La Giornata della lingua cinese delle Nazioni Unite

Il cinese è la lingua più parlata al mondo nonché una delle più antiche. Il suo ruolo nella promozione della comunicazione tra i Paesi e nel commercio è fondamentale

La Giornata della lingua cinese delle Nazioni Unite: "Idioma di speranza e prosperità"

Il 20 aprile si è celebrata a Ginevra la Giornata della lingua cinese delle Nazioni Unite 2021, ossia il primo Festival video in lingua cinese di China Media Group. Sono intervenuti all'evento in videoconferenza anche l'ambasciatore Chen Xu, rappresentante permanente della Cina presso l'Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra ed altre organizzazioni internazionali in Svizzera, la direttrice generale dell'Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra, Tatiana Valovaya, e il vicedirettore del Dipartimento della Comunicazione del Comitato centrale del PCC e presidente di China Media Group, Shen Haixiong.

Il Festival di China Media Group è una delle attività principali di questa Giornata della Lingua cinese delle Nazioni Unite. Dal 18 marzo al 15 aprile, i partecipanti al festival sono stati invitati a raccontare storie dedicate alla "primavera" con dei brevi video. Sono state inviate quasi 340 clip provenienti da 27 Paesi diversi, inclusi Usa, Regno Unito, Francia, Germania, Italia, Spagna, e Giappone. Tra i partecipanti troviamo il personale delle Nazioni Unite - che studia la lingua cinese con grande impegno -, webcaster stranieri famosi per le loro storie sulla Cina moderna e molti amici provenienti da vari Paesi che amano il cinese la cultura della Cina. Oggi sono stati annunciati ufficialmente i vincitori del concorso e le opere vincitrici.

Il signor Shen Haixiong ha pronunciato queste parole per congratularsi con tutti i vincitori e i partecipanti: "Questa è una lettera in cui riecheggia lo spirito della primavera, inviata al mondo per trasmettere un messaggio di fiducia: l’inverno dell'epidemia passerà sicuramente e arriveranno belle giornate di primavera. Questa è una sinfonia della “voce della primavera”, composta sul palcoscenico delle Nazioni Unite; è un’ode dedicata alla diversità culturale e grazie alla quale le diverse civiltà torneranno a fiorire. Con la stessa lingua avete fatto sentire al mondo voci diverse, e "un mondo con più voci" è l’obiettivo del multiculturalismo perseguito dalle Nazioni Unite".

La Giornata della Lingua Cinese

Nel 2010 le Nazioni Unite hanno annunciato l’istituzione di giornate internazionali dedicate alle lingue usate presso l’Onu. L’iniziativa mira a celebrare l’utilizzo di più lingue e la diversità culturale, oltre che promuovere un uso equo delle sei lingue ufficiali dell’Organizzazione. In particolare, la Giornata della Lingua Cinese cade ogni anno nel primo giorno del periodo "Guyu" del calendario lunare.

Questa data è stata scelta per ricordare il contributo di Cang Jie, personanggio semi-leggendario a cui la tradizione attribuisce l’invenzione dei caratteri cinesi. Oggi, la Giornata della lingua cinese delle Nazioni Unite è diventata una finestra importante che riceve sempre più attenzione e partecipazione, e che consente agli amici di tutto il mondo di conoscere la cultura cinese. Dunque questa giornata fornisce una piattaforma unica per la conoscenza della Cina e promuove gli scambi culturali e linguistici del mondo.

La direttrice generale dell'Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra, Tatiana Valovaya, ha affermato che il pluralismo linguistico è la pietra angolare di un multilateralismo efficace. Il cinese è la lingua più parlata al mondo e una delle lingue più antiche che contiene la saggezza, la tradizione e la cultura della Cina. La Cina è una delle più grandi economie del mondo, è un partner importante delle Nazioni Unite ed è anche il secondo maggior contribuente dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite. Affrontando la sfida dell’epidemia del covid-19, le Nazioni Unite hanno più che mai bisogno dell’impegno della Cina a favore del multilateralismo.

Una lingua importantissima

Nel 1946, le Nazioni Unite hanno inserito il cinese nell’elenco delle lingue ufficiali dell’Organizzazione. Dopo che la Cina ha riguadagnato la sua sede legale alle Nazioni Unite nel 1971, la lingua cinese presso l’Onu è divenuta sempre più importante e nel 1973 è diventata la lingua di lavoro dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite. Oggi la lingua cinese è diventata uno strumento linguistico indispensabile nel lavoro quotidiano delle Nazioni Unite.

L'ambasciatore Chen Xu ha sottolineato nel suo discorso che il cinese è una delle lingue ufficiali delle Nazioni Unite, e che svolge un ruolo importante nel promuovere la comunicazione tra i paesi di tutto il mondo. L’ambasciatore ha aggiunto che con sempre più amici stranieri che imparano il cinese e fanno esperienza della cultura del paese, il mondo potrà avere una comprensione più adeguata di una Cina dotata di una profonda eredità culturale, laboriosa, amichevole, aperta, inclusiva e che si dedica allo sviluppo. Dal canto suo, la Cina abbraccerà il mondo con un atteggiamento più aperto e offrirà, con la sua civiltà, un contributo più vigoroso a tutta la comunità internazionale.

Hanno partecipato all’evento anche alcuni artisti, studiosi e popstar di Internet provenienti da molti Paesi europei. La canzone dedicata alla Giornata della lingua cinese delle Nazioni Unite "Language of Spring", scritta insieme da artisti belgi, cinesi e britannici, trasmette un messaggio di tolleranza e di speranza attraverso il ritorno della primavera e la rinascita di tutte le cose. Dopo essere stata trasmessa sulle piattaforme social ufficiali delle Nazioni Unite, di China Media Group e su varie piattaforme di media cooperativi, la canzone è divenuta molto popolare in Cina e nel resto del mondo.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti