Decollano gli scali asiatici A terra Malpensa e Fiumicino

Pechino, Jakarta e Dubai: tre capitali emergenti nella top ten mondiale per numero di passeggeri. L'Europa si difende ancora. Italia a parte

Decollano gli scali asiatici A terra Malpensa e Fiumicino

Sembra inesorabile: il baricentro del mondo si sta spostando verso Est, soprattutto verso l'Asia, dove crescono le nuove economie. Intanto, gli Stati Uniti tengono, l'Europa sopravvive, l'Italia declina. Questa fotografia, che illustra bene i grandi mutamenti in corso, viene dall'universo del trasporto aereo e soprattutto dagli aeroporti, che misurano i flussi e le destinazioni, quindi la geografia della mobilità. Il primo aeroporto del mondo resta Atlanta, negli Usa, dove nel 2012 sono transitati 95 milioni di passeggeri; Atlanta, va ricordato, è la base e il più grande hub di Delta. Dopo Atlanta viene Pechino: 81,9 milioni di passeggeri, seconda posizione nel mondo; ma non è questo che stupisce, stupisce la sua crescita straordinaria, visto che nel 2006 non era nemmeno presente tra i primi dieci aeroporti e che da allora la sua clientela è raddoppiata.
Questi dati sono stati diffusi e commentati nei giorni scorsi all'undicesima edizione di Biz Travel Forum, a Milano, appuntamento annuale per la mobilità e il turismo. Come ha spiega Luca Patanè, presidente di Uvet (turismo e viaggi d'affari) e di Federviaggio, i numeri dell'indagine provengono da fonti aeroportuali elaborate da Uvet -American Express. «Nei prossimi cinque anni - dice Patanè - la metà dei primi dieci scali saranno in Paesi emergenti».
Tra i primi dieci aeroporti, oltre a Pechino, sono entrati Jakarta e Dubai, che precedono ormai grandi scali come Francoforte, Hong Kong e New York Jfk. Londra Heathrow, con quasi 70 milioni di passeggeri, è il terzo scalo del mondo e saldamente primo in Europa davanti a Parigi (61,6 milioni di passeggeri). Va ricordato il Londra-New York resta sempre il primo collegamento di lungo raggio nel mondo. Gli aeroporti delle capitali del vecchio continente, stando ai dati Uvet, sono in leggera crescita: dallo 0,9% di Heathrow, all'1,1% del Charles De Gaulle, all'1,9% di Francoforte e al 2,6% di Amsterdam. In grande sofferenza Madrid (- 9% anche a causa della fusione di Iberia con British) ma non Barcellona (+ 2,2%). In forte crescita lo scorso anno lo scalo di Istanbul (+20%), con oltre 44 milioni; molti passeggeri europei diretti nell'Estermo Oriente fanno scalo nella città turca, che offre un percorso più diretto di altri hub alternativi. In difficoltà i due grandi aeroporti italiani con Roma Fiumicino che arretra la sua quota passeggeri dell'1,8% e Milano Malpensa sceda nel 2012 del 4%. Il trasporto aereo italiano è in particolare sofferenza, specchio anche di una crisi economica che da noi è più aspra. Su Fiumicino si riflettono poi la situazione di Alitalia e le scelte del partner commerciale Air France. Su Malpensa pesa la paradossale concorrenza dell'altro aeroporto milanese, Linate, che, da una posizione più vicina alla città, alimenta i grandi hub europei. «Il mercato aereo in Italia - spiega Patanè - conta 117 milioni di passeggeri con tre compagnie che si dividono la maggioranza delle quote. Alitalia è ancora leader con il 21% delle quote, seguita da Ryanair 19,5% e easyJet il 9,9%. La metà dei circa 30 milioni di passeggeri domestici appartengono ancora ad Alitalia, il 22% hanno volato con Ryanair, il 9,6% con Meridiana e il 9,3% con easyJet».
Tra le compagnie aeree mondiali dominano quelle americane: la fusione American Airlines e Us Airways ha creato un colosso da quasi 190 milioni di passeggeri, Delta è seconda con 164 milioni, poi seguono United Continental con 140 milioni e Southwest con 135 milioni. Quinta al mondo e prima compagnia europea è Lufthansa che negli ultimi 6 anni ha raddoppiato i passeggeri da 51 a 103 milioni. La Business Travel Survey di Uvet Amex segnala inoltre l'incalzare delle tre compagnie cinesi - China Southern Airlines, 86,5milioni; China Eastern Airlines 73,1 milioni; Air China 72,4 milioni - tra le quali si posizionano Ryanair (79,6 milioni di passeggeri) e Air France-Klm (77,1 milioni).

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti