:30

dai che manca poco, a breve per non offendere i bambini musulmani, anche i bambini cristiani dovranno osservare il digiuno del ramadan... poi vediamo cosa si può fare per adeguarci agli invasori, non vogliamo mica farci chiamare razzisti, piuttosto bergoglio sarà contento di questa presa di posizione.

Anticomunista75

Gio, 14/11/2019 - 12:36

ci risiamo, puntuali. Basta con queste buffonate. Salvini, vuoi riformare la scuola? bene, inizia a rimuovere dall'incarico che vieta le "recite di Natale". Siamo in italia, paese di tradizione cattolica. Non in Iraq.

cgf

Gio, 14/11/2019 - 12:41

e mandare a casa tutti coloro che offendono i cattolici invece?

amedeov

Gio, 14/11/2019 - 12:43

per non offendere i banbini non cattolici,anche il vescovo di Roma dovrebbe astenersi nel festeggiare il Santo Natale con Presepio e Albero in piazza San. Pietro

Ritratto di Willer09

Willer09

Gio, 14/11/2019 - 12:43

cambiate scuola ai vostri figli. così un pò di insegnanti sarà licenziato e forse chiuderà la scuola stessa. ormai il buon senso è un optional.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 14/11/2019 - 12:45

...."il suicidio dell'intelletto" continua!Prima(da oltre 40 anni),la stragrande maggioranza di "italiani",+il 30-35% di "chissenefrega"(quelli,che non votano,quelli che da qualsiasi parte tiri il vento,a fine mese la loro barca arriva comunque in porto...per ora...),ha favorito l'"INVASIONE-ACCOLTA",ed ora per concludere l'opera,di annientamento di 2500 anni di "nostra" cultura,non vuole che tutta questa gente(lontana secoli e secoli dalla "nostra" cultura),si OFFENDA!"Nostre" tradizioni(a parte il "credere" o meno,...come il sottoscritto),abbattute,welfare minato,sicurezza ambientale distrutta,etc.etc.....più di così?!

ilrompiballe

Gio, 14/11/2019 - 12:50

Tutto secondo copione, nell'assordante silenzio del Vaticano, più orientato alla Mecca che a Betlemme.

uberalles

Gio, 14/11/2019 - 12:53

Il Vaticano, dal Papa all'ultimo parroco di campagna, deve fare una scelta: preferisce avere rapporti con i komunisti, atei e akkoglienti, solo per lucro, ovviamente, e che mai metteranno piede in una chiesa, oppure con i cristiani che popolavano le chiese fino a qualche tempo fa? Una scelta chiara e univoca per favore, una volta nella vita!

uberalles

Gio, 14/11/2019 - 12:55

Alcuni parroci vietano il presepe per non turbare i clandestini musulmani...Bene, significa che i parrocchiani di fede cristiana saranno "turbati" dalla presenza di questi parroci! Il gradimento è reciproco...

maurizio50

Gio, 14/11/2019 - 13:01

Ovunque ci sono nella Scuola Italiana gli zeloti iper idioti, ovviamente tutti compagni, che si preoccupano dei tizi arrivati dal Bangla Desh o dalla Nigeria che "potrebbero offendersi" se si festeggia il Natale. Ma nessuno dei suddetti zeloti si domanda se sia il caso di offendere gli Italiani con scelte demenziali quali quella di ignorare il Natale , unica festa che ancora ha un senso nei Paesi Cristiani!!!!!

momomomo

Gio, 14/11/2019 - 13:04

..."...Offende bimbi che non sono cattolici..."... Ma sono stati proprio i bimbi non cattolici a dirvelo testualmente...!???

babilonia

Gio, 14/11/2019 - 13:07

Fatelo sapere alla Boldrini, rimetterà le cose a posto...

