Così il mondo si divide sul riscaldamento di 2°C

Dopo il fallimento del 2009, i leader cercano un accordo sulle emissioni

Così il mondo si divide sul riscaldamento di  2°C

Roma La lotta per salvare il clima è cruciale per la sopravvivenza del pianeta come la lotta contro il terrorismo. Il nemico da sconfiggere è il Co2 e l'unico modo per abbatterlo è rinunciare ai combustibili fossili, incentivando le energie alternative per contenere l'aumento della temperatura del pianeta entro i 2 gradi. Ma se è fondamentale che le grandi potenze come Usa e Cina si impegnino seriamente a ridurre l'impatto delle loro emissioni è comunque possibile contribuire anche individualmente a contenere i cambiamenti climatici. Ambientalisti ed esperti hanno da tempo stilato una lista di comportamenti virtuosi che riguardano ciascuno di noi. Tra le principali fonti di inquinamento ci sono i trasporti, responsabili del 40 per cento delle emissioni. Visto l'avvicinarsi del Natale è la Coldiretti a suggerire ai consumatori i prodotti a chilometro zero. Per fare arrivare un chilo di ciliegie dal Cile si consumano 6,9 chili i petrolio con l'emissione di 21,6 chili di anidride carbonica. Dunque meglio scegliere prodotti nostrani. Per muoversi il mezzo meno inquinante sono i ovviamente i nostri piedi ma il diffondersi del car sharing e comunque la scelta di condividere l'auto sono comportamenti che possono incidere significativamente sulla riduzione di emissioni di Co2, circa 290 kg annui per ogni utente a pieno regime.E ancora bere acqua di rubinetto, andare a fare la spesa con la propria sporta riciclabile invece delle buste di plastica usa e getta. Ovviamente la differenziazione dei rifiuti. Anche la scelta di impianti ad energia solare rappresenta un vantaggio per la riduzione dell'inquinamento, circa 250 kg di emissioni di anidride carbonica in meno all'anno per persona. Attenzione anche allo spreco di energia è bene spegnere sempre tutti i dispositivi dalla tv al computer. Utili le prese centralizzate per non dimenticare qualche strumento acceso consumando inutilmente energia. Basta diminuire la temperatura di un grado in casa d'inverno e d'estate scegliere il ventilatore per aiutare il clima.Gli impegni delle nazioni per la riduzione delle emissioni di gas serra presi fino a qui porterebbero il riscaldamento ad alzarsi di 2,7 punti. Troppi. E se non fossero rispettati si assisterebbe ad un riscaldamento di 3,5 punti. Si profilerebbe così uno scenario catastrofico tale da indurre la migrazione di milioni di profughi climatici. La ventunesima conferenza sul clima di Parigi deve dunque concludersi con un accordo positivo al contrario del fallimento di Copenaghen nel 2009. Ai governi spetta il compito di incentivare con la detassazione l'uso delle energie alternative , imponendo invece balzelli più onerosi per chi inquina.

Commenti