I "gretini" ora vogliono censurare chi non la pensa come loro

I "gretini" hanno lanciato una petizione online per chiedere che sui media venga censurato chi osa esporre "tesi antiscientifiche", cioè chi non la pensa come loro

La democrazia secondo i "gretini" e i seguaci del climaticamente corretto: tappare la bocca a chi non la pensa come loro, perché ciò che predicano non è scienza ma "fede" in un capo assoluto (una ragazzina di sedici anni, Greta Thunberg) la cui parola, come in tutti i movimenti populisti, non può essere messa in discussione. Annalisa Corrado, ex consulente del ministero dell' Ambiente e portavoce di Green Italia, ha lanciato su change.org una petizione - firmata anche dal metereologo Luca Mercalli - che chiede di non concedere spazio a "posizioni antiscientifiche sui media".

La richiesta dei firmatari è chiara: "Non c’è in democrazia il diritto a dare spazio alle fake-news, si tratta solo di disinformazione che aiuta l'audience o le vendite. Troviamo inaccettabile che, ancora nel 2019, invece di discutere e confrontarsi su come meglio adattarsi ai cambiamenti climatici ormai in atto (ad esempio ondate di calore e precipitazioni intense più frequenti, riduzione dei ghiacci o aumento del livello del mare), o come ridurre velocemente le emissioni di gas climalteranti in tutti i settori, si debba perdere tempo con posizioni antiscientifiche che negano l’esistenza stessa del problema o le responsabilità umane".

I "gretini" chiedono dunque la censura e che venga silenziato ogni tipo di dibattito sul tema. Non sono sufficienti le prese di posizione di studiosi di fama internazionale come Franco Prodi, Franco Battaglia, Alberto Prestininzi, Antonino Zichichi, Carlo Rubbia: no, la "scienza" è tutta con i gretini e nessuno può metterlo in discussione. Chi non si piega al climaticamente corretto va silenziato, oscurato, non deve avere spazio. Ma che concetto "scinetifico" è questo? La petizione non lascia spazio a dubbi e i "gretini" chiedono "che non venga più dato spazio a posizioni antiscientifiche, basate su opinioni di singoli e non supportate da ricerche validate dalla comunità scientifica".

Nella premessa, i firmatari osservano che la crisi climatica è ormai diventata una minaccia globale, che sta già alterando gli ecosistemi e portando impatti gravi, in particolare per i soggetti più fragili e esposti. "La comunità scientifica internazionale degli esperti di cambiamenti climatici è ormai unanime - sottolineano -e la sintesi dei suoi risultati mostrata dai rapporti dell’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change, massimo organo scientifico e istituzionale creato dalle Nazioni Unite per affrontare questo tema) parla chiaro: le attività umane hanno già alterato pesantemente il clima del nostro pianeta, e in assenza di interventi radicali e rapidi si determinerà un contesto sempre più disastroso per le specie viventi, nonché condizioni sempre più difficili e ostili per le società umane".

Eppure, proseguono, "ancora oggi leggiamo titoli di giornale palesemente fuorvianti, secondo cui il freddo di qualche giorno metterebbe in discussione il riscaldamento globale; assistiamo alla diffusione di fake-news secondo cui la comunità scientifica sarebbe divisa perché alcuni presunti scienziati sarebbero in grado di negare dati e teorie consolidate da decenni". Questa pretesa di egemonia cosa avrebbe di "scientifico"? Assolutamente nulla. Almeno che i firmatari non credano di essere più autorevoli di Franco Prodi o di Anotnino Zichichi.

Come nota il politologo Alessandro Campi su Istituto di Politica, la causa perorata da Greta e dai "gretini" è certamente nobile e grandiosa: la salvaguardia del pianeta contro il rischio – dato come imminente – della sua distruzione causata dai cambiamenti climatici. Ma come definire, se non come tipicamente populiste, le modalità attraverso le quali Greta e i suoi seguaci stanno conducendo la loro battaglia? Come spiega sempre Campi, nel fenomeno Greta Thunberg gli stilemi tipici del "populismo", sino a diventare qualcosa a metà tra una moda politico-mediatica che si fa forte della nostra cattiva coscienza e un movimento di massa che inclina verso il misticismo para-religioso, sono tutti facilmente riconoscibili. A partire dal più elementare e costitutivo d’ogni populismo: la divisione del mondo in buoni (i molti) e cattivi (i pochi). I primi sono gli abitanti del pianeta (il popolo inteso in questo caso come umanità), i secondo sono i capi di governo e gli esponenti dell’establishment finanziario e industriale mondiale.

È certamente corretto dire che buona parte degli scienziati la pensa come Greta: altrentto scorretto dire, però, che tutti la vedano così. Come abbiamo riportato nelle scorse settimane, nell'indifferenza generale 500 scienziati di tutto il mondo hanno inviato al segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, una lettera contro l’allarmismo climatico. Lanciata da Guus Berkhout, geofisico e professore emerito presso l’Università dell’Aja, l’iniziativa è il risultato di una collaborazione tra scienziati e associazioni di 13 Paesi. Pubblicato in un momento in cui l’agenda internazionale pone il clima in cima alla lista delle preoccupazioni, questa “Dichiarazione europea sul clima” ha lo scopo di far sapere che non c’è urgenza né crisi irrimediabile.

Come spiegano gli studiosi, il clima varia da quando esiste il pianeta con fasi naturali fredde e calde. La piccola era glaciale si è conclusa solo di recente, intorno al 1850, quindi non sorprende che oggi stiamo vivendo un periodo di riscaldamento”. Il caldo, intanto, cresce con un ritmo inferiore alla metà di quanto era stato inizialmente previsto e meno della metà di ciò che ci si poteva aspettare. Come sostiene inoltre il già citato Franco Prodi, intervistato dall'Huffpost, i dati che abbiamo a disposizione dicono che, dai primi anni dell’ottocento (quando sono state state impiantate le prime stazioni meteorologiche in diverse parti del mondo), la temperatura media globale è cresciuta ogni secolo di un decimo di grado. Questo è innegabile, nessuno lo contesta. Ciò che è in discussione, nella comunità scientifica, è la causa di questa crescita, afferma Prodi.

L'unica cosa che si conosce per certo, sottolinea il professore, è che "il clima terrestre è il risultato dello scambio di due flussi di fotoni: uno che dal Sole va verso la Terra, e l’altro che sale dalla Terra verso l’esterno". La Terra, sostiene, ha una temperatura di 300 gradi kelvin, circa 25,5 gradi centigradi. È come se da una parte ci fosse una lampada, e dall’altra una palla di vetro. In mezzo a esse, l’atmosfera. Dunque la temperatura della palla di vetro dipende da una molteplicità di fattori, "tra cui la distanza che c’è tra la lampada e la palla di vetro".

Commenti
Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 09/10/2019 - 15:09

Si sta costruendo un immenso castello di carte con introiti milionari destinato, però, a crollare alla prima folata di vento. Tempo al tempo...

routier

Mer, 09/10/2019 - 15:09

Solo gli sciocchi non hanno mai dubbi.

agosvac

Mer, 09/10/2019 - 15:18

Purtroppo non c'è niente da fare. Una volta è stata la Chiesa a negare la Scienza inquisendo Galileo. Oggi è la piccola greta che insegna la Scienza agli scienziati. Ci sarebbe da ridere se non fosse una vera tragedia!!!

Ritratto di Fanfulla

Fanfulla

Mer, 09/10/2019 - 15:18

I novelli nazi, stanno gettando la maschera......

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 09/10/2019 - 15:21

routier - 15:09 Appunto!

Rixga

Mer, 09/10/2019 - 15:22

Il neoambientalismo isterico è l'oppio dei popoli. O meglio forse è l'acido dei popoli, l'oppio credo non sia più tanto amato come la religione.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 09/10/2019 - 15:22

Veri seguaci di Popper... Ogni teoria, per definirsi scientifica, deve essere falsificabile... Ma qui sembra trattarsi di verita' assoluta. Inaccettabile.

cgf

Mer, 09/10/2019 - 15:28

dov'è la novità? in perfetto stile bolscevico, tappano la bocca e gridano sempre più forte perché alla fine qualcosa rimanga.

Calmapiatta

Mer, 09/10/2019 - 15:32

Mica solo i "gretini".....Basta vedere cosa sta accadendo in Italia dove, un pensiero unico sta pian piano sottomettendo il paese.

Giorgio Colomba

Mer, 09/10/2019 - 15:35

Il mondo in balìa di una mocciosa eterodiretta per interessi di bottega: la situszione è grave ma non seria.

lonesomewolf

Mer, 09/10/2019 - 15:40

Mia cara Greta, altrimenti conosciuta come gretina (piccola Greta), faresti meglio ad occuparti alla tua eta' di cose piu' adatte ad essa, ad un fidanzatino, ad esempio, con cui occupare meglio il tuo tempo e sognare il tuo stesso futuro. Goditi la vita giovane, che passa velocemente...

timoty martin

Mer, 09/10/2019 - 15:58

Greta la smetta di rompere e torni a scuola. Ormai hai rotto!

