La guerra della Casa Bianca all’asse tra il Cav e Mosca

Mentre a Bengasi scoppiava la rivolta, Medvedev firmava accordi con l’Eni per i diritti di un pozzo in Libia: uno sgarro per Obama. Quante "coincidenze" contro il Cav

Se vivete di pane e complotti, il 15 febbraio 2011 vi sembrerà una congiunzione fatidica e fatale. Se non ci credete, godetevi le bizzarrie del destino e della storia. Quel giorno tra Mosca, Bengasi e Milano si compiono tre avv enimenti chiave, apparentemente slegati tra loro. Nella capitale russa, il consigliere del Cremlino Sergei Prikhodko annuncia l’arrivo a Roma del presidente Dmitry Medvedev per la firma di uno storico contratto con l’Eni,destinato ad aprire le porte della Libia al gigante del petrolio russo Gazprom.

 A Milano, nelle stesse ore, il giudice per le indagini preliminari Cristina Di Censo deposita il rinvio a giudizio per gli imputati del processo Ruby. A Bengasi, invece, scoppiano i disordini che spingeranno la Nato all’intervento militare e all’eliminazione di Gheddafi.

 Nessuno quel giorno può intravvedere la minima correlazione fra i tre eventi, destinati a determinare l’emarginazione internazionale dell’allora presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e portarlo alle dimissioni.

 Le conseguenze del processo Ruby e della rivolta di Bengasi sono ormai chiare.

 Quelle dell’annuncio di Mosca, seppure meno trasparenti, sono fondamentali per comprendere perché i legami intessuti dal governo Berlusconi con Mosca e Tripoli fossero un ostacolo agli interessi di alcuni importanti«alleati»dell’Italia. L’accordo firmato dal presidente Medvedev, a Roma il 17 febbraio 2011, mentre a Bengasi già infuriano gli scontri, garantisce il passaggio a Gazprom della metà dei diritti di sfruttamento, detenuti per il 33 per cento da Eni, del pozzo libico di El Feel. Quel giacimento non è una risorsa come le altre. Scoperto nel 1997 da un consorzio internazionale partecipato dall’Eni, e battezzato Elefante per le sue dimensioni, il pozzo, situato a 800 chilometri a sud di Tripoli, custodisce circa 700 milioni di barili di greggio. È insomma una delle più importanti riserve della nostra ex colonia. La cessione di un sesto di quel greggio a Gazprom, la compagnia petrolifera considerata il braccio armato di Mosca nella guerra per l’energia tra Russia e Stati Uniti, viene visto come uno sgarro dell’Italia alle politiche energetiche dell’Europa e della Casa Bianca. Uno sgarro frutto degli stretti legami d’amicizia in­tessuti da Silvio Berlusconi con Vladimir Putin e Muhammar Gheddafi. Per capire perché l’accordo sul pozzo di El Feef diventa la goccia capace di far traboccare il vaso spingendo i nostri alleati a eliminare Gheddafi e a ridimensionare Berlusconi, bisogna far un salto indietro al 3 novembre 2003. Quella notte un’operazione organizzata dal Sismi di Niccolò Pollari, d’intesa con Cia e MI6 britannico, porta alla scoperta nelle stive del portacontainer «Bbc China», da po­co attraccato nel porto di Taranto, di un importante carico di frequenziometri, pompe, tubi di alluminio e altre parti essenziali per assemblare le centrifughe destinate all’arricchimento dell’uranio. Quel carico destinato a Tripoli diventa la «pistola fumante» sufficiente a provare i tentativi del Colonnello libico di dotarsi di armi nucleari. La «pistola fumante» viene subito usata da Cia e MI6 per mettere Gheddafi con le spalle al muro e convincerlo a rinunciare ai suoi programmi nucleari garantendogli, in cambio, la fine delle sanzioni e la ripresa dei rapporti commerciali con l’Occidente.

 La capacità dell’Italia di assicurarsi le più importanti commesse libiche, grazie ai rapporti tra Berlusconi e il Colonnello, finisce con il mettere in crisi il patto siglato tra le banchine di Taranto. I primi a soffrire e a lamentarsi sono gli inglesi. Sir Mark Allen, l’uomo dell’MI6 mandato a fine 2003 a gestire la resa di Gheddafi, si ritrova a dovergarantire la liberazione dello stragista di Lockerbie, Abdul Baset Ali al Meghrai, per assicurare alla Bp un contratto da 54 milioni di sterline.

 Berlusconi nel frattempo inanella accordi assai più fruttuosi, usando esclusivamente il rapporto personale con l’estroso dittatore libico. Il malessere di Londra resta confinato finché la Casa Bianca resta nelle mani di un George W. Bush e di un’amministrazione repubblicana disposti ad accettare le politiche «parallele» dell’alleato italiano in cambio della collaborazione a livello internazionale, dell’impegno in Iraq e Afghanistan e degli stretti rapporti intessuti con Israele. Lo scenario cambia bruscamente agli inizi del 2009, quando lo Studio Ovale passa nelle mani di Barack Obama e dell’amministrazione democratica. Con il cambio d’inquilino, cambiano anche strategie e obbiettivi. Le costanti frizioni con il premier israeliano Benjamin Netanyahu spingono gli strateghi democratici a definire un’ardita politica di avvicinamento ai Fratelli Musulmani. Dopo averli frettolosamente identificati come la forza emergente pronta ad abbracciare la democrazia e ad accettare, grazie all’aiuto del Qatar, le politiche di Washington, i teorici liberal di Obama scommettono su di loro per sostituire quei dittatori fulcro delle strategie americane in Medio Oriente e Nord Africa. La nuova alleanza, oltre a rendere marginale il ruolo d’Israele, sancisce una svolta nell’ambito dello scontro energetico con la Russia. Il Qatar, nemico dell’Iran sciita e quinto produttore mondiale di gas, diventa- nei piani messi a punto dai think tank democratici - uno dei tanti tasselli destinati impedire a Gazprom e a Mosca di egemonizzare le forniture energetiche all’Europa.

