L'annuncio della Segre: "Sì, incontrerei Salvini"

La senatrice a vita dopo le parole del leader della Lega: “Io non odio, perché non aprire la porta?”

Un incontro contro tutte le polemiche di questi giorni. Salvo intoppi dell'ultima ora, Liliana Segre si vedrà a quattrocchi con Matteo Salvini. "Certo, perché non dovrei vederlo. Se lui mi vuole incontrare, perché no?", le parole d'apertura della senatrice a vita a margine dell’incontro "L'etica della responsabilità: dalla memoria all'universalità dei diritti", al Teatro Eco di via Fezzan, a Milano.

L'ottantanovenne sopravvissuta agli orrori dell'Olocausto e testimone della Shoah ha aggiunto: "Se io non odio, perché non dovrei aprire la porta?".

Nelle scorse ore, il capo politico del Carroccio aveva espresso la sua volontà di incontrarsi con la Segre. Intervistato dal Corriere della Sera, infatti, l'ex titolare del Ministero dell'Interno si era così espresso: "È una persona che merita tutto il mio rispetto e le chiederò quanto prima un incontro".

Il leader leghista ha risposto nel merito della polemica circa l'astensione in Parlamento sul voto alla commissione Segre contro l'odio: "Se ci si fosse limitati all'antisemitismo non avrei avuto problemi. Le commissioni etiche, però, le lascio all'Unione Sovietica...". A tal proposito, l'ex titolare del Viminale ha aggiunto: "Chi nega l’Olocausto va curato da uno bravo bravo. Ma sul fatto di mettere in mano a una commissione partitica il giudizio di cosa è razzismo ho qualche dubbio. Sull'antisemitismo nessun problema: vanno curati sia quelli che vanno in giro con la svastica sia quelli con falce e martello. Di sicuro Liliana Segre può insegnarmi qualcosa, Mario Balotelli no".

E proprio in relazione all’astensione in Aula dell'interno centrodestra, la senatrice a vita si è detta delusa e stupita: "Non pensavo che he davanti a una mozione che proponeva l'istituzione di una commissione contro l'odio ci potessero essere dei distinguo. Dagli interventi che ho seguito ho immaginato che una parte si sarebbe astenuta ma poi ho notato che molti astenuti al momento dell'annuncio dell'esito del voto sulla mozione hanno applaudito". "Voglio pensare – ha continuato - che le coscienze e le anime di chi ha votato in un certo senso contro astenendosi, non siano tutte insensibili, ma che si siano adattate a quegli ordini politici di partito…".

Infine, Liliana Segre mostra ottimismo verso i lavori della Commissione anti-odio che porta il suo nome: "Si farà e saranno tutti a partecipare".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 05/11/2019 - 13:27

Curioso sto salvini, fa le manifestazioni in piazza con casa puond e poi chiede udienza alla Segre.Chissà che non lo illumini, del resto non deve essere difficile fargli cambiare idea, l'uomo è più che vacinato al cambio .

venco

Mar, 05/11/2019 - 14:02

Ei SEgre, l'odio e il razzismo ce l'hanno i migranti clandestini contro di noi, se fosse gente a posto starebbe a casa.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 05/11/2019 - 14:02

A quando la commissione parlamentare contro il Conte Drakula? Ci vuole pazienza perché i pentapidioti sono pidioti alla quinta...

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Mar, 05/11/2019 - 14:02

"L'etica della responsabilità: dalla memoria all'universalità dei diritti" presuppone una conoscenza obiettiva della Storia. Cosa che oggi non avviene. La Senatrice a Vita Liliana Segre, si faccia promotrice di un nuovo corso sulla conoscenza della Storia e di tutti i fatti che ancora rimangono nascosti nell'ombra, e che ne impediscono una conoscenza reale. Altrimenti "l'universalità dei diritti" rimane un concetto sospeso nell'aria che non ha alcun significato. Per quanto riguarda il concetto di "odio", che la Senatrice vuole giustamente combattere, penso sia necessario un cambiamento radicale dell'Umanità. Un mutamento genetico, perché l'Uomo ha sempre manifestato un sentimento di odio verso qualcosa o verso qualcuno. Da sempre.

cir

Mar, 05/11/2019 - 14:27

anche Emmanuel Ratier , e pure Israel SHAHAK sono dei sopravissuti ai campi di lavoro in Germania , ed hanno scritto molti libri sul caso..come mai nessuno ne parla ?

