Come provare iOS 16: così si può installare la versione Beta

iOS 16 introduce novità di rilievo. Elenchiamo le più significative e spieghiamo come fare a provare in versione beta il sistema operativo che Apple ha presentato lo scorso giugno

Come provare iOS 16: così si può installare la versione Beta

Apple non ha ancora ufficializzato la data di rilascio di iOS 16, il nuovo sistema operativo destinato agli iPhone (dall’8 in poi) ma, stando alla tradizione ormai consolidata, è ragionevole pensare che occorrerà attendere la fine del prossimo mese di settembre per poterlo prelevare.

I curiosi e i geek possono provare la versione beta, disponibile dall’11 luglio. Occorre però specificare che le release beta hanno dei bug e potrebbero comportare problemi al dispositivo, è buona cosa provarle su un telefono che non si usa più, tipicamente un iPhone che abbiamo lasciato nel cassetto. Tra l’altro, alcune delle app di cui facciamo uso potrebbero non funzionare con il nuovo sistema operativo.

Le principali novità

Poiché l’occhio vuole la sua parte, cominciamo con la schermata di blocco che è parametrizzabile. Possono essere usati diversi widget per avere facile accesso alle informazioni che riteniamo importanti. Anche le notifiche sono state reingegnerizzate, permettendo l’uso di sfondi e configurazioni delle app diversi a seconda dei momenti della giornata, per esempio quando siamo in ufficio o quando vogliamo goderci un momento di relax.

Tra le novità più significative c’è la funzione Safety Check, che permette di spegnere i servizi e le app che usano la localizzazione condivisa. Funzione questa che consente ai membri di un gruppo o di una famiglia di sapere dove si trovano amici e famigliari. Una misura che Apple ha introdotto con la collaborazione di associazioni per la difesa delle donne e pensata per garantire la sicurezza di chi vive situazioni di abuso.

L’app Home è stata riprogettata per supportare Matter, uno standard per la connettività domotica che permette, tra l’altro, di visualizzare più telecamere contemporaneamente.

L’app Mail, il client di posta elettronica nativo di iOS permette di inviare email programmate. Una comodità che è a lungo mancata a chi ne fa un uso anche saltuario.

L’interazione dell’app iMessage tra smartphone iOS e Android è stata resa più fluida e gli utenti avranno 15 minuti di tempo dopo avere inviato un messaggio per modificarlo o richiamarlo, ovvero annullarlo se per esempio è stato inviato per errore. Il destinatario saprà, tuttavia, che il messaggio è stato annullato o modificato dopo l’invio.

L’Intelligenza artificiale che permettere di riconoscere e ordinare le fotografie è stata migliorata. Può condividere le fotografie in modo automatico con le persone ritratte negli scatti (fino a un massimo di 6 persone) ed è in grado di tradurre il testo immortalato in foto e video.

Il Wallet permette di condividere informazioni mediante messaggi e, inoltre, supporta la funzione Apple Pay Later che consente di programmare il pagamento in quattro rate di acquisti fatti con Apple Pay. Non abbiamo testato questa funzione e, con ogni probabilità, sarà utilizzabile soltanto in determinate condizioni e in determinati Paesi.

L’app Salute consente il monitoraggio dei farmaci (dati che vanno inseriti a mano dall’utente) inviando notifiche quando sarà il momento di assumerli.

Infine, se usato con la nuova versione di macOS, l’iPhone può essere usato a mo’ di webcam grazie alla funzione Continuity Camera.

Come provare la versione beta di iOS 16

Prima di procedere è consigliabile fare il backup del proprio dispositivo, come spiegato qui.

Per prelevare la beta di iOS 16 è sufficiente aderire all’apposito programma di Apple, disponibile a questo link. Espletata la procedura di autenticazione, inserendo il proprio Id Apple (nome e utente password utilizzati per configurare i prodotti Apple), va selezionata la voce “iOS16” nel menù posto in alto alla pagina web.

Poi, direttamente dall’iPhone che si vuole usare per testare la versione beta, occorre prelevare il profilo di configurazione visitando la pagina beta.apple.com/profile, raggiungibile da qualsiasi browser si sia soliti usare sullo smartphone.

Quando il profilo sarà pronto per essere prelevato verrà inviata una notifica (sono necessari una manciata di secondi) e si potrà procedere con l’istallazione della beta seguendo le istruzioni passo a passo e poi, dopo avere riavviato il dispositivo, andando su Impostazioni / Generali / Aggiornamento software.

La beta ha un peso di 4,86 Gb, occorre quindi essere certi di avere spazio di archiviazione libero a sufficienza per procedere con l’installazione.

Commenti