 Nell’ambito di questa nuova strategia anche l’Italia di Berlusconi si trasforma in un ostacolo da spianare. E a farlo capire, sollecitando inchieste segrete capaci d’innescare accuse di corruzione e interesse privato ben peggiori di quelle piovute su Berlusconi un anno dopo, ci pensa il segretario di stato democratico Hillary Clinton. «Preghiamo di fornire qualsiasi informazione sulle relazioni personali tra il primo ministro russo Vladimir Putin e il premier Silvio Berlusconi. Quali investimenti personali, potrebbero aver indirizzato le loro politiche economiche ed estere», scrive un lungo cablogramma segreto, diventato pubblico grazie a Wikileaks , in­dirizzato a fine di gennaio 2010 dalla segreteria di stato di Washington alle ambasciate di Mosca e Roma. La Clinton chiede insomma a diplomatici e a servizi segreti di fornirgli delle prove da usare contro l’«alleato » Berlusconi e contro il «nemico » Putin. Cosa vuole fare con quelle informazioni il capo della diplomazia americana? Come intende utilizzarle? A chi vuole passarle? Forse non lo sapremo mai. Ma sappiamo che, in quel gennaio 2010, all’assalto giudiziario contro Berlusconi si aggiunge la guerra internazionale.

 (3- continua)

I leader mondiali e le trame anti Cav

I segreti indicibili della guerra a Berlusconi

Commenti
Ritratto di Gigliese

Gigliese

Gio, 06/06/2013 - 09:40

Gli Americani mandano i loro soldati SOLTANTO dove c'è certamente un loro vantaggio Nazionale. Altro che altruismo e Libertà. Chi non è in accordo con i loro interessi è un nemico da combattere, in qualunque modo.

deluso

Gio, 06/06/2013 - 09:40

anfetamine?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 06/06/2013 - 09:46

ecco qualcosa viene fuori adesso. poi non dite che noi complottiamo. siete voi ed altri a complottare ! sapeste voi, quante volte gli americani ci hanno scippato?? mattei non vi dice nulla? fu per questo!! mattei si era allargato troppo, e l'hanno ucciso per questo!

Ritratto di frank.

frank.

Gio, 06/06/2013 - 09:47

Eh già, il famoso complotto internazionale/giudaico/massone/planetario/intergalattico e comunista (ah no, stavolta Putin è dei vostri)!!

baldo1

Gio, 06/06/2013 - 09:48

che ridere, quante risate!! E intanto il Paese muore! La storia attesterà che la sbornia provocata da questo incommentabile berlusconi in milioni di perfetti ingenui e stolti itaGliani ci hanno rovinato.

cgf

Gio, 06/06/2013 - 09:50

Accordi con una nazione appena di la dal mare, un Paese che ha bisogno di tutto, non solo di autostrade, ospedali, case, ma di tutto e pagava in contanti e petrolio.... e lascia che faccia campeggio un paio di notti a aRRoma!! Però i nostri ALLEATI erano invidiosi e non hanno voluto.... per invidia hanno ucciso altri umani e speso milioni, ancora oggi nessuno sa come andrà a finire in Libia, fortissimo è il rischio di infiltrazioni di Al-Qaeda, nel frattempo hanno fatto un grosso favore ai fratelli mussulmani in Egitto (questo potevano evitarlo). La Germania ha anche il coraggio di lamentarsi se gl'immigrati vanno da loro? poteva essere il contrario sia per loro che Francia/GB, ma l'invidia..

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 06/06/2013 - 09:56

Certo, ora ci sono tante coincidenze, ma le stesse coincidenze per il processo Ruby sono invece casualità. Concordo comunque con Gigliese, è ormai chiaro come si muovono gli USA.

swiller

Gio, 06/06/2013 - 09:57

Meglio cento volte i Russi agli americani e inglesi.

kingdavid

Gio, 06/06/2013 - 09:58

....adesso ve ne siete accorti che dietro tutte le rogne del Cavaliere, giudiziarie e non, c'e' lo zio Sam ?.....questi campioni di democrazia sono fautori anche del tradimento del grande statista Fini corrompendolo pesantemente......Cosa mai ci si puo' aspettare da chi si ammazza i propri Presidenti, si abbatte le torri gemelle, stermina un popolo indiano,uccide 500.000 persone lanciando due ordigni nucleari a guerra finita.......

fedez

Gio, 06/06/2013 - 10:03

Questo articolo contiene la pura, chiara, coerente e cristallina verità sugli avvenimenti degli ultimi anni. E' talmente veritiero che stupisce che sia stato pubblicato... elezioni imminenti?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 06/06/2013 - 10:03

obama è un democratico. perciò risponde all'aiuto chiesto dalla sinistra italiana (appunto... i democratici, che neanche tanto lo sono!!!) e che fanno questi americani? complottano! ma non dicevate che eravamo noi a vedere complotti ovunque? :-)) ecco la prova! comunisti di merda!!!

