Governo, la rivelazione: "Nove senatori del M5S pronti a dire no a Conte"

Andrea Crippa (Lega) contattato da senatori M5S contrari al patto tra grillini e dem: "Disponibili a non votare la fiducia a Palazzo Madama al premier Conte"

Governo, la rivelazione: "Nove senatori del M5S pronti a dire no a Conte"

Matteo Salvini apre ai delusi del Movimento. Il nascituro governo tra Pd e grillini non piace a tutti gli eletti pentastellati, che pare non siano del tutto immuni alle sirene del Carroccio. Tanto che secondo il vicesegretario leghista, Andrea Crippa, ci sarebbero addirittura 9 senatori M5S pronti a fare i bagagli e approdare nel Carroccio.

"Ci sono stati, nelle ultime ore, almeno nove senatori del M5S che mi hanno chiamato, dicendosi disponibili a non votare la fiducia a Palazzo Madama al premier Conte", dice all'AdnKronos Crippa. Si tratterebbe di "eletti del Movimento, provenienti dal Sud ma anche dal Nord e centro Italia, gente che non è stata al governo gialloverde, senatori che ora chiedono di avere una candidatura per un seggio con la Lega alle prossime elezioni".

Come noto, l'eventuale nascita di un governo giallorosso avrebbe al Senato la sua spina nel fianco. I numeri sono traballanti e Di Maio, come rivelato dal Giornale, ha già 20 senatori suoi fedelissimi con cui bloccare il Conte bis. Ma ora, sul sentiero accidentato del nuovo esecutivo, potrebbe pararsi anche l'ostacolo dei senatori grillini pronti a lasciare le fila pentastellate per approdare nella Lega.

Dal canto suo Crippa assicura che la Lega "non chiude le porte a nessuno", anche perché "quelli che ho sentito mi hanno fatto capire che non parlano solo per loro stessi, ma che ci sono altri pronti a seguirli". "In ogni caso - conclude il leghista - noi valutiamo caso per caso, faremo scelte che saranno basate su quanto queste persone hanno fatto per i temi cari alla Lega: dalla legittima difesa, alla immigrazione, alle misure sulle tasse".

Commenti