Unar, l'ente che finanzia le orge gay e aveva censurato la Meloni

L'Unar finisce al centro delle polemiche dopo il servizio de Le Iene. Petizione online per chiedere le dimissioni del direttore. E nel 2014 censurò Giorgia Meloni

L'Unar, quello sconosciuto. Dell'esistenza dell'Ufficio nazionale anti-discriminazioni razziali (che fa riferimento al dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, quindi a Palazzo Chigi, cioè al governo) fino a ieri non ne era al corrente quasi nessuno. A parte i dipendenti, i diretti interessati, le associazioni che si sono attaccate alle sue mammelle per succhiare finanziamenti statali e Giorgia Meloni.

Meloni censurata

Già, proprio Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d'Italia, infatti, nel settembre del 2015 si trovò nella cassetta della posta una letterina proveniente dall'Unar. Si trattava di un richiamo formale scritto per i toni usati in pubblico in tema di immigrazione. L'ente coglieva "l’occasione per chiedere" alla Meloni "di voler considerare per il futuro, l’opportunità di trasmettere alla collettività messaggi di diverso tenore" sui migranti. Magari che fossero a favore dell'immigrazione. In sostanza una censura bella e buona, scritta su carta intestata, vidimata dalla Presidenza del consiglio e firmata da Marco De Giorgi. La leader di FdI protestò, lanciò una petizione con l'hashtag "Bavaglio di Stato", Matterella definì l'invasione di campo "anomala", e Palazzo Chigi chiese spiegazioni, anche se poi a Montecitorio Maria Elena Boschi difese l'operato dell'Unar. Tutto poi finì nel dimenticatoio. fino al servizio realizzato ieri dalle Iene.

Cos'è l'Unar

Andiamo per gradi. Per capire di cosa si occupa veramente l'Unar bisogna guardare il suo sito: l'Ente "ha la funzione di garantire parità di trattamento fra le persone", "di vigilare sull’operatività degli strumenti di tutela vigenti contro le discriminazioni" e di "contribuire a rimuovere le discriminazioni fondate sulla razza e l’origine etnica". Tutto e niente. E così organizza iniziative contro il razzismo, contro la violenza e per favorire "l'inserimento lavorativo per persone con disabilità". Il registro delle associazioni che si sono accreditate presso l'Unar è lungo: molte conosciute, altre meno note. Tutte ugualmente interessate ad ottenere finanziamenti pubblici in un sistema che però non sembra garantire gli adeguati controlli. Come rivelato dal servizio de Le Iene, infatti, nei locali di una delle associazioni gay che hanno ottenuto il finanziamento statale (55mila euro) in realtà si organizzano orge ed è diffusa la prostituzione. Altro che attività culturali contro le discriminazioni razziste, omofobe e via dicendo.

La petizione online

Intanto i movimenti cattolici si sono mobilitati con una petizione online per chiedere le dimissioni del direttore dell'Unar, Francesco Spano. A preoccupare i sottoscrittori, tra cui Generazione Famiglia, non è solo quanto emerso dal filmato delle Iene, ma anche il fatto che "l'Unar sia uno degli organi con cui maggiormente collabora il Ministero dell'Istruzione per introdurre nelle scuole dei nostri figli e nipoti progetti e attività sull'accettazione delle diversità". Ovvero la famigerata ideologia gender. "Se l'Unar non controlla con precisione l'attività degli enti a cui destina decine di migliaia di fondi pubblici - si legge nell'appello online - è lecito chiedersi se non ometta pure di controllare l'attività delle associazioni di cui agevola l'ingresso nelle classi di bambini e ragazzi. Con dubbi raccapriccianti...".

Commenti

mutuo

Lun, 20/02/2017 - 15:41

Un Ente inutile che andrebbe chiuso quanto prima.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Lun, 20/02/2017 - 16:03

fra i clienti penso che abbondino deputati e senatori

routier

Lun, 20/02/2017 - 16:43

"La superiorità morale della sinistra al governo" (Sic)!

27Adriano

Lun, 20/02/2017 - 16:47

Sembra un bunga bunga ministeriale, con tanto di deputati, senatori. Il buon Nicolino, era per caso socio onorario? Gli in-cassi dove finivano?

