Cronache
Torna in manette il boss Asaro: incontri con l'ex deputato Pd
Milano
Giovani ubriachi si arrampicano sull'Arco della Pace a Milano
Migranti a spasso per Lampedusa trasgrediscono la quarantena
Roma
Quel parco giochi ostaggio dei migranti: "Così hanno sfrattato i bimbi"
Morte Morricone, l'esibizione al Senato nel gennaio 2020
Morte Morricone, quando disse: "Non voglio fare più musica per il cinema"

Traffico di migranti tra Sicilia e Tunisia: arrestato il capo della banda

Il tunisino Fahdel Moncer aveva accumulato, trafficando in tabacchi e migranti, che pagavano fino a 3mila euro per giungere in Italia, un tesoretto di 1,5 milioni di euro. I beni sono stati adesso sequestrati dalla Guardia di finanza per ordine del Tribunale di Trapani, su richiesta della Procura di Palermo: si tratta di aziende, immobili, disponibilità finanziarie, individuate e bloccate dallo Stato un anno e mezzo dopo il fermo del quarantenne tunisino, emesso per lui e altre 13 persone nel gennaio 2019 nell'ambito dell'indagine 'Barbanera'. Nel 2012 lo stesso Moncer era stato arrestato per detenzioni di armi ed esplosivi, secondo gli investigatori "verosimilmente destinati ad essere utilizzati sul territorio nazionale".