Quegli artisti che insegnano a creare quadri da toccare

Nell'ambito del progetto «A spasso con le dita», promosso dalla Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi grazie al sostegno di Enel Cuore Onlus, da venerdì prossimo al 3 giugno il Museo Luzzati, a Porta Siberia, in collaborazione con l'Istituto David Chiossone Onlus, ospita la mostra-evento itinerante «Le parole della solidarietà»: un'esposizione di illustrazioni tattili d'artista ispirate al tema della solidarietà e un ciclo di laboratori creativi aperti ai bambini e ragazzi, per promuovere l'integrazione tra bambini vedenti, ipovedenti e non vedenti. Dodici le parole e gli artisti impegnati ad illustrarle: Gek Tessaro – Scambio, Francesca Pirrone – Insieme, Michele Fabbricatore – Soglia, Giacomo Tringali – Respiro, Arianna Papini – Sentiero, Michela Grasselli e Giuseppe Vitale – Coro, Chiara Carrer – Cerchio, Lorenzo Terranera – Dono, Sonia Marialuce Possentini – Confronto, Elisa Lodolo – Legame, Fanny Pageaud – Mano, Gabriela Rodriguez Cometta – Sorpresa. Ciascun artista ha realizzato un quadro 80x80 - consistente in un pannello tattile - utilizzando materiali e tecniche disparate. Ne è risultato un insieme assolutamente straordinario di suggestioni, colori, materiali, tecniche e stili che costituiscono un contributo innovativo e forse unico nel proporre la fruizione tattile di un'opera d'arte, come il quadro concepita esclusivamente per la vista.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento