Savona attacca Mattarella: "Grave torto: è processo alle intenzioni"

Paolo Savona attacca Mattarella dopo il veto sulla sua nomina a ministro dell'Economia: "Ho subito un grave torto dalla massima istituzione del Paese"

Lo avevano annunciato, ed ecco il comunicato di Paolo Savona. Il professore "anti euro" fa trapelare la sua irritazione dopo il veto imposto da Mattarella sulla sua salita al ministero dell'Economia.

"Ho subito un grave torto dalla massima istituzione del Paese.- dice Savona in una nota pubblicata su scenari economici - sulla base di un paradossale processo alle intenzioni di voler uscire dall’euro e non a quelle che professo e che ho ripetuto nel mio Comunicato, criticato dalla maggior parte dei media senza neanche illustrarne i contenuti". Le dure parole del professore si sommano così alle richieste di impeachment avanzate da Fratelli d'Italia e M5S contro Mattarella.

Sul suo nome, in fondo, si è arenato il nascituro governo Conte (ormai abortito). Ieri sera, mentre si consumava la drammatica crisi politica e istituzionale, Savona era stato intercettato poco prima di entrare a casa e si era detto dispiaciuto per quanto stava accadendo. Non è bastato il suo comunicato nel pomeriggio di domenica a rassicurare il Colle sul suo "piano B" di uscita dall'euro dell'Italia.

E così in un nuovo comunicato Savona prova a spiegare quanto successo: "Insieme alla solidarietà espressa da chi mi conosce e non distorce il mio pensiero - si legge - una particolare consolazione mi è venuta da Jean Paul Fitoussi sul Mattino di Napoli e da Wolfgang Münchau sul Financial Times". Il professore riporta dunque quanto scritto dai due giornalisti, spiegando che "il primo, con cui ho da decenni civili discussioni sul tema, afferma correttamente che non avrei mai messo in discussione l’euro, ma avrei chiesto all’Unione Europea di dare risposte alle esigenze di cambiamento che provengono dall’interno di tutti i paesi membri". Nessuna Italexit, dunque. Ma una riforma della struttura dell'Ue. In che modo? Savona lo spiega nella nota: "Si sarebbe dovuto svolgere secondo la strategia di negoziazione suggerita dalla teoria dei giochi che raccomanda di non rivelare i limiti dell’azione, perché altrimenti si è già sconfitti, un concetto da me ripetutamente espresso pubblicamente. Nell’epoca dei like o don’t like anche la Presidenza della Repubblica segue questa moda".

Del commento di Münchau, invece, il professore riporta la teoria secondo cui "la moneta europea è stata mal costruita per colpa della miopia dei tedeschi". In fondo nei suoi scritti Savona lo aveva già detto che "il piano dei tedeschi è quello dei nazisti". "La Germania - continua ora nella nota Savona, riportando il pensiero di Münchau - impedisce che l’euro divenga come il dollaro 'una parte essenziale della politica estera'. Purtroppo, egli aggiunge, il dollaro ha perso questa caratteristica, l’euro non è in condizione di rimpiazzarlo o, quanto meno, svolgere un ruolo parallelo, e di conseguenza siamo nel caos delle relazioni economiche internazionali; queste volgono verso il protezionismo nazionalistico, non certo forierodi stabilità politica, sociale ed economica".

Il resto del comunicato è un duro affondo contro chi ha posto veti sul suo nome. "L’Italia - scrive il professore - registra fenomeni di povertà, minore reddito e maggiore disuguaglianze. Il 28 e 29 giugno si terrà un incontro importante tra Capi di Stato a Bruxelles: chi rappresenterà le istanze del popolo italiano? Non potrà andarci Mattarella, né può farlo Cottarelli. Se non avesse avuto veti inaccettabili, perché infondati, il Governo Conte avrebbe potuto contare sul sostegno di Macron, così incanalando le reazioni scomposte che provengono dall’interno di tutti indistintamente i paesi-membri europei verso decisioni che aiutino l’Italia a uscire dalla china verso cui è stata spinta". E così, conclude Savona, "si tratta di decidere se gli europeisti sono quelli che stanno creando le condizioni per la fine dell’UE o chi, come me, ne chiede la riforma per salvare gli obiettivi che si era prefissi".

Commenti

Una-mattina-mi-...

Lun, 28/05/2018 - 18:07

CON I GENI DI BRUXELLES LA POVERTA' ASSOLUTA IN ITALIA NEGLI ULTIMI 10 ANNI è PIU' CHE RADDOPPIATA: DAL 3,9% ALL'8,4% DELLA POPOLAZIONE. O E' "PERCEZIONE" ANCHE QUESTA?