Ritratto di tulapadula

tulapadula

Gio, 06/06/2013 - 10:03

Si chiama politica esters. Se non sei capace di capirla puo' succedere di rischiare facendo scelte azzardate e poi di rimanerci in mezzo. Berlusconi non è ne sarà l'ultimo a cadere per questo. Ha scommesso sulla Russia e il suo gas. Se fosse andata bene sarebbe diventato il salvatore della patria... ma non è andata come previsto e quindi adesso paga. Quando si fanno scelte radicali puo' accadere di sbagliare. Il basso profilo paga meno in caso di successo e chiede meno in caso di fallimento. Credo fosse una scelta consapevole e non credo che sia molto decoroso adesso lamentarsi del fatto di essere stato "gentilmente accompagnato all'uscita".

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 06/06/2013 - 10:09

Non c'è niente di paggio, e mai c'è stato, dei democratici americani. Oggi, di ieri e di domani. Sono peggiori dei comunisti e dei nazisti perché sono stupidi. Ma proprio stupidi.

laima

Gio, 06/06/2013 - 10:10

La visibilità di Berlusconi a livello internazionale ha dato molto fastidio in Europa e in USA, perciò doveva essere ridimensionato. Mattei insegna e noi distratti da stupidaggini vogliamo vedere solo la camera da letto di un uomo di 70 anni, e per tutto ciò di cui è accusato avrebbe dovuto trascorrere tutto il suo tempo in arti amatorie, impossibile anche per chi soffre di priapismo! In definitiva libici stavano molto meglio con Geddafi e anche noi tutti. Hanno usato anche la stampa di de Benedetti e quella più, più visibile di Murdoch per distruggere Berlusconi e portare l'Italia dov'è con l'aiuto del venduto Fini, della nostra magistratura e dei bossbdella politica comunista Italiana ed Europea, ....che Berlusconi sia sopravvissuto a tutto ciò è un miracolo, dimostra che è un grande Leader,ma perché Italiano doveva essere fermato, hanno trovato un aiutino nei nostri comunisti che odiano l'Italia e amano solo gli intrallazzi per continuare a mungere le vacche grasse, ma ore le vacche sono magre!

Giorgio1952

Gio, 06/06/2013 - 10:11

Vent'anni di trame è forse una nuova saga di fantapolitica, dopo Paolo Guzzanti anche lei la alimenta. Forse lei vive di pane e complotti ma "immaginari", perchè il 15 febbraio 2011 tra Mosca, Bengasi e Milano si compiono tre avvenimenti che non hanno alcuna relazione tra di loro : la firma di un accordo per l'energia, la rivolta in Libia ed il processo Ruby. Io ho una data certa il 5 aprile 2011 giorno in cui il parlamento vota la mozione in cui si sostiene che Berlusconi credeve che Ruby fosse nipote di Mubarak mozione definita da Pecorella ex difensore di Berlusconi una "vergogna per la Camera". Questa è una delle coincidenze che non quadrano nelle difese di Berlusocni, perchè ormai era noto a tutti che Ruby fosse marocchina e non aveva nulla a che fare con il presidente egiziano. Le altre strane coincidenze sono quelle di pagare persone che sono testimoni ai processi contro Berlusconi, di pagare parlamentari per sostenere i governi, di corrompere giudici, di evadere il fisco e falsificare bilanci. Queste sono le coincidenze che Berlsuconi dovrebbe chiarire agli italiani.

laima

Gio, 06/06/2013 - 10:11

La visibilità di Berlusconi a livello internazionale ha dato molto fastidio in Europa e in USA, perciò doveva essere ridimensionato. Mattei insegna, e noi distratti da stupidaggini vogliamo vedere solo la camera da letto di un uomo di 70 anni, e per tutto ciò di cui è accusato avrebbe dovuto trascorrere tutto il suo tempo in arti amatorie, impossibile anche per chi soffre di priapismo! In definitiva libici stavano molto meglio con Geddafi e anche noi tutti. Hanno usato anche la stampa di de Benedetti e quella più, più visibile di Murdoch per distruggere Berlusconi e portare l'Italia dov'è con l'aiuto del venduto Fini, della nostra magistratura e dei boss della politica comunista Italiana ed Europea, ....che Berlusconi sia sopravvissuto a tutto ciò è un miracolo, dimostra che è un grande Leader,ma perché Italiano doveva essere fermato, hanno trovato un aiutino nei nostri comunisti che odiano l'Italia e amano solo gli intrallazzi per continuare a mungere le vacche grasse, ma ore le vacche sono magre!

pgbassan

Gio, 06/06/2013 - 10:15

Certi particolari non li conoscevo, ma il grosso della questione sì. Il governo Berlusconi (e principalmente la sua persona) ha consolidato i rapporti economici con la Libia, tramite il dittatore tanto odiato Gheddafi (ma che in effetti era il meno feroce e più stabilizzante di altri). Poi i rapporti commerciali con la Russia hanno fatto precipitare l'avversione degli USA contro l'Italia. Assieme alla Francia anche gli USA hanno sempre puntato al petrolio libico. Le sette sorelle petrolifere non dimentichiamo hanno fatto fuori un certo Enrico Mattei. La guerra scatenata dalla Francia insieme alla Gran Bretagna per l'intervento "umanitario" in Libia contro le presunte stragi volute dal regime libico (10.000 morti, rivelatasi una bufala denunciata subito tra l'altro dal senatore Roberto Castelli e dal giornalista padre Piero Gheddo, esperto di missioni e paesi arabi) è stata supportata dal premio nobel per la Guerra di nome Barak Obama. (Mi dicono premio nobel per la Pace!!!). E guarda tu, il nostro (mio? NO) presidente della Repubblica Giorgio NapoletANO, ha appoggiato in pieno e da subito la guerra, spingendo il governo italiano a concedere le basi militari e poi a entrare in conflitto (contro i nostri interessi). Ma i compagni pur di affondare governi nemici sono disposti a danneggiare la nazione. Tipo l'uccidere i partigiani bianchi che si opponevano all'avanzata dei comunisti jugoslavi nella zona orientale col PCI che faceva sponda e fomentava il tutto.

usarelatesta

Gio, 06/06/2013 - 10:17

Cari amici del "Giornale". Ho commentato in passato alcuni articoli del prof. Brunetta contestando (da un punto di vista tecnico) le affermazioni riguardo CHI fosse il responsabile della mancata crescita dell'Italia negli ultimi dieci anni, della crescita delle TASSE, della spesa pubblica corrente, del debito pubblico, della mancanza di riforme etc. Non ho letto alcuna replica. Leggo invece, ancora oggi, su questo quotodiano e sul suo fratello "Libero", articoli contro l'euro, sul suo cambio errato e suicida voluto da Prodi, sul fatto che siamo diventati tutti più poveri... ma non ho ancora letto una riga di spiegazione tecnica e finanziaria che giustifichi queste affermazioni. Ricordo a tutti che Berlusconi dichiarò, in una trasmessione di "Porta a Porta" del gennaio 2006 che se fosse stato lui a decidere, il cambio sarebbe stato fissato non a 1936,27 lire per un euro ma a 1500. Vorrei che qualche lettore (o esperto) scrivesse qualcosa a supporto di queste tesi...vi avverto però che dovrete essere convincenti in quanto mi occupo di finanza da oltre 20 anni. Vengo infine all'articolo di oggi. L'unica riflessione che mi viene in mente è che, purtroppo, è stato permesso a un miliardiario proprietario di televisioni, giornali, banche e assicurazioni, di una vasta rete organizzata di pubblicitari, di entrare in politica, senza avere quelle regole - presenti in ogni democrazia OCCIDENTALE - che impediscono tutto ciò per i chiari rischi di manipolazione dell'opinione pubblica che ciò comporta. Ecco... invece di dare agli italiani le risposte alle domande che ho scritto prima, (e di spiegarci come possa aver fatto Berlusconi, con tutti i danni che ha subito in questi anni a causa della politica, ad essere oggi 18 volte più ricco del 1994) scrivete la trama del prossimo film di James Bond e la sbattete in prima pagina come fosse una cosa vera... Che dire... ripeto quello che ho già scritto in passato: leggete più libri e guardate meno la televisione... vi fa male. PS Attendo spiegazioni tecniche circa il cambio lira euro.

Giapeto

Gio, 06/06/2013 - 10:25

Finalmente un'articolo che relaziona gli eventi allo scenario geopolitico. Chissà quando si potrà dire che anche la guerra in Siria, come lo è stata quella in Libia, è una guerra contro Putin.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Gio, 06/06/2013 - 10:28

Mal comune mezzo gaudio.... negli usa sono nella menta come noi e peggio di noi. Inteso che ci sono usa e usa... Gli states di Bush e quelli dell'abbronzato, uno mette la rete lungo il confine l'altro la taglia! Noi invasi dallo scolo africano et simila loro con le cloache sudamericane. Di quali usa stiamo parlando? Ai tempi di George era una storia adesso con hussein il feeling potrebbe esserci con veltroni Yes we can! Si si se pò fà.

meverix

Gio, 06/06/2013 - 10:29

Non so su cosa sia basato questo articolo. Ad ogni modo parlando tra amici (anni fa) mi chiesero perchè, secondo me, Berlusconi aveva rapporti di amicizia con Putin, Gheddafi, il presidente algerino, Mu Barak...gente non proprio raccomandabile. Premesso che non sono berlusconiano risposi: noi come paese, energeticamente parlando dipendiamo da paesi terzi e quelli più vicini a noi sono quelli del nord Africa e, per il gas, anche dalla Russia. Non possimo permetterci screzi con questa gente perchè, purtroppo, se ti tagliano i rifornimenti siamo (tutti) nella merda. Gli americani possono incazzarsi quanto gli pare, ma noi dobbiamo sopravvivere, visto che la nostra politica energetica di autosufficienza è andata a farsi friggere grazie anche ai Verdi e a tutti i cacasotto del nucleare.

Libertà75

Gio, 06/06/2013 - 10:31

Terza puntata e anche il Micalessin non fa cenni ai soldi che i centroeuropei hanno tentato di rubare dalle tasche dei russi tramite il furto perpetuato nelle banche cipriote. Comunque bisogna essere ottimisti, francotedeschi hanno perso ogni belligeranza contro i russi, la storia si ripete, meglio stare con il vincitore preannunciato.

Massimo Bocci

Gio, 06/06/2013 - 10:31

Coincidenze???? Prove provate!!!! Fino a quando il PIZZO dell'ex URSS (Staliniana) era appannaggio ESCLUSIVO del comunismo nostrano, che ha sua volta RUBAVANO in Italia che problema c'era era solo una plus valenza di LADRI!!! Comunisti proventi che il loro regime COMUNISTA-CATTO (vedi MPS) sperperava in agi e cooptazioni di nuovi adepti servi!!! Ma quando un vero Italiano,che faceva interessi Italiani per imprese Italiane,per lavoratori Italiani, con affari VERI Internazionali per affrancare l'Italia, dalla servitù 7 sorelle,Euro, allora le cose cambiavano, cosa credeva il Bunga Bunga di essere un nuovo DUX Italico,un Napoleonico,o Crucco hitleriano che poteva andare nel mondo senza chiedere il permesso alla MAFIA FINANZIARIA INTERNAZIONALE, quella che paga le campagne presidenziali a l'abbronzato e c., che fa le primavere (o gli INFERNI ARABI!!),che bombarda umanitariamente ONU,che impone il METICCIATO e le distruzioni dell'entità nazionali per i propri interessi, il Bunga Bunga andava richiamato all'ordine e poi che problema c'era in Italia hanno il REGIME a libro paga, che la paga se la guadagnassero (i quattro denari del traditori!!!) e togliessero di torno l'anomalo l'Italiano ( e l'apparato comunista ha cui non manca ne faccia di merda ne la falsità millantata per giustizia) di inventano il concorso esterno (interno) a "cui prodest" se agli Italiani VERI è un reato e dato che il Bunga Bunga è e sarà sempre un Italiano VERO, il Bunga Bunga non era COMPRABILE ne CORRUTTIBILE,come non un miserabile!!!! adepto (compagno 90°); Dunque la MAFIA INTERNAZIONALE e nostrana (EURO-DOLLARO-COOP) si è messa in moto per iFINALIZZARE sceneggiature di concorsi esterni di (SPUTTANAMENTI) agli interessi degli Italiani, con capo espiatorio Bunga Bunga un vero ITALIANO, che lavorava per gli ITALIANI!!! cosa mai vista in 65 anni di REGIME COMUNISTA-CATTO (di LADRI!!! e MAFIA!!!), un ANOMALIA da CANCELLARE!!!

Oldserver

Gio, 06/06/2013 - 10:31

c'è molto di più: il 15 febbraio 2011 ci fu la partita Milan-Tottenham, il milan perde il giocatore inglese Crouch segna il gol della vittoria, evidentemente a libro paga della CIA per dare un dispiacere a Berlusconi!!!!!!

idleproc

Gio, 06/06/2013 - 10:32

Alle volte le cose sono estremamente semplici e quindi ovvie. Il punto è che viene sempre mal digerita una posizione relativamente "autonoma" e pensante nel quadro internazionale, è una visione molto a breve... Su tutto il nord-Africa e il medio oriente hanno sbagliato strategia.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Gio, 06/06/2013 - 10:32

Quanti italiani si non messi prono al diktat di questi "SIGNORI"? Ai posteri l'ardua sentenza.

pagano2010

Gio, 06/06/2013 - 10:33

se la ricostruzione (?) è realistica SB avrebbe dovuto capire che l'aria era cambiata con l'elezione dell'abbronzato negli USA: perché ha continuato a muoversi come prima? forse non era meglio usare un poco di discrezione nel gestire la sua vita privata? se è vera la ricostruzione più che il miglior statista degli ultimi 150 anni possiamo parlare di un bulletto della periferia dell'impero: quando ha superato il limite (mr Obama...mr Obama...) lo hanno lisciato. e state pur certi che lo lisciano pure stavolta: volesse rovesciare tavolo governativo gli asfaltano in borsa Mediaset in un paio di ore. Statene certi

Ritratto di enkidu

enkidu

Gio, 06/06/2013 - 10:33

è sempre colpa di qualcun altro: dell'uomo falena, degli illuminati, del rotary, della massoneria deviata, dei servizi deviati, dellla lobby dey gay. Invece aprire casa a legioni di ragazzotte (con annesse amicizie non proprio parrocchiali), dare dell'abbronzato ad Obama no? lo vedo anch'io che c'è accanimento contro il cav. ma una delle qualità degli uomini di Stato è appunto quella di non farsi beccare come un tordo. ovvio che se apri casa alla prima venuta poi gli altri cercheranno di farsi i cavoli loro. Il presidente obama è stato eletto per curare gli interessi degli americani non degli italiani.

Maura S.

Gio, 06/06/2013 - 10:39

E credibile considerando il casino che gli americani hanno combinato sia in Egitto che a in Libia cercando i propri interessi e fregandosene dei loro abitanti. Un codazzo di razze senza una storia che li accomuni.

steluc

Gio, 06/06/2013 - 10:43

Caro Giorgio1952 , se il numero corrisponde all'anno di nascita suppongo avrà figli o nipoti o congiunti in età giovane o adolescenziale . Ma non le dà fastidio o timore che i loro destini vengano decisi nelle stanze dei servizi segreti o nelle riunioni tipo Bildelberg (a giorni ce ne sarà una ) e che chiunque si metta di traverso , sia un uomo tutto d'un pezzo come Mattei , sia l'imperfettissimo Berlusconi , venga in un modo o nell'altro neutralizzato? A me monta il nervoso e un sospetto: non è che il cav. , quell'altro , per certi versi aveva visto giusto? E che le nostre decantate democrazie avanzate sono solo coperture inutili? Ma tant'è ,loro sono loro , e io e lei non siamo un c...

