Wwf, sull'Himalaya 350 nuove specie minacciate da cambiamento clima

Sono oltre 350 le nuove specie
scoperte dal WWf nelle regioni dell’Himalaya orientale. Un patrimonio per l'umanità vulnerabile e fragile

Roma - Il più piccolo cervo del mondo, una "rana volante", un particolare tipo di geco che vive sulla Terra da più di 100 milioni di anni. Sono tre delle oltre 350 nuove specie scoperte nelle regioni dell’Himalaya orientale: un tesoro di diversità biologica, ora seriamente minacciato dai cambiamenti del clima. L'allarme viene dato dal dossier del Wwf The Eastern Himalayas - Where Worlds Collide che riassume le scoperte effettuate dal 1998 al 2008 da una serie di scienziati appartenenti a diverse organizzazioni in un territorio che va dal Buthan e dall’India nord-orientale all’estremo nord del Myanmar, al Nepal e alle regioni meridionali della Regione autonoma del Tibet (Cina).

Un patrimonio a rischio Le ricerche, durate per un decennio in remote regioni montuose che soffrono particolarmente l’innalzamento delle temperature globali, hanno portato alla scoperta davvero spettacolare di una rana color verde brillante (Rhacophorus suffry) che utilizza i lunghi piedi rossi palmati per librarsi nell’aria, del cervo foglia (Muntiacus putaoensis), il più piccolo e antico cerbiatto del mondo dal manto bruno chiaro e occhi neri e di una specie di geco, presente sulla terra da 100 milioni di anni, scoperto in una miniera di ambra della Hukawang Valley, nelle regioni himalayane dell’estremo nord del Myanmar. "Siamo di fronte a un patrimonio di diversità culturale e biologica che è però estremamente vulnerabile e fragile - avverte Gianfranco Bologna Direttore scientifico del Wwf Italia - e che rischiamo di perdere per sempre, a meno di non agire da subito contro i cambiamenti del clima".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.