VittorioMar

Mer, 09/10/2019 - 16:00

...se questi pensano di fare GUERRA o modificare la NATURA...si accorgeranno della SUA POTENZA !!!..la NATURA non conosce "TEMPO"...l'UOMO SI !!

ROUTE66

Mer, 09/10/2019 - 16:28

ED ECCO SERVITA LA NUOVA DEMOCRAZIA,CHI NON A PENSA COME NOI DEVE ESSERE ZITTITO. Non è una novità.OGGI SULLA 7 tale FARINETTI,DICHIARA,perchè far votare TUTTI,bisogna cambiare,VOTINO SOLO CHI A STUDIATO(grosso modo questo è il suo pensiero). PENSATE CHE SALTO AL"INDIETRO se nel 46 si fosse ragionato in QUESTO MODO,il PC sarebbe stato un partitino. INFATTI GRANDE PARTE DEL SUO ELETTORATO ERA COMPOSTO DA TANTI LAVORATORI MA CON POCHISSIMO STUDIO. CHE DICI FARINETTI.CHE DICI GRETA

Ritratto di Walhall

Walhall

Mer, 09/10/2019 - 16:37

Invito tutti i gentili lettori a stare tranquilli, non riusciranno a fare nulla. Sarebbe come tornare al tempo dell'Inquisizione con Galileo Galilei. Non solo io, ma molti imprenditori del settore di tutto il pianeta, laureati in ingegneria e totalmente scettici sul Global Warming antropico, stiamo lavorando seriamente da anni per creare energia pulita al fine di ridurre lo smog che causa seri danni alla salute umana e all'ambiente. Alla soglia dei 60 anni, se qualche raggazzina/o senza un dottorato e studi specifici mi venisse a censurare perché non credo al riscaldamento antropico ma solo al mio serio impegno per la riduzione degli inquinanti umani attraverso l'ingegneria, lascio la mia scrivania e gli faccio sedere davanti ai softwares di progettazione per farmi istruire sulle soluzioni con pretesa di ricevere risposte matematiche esaustive. Ricordo che in Svezia, Scania, Ikea e le miniere di Kuruna, sono tra i peggiori mostri ambientali. Nessuno ne parla.

kayak65

Mer, 09/10/2019 - 16:39

greta i tuoi compagni di classe studiano e si acculturano. tu rimani al palo convinta delle tue idee inculcate solo per fare soldi. ignoranza contro sapienza. e' il sol vil denaro. a proposito come sei tornata dgli usa? con aereo o zattera

tormalinaner

Mer, 09/10/2019 - 16:50

Non capisco perche danno spazio a una bambina ignorante e fanatica che diffonde allarmi da fine del mondo, senza alcun senso scientifico come è stato dimostrato da 500 scienziati. Purtoppo il fanatismo è un virus che si diffonde rapidamente e causerà tanti guai.

paolone67

Mer, 09/10/2019 - 16:58

L'IPCC e Greta mi sembrano come le pulci sul cane che pretendono di governare dove va il cane.

paco51

Mer, 09/10/2019 - 16:59

deve andare a scuola data l'età e non rompere ! altro non dico ma lo penso!

cabass

Mer, 09/10/2019 - 17:24

Certo che Greta abbigliata da indiana, sembra proprio una santona quale è ormai considerata dai suoi fans! :-))))

stefi84

Mer, 09/10/2019 - 17:27

La fede e il fanatismo contro la scienza (la vera scienza verifica e si metet sempre in dubbio), che vogliono imporre il loro pensiero.

pinosala

Mer, 09/10/2019 - 17:44

Il grande castello mediatico basato sul (quasi) nulla comincia a vacillare e gli occupanti, sapendo benissimo di non poter controbattere con argomenti sensati, chiedono di zittire l'interlocutore.

mzee3

Mer, 09/10/2019 - 17:44

Chi ha letto quello che ha detto Rubbia ha capito che questo articolo è sbagliato. Ma si sa, in italia almeno il 25% degli italiani è ignorante strutturale e questo articolo è stato scritto per poter vendere qualche copia in più esaltando l'ignoranza contro la scienza. Nulla è più devastante dell'ignoranza.