Triatec

Gio, 06/06/2013 - 10:59

Siccome sono un ignorante in materia di finanza, al contrario di lei che se ne occupa da vent'anni, non capisco se il cambio fosse stato fissato a 1500 anziché a 1936,27, per noi sarebbe stata la stessa cosa?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 06/06/2013 - 11:14

sono anni che lo dico ma i fanatici filoamericani con lavaggio del cervello non ci credevano.

Klotz1960

Gio, 06/06/2013 - 11:18

Che Obama ed i democratici Usa non amino Berlusconi, e' fuori discussione. Ma francamente, temo che attacchi e trame di ogni tipo contro Berlusconi siano provenuti molto piu' dall'Europa che dagli USA. Germania, Francia, UK, e la Commissione UE avevano ed hanno enormi interessi a ridurre l'Italia allla passivita' tipica dei Governi di sinistra.

Ritratto di ersola

ersola

Gio, 06/06/2013 - 11:24

i tifosi ora con grande savoir faire amano i russi e attaccano gli odiati comunisti americani.

Ritratto di ersola

ersola

Gio, 06/06/2013 - 11:28

eh si ce lo invidiano tuttyi da quando ha reso l'italia una superpotenza economica.

paolozaff

Gio, 06/06/2013 - 11:30

E quanto soldi arrivano a Berlusconi dal metano russo! Non ve lo siete mai chiesti?? Come mai il metano in Italia costa il 24% in più che nel resto dell'Europa?? E Come mai solo Berlusconi è così amico di Putin?? Le domande sono legittime e le risposte vengono automatiche. In matematica 2 + 2 fa sempre 4.

pitagora

Gio, 06/06/2013 - 11:32

Fu già Bush a chiedere esplicitamente a Berlusconi se fosse amico suo o di Putin, in occasione della crisi dei missili in Polonia, quando Berlusconi volò da Putin dichiarando di voler risolvere la crisi. Sempre l' Amm.ne Bush, come le altre, dichiarò che gli alleati americani sono contro il pagamento dei riscatti e contro l'accoglienza imperiale data a Gheddafy in Italia. Lei crede davvero che sia un complotto internazionale? E' un complotto di alcuni italiani contro l'Italia. Si ricorda di Caporetto, 8 settembre, Sigonella, l'Obama abbronzato (era una battuta! Lo vediamo come l'ha presa, l'uomo cha ha eliminato osama e si sussurra che sia l'uomo più potente della terra!), la Merkel culona, le corna nelle foto e il colonello superstar televisiva che fa propaganda per l'islam a Roma, i giornalisti arrestati per reati di opinione? Gli Usa, la Francia e la Germania sono contro di noi? Davvero! Chi sa perchè? Secondo Lei è un complotto per avere il petrolio? L'Italia ago della bilancia per il petrolio mondiale? Ho visto: con l'Imu e con Monti, votato da TUTTI, abbiamo dimostrato al mondo quanto siamo potenti e credibili, strategicamente.Salvo poi dire che la colpa è della culona e che l'abbronzato aiuta le banche. Lo vediamo tutti che nessun politico, e dico nessuno, muove un dito per i Marò sequestrati anzi, si sono fatti minacciare dall'India, dove bruciano le bambine per una spiata. Una congiura contro l'Italia? Ma anche un boy scout riuscirebbe a fare un complotto in queste condizioni, com'è sempre accaduto. Grillo non è spuntato dal nulla, piace a tutti perchè disturba l'avversario, il boy scout. Ci si può illudere di essere gli eredi dell'Impero Romano ma quel che conta sono i patti con gli alleati, non ciò che si crede di essere o di fare, ed i Romani erano un'altra cosa. Buon lavoro, con stima, Pitagora

Ross58

Gio, 06/06/2013 - 11:37

Tutte le destre europee hanno contribuito allo stato d’oggi, permettendo a Putin negli anni passati di fare il suo gioco, riprendersi i stati vicini e quasi tutta la penisola balcanica. Le sinistre sono state quelle che gli hanno aperto le porte(Shroeder, Prodi), quella italiana particolarmente collaborazionista. Lo stesso Obama che si immaginava e sognava una collaborazione con Putin e fino ad oggi non si sa se ha capito o no che la Russia e’ stata, e’ , e sempre sara una MINACCIA PER L’EUROPA e niente altro. Purtroppo ci e cascato anche Berlusconi e non serve a mascherare adesso i suoi errori. Si, la sinistra amplifica tutto, l’ha diffamato per tutto il mondo, ma quelli che hanno abbattuto il muro – Reagan, Thatcher, Wojtyla, hanno avuto pessimi sequitatori, sono tanti. Si salvano in pochi, uno che ha dimostrato coraggio ed e’ volato subito qualche anno fa’ a calmare l’aggressore e tranquilizzare le anime, poi un’altro, bravo e capace, un po’ invisibile per l’occidente , ma il suo aereo ha incontrato una betulla sorta improvvisamente nella nebbia per diffendere il sacro suolo russo dai suoi piedi. Poi dopo si sono nascosti tutti. C’e’ rimasta la EUrss degli eurocomunisti. E il perdutamente impotente Putin che mostra potenza in giro grazie al petro-gaso-viagra che gli forniscono un po tutti, Germania e Italia in testa. E tutti che hanno paura di lui.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 06/06/2013 - 11:39

Silvio Berlusconi è il più grande statista vivente ed il più grande mai apparso in Italia, questo è ormai noto ed è inutile tornarci sopra. La Sua alleanza con Putin si basa su pilastri ferrei : 1) Difesa dell'Italia e dell'Europa dagli interessi agloamericani e tedeschi. 2) Difesa della libertà dei cittadini e lotta a quei poteri che, come il club Bilderberg e la magistratura rossa in Italia, vogliono cancellare la democrazia. Il presidente Putin ha gli strumenti per farlo, ha una costituzione moderna ed avanzata che gli consente di operare con efficacia ed efficienza con la garanzia di avere il tempo necessario per attuare i suoi programmi, vedi l'alternanza virtuosa Capo dello stato-Primo ministro (oggi con Medvedev). Il Presidente Silvio Berlusconi no ! E' soffocato da "lacci e lacciuoli (*)", è perseguitato dalla magistratura rossa ed eversiva, e, infine, è bloccato da una costituzione "vecchia e superata" (*). Ed allora la soluzione è semplice quanto urgente: un regime presidenziale che dia a Silvio Berlusconi il potere necessario per attuare i Suoi innovativi programmi e dare IMMEDIATO SEGUITO ai Suoi folgoranti annunci e, last but not least, gli consenta di riportare nell'alveo democratico la magistratura. NON PERDIAMO ALTRO TEMPO !..... (*) citazioni da storici discorsi del presidente berlusconi

paolo82

Gio, 06/06/2013 - 11:42

quindi berlusconi, pesudopaladaino dell'anticomunismo, ci ha fatto diventare un paese satellite dell'ex urss, una nuova cuba. Adesso siamo tutti compagni antiamerikani

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 06/06/2013 - 11:57

ma quanto mai amiamo i russi. dobbiamo pure tollerarli, perchè vengono in italia a fare il turismo millionario, comprano case, si portano i dollari e li spendono qui, oltre a portarci il gas e il petrolio (per i quali già paghiamo). se non c'erano loro, dovevamo rivolgerci ai francesi o americani, ed avremmo pagato il doppio o il triplo, ricevendo un ricarico spaventoso sulle nostre bollette!! non a caso, a berlusconi importava fare il commercio dove sarebbe venuto a costare di meno: in questo caso in russia, ed è andato da putin! che poi loro 2 abbiano amicizia, è un altra storia! a noi ci ha portato gas e petrolio a prezzi ragionevoli (ma ad essere poco ragionevoli sono le aziende che le rivendono monopolizzando il mercato, con il gasolio ormai oltre 1.60 per litro, e il gas a circa 100 euro per litro [non sarebbe in litri, in realtà è per sempificare il concetto di unità di misura] )

miaopinione

Gio, 06/06/2013 - 12:12

Certo che sto "giornale" e´veramente forte...sono un paio di giorni che non ci sono notizie in cui politici o guidici italiani aggrediscono Berlusconi e allora che si fa?...si tira fuori il complotto internazionale! MITICO!!! Ieri era l´asse USA-Francia-Germania, oggi solo gli USA. E si e´andato anche a scavare fino al 2009 per montare su´un caso da paura. Ma quello che mi sconcerta di piu´e´che il tutto (vero o inventato) sia sempre visto come un atto contro Berlusconi...semmai invece e´un atto contro l`ITALIA!!! Berlusconi NON e´ l´Italia, al massimo e´al servizio dell´Italia.

doris39

Gio, 06/06/2013 - 12:12

@ tulapadula.Lei scrive "Ha scommesso sulla Russia e il suo gas. Se fosse andata bene sarebbe diventato il salvatore della patria... ma non è andata come previsto e quindi adesso paga".Le faccio notare che la prima molecola di gas dovrebbe arrivare in Italia, a Tarvisio,nel 2015, cioè a tempi brevi considerata la dimensione del progetto.

doris39

Gio, 06/06/2013 - 12:12

@ tulapadula.Lei scrive "Ha scommesso sulla Russia e il suo gas. Se fosse andata bene sarebbe diventato il salvatore della patria... ma non è andata come previsto e quindi adesso paga".Le faccio notare che la prima molecola di gas dovrebbe arrivare in Italia, a Tarvisio,nel 2015, cioè a tempi brevi considerata la dimensione del progetto.