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 28/05/2018 - 18:18

Quel che lei sostiene, egregio professore, è a mio avviso corretto. Ma se il P.d.R. ha - come si vocifera - due consiglieri come i massoni Draghi e Visco (così li definisce il massone Magaldi nel suo libro Massoneria, società a responsabilità illimitata a pag. 448) cui lei è inviso da tempo, c'è poco da fare. L'unica azione che può intraprendere è di sottolineare nel programma dei 5s, il suo essere europeista, ma che l'attuale Ue vada cambiata per mantenere un rapporto paritario fra gli stati membri. Rapporto che ora tutto è meno che paritario per l'Italia. Lei deve far spazio nel cuore della gente e in questo modo potrà ottenere un buon risultato.

MOSTARDELLIS

Lun, 28/05/2018 - 18:25

Come fare a dargli torto? Perché Mattarella si è irrigidito su uno scritto di anni fa senza nessuno sbocco pratico e attuale?

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 28/05/2018 - 18:27

Savona, ma per favore, ma crede veramente che il profilo di un politico si crei nei tempi supplementari a risultato acquisito? Lei ha passato la vita a predicare contro Euro e UE, e ora una cartella redatta probabilmente da Casaleggio dovrebbe rovesciare la percezione della sua natura? Acca` nisciun'e` fesso, professo'...

moichiodi

Lun, 28/05/2018 - 18:46

....non voleva uscire dall'euro? Allora è stato usato dai due Boys. Perché nel contratto non era scritto che non era in discussione l'uscita dall'euro?

killkoms

Lun, 28/05/2018 - 19:06

ha dubitato della sacralità dell'€!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 28/05/2018 - 19:28

in Italia quelli con le palle non sono ben voluti. Il manichino insipido si è spaventato per il nulla. Povera Italia tra politica e istituzioni siamo allo sfascio totale.

Anonimo (non verificato)

VittorioMar

Lun, 28/05/2018 - 19:33

...QUANTI CONSIGLIERI FRAUDOLENTI CI SONO IN GIRO....!!!

giangar

Lun, 28/05/2018 - 20:13

Eh no, caro Prof. Savona. Qui sta l'ambiguità e la pericolosità di fondo della sua posizione. Lei dice "vado in Europa, tratto e, se le mie condizioni non vengono accettate, scatta il piano B cioè esco dall'euro o magari lo minaccio come rafforzativo della mia trattativa." Questo non significa trattare; chi tratta deve innanzitutto garantire il riconoscimento dell'oggetto della trattativa. Magari, ha consigliato lei ai due giovanotti di togliere dal contratto ogni riferimento all'uscita dall'euro, per dissimulare meglio che il piano B era in realtà il piano A.

giovanni951

Lun, 28/05/2018 - 20:15

lunga vita a Savona

Unodeitanti...

Lun, 28/05/2018 - 20:28

pravda99 ... ma rilegge ciò che scrive o è in carattere con il nickname che si è scelto ... ?. Stia bene !

Ritratto di Riky65

Riky65

Lun, 28/05/2018 - 20:55

MMMMMM Savona , anzi l'ex ministro del governo Ciampi 1993 non attacca nessuno e spiega le sue ragioni e si difende lui dall'attacco che gli è stato sferrato dal colle! Leggete la lettera e poi tirate le conclusioni!!!!!!

Ritratto di Riky65

Anonimo (non verificato)

Ritratto di pinox

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

nunavut

Lun, 28/05/2018 - 21:35

@ pravda99 non sono Savona ma ricordo benissimo le discussioni con la parentela che aveva come bibbia Repubblica ero contro la moneta unica (ora ci sarebbero meno problemi) ero contro ad una associazione nella quale i partecipanti non avessero le stesse leggi (pensionistiche incluse),stessa polizia,stesso esercito e che tutti pagassero la loro quota pro capite per le spese incorse nel governare l'associazione,loro più intelligenti accettarono tutto( a quel momento,1 marco = 1 euro, 1 marco=990 lire ma 1 euro=1937 lire tout un aubain pour les italiens) sperando nelle parole del prodi:lavorerete 4 giorni (certo perché scarseggia il lavoro) e guadagnerete di + in realtà solo miseria. Ora la parentela non blatera + di tanto.

Controcampo

Lun, 28/05/2018 - 22:07

@Una-mattina-mi-...: Vero! Il livello di povertà in Italia è raddoppiato, ma non per colpa di Bruxelles, bensì per l'incapacità dei governi italiani. Le stesse normative UE valgono per la Germania, Francia, Norvegia, Olanda, Svezia e altri paesi del Nord, che però non registrano impoverimenti come in Italia. Anzi, nei paesi scandinavi è cresciuto il potere di acquisto. Come mai?