Renadan

Mer, 09/10/2019 - 18:04

I Cretini??????imbecilli.....datevi alla play station che e' piu sana

manson

Mer, 09/10/2019 - 18:05

Ma basta con la mercificazione di immagine di questa ragazza che dovrebbe farsi curare da un buon neurologo la sua sindrome autistica. Visto che è minorenne dovrebbe essere tolta alla famiglia e affidata ai servizi sociali svedesi

Trifus

Mer, 09/10/2019 - 18:06

Walhall 16:37 concordo con lei, ma non mi sento comunque tranquillo. Non sono tranquillo perché “Gretina” e suoi seguaci di fatto fanno un gran polverone e ci distraggono dai reali problemi del pianeta, l'inquinamento e il sovraffollamento. Sono preoccupato perché l'uomo mentre nel passato pensava di essere stato cattivo e di conseguenza gli dei gli mandavano le calamità, oggi ha fatto un salto di qualità, si è sostituito agli dei ed è lui che condiziona il clima e si manda i castighi. Di fronte a tali scemenze, alla credulità ed alla portata mediatica che hanno queste scemenze, non mi sento affatto tranquillo.

QuasarX

Mer, 09/10/2019 - 18:10

In realta' le uniche notizie antiscientifiche sono le loro visto che ad oggi non esiste un unico studio serio che dimostri cio' che affermano

savonarola.it

Mer, 09/10/2019 - 18:21

Perché stupirsi? Anche qui da noi chi non la pensa alla maniera dei rossi viene fatto passare per stupido o reazionario. Questa è la filosofia dei compagni.

polonio210

Mer, 09/10/2019 - 18:51

Ma come sono umani questi "gretini"non hanno proposto,per fortuna,il gulag o il campo di sterminio per coloro che non la pensano come loro.Ma diamo tempo al tempo e ne vedrete delle belle. E' proprio vero:"LA MADRE DEI "GRETINI" E' SEMPRE INCINTA.

Giorgio Rubiu

Mer, 09/10/2019 - 18:52

Non ne so abbastanza ma so che l'Era Glaciale più antica è apparsa centinaia di migliaia di milioni di anni fa,quando l'uomo non era ancora apparso sulla terra,nemmeno nella sua forma più primitiva di preominide. E alle glaciazioni hanno fatto seguito le lentissima ritirate dei ghiacci.L'uomo inquinante (e qui la Greta ed i suoi seguaci confondono l'inquinamento con le mutazioni climatiche che sono tutt'altra cosa) sarebbe arrivato solo a metà dell'Ottocento con la Rivoluzione Industriale.Credo che la "deglaciazione" iniziata dopo l'Era Glaciale sia ancora in atto e non mi stupirei se prima o poi,alla fine del ciclo, dovesse esserci un'altra Era Glaciale e tutto ricominciasse da capo.Ma questa volta,dopo la scomparsa dei grandi rettili e l'avvento dei mammiferi,ci sarà la scomparsa dei mammiferi e l'avvento degli insetti che si evolveranno come hanno fatto,a suo tempo,i mammiferi.Ci sarà una Rivoluzione Industriale dovuta agli insetti evoluti? Chi lo sa?

Korgek

Mer, 09/10/2019 - 19:02

Mz3ee in effetti il pd è al 21% delle preferenze, se poi sommiamo leu, +Europa e trotzkisti vari arriviamo giusto al tuo 25%. Però!

ilrompiballe

Mer, 09/10/2019 - 19:21

mzee3 : si limiti a parlare per sé. Evidentemente Lei è in possesso di un attestato di sapienza. Comunque ricordi che ignorante è chi non sa di non sapere. Per sua consolazione le dirò che negli anni '70 c'era chi era convinto che saremmo tutti morti congelati : i soliti "scienziati". E consideravano ignoranti quelli come me, che non ci credevano.

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Mer, 09/10/2019 - 19:38

Beh, avete veramente una faccia tosta voi di IL GIORNALE: mi avete censurato ogni mio commento garbato tutte le volte che difendevo Greta.

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Mer, 09/10/2019 - 19:48

Questo è il mestiere del diavolo: gonfiare palloni che poi gli vengono a suo tempo fatti scoppiare.

Ritratto di mailaico

mailaico

Mer, 09/10/2019 - 20:11

Gratina prima gretona oggi.

19gig50

Mer, 09/10/2019 - 20:17

Vi rendete conto delle stro@nzate che dicono???

jeffwalker

Mer, 09/10/2019 - 20:18

Sembra l'U.R.S.S. che arrestava o faceva rintanare chi non era d'accodo col regime. Mi dispiace per i ragazzini plagiati a cui non viene spiegata cos'è la coerenza.

ziobeppe1951

Mer, 09/10/2019 - 20:36

DEMOKRAZIA GRETINA

Luigi Farinelli

Mer, 09/10/2019 - 21:32

Gli scienziati veri saranno imbavagliati per legge e dovranno dire che 2+2 non fa più 4 secondo logica (uno dei valori assoluti che hanno fatto uscire l'umanità dalle caverne) ma ciò che uno vuole nell'Era Relativista dove chi è più ixxxxxxxe può passare da scienziato e guai contraddirlo. L'era del rincoglionimento mediatico di massa dove il cervello non deve più essere usato, perchè bastano pochi "illuminati" a pensare per tutti. Gli stessi che fabbricano le Greta e le Carole. Sono orgoglioso di essere rimasto sovranista, "fascista", "xenofobo", "razzista" se questo significa non essere confuso con la genia di decelebrati come quelli che hanno applaudito Carola al Parlamento Europeo o, all'ONU, parevano pendere dalle labbra di una bambina che ancora se la fa addosso. Ma che mondo stiamo realizzando per i nostri nipoti se ormai coi media venduti come pxxxxxe al Pensiero Unico sostituiamo l'ideologia più demenziale alla ragione e al buonsenso?

ptck135

Mer, 09/10/2019 - 21:40

Finalmente si autocensureranno vista la loro impreparazione scientifica sui cambiamenti ti climatici. Ho una domanda per loro....le sole eruzioni vulcaniche quanto incidono sul clima?

Luigi Farinelli

Mer, 09/10/2019 - 21:48

Da farsela addosso al sentire pseudo-scienziati del Pensiero unico affannati a far credere che il livello del mare (quale, quello riferito all'ellissoide medio di Gaus-Boaga o quello del famoso "albero delle Maldive"??) stia salendo. Negli anni '70 andava di moda il "raffreddamento", poi hanno cominciato a dire che il pericolo è opposto per pochi decimi di grado di aumento della T. C'era, alle Maldive, da moltissimi anni un albero presso la riva a dimostrare che il livello marino è sempre lo stesso (nonostante le paure del presidente delle Maldive che, allarmato, aveva indetto un consiglio dei ministrisott'acqua per attrarre l'attenzione del mondo). Uno scienziato VERO, convocato, lo rassicurò, con scorno degli pseudo-ecologisti. I quali, per tagliare la prova della loro imbecillità, tagliarono pure il povero albero secolare.

Anticomunista75

Mer, 09/10/2019 - 22:52

una bambinetta con la sindrome di Asperger che riesce a muovere milioni di persone in tutto il mondo. Quando l'ho vista piangere mentre accusava mezzo mondo di voler togliere il futuro ai giovani devo ammettere che mi ha terrorizzato. Sembrava una delle gemelline di Shining, solo più folle.

hectorre

Mer, 09/10/2019 - 22:53

i talebani del clima.....credo alle parole di uno scienziato di fama mondiale, un tal Zichichi, non l’ultimo arrivato!!!....ha confermato che il riscaldamento climatico è imputabile all’uomo solo per il 5%, il restante 95% dipende dal sole....o dobbiamo ascoltare una ragazzina autistica manovrata da chissà quale lobby mondiale!...suvvia un po’ di serietà e buonsenso....

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Gio, 10/10/2019 - 00:30

La palla di vetro ahahAhah bellissima! Prima Murano! Ahahah

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Gio, 10/10/2019 - 00:33

"VOTINO SOLO CHI A STUDIATO" vince!

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Gio, 10/10/2019 - 00:36

Walhall tu non esisti. Sei fake.

Ritratto di glucatnt73

glucatnt73

Gio, 10/10/2019 - 00:44

Il nuovo nazismo che sta invadendo il mondo.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Gio, 10/10/2019 - 06:57

La velocità della luce non la puoi scegliere a maggioranza. Nella scienza non si tratta di essere pro o contro qualcosa ma pro o contro la scienza stessa.

Sadalmelik758

Gio, 10/10/2019 - 08:35

Il drammatico non è questa 16enne autistica che porta avanti le sue(???) teorie pseudoscientifiche ma la massa di "gretini" che la seguono. Posso capire gli studenti che per non andare a scuola farebbero di tutto ma persone di una certa importanza che l'ascoltano.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Gio, 10/10/2019 - 15:53

Egregio stamicchia, anche la costanza della velocita' della luce nel vuoto e' parte di una teopria falsificabile. La scienza vera procede per dubbi e verifiche, non per postulati. Lo screditare teorie perche' non in linea con le mode del momento, come si fa in questo caso, e' un atto di fede, ma non scienza.