Bordata di Draghi a Renzi: ​"L'Italia ha alzato le tasse"

Il presidente della Bce: "L’Italia ha consolidato i propri conti aumentando le tasse e tagliando gli investimenti pubblici"

Bordata di Draghi a Renzi: ​"L'Italia ha alzato le tasse"

"L’Italia, come altri, ha consolidato i propri conti aumentando le tasse e tagliando gli investimenti pubblici, mentre la spesa corrente continua ad aumentare". A dirlo è il presidente della Bce, Mario Draghi. Parlando in audizione alla Camera, Draghi poi punta l'accento sul consolidamento di bilancio dell’Italia giudicato "poco amico della crescita", perché attuato senza tagliare la spesa corrente.

Nonostante ciò, il capo della Bce si dice ottimista perché le riforme strutturali sono più facili da fare se la situazione economica sottostante migliora e ci sono segnali di fiducia sul fatto che la ripresa fino ad ora debole acquisti forza e stabilità, al momento la congiuntura economica è più favorevole che negli ultimi mesi e tra i principali motivi ci sono gli effetti positivi del crollo dei prezzi dei prodotto energetici, la politica monetaria espansiva e le riforme strutturali varate in diversi paesi dell’area che cominciano a fare sentire i propri effetti".

Inoltre, Draghi ha criticato il sistema giudiziario italiano spiegando che "l’Italia ha la giustizia civile più lenta d’Europa, negli ultimi anni sono stati fatti diversi interventi, non è che non ci sia stato progresso, ma occorre continuare su questa strada".

Infine, la bordata contro i partiti del no euro. "Chi vuol far paragoni, può avere un primo parametro nello spread dell’Italia del 2011, cioè 500 punti base sopra il Bund tedesco, che per inciso è quello precedente all’ingresso dell’Italia nell’euro".

"Audizione Draghi in commissione Camera: niente di nuovo. Può far di meglio! Per esempio se venisse a riferire sul 2011...o sui derivati", ha scritto su Twitter Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia a Montecitorio.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti