Si beve dal rubinetto con caraffe filtranti

L'acqua pubblica è sempre più usata Da Brita lo strumento comodo e sicuro

I dati forniti da Aqua Italia, Associazione federata Anima che rappresenta le aziende impegnate nel trattamento acqua - mostrano un incremento di attenzione da parte degli italiani verso il tema degli sprechi idrici e dell'inquinamento ambientale. Negli ultimi 12 mesi il 73,7% degli italiani ha bevuto acqua del rubinetto (trattata e non). Un tasso di crescita di oltre il 10% negli ultimi 4 anni. Le ragioni principali sono la comodità (31,4%), il gusto (24,3%) e il risparmio economico (19,2%). Tra i consumatori di acqua del rubinetto, il 22,1% utilizza un sistema di affinamento dell'acqua di cui l'8,7% è rappresentato dalle caraffe filtranti (erano il 6,1% nel 2016). «Gli italiani stanno iniziando a guardare al cosiddetto oro blu con un cuore verde, con la coscienza della propria responsabilità verso l'ambiente. Ci troviamo in una vera e propria emergenza, con previsioni nel 2050 di un rapporto plastica-pesci di 1:1 nei nostri mari, e l'obiettivo di cambiare questa situazione è diventato prioritario, come mostrato anche dall'Agenda 2030 dell'Onu sullo sviluppo sostenibile. Ingombrare e inquinare i mari con la plastica non è inevitabile: la scelta, per esempio, di una caraffa filtrante, il cui involucro di plastica è durevole e non usa e getta, può aiutare notevolmente l'ambiente e chi lo abita» commenta Lorenzo Sarvello, managing director di Brita Italia. E Brita, grazie all'invenzione della caraffa filtrante a uso domestico, permette uno stile di vita comodo e leggero. Usare acqua e caraffa filtrante - dice chi lo fa - semplifica la vita. Grazie al filtro potenziato Maxtra+, la caraffa Marella White riduce la percentuale di calcare, cloro e rame di almeno l'80% e del piombo di almeno il 90%.

«L'acqua filtrata Brita ricorda Sarvello - è ideale per idratarsi in ogni momento della giornata, gustare a pieno il sapore e laroma di bevande calde, come tè e caffè, e dei cibi oltre a ridurre la formazione di calcare negli elettrodomestici». Le caraffe filtranti Brita sono sicure e certificate Tifq e Tüv. E la Carbon Footprint di un litro di acqua filtrata Brita fino a 27 volte più piccola di quella dell'acqua in bottiglia.

AleGian

Commenti