Sport

Italia, missione compiuta: Ungheria ko 2-0 e semifinale di Nations League raggiunta

Raspadori e Dimarco hanno steso 2-0 l'Ungheria permettendo così all'Italia di staccare il pass per le semifinali di Uefa Nations League

Italia, missione compiuta: Ungheria ko 2-0 e semifinale di Nations League raggiunta

L'Italia di Roberto Mancini compie il suo dovere, vince in Ungheria l'ultima sfida del girone di Nations League, chiude al primo posto nel gruppo 3 e vola così alle semifinali della competizioni dopo Croazia e Olanda. A decidere la sfida ci hanno pensato, con un gol per tempo, l'attaccante del Napoli Giacomo Raspadori, ancora in rete dopo aver punito l'Inghilterra, e il nerazzurro Federico Dimarco, al primo gol con la maglia della nazionale, al termine di una grande azione corale da parte degli azzurri.

Con questo meritato successo, non privo però di sussulti e brividi con diversi errori tecnici di troppo e con Gigio Donnarumma autore di buone parate e qualche uscita a vuoto che poteva costare caro all'Italia. Così, però, non è stato e con questo successo i campioni d'Europa in carica sorpassano in classifica di un punto proprio la sorprendente Ungheria dell'italiano Rossi che chiude così il raggruppamento al secondo posto davanti alla Germania terza a quota 7 punti, ultima l'Inghilterra di Gary Southgate a quota 3 punti, con tanto di retrocessione in Lega B.

L'Italia ha disputato una buona partita anche se nella ripresa, soprattutto dopo il 2-0 siglato da Dimarco, ha abbassato troppo il baricentro facendosi schiacciare fin troppo dagli avversari che hanno sfiorato il gol in più di una circostanza. Da sottolineare, per via di questo atteggiamento un po' troppo rinunciatario, la furia in panchina da parte del commissario tecnico Roberto Mancini che ha vissuto in tensione per tutta la partita. La semifinale di Uefa Nations League è un ottimo risultato conseguito dall'Italia che punta a vincere la competizione: sarebbe una piccola effimera soddisfazione dopo non aver centrato la qualificazione a Qatar 2022.

La partita

L'Italia parte con l'acceleratore schiacciato al massimo e dopo aver prodotto una serie di occasioni e dopo aver sfiorato il vantaggio, lo trova con Giacomo Raspadori che approfitta del retropassaggio suicida di Szoboszlai buttandola dentro (grande il pressing di Gnonto a rubare la sfera agli avversari). Di Lorenzo sfiora il raddoppio ma il finale di primo tempo è tutto ad appannaggio dell'Ungheria ma si va al riposo sull'1-0 per gli azzurri.

Nella ripresa Donnarumma compie un miracolo al 50' e due minuti dopo l'Italia raddoppia al termine di una bella azione corale, avviata da Jorginho e Nicolò Barella che la mette in profondità per Cristante che serve in mezzo Dimarco he la spinge in rete. Da quel momento in poi, però, gli azzurri calano un po' nel ritmo, si abbassano troppo permettendo così all'Ungheria di restare e rientrare in gara con ancora Donnarumma autore di alcuni ottimi interventi salva risultato (e anche qualche uscita a vuota non punita dai magiari). Al 78' i padroni di casa chiedono un rigore per un presunto fallo da rigore di Bastoni sul centravanti avversario ma per arbitro e Var non ci sono gli estremi per il calcio di rigore.


Il tabellino
Ungheria: Gulacsi; Orban, At. Szalai, Lang; Fiola, Schafer, Nagy, Kerkez; Nego, Szoboszlai; Ad. Szalai.
Italia: Donnarumma; Toloi, Bonucci, Acerbi (46' Bastoni); Di Lorenzo (89' Mazzocchi), Barella, Jorginho (73' Pobega), Cristante, Diimarco; Gnonto (66' Gabbiadini), Raspadori (73' Scamacca)
Reti: 27' Raspadori (I), 52' Dimarco (I)

Commenti