Renny60

Gio, 14/11/2019 - 13:11

Siamo in Italia. Le nostre tradizioni non si toccano. Se non vi vanno bene tornate da dove siete venuti. AVETE CAPITO O NO ??!!

ziobeppe1951

Gio, 14/11/2019 - 13:22

Avete capito perché i partiti del sinistrume, sono in caduta libera?

ulio1974

Gio, 14/11/2019 - 13:25

quindi in quell'asilo hanno cancellato anche le ferie di natale?

adal46

Gio, 14/11/2019 - 13:29

Ci risiamo.... motivi futili e inconsistenti per giustificare odiose iniziative che di fatto sono solo tremendamente tristi. Non si vogliono offendere il 10% dei bimbi e si calpestano principi e cultura del 90%; ma sono cattolici quindi non contano.

lisanna

Gio, 14/11/2019 - 13:30

quindi il 10% fa legge! i genitori del restante 90 dovrebbero tenere a casa i bimbi il giorno della non recita e organizzare una festa di Natale come da tradizione italiana!

ulio1974

Gio, 14/11/2019 - 13:30

questo è il problema: per non scontentare alcuni, si scontenta tutti. ma perchè, invece, anziche abolire delle feste non le festeggiono un po' tutte? non credo che per i bambini sia un problema festeggiare sia feste cristiane, sia mussulmane sia di qualsiasi altra religione: questo aiuterebbe sicuramente l'integrazione e allo stesso tempo aiuta i bambini a capire le proprie radici. i bambini sono abbastanza intelligenti e sgamati per capire che siamo tutti differenti ma, allos tesso tempo, tutti uguali. gli adulti no, e questo é il problema essenziale.

Gatto Giotto

Gio, 14/11/2019 - 13:34

Ogni anno verso Natale evidentemente qualche stupido sente la necessità di rendersi ridicolo con scelte che scatenano inutili polemiche.

scorpione2

Gio, 14/11/2019 - 13:41

E' TUTTA UNA BUFALA, HO ASSISTITO PERSONALMENTE AD UNA RECITA DI NATALE DI UNA MIA NIPOTINA 5 ANNI E CERANO ANCHE I RAGAZZI DI COLORE CHE PARTECIPAVANO, SONO TUTTE BALLE QUELLO CHE SCRIVETE.

jenab

Gio, 14/11/2019 - 13:43

non può essere vera questa notizia, mi rifiuto di crederlo!! non si può essere così idioti

armando45

Gio, 14/11/2019 - 13:46

Per lavoro sono stato molte volte sono stato nei paesi arabi, ho dovuto rispettare le loro leggi e tradizioni (giustamente), qualcuno mi spieghi perchè quando sono in Italia debbo continuare a farlo.

agosvac

Gio, 14/11/2019 - 13:46

Con rispetto parlando, visto che si tratta del 10%, non si potrebbe dare loro un giorno di "libertà" e fare un Natale serio con i bambini cristiani??? Tra l'altro, e, questa volta senza alcun rispetto, se a questi islamici dà fastidio il nostro Natale, perché non se ne tornano da dove sono venuti invece di rompere le scatole?????

titina

Gio, 14/11/2019 - 13:49

Gesù esiste anche per gli islamici per i quali è un profeta. Se si festeggia la nascita di Gesù perchè i non cattolici si offendono? Sarebbe più logico, allora, eliminare le feste di Natale per tutti, però.

Ritratto di babbone

babbone

Gio, 14/11/2019 - 13:55

TU SCENDI DALLE STELLE O RE DEL CIELO E VIENI IN UNA GROTTA AL FREDDO E AL GELO O BAMBINO MIO DIVINO.....obbligo di insegnarla a tutti i bambini...

Nauseato60

Gio, 14/11/2019 - 13:56

gli inegnanti...? ma perché, decidono loro o il Dirigente scolastico?o la notizia è riportata male oppure si tratta di iniziativa del Dirigente e gli i segnati obbediscono a direttive superiori.

dante59

Gio, 14/11/2019 - 13:59

scorpione2.. cosa urli? Anch'io 28 anni fa ho partecipato a una recita di Natale e "cera" un bambino scuro. E quindi?

manson

Gio, 14/11/2019 - 14:01

Ancora si ricomincia! Basta politica a scuola! Gli stranieri devono solo ringraziare di poter mandare i loro figli a scuola gratuitamente. Se si sentono offesi li lascino a casa. Visto che i sinistri blaterano di ius cultura sappiano che la religione cristiana è parte integrante della nostra cultura. Adattarsi o portare via le balle!

Ritratto di SAGITT33

SAGITT33

Gio, 14/11/2019 - 14:02

Se intendono divenire italiani devono incominciare dalle nostre abitudinini, ripettare le nostre leggi, ecc., ecc. Se no tornino al loro paese, non piangeremo.

