Dopo 18 denunce finalmente preso l'uomo degli sputi

O compravi i libri per strada da lui o erano insulti. Le segnalazioni dei milanesi non bastavano per fermarlo

Ma davvero i milanesi - per pavidità, sfiducia nelle istituzioni, omertà - hanno la denuncia difficile? Davvero, di fronte a reati grandi e piccoli, tendono a girarsi dall'altra parte? La storia di Mbaye Mamadou Sole, ambulante senegalese, arrestato sabato scorso dietro piazza della Scala, sembra raccontare una realtà diversa.

Mamadou ne faceva di tutti i colori: soprattutto contro le donne. Se una ragazza o una signora rifiutava di comprare i suoi libri di ricette o di favole la insultava, la maltrattava, le sputava addosso. Molte vittime hanno probabilmente subito con rassegnazione. Ma ben diciotto di esse lo avevano denunciato alla magistratura. Diciotto. Senza che accadesse assolutamente niente.

Perchè Mamadou finisse in cella c'è voluto che picchiasse una pattuglia di poliziotti, che erano andati a cercare di notificargli provvedimento, che sarebbe risultato probabilmente inutile quanto i precedenti, se Mamadou non avesse reagito male. Il giovanotto, che non è affatto scemo, finora aveva sempre dimostrato di saper bene con chi permettersi certe maniere. Faceva il prepotente con le donne sole ma quando lo convocavano al commissariato di piazza San Sepolcro era gentile e disciplinato. Invece sabato è saltato addosso agli agenti. Ed è finito in cella.

É chiaro che Mamadou non è paragonabile a Kabobo, l'assassino del piccone. E i suoi reati appartengono indubbiamente alla sfera della microcriminalità. E proprio sulla denuncia dei reati minori si misura la credibilità del rapporto tra cittadini e istituzioni; è sulla fiducia nella capacità dello Stato di proteggerci dalle violenze quotidiane che si distingue una città sicura da una dove alligna la malapianta della rassegnazione.

Non erano rassegnate, evidentemente, le diciotto donne che in questi anni hanno denunciato Mamadou. Disarmante è la risposta che hanno ricevuto. Il giovanotto arriva a Milano dall'Emilia, con un permesso di soggiorno per attesa occupazione rilasciato dalla questura reggiana, che scadrà il prossimo agosto. Qui si impossessa di una zona, tra via Filodrammatici e piazzetta Cuccia, dove impone la sua legge. All'ennesima denuncia, la questura gli rifila il foglio di via, cioè il divieto di risiedere a Milano.

Mamadou per un po' se ne torna al paese d'origine, poi rieccolo a Milano come se niente fosse, e torna a collezionare denunce. A quel punto accade una cosa bizzarra, perché gli viene revocato il foglio di via e gli viene imposto l'obbligo di firma in commissariato: l'esatto contrario della misura precedente, la garanzia che il giovanotto non se ne vada da Milano. Lui, ovviamente, obbedisce. Torna al suo posto di lavoro: vende, insulta, «cicca» addosso alle sue vittime. E sarebbe ancora lì, se invece che con una signora indifesa non avesse deciso di prendersela con due poliziotti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di genovasempre

genovasempre

Ven, 17/05/2013 - 11:41

Noi x una multa rischiamo l' infarto.Gli italiani e in particolar modo la gente anziana in questo periodo gli arriva di tutto in casa, mia sorella ottantenne chiamata a giustificarsi dalla finanza o avere la ricevuta del dentista per l' estrazione di un dente,a momnon l' aveva conservata perche pensionata al minimo e non la scarica.enti si è sentita mancare e abbiamo dovuto soccorrerla perche non riusciva dopo tre anni a trovare la ricevuta o forse

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Ven, 17/05/2013 - 14:33

Scusate ,riformulo.dUE GIORNI FA A mia sorella 80 enne è arrivata dalla finanza una richiesta di esibire la ricevuta o la fattura ,scrivendo o verbalmente agli uffici della finanza,perche probabilmente era in corso una indagine al suo dentista fiscale.Presa un po dall' agitazione si è sentita male e l ho soccorsa,tutto perche non trovava la ricevuta o la fattura o l' aveva buttata via ,tanto da pensionata al minimo non la scarica.Il TUTTO PER UN DENTE ESTRATTO TRE ANNI PRIMA .pOI SENTO QUESTI STRANIERI CHE FANNO COLLEZIONE DI DENUNCE CI SPUTANO IN FACCIA E GIRANO ALLEGRAMENTE FRA DI NOI,MI VIENE DA VOMITARE.Si dovrebbe capire che lo stato d' animo di una persona di eta' avanzata va trattato con molta cautela e per questi fatti lasciarli in pace,e cercare invece di intervenire su questi prepotenti che di certo non gli si crea agitazione e palpitazioni di cuore se si bloccano le loro intemperanze

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Ven, 17/05/2013 - 16:40

@genovasempre. 80 anni a fottere le tasse... paga qualcosa almeno prima di morire!

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Ven, 17/05/2013 - 21:26

ahahahahah

previlege

Sab, 18/05/2013 - 17:24

,I DELINQUENTI CLANDESTINI CHE FANNO LA LEGGE A MILANO MILANESI ANDATE IN GIRO CON DELLE SPRANGHE E GIU BOTTE A CHI VI DISTURBA E PISAPIA IL PAGLIACCIO COSA FA

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Sab, 18/05/2013 - 23:48

in GALERA GLI FANNO PASSARE IL VIZIO DI SPUTARE, CI SCOMMETTO