"Fammi scendere qui", ma la fermata non esiste e pesta autista Atac

Ennesima aggressione ai danni di un autista Atac, a Roma: l’uomo è stato picchiato da una persone che pretendeva di scendere prima della fermata prevista

"Fammi scendere qui", ma la fermata non esiste e pesta autista Atac

L’ennesima aggressione ai danni di un autista dell’Atac, il servizio di trasporto pubblico di Roma. Il fatto è avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì in zona Eur, quando un passeggero a bordo dell’autobus della linea 716 ha iniziato a pretendere di scendere dal mezzo prima della fermata prevista. Alla risposta negativa del conducente in servizio, l’uomo lo ha preso a calci e a pugni.

L’autista dell’Atac è stato medicato dal personale del 118 e trasportato per accertamenti all’ospedale Sant’Eugenio della capitale: ha riportato lievi lesioni, oltre allo spavento e al dolore per le botte subite.

Sono in corso le indagini delle forze dell’ordine della Città Eterna, visto che l’aggressore – dopo il raid punitivo – ha fatto perdere le proprie tracce, scappando via. Sul caso sta indagando l’Arma dei Carabinieri.

La ricostruzione

"Ferma subito il bus e fammi scendere", avrebbe pronunciato con veemenza il bruto, cercando di richiamare l’attenzione del guidatore del mezzo. Ma in quel preciso punto della strada non vi era nessuna pensilina e nessun cartello, perché la fermata non esisteva proprio, motivo per il quale per l’autista fosse impossibile – e contrario al regolamento – stoppare la corsa dell’autobus, facendo scendere il maleducato passeggero.

L’autista Atac ha così tirato dritto, facendo il proprio dovere, incurante di aver scatenato ulteriormente la rabbia e l’ira del passeggero: in pochi secondi si è passati dagli insulti alle mani, con il violento che ha preso a cazzotti il conducente, prima di darsela a gambe – come scrive RomaToday – all’altezza di via Del Serafico.

Quindi, la chiamata al numero unico per le emergenza e l’arrivo dei militari, che hanno raccolte la testimonianza della vittima: ora le indagini alla ricerca dell’aggressore proseguono serrate fino alla sua identificazione e susseguente arresto.

La denuncia della Raggi

Durissimo il commento della prima cittadina di Roma Virginia Raggi, che ha voluto esprimere solidarietà all’operatore pubblico, condannando la violenza verificatasi nella notte. Questo, su Twitter, il messaggio del sindaco del M5s: "Vergognosa aggressione ad autista Atac ieri notte all'Eur. Vicina a tutti i lavoratori che, ogni giorno, svolgono questo prezioso servizio. Ringrazio forze dell'ordine per essere intervenute. Responsabile sia presto assicurato alla giustizia".