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mar, 05/11/2019 - 14:29

Mi raccomando. Durante l'incontro "Open Mind" per entrambi.

maurizio-macold

Mar, 05/11/2019 - 14:30

Signor Giusto1910R (14:02), la senatrice Segre ha vissuto sulla propria pelle la storia della seconda guerra mondiale e pertanto la conosce sicuramente meglio di lei e del sottoscritto. Evitiamo i distinguo e rendiamo onore a questa donna.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mar, 05/11/2019 - 14:32

@agrippina, lei e' di quelli che non dirige la parola a chi non pensa proprio come lei?

buonaparte

Mar, 05/11/2019 - 14:33

GIUSTO SEI GIUSTO .

Homunculus

Mar, 05/11/2019 - 14:36

Speriamo che si redimano a vicenda. La Segre si renda conto che è stata strumentalizzata dalla peggior sinistra ideologica, e prenda le dovute distanze (per quanto le riesce). Salvini cominci a pensare veramente da premier - come molti segnali del resto lasciano intendere - avvicinandosi al PPE (c'è anche Orban), dialogando sinceramente con i cattolici del centrodestra, adesso che il Cardinale Ruini ha fatto un'apertura pubblica, e smettendo i panni del barricadero (per quanto gli riesce).

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 05/11/2019 - 14:42

"Si incontrerei Salvini "il condizionale, secondo la Segre,diventa d'obbligo. Guardi che Salvini non è cattivo come lo dipingono. "Stia serena" come dice qualcuno e vedrà che si ricrederà.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 05/11/2019 - 14:49

Credo sia interessante questo colloquio: ben venga, se non altro per chiarire un tema che sta a cuore a molti, moltissimi italiani ed evitare che si trascenda fino a limitare la libertà di pensiero di qualsiasi cittadino, come "infauste certe" ideologie vorrebbero mettere in pratica.

torquemada63

Mar, 05/11/2019 - 14:55

egregia signora, come mai nessuno si straccia le vesti, quando gli esponenti di lega forza italia e fratelli d'italia, vengono aggrediti dai giovinastri dei centri sociali, non è forse odio quello? Come mai nessuno difende le forze dell'ordine quando vengono aggredite sempre dai soliti noti? Ha ben fatto la lega ad astenersi, e lei cara signora dimentica come viene trattata la brigata ebraica il 25 aprile, anche da molti dei rappresentanti che hanno votato a favore della commissione, non si rende che lei viene usata per incrementare l'odio, cara signora pensavo fosse più intelligente.

ettore10

Mar, 05/11/2019 - 15:17

Maurizio-macold: Signora Segrè conosce la situazione che lei ha vissuto, allora parla dal suo punto di vista senza accorgersi che tanto tempo è passato. Odio e razzismo ecc. esistono però hanno cambiato col tempo. In Italia le targhe dell'odio, ingiustizia, razzismo ecc. sono spesso gli italiani. Spero che prende questo in considerazione.

Libertà75

Mar, 05/11/2019 - 16:09

@agrippina, forse hai evitato di aggiornarti negli ultimi 30 anni, ma l'estrema destra non ha mai difeso né le leggi razziali, né l'antisemitismo. Però guarda caso c'è ancora molto "antisionismo" a sinistra... Pensna, è gratis

STEOXXX

Mar, 05/11/2019 - 16:18

se salvini si confonde con l'ebrea perde un mucchio di voti….gli ebrei non piacciono a tantissimi italiani!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 05/11/2019 - 16:27

I palestinesi odiano Israele però la sinistra li appoggia.

PassatorCorteseFVG

Mar, 05/11/2019 - 16:44

la signora segre merita rispetto, se vuole incontrare salvini , é un suo diritto, credo su una cosa abbia ragione , odio genera morte, amore genera vita é scritto da qualche parte. be partendo da questo credo che nessuno ha il diritto di stabilire cosa é odio , E cosa é amore, e se si vuole risolvere il problema ci si siede attorno ad un tavolo e non ci si alza fino a quando non si produce un documento condiviso, le imposizioni assieme alle furbate di parte non portano da nessuna parte, bensi alimentano l" odio a discapito dell" amore. meditate gente meditate.ciao a tutti.

