Spettacoli
Maddalena Corvaglia sbotta con una passante senza mascherina: "La conosce la legge?"
Cronache
Al via High School Game At Home
Cronache
Coronavirus, 7 robot aiutano i medici dell'ospedale di Varese
Coronavirus: Wuhan, riparte il lavoro nello stabilimento Honda
Grillo all'Ue nel 2014: "Non date i soldi all'Italia, vanno alla Mafia"
Sala: "A Milano distribuiti uova e colombe negli ospedali per i bambini"

L'allarme nel centro disabili: "Qui mancano mascherine"

Centri per disabili in difficoltà, cominciano a stentare i dispositivi per la sicurezza degli operatori chiamati ad affrontare l'emergenza coronavirus. Sulla situazione è intervenuto anche il Responsabile Regionale di Aias, Associazione Italiana per l’assistenza agli spastici onlus, Remo Del Genio, focalizzando l'attenzione sul particolare caso del presidio localizzato a Cicciano. Qui le misure precuzionali sono state attivate già in conclusione del mese di febbraio con lo stop delle visite ai degenti da pate dei familiari.

“Un appello al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca affinchè arrivino urgentemente le mascherine protettive nei centri per disabili e, particolarmente, all’Aias di Cicciano, dove risiedono numerosi ragazzi e ragazze con disabilità gravissime e dove è prioritario, al pari delle altre strutture ospedaliere e sanitarie, proteggere la loro salute e quella del personale. In particolare per il centro per disabili Aias di Cicciano abbiamo richiesto le mascherine scrivendo al Presidente della Regione e al Direttore Generale dell’Asl Napoli 3 Sud, in quanto la mancanza di tali dispositivi crea uno stato di grave preoccupazione perchè esse sono indispensabili per prevenire contagi e proteggere la salute di questi già sfortunati ragazzi e ragazze” – sottolinea Del Genio, che aggiunge:

“Da quando si è presentato il primo contagio da coronavirus in Italia, i nostri centri per disabili hanno elevato il livello di attenzione disponendo che i ragazzi e le ragazze disabili non uscissero dalle strutture e i familiari, per coloro che ancora li hanno, non entrassero nelle stesse ed il personale sta lavorando con impegno e abnegazione improntando i propri comportamenti alla massima precauzione” – ha aggiunto Del Genio -, ma tutto ciò adesso non basta più, abbiamo urgentemente bisogno che le Istituzioni non ci lascino soli e che ci arrivino urgentemente le mascherine protettive”.

Calendario eventi