Aiuta un automobilista ma viene ucciso senza pietà

La tempesta Jonas sta provocando numerosi danni negli Usa. I cittadini cercano di aiutarsi, come Jefferson Heavner, che accortosi di un incidente stradale, abbandona il suo camion per andare a salavare un automobilista. Ma viene ucciso con una raffica di spari

Voleva aiutare gli automobilisti bloccati dalla tempesta Jonas. Ma è stato ucciso da una raffica di colpi di pistola. Ora il mondo si sta mobilitando per il figlio di 17 mesi che è rimasto da solo.

La tempestata Jonas sta piegando gli Stati Uniti e molti cittadini si sono messi in moto per cercare di risollevare il Paese. Ma la storia di Jefferson Heavner non ha un lieto fine.

Il 26enne del North Carolina è alla guida di un tir, quando si accorge di un incidente stradale. Prontamente scende per aiutare un automobilista, Marvin Jacob Lee. Il ragazzo, temendo l'arrivo della polizia, balza fuori dalla sua vettura e inizia a sparare contro Jefferson Heavner. Heavner muore per le numerose ferite riportate.

I testimoni hanno raccontato che l'assassino "aveva un atteggiamento aggressivo". Nonostante Jefferson Heavner fosse riverso a terra, Marvin Jacob Lee ha continuato a sparare e, all’arrivo della polizia, si è barricato nella sua auto. Per prenderlo e arrestarlo sono stati necessari un mezzo blindato e una squadra speciale.

La storia di Jefferson ha commosso tutti. L'uomo, single e padre di un bambino di appena 17 mesi, è stato ribattezzato "il buon samaritano". Gli amici e i parenti, sconvolti dal dolore, hanno creato una pagina in sua memoria che servirà anche per raccogliere fondi per il figlio Brentlee.

Annunci

Commenti
Ritratto di tomari

tomari

Dom, 24/01/2016 - 18:21

Sicuramente Marvin Jacob Lee non verrà rilasciato il giorno dopo,come succede in Italia. La magistratura USA ha un ben altro spessore!

Ritratto di SAXO

SAXO

Dom, 24/01/2016 - 22:51

Poveraccio che sfiga!

Marzio00

Lun, 25/01/2016 - 10:47

IO mi auguro che non gli diano la pena di morte ma l'ergastolo in modo che possa pensare ogni giorno della sua vita quanto male ha fatto.