Malacappa

Gio, 14/11/2019 - 14:02

E chi se ne frega quel giorno restino a casa che non ci mancheranno

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Gio, 14/11/2019 - 14:02

uberalles, si è già capito quale strada vuole intraprendere il vaticano, sia mai che il Dio che tutti preghiamo venga prima di quello denaro.

Malacappa

Gio, 14/11/2019 - 14:06

Paolo Trevi 12.30 esatto hai detto la verita concordo

paco51

Gio, 14/11/2019 - 14:06

chi se ne frega! no? tornassero da dove sono venuti! se uno è per Dio patria e famiglia e grave?

arilibellula

Gio, 14/11/2019 - 14:07

@scorpione 2: era la stessa scuola? Era il prossimo Natale? @armando45: i nostri politici vanno in arabia: velo e niente vino ai pranzi. I politici arabi vengono in Italia e i nostri con velo e niente vino alle cene. Basta questo per far capire molte cose.

ziobeppe1951

Gio, 14/11/2019 - 14:07

Ssssscccorpione2.....13.41...guarda che non tutti i bambini di colore sono musulmani...gnurant

Blueray

Gio, 14/11/2019 - 14:10

Si offendono? Ma scusate mi vien da dire chissenefrega, se ne faranno una ragione, hanno voluto loro venire qui, per cui è giusto che accettino le nostre tradizioni. Però, si dia loro libertà di assentarsi e di non presenziare, se credono, ai festeggiamenti che non appartengono alla loro cultura. E con l'ora di religione come la mettiamo, aboliamo anche quella perchè non si offendano? Ma dai dai, per favore!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 14/11/2019 - 14:20

MA! CHE PROBLEMA CÉ PER GLI INSEGNANTI CHE NON VOGLIONO FESTEGGIARE IL NATALE?!TOGLIETE A LORO LA GRATIFICA NATALIZIA É IL PROBLEMA SARA RISOLTO!PERCHE CHI NON CREDE AL NATALE NON HA BISOGNO DI FESTEGGIARLO A CASA SUA CON ALBERO É PRESEPE CON I SOLDI DEI VERI CRISTIANI!IL CATTOLICESIMO É RELIGIONE DI STATO IN ITALIA É CHI NON CREDE A GESÚ NON HA BISOGNO DELLA 13ESIMA É DEI 3 GIORNI FESTIVI!FATE LAVORARE QUESTI INSEGNANTI DURANTE IL NATALE! TANTO PER LORO É UGUALE SE É NATALE OPPURE NO!.

mimmo1960

Gio, 14/11/2019 - 14:25

Ero straniero e mi avete accolto, ah!!

Brutio63

Gio, 14/11/2019 - 14:36

Siamo in mano ai cretini! Che pure hanno la presunzione ed arroganza di imporre il loro punto di vista e sentirsi intelligenti ed illuminati! Non mi interessa nulla della chiesa cattolica, questa di Bergoglio poi, ma essere cristiani è una nostra radice, punto. A chi non piace se ne stia a casa sua tra velo e Corano, senza se e senza ma! Vorrei vedere se in una nazione musulmana rinunciano a celebrare il Ramadan per non offendere i non islamici? Ma che deficienti in giro per l’italia e pure in posti di comando!!!

mimmo1960

Gio, 14/11/2019 - 14:44

Con la scusa che ero straniero e mi avete accolto si stanno prendendo il nostro paese, ma!!!

jekill

Gio, 14/11/2019 - 14:45

Le recite di Natale si FANNO, a chi non sta bene torni in arabia saudita

Anticomunista75

Gio, 14/11/2019 - 14:48

agosvac, più che i musulmani, credo che siano gli idioti ideologizzati nostrani a prendere queste iniziative. Gli islamici tacciono e le traducono in un segnale di sottomissione semmai. Dico sul serio, il prossimo governo di destra dovrà monitorare seriamente chi si fa portavoce di queste buffonate e intervenire con la rimozione dal posto di lavoro. Perché non se4 ne può veramente più. Come ha detto qualcuno poi, se si vietano le recite di Natale per non offendere i musulmani, allora si rinunci anche ai giorni di vacanze per celebrarlo se si è coerenti.

lappola

Gio, 14/11/2019 - 14:48

Scelta giusta perché nelle scuole hanno accesso anche quelli di altre religioni. BASTA CHIUDERE L'ACCESSO A QUELLI DI ALTRE RELIGIONI. Dove sta il problema?

