Garavaglia boccia il salario minimo: "Di Maio ci dia le coperture"

Massimo Garavaglia, viceministro dell'Economia, boccia il provvedimento sul salario minimo aprendo così un altro fronte di scontro con il M5S dopo quello sulla flat tax

Garavaglia boccia il salario minimo: "Di Maio ci dia le coperture"

"L'unica cosa che non si può fare in questo momento è aumentare i costi alle aziende". Così Massimo Garavaglia, viceministro dell'Economia, intervistato a a Circo Massimo su Radio Capital, boccia il provvedimento sul salario minimo aprendo così un altro fronte di scontro con il M5S dopo quello sulla flat tax.

Garavaglia, sui minibot, sembra schierarsi dalla parte del sottosegretario Giancarlo Giorgetti: "Possono essere uno strumento, se si fa 'erga omnes' è un casino. Possono funzionare solo se si risolve a monte il problema della certificazione del debito della Pubblica amministrazione". Il viceministro leghista, poi, spinge sulla flat tax: "Ogni spazio andrà alla riduzione delle imposte" ma svicola sulle coperture:"Non le dico altrimenti Di Maio me le ruba..." dice. "Ci sono, le abbiamo individuate" e, rivolgendosi a Di Maio, ribatte "dacci allora quelle del salario minimo", una misura bocciata "da tutto il mondo economico". E, infine, il tema degli 80 euro: "Non si tolgono, si trasformano". "Invece di avere scritto sul cedolino 80 euro avrai meno tasse per 80 euro. Il bonus si trasforma da spesa a riduzione di imposte, migliorando il bilancio dello Stato", conclude.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti