Le mani della Merkel sul Made in Italy

Soltanto nel 2014 sono 18 le imprese tricolore acquistate dalla Germania. Si può ancora parlare di Made in Italy?

Dopo i francesi e i cinesi, adesso arrivano i tedeschi. Il Made in Italy è in vendita. I nostri gioielli parlano una lingua che non è più quella italiana. Come ha ricostruito l'Huffington Post, soltanto nel 2014 sono 18 le imprese tricolore acquistate dalla Germania. Dalle motociclette Mv Augusta alla Ducati, dalla trevigiana Happy Fit alla bergamasca Clay Paky, dalla bolognese Egs, specializzata in protesi digitali e 3D per odontoiatria, aerospaziale e automotive alla milanese Ettore Cella, specializzata in termostati per l’industria chimica.

Se prima a farla da padrone erano i francesi (si pensi alle acquisizioni di Parmalat, Galbani, Eridania, Bulgari, Gucci, Bottega Veneta, Pomellato, Loro Piana e Edison) insieme con i cinesi (che a piccoli passi hanno comprato di tutto in Italia: dall'energia alle banche passando per le automobili), adesso le mani della Merkel arraffano i nostri gioielli. E lo fanno in modo più silenzioso con "strategie diverse dalle classiche acquisizioni crossborder francesi, cinesi o americane" e "puntando direttamente al cuore pregiato del made in Italy, la piccola media impresa con buoni prodotti e tecnologia inserita nelle filiere internazionali che la crisi rende sempre più esposta alle operazioni ostili", come scrive Alfieri sull'Huffington Post.

E se a questo quadro si aggiunge che dal 2008 a oggi sono quasi mille le aziende che sono passate in mani straniere, ecco che la situazione del nostro Made in Italy è davvero precaria. I motivi sono moltemplici: i proprietari italiani devono avere a che fare ogni giorno con una politica fortemente penalizzante, con dei sussidi esagerati, con infrastrutture decadenti e tasse sempre più alte. E per molti il gioco non vale più la candela. 

Commenti

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 06/12/2014 - 16:19

no, non è vero che berlusconi l' abbia definita troppo onore e troppo odore: berlusconi non l' avrebbe mai fatto perché troppo educato ed appassionato a cose belle per lasciarsi trascinare in asserzioni ineducate: molti media lo hanno accusato di questo epiteto ed evidentemente lui ha lasciato correre l' immaginazione di chi leggeva dato che in fondo promuoveva questa signora che a parte colpi di stato a suo favore o a sfavore dell' italia, null' altro sa fare

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 06/12/2014 - 16:19

evidentemente renzi sta a guardare

unosolo

Sab, 06/12/2014 - 16:23

e ancora crediamo che il PD è Italiano ? cosa ha fatto per la crescita ? chi ha voluto ad ogni costo l'EURO , chi ha portato per primo i nostri imprenditori in CINA ? domande risposte ? ci siamo suicidati grazie alle frottole di certi politici o politicanti che si sono arricchiti e mantenuti tutti i diritti e vitalizi , le leggi se le sono fatte su misura. MA cambierà il vento ? troppo tardi , ci costerebbe troppo riassorbire certe aziende storiche.

Agostinob

Sab, 06/12/2014 - 16:24

Sono veramente articoli da weekend, inutile prendersela. Se si riflettesse si capirebbe che nessuno viene qui a violentarci per portarci via le aziende, come su tutti i quotidiani viene scritto quando ne parlano. Se gli stranierei comprano vuol dire che gli italiani vendono. Se non vendessero, gli altri non potrebbero comprare. E se vendono vuol dire che non possono andare avanti; che hanno difficoltà e dovrebbero magari chiudere. Caso mai riflettiamo del perché un così grande numero di marchi importanti e di aziende si ritrova a dover vendere. Non sarà perché lo Stato Italia se ne frega di loro e li ammazza o li porta sull'orlo del baratro? Forse abbiamo trovato il motivo.

untergas

Sab, 06/12/2014 - 16:26

magari si comprassero l'italia intera: almeno inizierebbe a funzionare qualcosa!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 06/12/2014 - 16:31

L'è tutta colpa di Berlusconi,direbbe Prodi.Od è il contrario? Eppure era così semplice,bisogna non entrare nell'euro,rimanere con la nostra liretta.La Germania tagliava i costi di produzione? noi svalatavamo la lira.Ed esportavamo la metà del manufatturiero in Germania.Poi venne Prodi presidente,quello che da candidato,girava con l'aereo deìi callisto Tanzi,quello della Parmalat,data ai francesi della Lactis.Con Monti si sono presi la Ducati,ma non solo.Cosa si sono presi,si prenderanno con cicciobello Renzi. Nel 2011,Confindustria ed IL Sole 24Ore,erano a festeggiare la caduta del cavaliere.Gli affari sono affari,bellezza.L'Italia se la rise,adesso se la piange.Bellezza.

moichiodi

Sab, 06/12/2014 - 16:32

il solito giornalismo dalla poltrona. come ha scritto il sole24ore, come ha scritto libero, come ha scritto il fattoquotidiano o huffington post. non è la merkel che mette le mani sulle nostre imprese. non può farlo un governo. è il capitalismo, bellezza! il capitalismo in un mondo globalizzato. Ma al al giornale gli interessa il solito commento: per i nostri imprenditori "il gioco non vale più la candela". La vale solo per gli STUPIDI tedeschi o francesi o altri(alitalia,piombino, taranto ...) che invece comprano!

Ritratto di 0011001

0011001

Sab, 06/12/2014 - 16:33

GRAZIE MAFIA, GRAZIE P2

vince50

Sab, 06/12/2014 - 16:42

Ciò che conta è prendere atto che noi siamo sempre esenti da colpe,siamo retti corretti onesti.Se siamo in vendita alla stregua delle peggiori puttane da quattro soldi,la colpa è inevitabilmente dei tedeschi cinesi oppure di chiunque altro.

Ritratto di Amsul Parazveri

Amsul Parazveri

Sab, 06/12/2014 - 16:44

Gli ultimi tre governi hanno spianato le Alpi a spese nostre, per favorire la discesa dei Vandali e un altro sacco di Roma!

untergas

Sab, 06/12/2014 - 16:49

nella società capitalistica, chi ha soldi compra e chi ne ha bisogno vende: non farebbero la stessa cosa gli imprenditori italiani qualora ne avessero convenienza(e la possibilità economica)? Dov'è lo scandalo?

J.S.Mill

Sab, 06/12/2014 - 17:09

untergas, anche lei con il suo cinismo di maniera, non va oltre il suo naso. Gl'imprenditori italiani sono disillusi, depressi, massacrati dal fisco e dalle difficoltà economiche. Perchè dovrebbero sobbarcarsi sacrifici sovraumani senza motivazione ed entusiasmo? Badi che tutta la classe media è in queste condizioni. Infatti non va più a votare e non spende.......Ed il treno si ferma!!!!!!!

Giacinto49

Sab, 06/12/2014 - 17:27

Una fortuna per le aziende acquistate.

vince50_19

Sab, 06/12/2014 - 17:44

agostino b - "E se vendono vuol dire che non possono andare avanti; che hanno difficoltà e dovrebbero magari chiudere.." etc. Se ha trovato il motivo non mi pare che questo non sia un articolo così campato in aria, semmai si constata un'emorragia continua di imprese che diventano proprietà di capitali esteri, la cui colpa risale naturalmente al governo che non incentiva la crescita in casa nostra, che stanga le p.m.i. che sono il motore dell'economia italiana. Tutto per favorire grossi gruppi industriali stranieri che, in avvenire, faranno il proprio comodo in casa nostra. Se questo sembra essere l'avvenire della nostra economia, c'è sul serio di che preoccuparsi. Evidenziarlo non mi pare così fuori luogo.. Se ha notato in questi ultimi anni, c'è un refrain che si ripete puntualmente al cambiamento di ogni governo: la crescita ci sarà fra sei mesi.. Andando avanti di questo passo ci ritroveremo con una valutazione afferente un rating N.C., da paese africano non emergente..

unosolo

Sab, 06/12/2014 - 17:48

se vendo è per mancanza di lavoro e il fermo della edilizia ha distrutto un sistema che portava lavoro a tutta la Nazione , svendere vuol dire rovina ecco dove siamo arrivati , le case non valgono il prezzo che sono state pagate e le tasse peggiorano l'acquisto ed ecco che svendiamo tutto , almeno chi può ovviamente , prima che sia tardi.

J.S.Mill

Sab, 06/12/2014 - 18:05

unosolo, sono d'accordo con lei (anche nelle virgole). La perdita del valore immobiliare privato ammonta a 1250 miliardi di euro. Il peso delle tasse e dei costi di condominio sono diventati INSOPPORTABILI dalla classe media. Meno male che c'è ancora qualcuno che compra gli appartamenti e le imprese(da cercare con il lanternino, però). Sono gl'ultimi fuochi poi spegneremo la luce. Grazie Sinistra; alla fine ci sei riuscita a rovinare completamente questo paese.

J.S.Mill

Sab, 06/12/2014 - 18:09

unosolo, sono stradaccordo con lei, anche nelle virgole. La perdita del patrimonio immobiliare privato dal 2011 al 2014 ammonta a 1250 miliardi di euro. Chi può vende, anzi svende!!!!!!

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 06/12/2014 - 19:21

Questo è il sogno, dei Tedeschi, AVERE IL MADE IN ITALY, FABRICATO IN GERMANIA!!! A dire la verità, è dagli anni cinquanta, (50), che ci stanno provando, MA, LE MATERIE PRIME, NON SONO LE STESSE !!!

killkoms

Sab, 06/12/2014 - 19:22

grazie al mortadella e a monti!

Ritratto di caribou

caribou

Sab, 06/12/2014 - 20:53

Basta guardare quello che accade nella nostra capitale per capire che siamo dei venduti! Fortunate le aziende che riescono a salvarsi, avranno un futuro migliore!

Ritratto di combirio

combirio

Sab, 06/12/2014 - 21:00

In fondo come vuole il pensiero COMUNISTA diventeremo noi Italiani ( che in tanti casi facciamo scuola agli altri ) di buon gusto, intelligenza, passione, per il proprio lavoro esattamente dei perfetti dipendenti al soldo della Merkel, dei Cinesi, dei Francesi, e compagnia cantando. C' era in fondo da aspettasserlo dai sinistri. Dopo che hanno prosciugato i bilanci di Banche, Enti, Assicurazioni, c'è stato il salto di qualità, da parte loro si sono buttati sulla svendita dei nostri prodotti delle case e sul guadagno della tratta degli immigrati per far soldi. Sempre ovviamente con un occhio, salvaguardando i diritti dei lavoratori.

Gianca59

Sab, 06/12/2014 - 21:01

E che c' è di male ? Abbiamo degli imprenditori che sanno fare affari solo alla mafiosa e che in un contesto quale l' attuale non sanno affrontare I mercati internazionali. Per fortuna intervengono gli stranieri a salvare aziende e posti di lavoro ....

Klotz1960

Sab, 06/12/2014 - 21:49

I tedeschi hanno orgoglio nazionale. Noi nessuno, come dimostrato dallla persecuzione di Berlusconi. Meritiamo di essere una colonia.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 06/12/2014 - 22:55

Se è per questo, anche la Fiat non è più italiana da un bel pezzo! Come la Opel, è americana. L'ho già detto in un'altra occasione: l'Italia non dovrebbe più produrre niente, ma dovrebbe essere il faro per tutta l'umanità. Ogni azienda rimane italiana, se dentro c'è l'estro italiano, il gusto delle finiture superbe, la qualità dei materiali scelti, la capacità unica nella lavorazione: patrimonio esclusivo degli italiani. E tutte queste qualità l'Italia dovrebbe esportarle nel mondo e farsi pagare profumatamente. Arte, cultura, religione, sensibilità, estro: nessuno al mondo è migliore di noi e quindi facciamo fruttare le nostre doti e lasciamo pure agli altri il compito della produzione e della quadratura dei bilanci (anche se pure come banchieri abbiamo insegnato a tutto il mondo come si fa!). Tra l'altro, nessuno sarà mai in grado di copiarci, perché certe doti o le hai o non le hai...l'Italia le ha. Basta farle fruttare.

Ritratto di gangelini

gangelini

Sab, 06/12/2014 - 23:21

Tutta la sinistra dovrebbe essere processata per "Concorso esterno in Disastro Economico". Non esiste? Ma se si sono inventati il reato di "Concorso esterno in associazione mafiosa", in più ad personam. Meditate gente meditate, non pensate con il bacino.

gianni59

Dom, 07/12/2014 - 03:22

che strano, noi non ce la facciamo e invece i tedeschi che comprano riescono ad avere a "che fare ogni giorno con una politica fortemente penalizzante, con dei sussidi esagerati, con infrastrutture decadenti e tasse sempre più alte."....boh....

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Dom, 07/12/2014 - 07:29

Poco a poco, grazie ai nostri stramaledetti governanti, ed altrettanti sindacalisti, stanno smontando l'Italia.

Marcoulpiotraiano

Dom, 07/12/2014 - 08:26

Tasse, tasse e ancora tasse senza avere in cambio niente. Servono solo e unicamente per pagare gli stipendi degli INUTILI per antonomasia, i ladri di stato ovvero i dipendenti pubblici. Tutti? 99,9%, non meno.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 07/12/2014 - 09:38

Al Popolo Italiano, per salvarsi dai farabutti che si perpetuano al Governo del Paese, resta solo da sperare che la Germania si compri tutta l'Italia! Sarà difficile, visto che i Tedeschi sono sempre stati attenti a ridurre la propria mxxxa e non ad importarla!

buri

Dom, 07/12/2014 - 12:02

siamo una massa di coglioni, ci consegniamo volutamente nelle mani degli stranieri, e poi ci lamentiamo, abbiamo solo quello che vogliamo, dei padroni|| ecco cosa vogliamo, non abbiamo le palle per andare avanti per conto nostro

killkoms

Dom, 07/12/2014 - 12:21

@gianca59,salvare posti di lacvoro il katz!diciamo che in germania tutti (politici,magistrati,imprenditori)lavorano per la "krante germania",mentre da noi a seconda di chi è al governo si sabota!quale magistrato tedesco avrebbe fermato un'azienda come l'ilva o inquisito membri delle forze dell'ordine per i respingimenti dei clandestini africani?la nostra ipocorta magistratura che pensa solo alle sue sacre attribuzioni,lo ha fatto!