Ritratto di Trasibulo

Trasibulo

Gio, 14/11/2019 - 14:48

Ormai il politically correct buonista produce continuamente prese di posizione così stolte e - starei per dire - autolesionistiche da rasentare il ridicolo. Ma non si potrebbe molto semplicemente celebrare il Natale secondo le nostre tradizioni e lasciare liberi coloro che non le apprezzano e non le condividono di dedicarsi ad altre attività?

Ilsabbatico

Gio, 14/11/2019 - 14:52

Perché 10% straniero comanda più del 90% italiano?????? Io cambierei scuola ai miei figli piuttosto che lasciarli a questi insegnanti.

tarkonte

Gio, 14/11/2019 - 15:04

ah da ritornà baffetto

tarkonte

Gio, 14/11/2019 - 15:06

il peggior nemico degli italiani sono gli italiani (italioti) stessi.........ste cose poi non le dicono gli stranieri, ma gli italiani stessi....roba da vomito

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 14/11/2019 - 15:17

@tarkonte 15:06...certo,sono questi "italiani",gli stessi che da oltre 40 anni come votanti e non votanti,a stragrande maggioranza,si stanno suicidando,coinvolgendo noi.!

Ritratto di antomuz

antomuz

Gio, 14/11/2019 - 15:20

Mandate a casa sia il dirigente scolastico che tutti gli insegnanti. Il nostro Credo,le tradizioi e la nostra cultura vengono prima di ogni cosa. Se una recita di Natale disturba le famiglie di altri bambini, ritornassero al loro paese. E questo non è razzismo ma buonsenso.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 14/11/2019 - 15:21

@Ilsabbatico 14:52...perchè questa è una "democrazia invertita",figlia della "più bella costituzione del mondo"!

maxxena

Gio, 14/11/2019 - 15:23

La soluzione, trattandosi di bambini (e quindi dovendo anche tutelare e rispettare le nostre tradizioni), sarebbe semplicemente quella di fare una recita articolata in più parti. La mia impressione è che il problema non sia la sensibilità dei bimbi, ma l'ottusità di adulti bigotti, estremisti o con il cervello dilavato dall'ideologia cieca.In ogni caso una cultura o una religione che non riesce a tollerare quella degli altri è incompatibile con la nostra costituzione. Fuori la politica dalle scuole, insieme a tutti gli assunti solo perchè avevano tessere di vario colore. I bimbi staranno sicuramente meglio.

LAURATS

Gio, 14/11/2019 - 15:32

A che cosa servono gli organi collegiali, i genitori rappresentanti di classe e le riunioni dei genitori stessi? Su un tema così delicato sono loro che devono decidere, a maggioranza, non è giusto che decidano insegnanti o direttori scolastici. Non siamo in democrazia?

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 14/11/2019 - 15:35

Dunque, e per farla molto breve, per non scontentare (da provare) il 10%, si scontenta (provato) il 90%. - Questo paese è diventato il miglior C.A.C (Centro Addestramento Cre_tini) al mondo.

mimmo1960

Gio, 14/11/2019 - 15:37

Per @tarkonte, Zagovian. Tanti non hanno senso della Patria.

Una-mattina-mi-...

Gio, 14/11/2019 - 15:40

ORMAI TUTTO QUELLO CHE E' ITALIANO E' DISCRIMINATORIO, E TUTTO QUELLO CHE E' STRANIERO E' RICCHEZZA, CRIMINALI E SELVAGGI IMPUNITI INCLUSI

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 14/11/2019 - 15:48

@abj14 15:35...l'ho chiamata "democrazia invertita"!

VittorioMar

Gio, 14/11/2019 - 15:50

...abolire le Festività Natalizie...chi vuole FESTEGGIARE lo faccia PRIVATAMENTE...niente PONTI LUNGHI..!!