Gianni11

Lun, 28/05/2018 - 23:01

La morte dell'UE e' la vita delle nazione e dei popoli d'Europa. L'UE e' stata create per distruggere le nostre nazioni e i nostri popoli. O l'UE o l'Italia; non ci sono vie di mezzo. Uscire dall'UE e' l'unica maniera di sopravvivere come nazione e come popolo. L'UE ci vuole cancellare, non solo come nazione ma addirittura come popolo tramite un'invasione CONTINUA dall'Africa. Svegliaaaaa!

kyser

Mar, 29/05/2018 - 02:05

è inutile è da una vita che se ascolti tutto il discorso fatto da queste persone senti parlare di rinegoziazione, di mettere in discussione l'europa per migliorarla perché così non va bene, ma poi il titolo dei giornali è sempre un riassunto che estremizza quanto hanno detto. Sembra che vogliano farci credere che l'europa non può cambiare, o dentro a queste condizioni o fuori, quando in realtà se solo volessimo avremmo la possibilità, specie se insieme ad altri stati membri, di migliorare molte cose.

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Mar, 29/05/2018 - 07:17

E' questo il punto: Libertà di Opinione, di Pensiero, si chiama. Negata e calpestata solo nelle Dittature. Sinistre o Destre, non fa differenza. Va indagato esattamente su questo il responsabile. Chiunque sia.

lavieenrose

Mar, 29/05/2018 - 07:56

Prof. la prego basta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! La smetta di farsi usare come clava dal salvy in stile flingstones. Non ce la vedo nei panni di Wilma dammi la clava.

lavieenrose

Mar, 29/05/2018 - 08:19

prof. la invito caldamente ad esporre le sue idee ad un'assemblea di artigiani e imprenditori piccolo-medi del lombardo veneto e modenese che esportano in Germania. Lei è un esimio professore con tanto di incarichi prestigiosi, ma avrebbe tutto da imparare da loro, anche se magari glielo dicono in dialetto e con molti "ma va in mona" di intercalare

01Claude45

Mar, 29/05/2018 - 08:20

Ricordare il PIANO KALERGI adottato dalla MASSONERIA per ottenere il COMANDO SU TUTTI I POPOLI RENDENDOLI SCHIAVI. A quando una bella legge per CONDANNARE A MORTE I MASSONI E GLI SPECULATORI FINANZIARI? Altra soluzione IMMEDIATAMENTE APPLICABILE: "metter fuori legge tutte le associazioni, anche onlus, anche ecclesiastiche che danneggiano i popoli; proibire alla finanza SPECULAZIONI nei mercati finanziari con vendite e/o acquisti allo scoperto e per non più di 100.000,00 €/giorno". Per NPL obbligo ricercare chi ha usufruito di prestiti bancari senza restituirli e FARGLIELI RENDERE ovunque li abbiano spostati, utilizzando anche la TORTURA per l'esecutore e i suoi prossimi che ne hanno goduto fino alla resa del maltolto.

cicero08

Mar, 29/05/2018 - 08:43

ma sui giornali di oggi ci sono retroscena che parlano di fase avviata per la stampa delle nuove lire...

Beaufou

Mar, 29/05/2018 - 08:51

Mi sto convincendo sempre più che il prof. Savona sarebbe stato l'uomo giusto in questa congiuntura, al contrario di quanto penso di Mattarella, inadeguato, pavido e preoccupato solo di salvare lo status quo, che a lui va benissimo (a noi no, ma di noi cittadini a Mattarella non importa una mazza).

lisander

Mar, 29/05/2018 - 09:40

Come mai Savona usa per rispondere il sito Scenari Internazionali?

lisander

Mar, 29/05/2018 - 09:46

Complimenti: se c'è un paese a cui interessa distruggere l'unità europea e quindi la Ue, questa é la Russia. Per Savona, che senza gran fantasia copia l'idea del 1989 di Akio Morita lo scomparso fondatore della Sony, e di Shintarō Ishihara ex presidente confindustria giapponese "Japan that can say no", la Germania sarebbe guidata da un Hitler senza esercito. Così preferisce l'egemonia di Putin, che ha accordi con l'Afd e (organici) con la Lega. In Germania ci sono 700 mila italiani. E non sembra che stiano male.

peter46

Mar, 29/05/2018 - 10:30

controcampo...Come mai?Come mai invece prima di 'sparare' non passi dalla wiki e gli chiedi se tutti coloro che hai intenzione di 'accalappiare' dentro l'euro 'ci sono o ci fanno'?Ferma restando l'incapacità dei governi italiani succedutisi,certo,e non dimenticando il 'servilismo' degli stessi verso partner europei.E nessuno escluso,se pensiamo che nel ppe che governava,la forza in maggioranza,'ai bei tempi',era il berlusconismo italiano che è stato solo capace di farsi fare 'i sorrisini in diretta' merkeliani,invece di 'incidere' o 'sparigliare' le carte appunto come forza maggiore dentro lo stesso ppe.Ma poi sicuro che la differenza di cambio,oltre alla 'libertà berlusconiana di 'applicazione' del cambio,non abbia fatto la sua parte sulla... povertà degl'italiani?

Jon

Mar, 29/05/2018 - 12:34

@lisander..Perche' la Stampa del Regime non lo permette e CENSURA..!!