Ritratto di lurabo

lurabo

Mar, 05/11/2019 - 17:24

@Agrippina BEATA IGNORANZA

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 05/11/2019 - 17:33

Curiosi sti kompagni, se gli ebrei non sono funzionali al discorso antifascista, allora Israele, per gli amici di Hamas e Al Fatah, può anche sparire dalla faccia della terra

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 05/11/2019 - 17:38

Curiosi sti kompagni, va tutto bene se gli ebrei sono funzionali alla politica antifascista, se invece si tratta di Israele, per gli amici di Hamas e Al fatah, può anche scomparire,

maurizio-macold

Mar, 05/11/2019 - 17:51

Signor LURABO (17:24), il suo post e' veramente fuori luogo. Cosa c'entra l'ignoranza con il post di Agrippina? Forse lei si e' risentito perche' Agrippina ha osato lanciare una velata critica al suo prediletto Salvini?

epc

Mer, 06/11/2019 - 08:07

Anche io sono deluso e stupito che una persona sicuramente intelligente come l'On. Segre si sia lasciata coinvolgere e sfruttare in una iniziativa che ricorda un po' il Tribunale Speciale per la Difesa dello Stato....

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 06/11/2019 - 08:43

La Segre una delle poche persone sopravvissute nei campi tedeschi,dovrebbe però prima di accasarsi ricordarsi che gli ebrei sono stati bastonati sia dalla destra che dalla sinistra.Quindi non riesco a capire la sua collocazione politica.

Mannik

Mer, 06/11/2019 - 09:52

@Gianfranco Robe - Lei proprio non ha capito la differenza tra antisemitismo e la critica della politica israeliano, vero?

Ritratto di Risorgeremo

Risorgeremo

Mer, 06/11/2019 - 09:55

@STEOXXX. Ben venga l'incontro Salvini Segre, il dialogo è sempre positivo e non credo che questo farà perdere voti alla lega. Si può pensare male degli ebrei, che più o meno controllano il mondo, dalla finanza all'informazione, al cinema e alla politica, tra i vari Retinger, Rothshild, Soros, Goldman e Sachs, Lehman, Rockefeller e compagnia. Così come, al contrario, li si può ammirare per la loro intelligenza superiore (Einstein ecc.) e per la loro indomita tenacia, fermo restando che nessuna persona normale, di destra o di sinistra, può non provare un sentimento di orrore di fronte alla shoah. La cosa che non ci spieghiamo invece è che mentre la destra ammira la forza e il coraggio di Israele, essa viene violentemente osteggiata dagli ebrei stessi, che preferiscono foraggiare la antisemitissima sinistra globalista immigrazionista e filoislamica, che solidarizza con i nemici mortali di Israele. Gli ebrei devono chiarirsi un pochino le idee.

nova

Mer, 06/11/2019 - 10:12

Teniamo presente che Liliana Segre fino agli anni '90 visse tranquillamente a Milano senza mai citare l'esperienza ad Auschwitz che secondo il racconto fu condivisa con le amiche coetanee ebree Bauer e Tedeschi, tutte appartenenti all'alta borghesia meneghina, le quali tutte fecero ritorno alla fine del 1945 ''in sovrappeso'' cioè in buona forma fisica. >>> Dopo il crollo del comunismo in Polonia, Auschwitz viene internazionalizzato, tolte le croci cristiane e sfrattato il Convento delle Carmelitane dal campo di concentramento, diventando una faccenda (Memorial dell'Olocausto) esclusivamente ebraica. >>> In simultanea si svegliano migliaia di altri sopravvissuti restati muti fino ad allora, nasce il mito dei Giusti fra le nazioni tipo Perlasca (ex volontario fascista nella guerra civile di Spagna e presente nella Croazia ustascia

Kamen

Mer, 06/11/2019 - 10:12

La signora è in grado di spiegare quale sia la differenza fra i milioni di ebrei uccisi dai nazisti e i milioni di ebrei uccisi dai comunisti?