Giorgio5819

Gio, 14/11/2019 - 16:01

Porcata comunista.

maurizio-macold

Gio, 14/11/2019 - 16:03

Signor UNA-MATTINA-MI.. (15:40), l'episodio riportato dall'articolo si e' verificato in UNA SOLA SCUOLA per l'errata decisione di UN PRESIDE. In Italia di scuole ne abbiamo svariate migliaia ed in tutte si celebrano le nostre tradizioni. Quindi si prenda una camomilla ed eviti stupide generalizzazioni.

Gio56

Gio, 14/11/2019 - 16:06

Solo venerdi scorso un parroco a detto che circa 150 mussulmani pregavano in un locale della parrocchia circondati da simboli cristiani e nessuno si è lamentato,questo arriva e dice che non vuole offendere i non cristiani,che si decidano una buona volta.

gneo58

Gio, 14/11/2019 - 16:10

ecco chi fomenta l'odio.....

Ritratto di allergica_alle_zecche

allergica_alle_...

Gio, 14/11/2019 - 16:30

io non manderei un figlio in scuole simili. Chiedete il nulla osta e sloggiate. Non per la recita di Natale che le mie figlie non facevano nemmeno alla scuola delle suore, ma per principio.

zadina

Gio, 14/11/2019 - 16:37

Il papa e i suoi collaboratori cardinali e vescovi e preti non hanno nulla da dire per quelle scuole che non possono fare le recite natalizie per non disturbare la minoranza di bambini non cattolici i quali vogliono solo divertirsi non gli importa nulla della religione, quei presidi conoscono cosa significhi il termine DEMOCRAZIA?...la maggioranza decide e la minoranza si adegua, non credo che nelle scuole Italiane i non cristiani siano in maggioranza almeno per questo periodo quando i mussulmani saranno in maggioranza i cattolici si adatteranno le loro usanze, che mentalità balorde hanno certi presidi e insegnanti, è il sistema di creare discussioni inutili e dannose per tutta la comunità cattolica e non cattolica di qualunque fede religiosa.

frabelli1

Gio, 14/11/2019 - 16:40

Di queste cose non se ne può veramente più. Basta con le ipocrisie di sinistra, basta mettere la museruola su cose per noi sacre e tradizionali. Gli altri stiano a casa loro.

ESILIATO

Gio, 14/11/2019 - 16:43

B A S T A...riprendiamoci l'Italia.

Happy1937

Gio, 14/11/2019 - 16:45

A me sembra anticostituzionele perché discriminatorio nei confronti dei cattolici.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 14/11/2019 - 16:51

il problema sono solo i MUSLIM ... fatica a capirlo. Prima , del loro arrivo, NESSUNO MAI, si era permesso di alzare la voce su una TRADIZIONE NOSTRA. Ora ??????? Perchè lo permettiamo ????

massmil

Gio, 14/11/2019 - 17:10

Vorrei tanto conoscere il o la responsabile di tale iniziativa e offrirei la possibilità di trascorrere un anno in quei paesi tanto buonisti, accoglienti verso culture diverse, permissivi nei confronti degli stranieri ecc poi li farei tornare per appurare se la loro imbecillità è passata oppure necessita di altri anni da passare in trasferta.

Capricorno29

Gio, 14/11/2019 - 17:14

ma quando si possono licenziare queste direttrici che pretendono di eliminare le tradizioni italiane.. se agli stranieri non piacciono i nostri usi possono trasferirsi in un paese musulmunano nessuno li trattiene per forza

mimmo1960

Gio, 14/11/2019 - 17:17

Non c'è patriottismo da quando hanno abolita la leva, i giovani non sanno neanche cos'è la patria..

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Gio, 14/11/2019 - 17:27

Di nuovo con questa storia? Se vogliono integrarsi al Paese che li ha ospitati, non si offenderanno. E poi, integrarsi non significa abiurare il proprio credo e obbligare ad accettare il nostro; pensare questo è offensivo prima verso gli italiani e poi verso gli stranieri. Pertanto se si ha un minimo di cervello, si può benissimo festeggiare il nostro Natale, senza offendere nessuno.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 14/11/2019 - 17:39

Oltre alle tradizioni prima o poi faranno sparire anche gli italiani...

routier

Gio, 14/11/2019 - 17:48

Il colmo del ridicolo (per decenza non lo definisco diversamente) é che a chiederlo pare non siano stati i genitori dei bimbi non cristiani ma qualcuno del personale scolastico. Non vado oltre in quanto non mi piacciono le scurrilità. (anche se a volte...!)

