Coronavirus, pugno duro dell'Est Europa: tir italiani bloccati

La chiusura dei valichi di frontiera e l'aumento spropositato dei controlli deciso da alcuni Paesi dell'Est Europa sta danneggiando i tir italiani

La chiusura dei valichi di frontiera e l'aumento spropositato dei controlli deciso da alcuni Paesi dell'Est Europa sta danneggiando i tir italiani.

L'Italia, in Europa, è sempre più sola. Lo avevamo capito da mesi, da ben prima dello scoppio della pandemia di Covid-19. Ora, in uno dei momenti più complicati di sempre, arriva la conferma definitiva.

Altro che spirito comunitario, in Europa ogni Stato pensa al proprio mulino. Come fa notare Il Sole 24 Ore, dalla quello sloveno a quello ungherese, il nostro Paese è stato completamente isolato dai governi dell'Est.

La netta chiusura dei valichi di frontiera e l'aumento spropositato dei controlli sanitari hanno provocato una congestione generale delle spedizioni su strada. Il risultato più evidente è un danneggiamento delle esportazioni italiane, con ripercussioni al nostro settore economico.

Certo, la Commissione europea ha chiesto agli Stati membri di evitare misure potenzialmente letali per il futuro del mercato unico delle merci. Ma dall'altro lato ci sono diversi Paesi, come detto, che non sembrano ascoltare le indicazioni di Von der Leyen.

Anzi: la loro ricetta è opposta. Divieti, restrizioni e chiusure di frontiere sono solo alcune delle misure prese per colpire il trasporto merci proveniente dall'Italia. La conferma arriva da un report di Uniontrasporti/Unioncamere. “Il sistema di trasporto delle merci – si legge - è stato nei giorni scorsi fortemente rallentato dalla chiusura di numerosi valichi di frontiera, insieme all' aumento dei controlli sanitari di confine, che hanno determinato una congestione generale del sistema di trasporto su gomma”.

Così vene danneggiata l'Italia

Tante le situazioni critiche. L'11 e 12 marzo l'Austria ha fatto scattare al Brennero controlli straordinari, provocando una massiccia interruzione del traffico pesante con code lunghe fino a 90 chilometri. Oggi la situazione è stabile ma da tenere sotto controllo.

In Bulgaria gli autisti provenienti dall'Italia che scaricano nel Paese vengono fermati e messi in quarantena per 14 giorni. In Repubblica Ceca gli ingressi da Austria e Germania sono consentiti solo da 11 punti, previo controllo alle frontiere. I flussi commerciali in entrata dal nostro Paese sono quindi rallentati.

Controlli simili avvengono al confine tra Slovenia e Croazia. Il governo croato ha disposto la quarantena a persone provenienti da varie nazioni, Italia compresa. Restrizioni anche in Romania e Serbia: nel primo caso l'ingresso è consentito a condizione di una quarantena obbligatoria o autoisolamento, mentre nel secondo è stato deciso il temporaneo divieto di ingresso per i viaggiatori provenienti dall'Italia.

Soppresso in Slovenia il trasporto ferroviario di persone. Controlli e restrizioni all'ingresso nel Paese dall'Italia; istituiti sei punti di monitoraggio. In Polonia sono stati introdotti controlli sanitari ai valichi di frontiera. L'Ungheria ha dichiarato stato di emergenza: introdotti i soliti controlli di frontiera. L'autista di nazionalità non ungherese può entrare nel luogo dove scarica ma dopo deve finire in quarantena per 14 giorni o in un locale creato nello stesso stabilimento in cui scarica o nella cabina del suo camion.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Flex

Flex

Mer, 18/03/2020 - 12:30

Forse è il caso che l'Italia trovi "altri sbocchi" visto che l'Europa Franco/Germanica pensa agli affari suoi ed il resto dei Paesi sono un'appendice da usare e sfruttare. Visto che ci hanno "costretto" ad aprire i porti all'immigrazione ora apriamoli al commercio lasciando libera entrata ai Paesi dell'Africa, del medio Oriente e della Cina.

bernardo47

Mer, 18/03/2020 - 12:33

la situazione si sblocca presto; smettiamola con antieuropeismo. Fa del male agli italiani.......Con 2500 miliardi debito pubblico, se fuori, andremmo solo a sbattere nel muro, con la liretta buona a nulla.

andy15

Mer, 18/03/2020 - 13:10

Non tutto il male viene per nuocere: forse ora si capira' che, a prescindere dal Coronavirus, il trasporto su gomma in Europa e' eccessivo e inaffidabile e che le catene di produzione e distribuzione andranno riviste. Produrre in patria, consumare in patria per quanto possibile, soprattutto per prodotti strategici. E in ogni caso il fervore europeista, con buona pace di bernardo47, esiste ormai solo tra i vecchi compagni.

altair1956

Mer, 18/03/2020 - 13:40

Ricordiamocelo quando dovremo versare i nostri soldi all'unione europea.

