Tennis

Sinner è micidiale, batte Rune in 3 set e vola in semifinale a Montecarlo

Dopo una gara intensa e combattuta, Jannik Sinner cede solo un set al danese Holger Rune e approda in semifinale: domani se la vedrà contro il greco Tsitsipas

Sinner è micidiale, batte Rune in 3 set e vola in semifinale a Montecarlo

Ascolta ora: "Sinner è micidiale, batte Rune in 3 set e vola in semifinale a Montecarlo"

Sinner è micidiale, batte Rune in 3 set e vola in semifinale a Montecarlo

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

Un grandissimo Jannik Sinner che soffre, perde il secondo set al tie-break ma poi piazza l'accelerazione vincente sotto il sole cocente di Montecarlo dove batte il danese Holger Rune con il punteggio di 6-4 6-7 6-3 dopo due ore e 40 minuti di gioco e si prende la rivincita dopo la sconfitta dello scorso anno. Gara intensa, colpi eccezionali da tutti e due ma dopo il 1° set ci si aspettava che la gara potesse evolversi più rapidamente in favore dell'azzurro che non perde mai la testa, rimane concentrato e risponde colpo su colpo a un altissimo livello del danese come non accadeva da mesi a questa parte. Domani se la vedrà contro il greco Stefanos Tsitsipas, numero 12 del tabellone e già vincitore a Montecarlo nel 2021 e 2022.

Sinner avanti nel primo set

Avvio del 1° set con Holger Rune al servizio: scambi già lunghi e prolungati, il danese sale 40-30 e chiude con il punto, 1-0. Il primo turno di servizio dell'azzurro è praticamente perfetto, gran prime palle in campo e con un ace pareggia, 1-1. Terzo gioco con Rune che vince agevolmente (2-1) e ottiene la prima palla break del match nel quarto game ma l'azzurro annulla e con il servizio ottiene i punti che gli servono per vincere, continua il braccio di ferro (2-2). L'equilibrio si spezza nel quinto gioco, Sinner ottiene il break dopo lo scambio più lungo della gara fin qui (15-40) e si porta in vantaggio 3-2. Sul proprio servizio conferma il break, quattro punti consecutivi e 4-2. Settimo game con la reazione del danese che tiene a zero Sinner accorciando 4-3. L'ottavo gioco vede molto equilibrio, Rune va avanti 15-30 ma la reazione di Jannik è super e vince, 5-3. Nel nono game il servizio lo tiene il danese (5-4) ma adesso Sinner serve per il set: nessun errore, l'azzurro è perfetto, sale 6-4 e chiude il 1° set dopo 42 minuti di gioco.

Rune vince il 2° al tie-break

Nel 2° set il danese alla battuta rimonta da 15-30 e tiene il servizio, si parte con l'1-0 Rune. Jannik risponde tenendolo a zero con un secondo game perfetto, 1-1. Stavolta è il danese a giocare il game migliore dell'incontro, vince bene un paio di scambi contro Sinner e sale 2-1 tenendo a zero il turno di battuta: Jannik non è da meno e con servizi e dritti vincenti e serve and volley va 2-2. Il quinto game si apre con due doppi falli consecuti di Rune, il punteggio che scivola sullo 0-40 e tre palle break per Sinner che il danese è però bravo ad annullare e riuscire a conquistare il punto, sale 3-2. Nel sesto gioco uno degli scambi più belli del match vinto dall'azzurro che gli vale il 40-30 e sale 3-3 ma il danese continua a mantenere il servizio, secondo set molto equilibrato, 4-3, ed equilibrio che continua anche nell'ottavo gioco vinto da Sinner: 4-4 senza nessun break. Interessante la situazione nel nono gioco che va ai vantaggi (40-40) ma il danese gioca alla grande, 5-4. A zero risolve un game potenzialmente molto pericoloso, l'azzurro va 5-5. Incredibile all'undicesimo gioco: tre palle break per Sinner ma, come in precedenza, non riesce a sfruttarle, vince Rune salendo 6-5.

L'azzurro rimane concentrato e centrato, non concede nemmeno un 15 e si va al tie-break (6-6): Subito botta e risposta (1-1), ottima prima di Sinner (2-1) ma Rune capovolge con i servizi a suo favore (3-2). Jannik vince entrambi i turni di servizio, si va sul 4-3 ma con un passante incredibile ottiene il mini-break, 5-3. Il danese serve bene e accorcia, 5-4. Riga esterna e precisione millimetrica sul servizio, due match point per l'azzurro: il primo viene annullato con una gran giocata di Rune e viene annullato anche il secondo, 6-6. Prima vincente e set point adesso per Rune che conduce 7-6 e chiude dopo un errore di Jannik con palla sul nastro, 8-6.

La spunta Sinner al 3°

Il 3° e decisivo set inizia con i due protagonisti che tengono il servizio sui rispettivi turni di battuta: 2-1 per Sinner, quarto game vinto in rimonta da Rune con un ace, 2-2. Quinto game con una palla break per il danese, sbaglia e si va ai vantaggi, gara tiratissima, ma Jannik si porta in vantaggio 3-2. Si procede in totale equilibrio, nessuno vuole cedere un millimetro e così il danese vince un altro game con il proprio servizio, 3-3. Sinner risponde colpo su colpo, 4-3, con quattro prime palle. Adesso o mai più: Jannik ha due palle break all'ottavo game e lo sfrutta alla grande, sale 5-3 e serve per il match. Nono game con un match point sul 40-30: arriva il boato, la vince Sinner 6-3 dopo due ore e 40 minuti.

Le parole di Sinner

"Non è mai facile affrontare Rune specie in queste occasioni, sono molto contento di aver vinto. È stata una partita fisica, ci sono stati molti scambi. Ho pensato soltanto a me stesso. Stefanos sta giocando bene, vedremo cosa riuscirò a fare domani", ha dichiarato alla fine del match l'azzurro intervistato a bordo campo.

"È stata una partita difficile con un po' di alti e bassi, sono stato bravo a rimanere focus su me stesso. È stata una gara lunga, fisicamente ho dato di più, vedremo come riuscirò a recuperare per domani".

Commenti