Politica
La Fontana di Trevi si ripopola di gente
Politica
2 Giugno, Mattarella: “Oggi a Codogno si ritrova la Repubblica”
Politica
2 giugno, Mattarella accolto dagli applausi a Codogno, lui saluta da lontano
Mattarella depone i fiori al cimitero di Codogno per onorare le vittime
Tajani: "Serve un progetto per rilanciare il Paese"
Meloni: “Governo sordo, abbiamo il diritto di manifestare”

Vietato essere disabili. La storia di Antonino costretto a combattere contro la burocrazia

Antonino è un disabile, si muove attraverso una moderna carrozzina elettrica. Peccato che il paese dove vive si sia dimenticato di lui e di tutti coloro che sono costretti a muoversi con una carrozzina. Gli uffici comunali non sono adeguati alle esigenze di chi ha problemi di deambulazione, ci sono scale all'ingresso dei principali uffici, porte strette e mancano il più delle volte le rampe di accesso. Dove non ci sono barriere architettoniche, ci pensa il menefreghismo di tanti concittadini. E così gli stalli riservati ai disabili, gli scivoli, le pedane elettriche e gli accessi riservati sono quotidianamente occupati abusivamente da chi non ha nessun diritto. Una denuncia che Antonino ha fatto al Giornale.it. "Purtroppo non riesco ad andare al Comune, all'acquedotto o al comando di polizia municipale - racconta -, perché spesso mi trovo davanti ad una serie infinita di scale e scalini. Se invece, non ci sono barriere architettoniche magari mancano i servizi igienici adatti ai disabili e così sono costretto a tornare a casa. Noi non chiediamo nulla se non maggiore attenzione da parte delle Istituzioni. Basterebbe poco", conclude.

Calendario eventi