Martinico

Lun, 20/02/2017 - 16:47

Siamo ancora alle spese inutili tipo monopolio delle banane.

tonipier

Lun, 20/02/2017 - 17:16

"QUANTO CI COSTANO QUESTI ENTI DI GROSSI CALABRONI?" La dissociazione fra i fattori od elementi della produzione, l'odio, l'odio e la lotta di classe non possono che preparare ed accelerare il regresso delle società nazionali.

Perlina

Lun, 20/02/2017 - 17:17

Moralmente diversi. O per bene o per niente. Non hanno mezze misure.

Zizzigo

Lun, 20/02/2017 - 17:29

Il governo statalista vieta al popolo di fargli concorrenza nelle imprese più illegalmente redditizie? Lo stato premia i burocrati che escogitano le soluzioni più subdole per soddisfare i propri vizi primari e quelli delle sue classi dirigenti?

venco

Lun, 20/02/2017 - 17:29

La sinistra ha sempre rappresentato l'immoralità comune, nonché l'anarchia e la "modernità" dei costumi, negativi.

maurizio50

Lun, 20/02/2017 - 17:46

UNAR? Un bordello di Stato per frequentatori omosessuali, pagato dai contribuenti. Un'altra delle mirabolanti realizzazioni dei governi catto-comunisti!!!

paco51

Lun, 20/02/2017 - 18:10

dicono che tra un po' alcune isole saranno piene!

Ritratto di francesco.finali

francesco.finali

Lun, 20/02/2017 - 18:21

Ma roba da matti. Ma che schifo! Un ente, pagato e mantenuto da noi, per difendere i clandestini (ed è così, perchè allora dovrebbero intervenire anche nei casi di anziani e malati ITALIANI ma nessuno lo conosce), sotto l'ala della Boschi e del governo PD, nella totale anarchia ed assenza di regole e controlli. E questi, dovrebbero TUTELARE i nostri figli? Ma basta prendersi per il culo. Gli affari PD sono solo macchine mangia soldi a sbafo. Dovrebbero dimettersi tutti in massa o essere rimossi tutti in massa.

Giorgio Colomba

Lun, 20/02/2017 - 18:28

Sinistra di "botta" (gay) e (mal)governo.

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Lun, 20/02/2017 - 18:32

E di conseguenza aumentano le tasse, le accise, le mortificazioni più assurde per imprenditori seri, studiosi onesti e ragazzi irreprensibili. Il mondo komunista è fatto di froci, puttane e negri. Con la benedizione di Franceschiello e dei suoi accoliti. Amen

Ritratto di Cianna

Cianna

Lun, 20/02/2017 - 18:36

ecco perchè odiano berlusconi perchè è eterosessuale e non omosex

Fjr

Lun, 20/02/2017 - 18:37

Eddai alla fine erano solo attività cul-turali, e tutti ne traevano giovamento certo con la cul-tura e il portafoglio degli italiani,certo che così sono bravi tutti a fare gli ac-cul-turati

claudioarmc

Lun, 20/02/2017 - 18:40

Come si dice "pezzi di mxxxa" in cinese antico?

routier

Lun, 20/02/2017 - 18:45

Ce ne ricorderemo alle prossime elezioni. Non tutti gli elettori sono di memoria corta.

Tarantasio

Lun, 20/02/2017 - 18:49

@mutuo: d'accordo, associazione grigia pura espressione di lobbies, finanziata dai cittadini, contro la volontà e contro gli interessi dei cittadini, blah... -t

Luigi Farinelli

Lun, 20/02/2017 - 20:45

E' quasi divertente constatare come, finalmente, realmente e "diversamente" addormentati, si stiano accorgendo di che cosa si nasconda dietro organizzazioni laiciste e istituzioni (dalle "Pari" Opportunità e Ministero dell'Istruzione). Le tasse dei cittadini italiani (ed europei) a diffondere, all'insaputa dei cittadini stessi, il gender nelle scuole per plagiare il cervello dei nostri ragazzi, la propaganda pansessualista e omosessualista e tutto l'armamentario dell'ingegneria sociale per trasformare gli individui in androgini. A cosa servano questi "uomini nuovi" costruiti a tavolino non occorre ripeterlo perché è ormai chiarissimo a chi non ha portato ancora il cervello all'ammasso del Pensiero Unico. Chi non l'ha ancora capito farebbe bene a svegliarsi.