Lucmar

Gio, 14/11/2019 - 17:56

Probabilmente lo diremo in trenta, che in questo modo si offendono invece i bimbi cattolici.

Ritratto di alex274

alex274

Gio, 14/11/2019 - 17:57

Ridicolo. Durante la missione di Confindustria a Teheran nel 2015 davanti a centinaia di noi, compresi ministri e sottosegretari (c'era Carlo Calenda per esempio), ci siamo dovuti sorbire 40 minuti di preghiere con proiezioni di paesaggi con cascate (è vietato mostrare figure umane) prima dell'inizio dell'assemblea plenaria. Una pena.

ROUTE66

Gio, 14/11/2019 - 18:52

CI RISIAMO,DIRIGENTI SCOLASTICI PAGATI CON I SOLDI DEGLI ITALIANI, SONO PIù REALISTI DEL RE. PROVINO AD AGIRE CONTRO IL CREDO NEI PAESI DA CUI PROVENGONO QUESTI BAMBINI, IL MENO CHE GLI POSSA CAPITARE è LA GALERA. MA GIà FARE I PURI QUà è FACILE,TUTTO PASSA IN QUESTO DISGRAZIATO BEL PAESE

Alessio2012

Gio, 14/11/2019 - 18:57

E POI CRITICANO I ROM CHE NON MANDANO I FIGLI A SCUOLA... LORO HANNO CAPITO TUTTO, INVECE, ALTROCHE'!

vinnynewyork256

Gio, 14/11/2019 - 19:08

basta.. parole. PROSTATE .. cacciare via il preside e chi pensa come lei .... JINGLE BELLS JINGLE BELLS ... JINGLE ALL THE WAY!!!

baronemanfredri...

Gio, 14/11/2019 - 19:27

RITORNANO DA DOVE SONO VENUTI. NON HO MAI VISTO CHE PADRONI IN CASA LORO DIVENTANO SERVI SOLO IN QUESTA BANANA DI REPUBBLICA PUO' SUCCEDERE. VIA.

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Gio, 14/11/2019 - 19:35

Come ha già fatto notare qualcuno, non sono gli altri che si offendono (se così fosse al limite non partecipano è ovvio), sono invece italiani di m***a che sollevano un problema non problema per ideologia (marcia).

Iacobellig

Gio, 14/11/2019 - 19:36

Quelli che non sono cattolici possono astenersi dal frequentare quel tipo di recita. Da qui demolire le nostre credenze mi sembra un assurdo!

Mamie

Gio, 14/11/2019 - 19:41

Forza genitori di bimbi cattolici organizzate la festa in un altro ambiente e invitate anche i bimbi non cattolici,vedrete che alcuni genitori quelli che si vogliono integrare porteranno i loro bimbi , I bambini piccoli vogliono sempre giocare ,se ne fregano delle religioni

APPARENZINGANNA

Gio, 14/11/2019 - 19:52

Mentre il papa consente che si portino in San Pietro davanti all'altare, durante una funzione religiosa, gli idoli della foresta amazzonica, questi non vogliono far fare la festa di Natale ai bambini... Più anticristiani questi di Qualcun Altro?

porcorosso

Gio, 14/11/2019 - 20:10

Il Natale offende i bimbi non cattolici... allora tutti a lavorare anche di Domenica...MAIALI!!! Scansafatiche 52 giorni all'anno.

justic2015

Gio, 14/11/2019 - 20:12

Popolo schifoso di ipocriti il beato Francesco come la mette che bordello quel paese che non è più mio meno male che risiedo altrove.

Ritratto di bracco

bracco

Gio, 14/11/2019 - 20:18

è quello che vuole Bergoglio che sta distruggendo la chiesa

ItaliaSvegliati

Gio, 14/11/2019 - 20:24

Riempire il comune di clandestini cosi tutti sono felici...

zen39

Gio, 14/11/2019 - 20:39

E così i discriminati sono gli italiani in casa propria, per una minoranza non cattolica. E' la solita solfa del Natale di qualche invasato del politicante corretto di "razza" sinistroide ? E osano chiamare gli italiani razzisti. Ora poichè in questo paese il buon senso sembra aver abbandonato molti cittadini che si ritengono far parte di un elìte più o meno fantasiosa si pone un problema serio: questi cittadini sono da punire o da ricoverare ? Ai futuri governanti l'ardua sentenza. Nel frattempo gli italiani discriminati invitino i preti alle processioni come una volta visto che nemmeno loro ci tengono più. Si inc....ranno tutti, ma che bello !