Lugar

Mer, 18/03/2020 - 14:12

Se è provata la strategia di alcuni paesi forti europei contro l'Italia, allora bisogna uscire subito dall'Ue. Ne va della nostra incolumità.

franz1

Mer, 18/03/2020 - 14:30

Qui ogni uno fa i fatti suoi... Van der Layen deve creare in ogni stato membro delle corsie riservate ai Tir. Della Germania neanche a parlare, a messo lo stop all`export di maschere chirurgiche, comunqu all` Austria le esporta! Che amici, che amica la Merkel verso gli italiani?

Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 18/03/2020 - 14:34

La Commissione si é opposta, Non é l'Europa ma i singoli stati membri che hano preso queste decisioni e il principio é appunto quello del sovranismo .. perché lamentarsi allora?

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Mer, 18/03/2020 - 14:44

Usciamo dall'U.E. e chiudiamo tutti i confini! Ci arrangiamo da soli, staremo meglio che con il loro pseudo-aiuto!

cir

Mer, 18/03/2020 - 15:18

ex finiano Mer, 18/03/2020 - 14:44 tardi..troppo tardi, ma il berlu non vuole

Calmapiatta

Mer, 18/03/2020 - 15:31

C'era una volta, tutti gli europeisti convinti che non perdevano occasione per impartire lezioncine politico morali sulla valenza dell'Europa. C'era una volta, una schiera di politici avveduti e assennati che non perdeva occasione per ricordarci che determinati provvedimenti venivano presi perchè la saggia europa lo richiedeva. C'era una volta...or non è più. alla prima occasione sono scappati come fanno i topi dalle barche che affondano.

Ritratto di Gius1

Gius1

Mer, 18/03/2020 - 15:36

Facciamo lo stesso noi. Non facciamo entrare gli altri. La carne francese la mangino loro cosi´come la birra tedesca o austriaca. I nostri prodotti sono i migliori. VIVA L´ITALIA

bernardo47

Mer, 18/03/2020 - 15:42

Antieuropeismo del giornale dei moderati, è preoccupante. Mai stata linea dei moderati italiani, ricorda invece la padania. Molto.

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 18/03/2020 - 15:50

L'Italia "debole" politicamente viene continuamente vessata dagli altri stati. Non hanno paura neanche di ritorsioni perché con i governi di sinistra non ci sono prese di posizione ferme e decise. "Se oggi tu fai uno sgarbo a me, domani sarò io a farlo a te" questo principio non esiste e tutti ci prendono a sberle.

Ritratto di pedralb

pedralb

Mer, 18/03/2020 - 16:14

Bene.. subito e ad oltranza bloccati al Brennero ed altre frontiere anche i TIR carichi di latte ed auto tedesche

Ritratto di Lissa

Lissa

Mer, 18/03/2020 - 16:49

Iniziamo anche noi a mettere in quarantena chi arriva dall'est Europa + i loro complici, poi vedremo.

gianf54

Mer, 18/03/2020 - 16:59

Se avessimo chiuso NOI, per primi, i nostri confini????

martinsvensk

Mer, 18/03/2020 - 17:45

Non si tratta di Europa si o Europa no, il problema è più antico.Si tratta di una debole identità nazionale, di un europeismo che nasconde un forte senso di inferiorità e una paura di non farcela da soli, di un bisogno di essere costantemente rassicurati da una Europa mamma. Gli altri europei, quasi tutti con stati antichi e forti, lo hanno capito e in parte ci irridono in parte usano questa attitudine per i loro interessi. Non mi ricordo quale politico, forse De Gasperi, disse una volta che l'Italia senza l'Europa era niente. Ecco forse questi pensieri andrebbero cambiati e acquistare un'autostima che l'Italia non ha. Molti dei suoi problemi si risolverebbero.

bernardo47

Mer, 18/03/2020 - 17:58

piu' europa e meno padania.E' meglio per tutti.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 18/03/2020 - 18:43

@bernardo47 - intanto l ihanno bloccati. Quando c'era Salvini al governo parlavi all'opposto. Classico profittatore e banderuola?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 18/03/2020 - 18:45

@gianf54 - avresti sentito un esercito di sinistri a sbraitare in piazza. Film ripetuto più volte. Coierenza zero.

machimo

Mer, 18/03/2020 - 19:14

Ormai l’Italia è un paese fallito e lo mostrano tutti. Siamo arrivati fino al punto che pure la Tunisia ci chiude l’ingresso, la Tunisia vi rendete conto???

necken

Mer, 18/03/2020 - 19:45

chissa se avessimo adottato la strategia della Germania dichiarando i decessi esclusivamente per Coronavirus forse ci avrebbero trattato diversamente ma di fronte a quasi 3000 dichiarati gli Italiani fanno paura a tutti