NoMoreBllsht

Gio, 14/11/2019 - 20:41

Non c'è bisogno di negare i festeggiamenti: basta comprare un tappeto per tutti i bambini e li si fa pregare 3 volte al giorno in direzione della mecca. Ora però mi aspetto che tutte le insegnanti e le mogli e le figlie del preside e degli insegnanti maschi vadano in giro col chador e camminino 3 passi dietro agli uomini. E se parlano e si lamentano: lapidazione! Come fanno nelle culture barbare e medievali che questi insegnanti comunisti cercano in tutti i modi di "non offendere"

sbrigati

Gio, 14/11/2019 - 20:56

Per questi "insegnanti" il rispetto è a senso unico.

carpa1

Gio, 14/11/2019 - 21:03

E' ormai da qualche anno che certi str non aspettano altro che queste occasioni per imporre la loro "cultura" fatta di ... niente, accampando le giustificazioni più marroni possibili. Questo è il loro modo per cercare di emrgere dalla cloaca che li ha inghiottiti e godere di un momento di notorietà.

buonaparte

Gio, 14/11/2019 - 21:20

2 ANNI FA è USCITO UNO STUDIO EUROPEO SULLE SCUOLE DI TUTTI GLI STATI DELLA COMUNITà EUROPEA . IN QUESTO STUDIO SI FACEVANO DIVERSE APPUNTI SULL'ITALIA DUE ERANO ; - IN ITALIA CI SONO TROPPI INSEGNANTI DONNE CHE NON CREANO UNA GIUSTA IMMAGINE EQUILIBRATA NEGLI ALUNNI. - IN ITALIA PIU DELL'80% DEGLI INSEGNANTI HA IDEE DI SINISTRA E PEGGIO MANIFESTANO LE LORO IDEE IN CLASSE NELL'INSEGNAMENTO .. DI QUESTE RELAZIONI NON SI è PARLATO NEI GIORNALI E TV COME MAI? ..

leopard73

Gio, 14/11/2019 - 21:27

Sono arrivati alla frutta non si rendono conto che gli ITALIANI non li voteranno piu QUESTo MARCIUME di komunismo!!!

Una-mattina-mi-...

Gio, 14/11/2019 - 21:28

maurizio-macold-Gio, 14/11/2019 - 16:03 - Chissà perche' leggo di continuo di "eccezioni e casi unici", che sono talmente unici che capitano sempre piu' di frequente.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 14/11/2019 - 21:34

Beh se hanno dai tre ai cinque anni sicuramente per quelli che portano il paraocchi saranno tutti FASCISTI.

Rixga

Gio, 14/11/2019 - 21:53

Se avete la possibilità spostate i vostri figli in scuole private. Inutile confrontarsi con chi ha idee sinistre.

Ritratto di faman

faman

Gio, 14/11/2019 - 22:10

le solite polemiche alla fine inutili. La recita di Natale si terrà. Alla recita parteciperanno anche i genitori dei bambini non cristiani.

Divoll

Gio, 14/11/2019 - 22:32

Questa sarebbe l'integrazione?! La verita' e' che chi dice di "non voler offendere" i non cristiani abolisce le recite del Natale solo perche' partecipa alla battaglia in atto contro il cristianesimo. In altre parole, e' una scusa.

machimo

Gio, 14/11/2019 - 23:09

Siete liberi di tornare a casa vostra se non vi piace la nostra cultura

Ritratto di tox-23

tox-23

Gio, 14/11/2019 - 23:12

Voglio vedere che succederà quando i bambini stranieri saranno il 90%, soprattutto se le altre confessioni hanno delle feste particolari. A rigor di logica dovrebbero sospenderle per non urtare la sensibilità del 10% di bambini cattolici. Ma non credo che andrà così.

pilandi

Gio, 14/11/2019 - 23:47

Oh ma ci provate sempre eh... L’asilo “Gianni Rodari” di Moie di Maiolati Spontini, in provincia di Ancona, ha vietato la recita di Natale “per non offendere” i bambini di altre religioni. Una decisione che ha scatenato forti polemiche, tanto da spingere la dirigente scolastica Patrizia Leoni a fare marcia indietro e annunciare che la recita con la messa in scena della nascita di Gesù si farà, garantisce la dirigente dell’istituto comprensivo “Carlo Urbani”

Duca8491

Ven, 15/11/2019 - 02:50

Si comincia da piccoli ad inculcare nelle giovani generazioni questi concetti facendo in modo che si portino avanti con l'età adulta. Questi sono i principii che la sinistra porta avanti da settant'anni. Secondo questi deficienti sarebba giusto rinunciare anche alle nostre tradizioni religiose per non offendere le nuove risorse. Allora, partendo dallo stesso principio, annulliamo anche Natale e Pasqua.

cabass

Ven, 15/11/2019 - 04:16

Idiozia allo stato puro: per non offenderne dieci, se ne offendono novanta... Quando si dice avere la segatura al posto del cervello!

gianf54

Ven, 15/11/2019 - 07:07

Mortifichiamo ancora di più i nostri bambini con questa insulsaggine del rispetto per le "qulture" degli altri .Brave maestre! Questo è il messaggio che passate ai vostri alunni! Sai che successo? (O alle maestre scoccia organizzare la festicciola di Natale, oppure siamo veramente all'ipocrisia senza confini...). Fino a prova contraria, a casa mia si rispettano le MIE tradizioni, senza offesa per nessuno; Al limite, chi non ci vuole stare non partecipa; basta il mortificare anche quello che sta restando del sentimento del Natale, per compiacere ipocritamente i musulmani (che, tra l'altro, vorrei sapere, onestamente, se apprezzano questa linea, o non gliene frega niente, visto che Allah:Dio=Maometto:Gesù ) Perchè non si cerca un'altra strada per l'integrazione? Ma esiste un Capo di Istituto nella scuola di Moie?

diesonne

Ven, 15/11/2019 - 08:43

diesonne RITORNA LA SOLITA TELENOVELLA DELLE RECITE DI NATALE DA EVITARE PER NON OFFENDERE LA SENSIBILITA' DIN CHI PROFESSA ALTRA NRELIGIONE:IL PROBLEMA E' UNO SOLO:SONO LE MAESTRE ATEE CHE SIN OPPONGONO PERCHE' NON VOGLIONO OCCUPARSI DI QUESTA INIZIATIVA

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 15/11/2019 - 09:14

Ritirate i vostri figli da questo asilo.

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 15/11/2019 - 09:16

E quando ci dobbiamo subire il "Ramadam" per le strade e le piazze, abusivamente, allora non offende nessuno?. Liberiamoci della sinistra e dell'Islam e torneremo un Paese civile.

laima

Ven, 15/11/2019 - 09:21

Niente vacanze, perciò servizio alle famiglie e per i bimbi mussulmani le maestre a lavoro anche il giorno di Natale,

Reip

Ven, 15/11/2019 - 09:28

QUI MANCA PROPRIO LA VOLONTA’ DI ESSERE ITALIANI! CHE VERGOGNA! STIAMO SUBENDO PASSIVI L’ISLAMIZZAZIONE!

buonaparte

Ven, 15/11/2019 - 13:16

se questi stranieri vanno in america stanno zitti e si adeguano aal tradizioni americane e se non si adeguano li cacciano fuori dal paese. IMPARIAMO DA LORO. QUESTA è L'ITALIA NON UN PAESE ARABO, INDIANO, BANGLADESH, CINA E ECC. è L'ITALIA ONORIAMO TUTTI I 660.000 MORTI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE PER RIMANERE ITALIANI .VIVA L'ITALIA E LE SUE TRADIZIONI E CAMPANILI

Albpedr

Sab, 16/11/2019 - 07:50

I genitori dei bimbi che frequentano quell'asilo, dovrebbero sospendere di pagare la retta per non offendere i poveri che non possono permettersela

Ritratto di adri3r

adri3r

Lun, 18/11/2019 - 22:47

Basterebbe ritirare i figli da scuola ed iscriverli in un'altra..semplice!!