usarelatesta

Gio, 06/06/2013 - 12:16

Caro Triatec, il punto in questione (in parole semplici) è questo: non si tratta di stabilire se il cambio lira euro adottato sia giusto o sbagliato, ma far capire che NESSUNO in Italia avrebbe mai potuto adottare un cambio diverso. Le chiacchiere delle persone che parlano al bar (che di finanza ci capiscono quanto io di fisica nucleare) imputano l'impoverimento di una parte degli italiani (e ripeto una parte, non di tutti) al cambio adottato, molto vicino alle 2000 lire, che avrebbe comportato un aumento dei prezzi... ciò equivale a dire che un tavolo lungo 150 cm. cambia la lunghezza se dico che è lungo 1,5 m. Il mio rammarico è che Berlusconi, da grande conoscitore dell'animo umano quale è, con gli strumenti di ricerca di mercato che ha, con le televisioni ed i giornali "capta" il sentiment degli italiani e lo amplifica, senza badare al fatto che sia giusto o meno. La ricerca spasmodica del consenso (che non fa fare un passo o dire qualcosa al Cavaliere senza aver prima visionato l'opinione degli italiani sull'argomento) porta al disastro... è come se il medico, prima di decidere la cura, cercasse di capire qual è quella più gradita al malato (e non quella più utile). Per tornare alla sua domanda le dico solo questo: premesso che non è stato possibile decidere il cambio lira euro (in quanto è stato stabilito sulla base di questioni tecniche lunghe e noiose) le prime dichiarazioni di Berlusconi all'introduzione dell'euro furono che il cambio doveva essere "oltre le 2000 lire" per favorire le esportazioni. Dopo che lo stesso Berlusconi non ha fatto nulla per impedire che TUTTI coloro che hanno potuto approfittare hanno adeguato tariffe, prezzi, listini etc. al cambio 1 euro=1000 lire, impoverendo una bella fetta di italiani, ma arricchendone un'altra (più piccola), se n'è uscito (sfruttando l'ignoranza -tecnica- delle persone per cavalcare l'onda del malcontento) che lui avrebbe adottato un cambio a 1500 lire (che avrebbe distrutto la nostra economia rivalutando la lira oltre ogni livello tollerabile). Ed è sempre così: sondaggio su cosa pensano gli italiani, dichiarazione sparata in TV, studio sulle reazione dell'opinione pubblica, smentita o eventuale rinforzo con la grancassa delle Tv commerciali nei programmi di ascolto mattutini, pomeridiani che distruggono gli avversari ed esaltano il lider maximo. E l'Italia affonda - o meglio è già affondata (mentre lui è sempre più ricco). Spero di essere stato chiaro.

doris39

Gio, 06/06/2013 - 12:20

Nessuno trova strano che gli Stati Uniti, che sono in un altro continente, vogliono dettare legge (e ci riescono) sulle scelte energetiche dell’Europa e dell’Asia?

hotmilk73

Gio, 06/06/2013 - 12:21

benny..l italiano che vive negl usa,ahahahahh...ora si narra che son gl americani i veri comunisti..e gl amici sono i sovietici..ahahahahahahahahha...sei tornato a scuola??..eppur li,ce ne sono d eccellenti di scuole....quindi,silvio è un imprenditore ed uno statista lungimirante !!..concordare x un pozzo in una nazione che la nato sta invadendo..si,si..gran statista,ahahahah

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Gio, 06/06/2013 - 12:41

Mortimer - Come al solito dici un sacco di fregnacce. Ora gli americani sono amici della sinistra, e Putin della destra. Come si è capovolto il mondo. Di vero c'è soltanto il fatto che Putin "comunista" è amico intimo di B.(strano no?). Ti ricordo che B si vantava di essere amico degli americani e si è fatto invitare al congersso da Busch. Ora qualcosa è cambiato e dovendo dare conto perchè è amico di Putin, se la prende con gli americani che complottano. Lui con putin no. Ricordati che grazie all'intermediazione di B. l'Eni ha firmato un contratto che ci assicura la fornitura di gas "più caro d'europa". A te questo non dirà niente perchè sei ottuso.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 06/06/2013 - 12:48

HOTMILK73 lei sta tenendo fede al suo nick: cazzate. la sua è fantapolitica!!

cloroalclero

Gio, 06/06/2013 - 12:54

no no..gli articoli sui complotti sono appannaggio del comico guzzanti..

Triatec

Gio, 06/06/2013 - 12:58

usarelatesta @ Ho capito perfettamente il suo pensiero anche se altri esperti di finanza e di economia che la pensano diversamente da lei pur non essendo fanatici di berlusconi. Infine mi resta un dubbio. Se si dice che tornare alla lira sarebbe un disastro perché avremmo una svalutazione di circa il 40%, significa che oggi usiamo una moneta che per noi è sopravvalutata del 40%?

Il giusto

Gio, 06/06/2013 - 13:24

Lo sapevo...ruby e le altre"ragazze"sono state pagate dagli americani,non da silvio!Pagate per spiare il piu' grande statista del mondo e,al momento giusto,incastrarlo con il bunga-bunga!ma non ci sono riusciti perchè i silvioti,scaltri come pochi,hanno mangiato la foglia!!!!

Marroz

Gio, 06/06/2013 - 13:26

Ersola sei un vero minus habens. Cosa c'entra la tua ironia "amano i russi e attaccano gli odiati comunisti americani". Qui si sta parlando di fare gli interessi del Paese, e se per fare ciò è necessario fare accordi con la Russia (che comunista non è più tra l'altro), qual è il problema? Berlusconi da fastidio e viene attaccato proprio perchè fa gli interessi dell'Italia, al contrario di una certa sinistra storicamente antitaliana..

pinux3

Gio, 06/06/2013 - 13:33

Quindi il gip di Milano prendeva ordini da...Obama...Certo che ve le inventate tutte pur di prendere le difese di un personaggio PALESEMENTE INDIFENDIBILE...

Mannik

Gio, 06/06/2013 - 13:34

Morti, Lei sa che cosa significa hot milk?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 06/06/2013 - 13:36

Almeno è chiaro che Berlusconi quale statista è già nella Storia Universale. Storicamente al suo cospetto Bersani ha le dimensioni di un insetto, anche Grillo appare come insetto specialmente di nome. Però Obama ha sbagliato a non affidarsi al Cavaliere per attingere al petrolio libico poiché l'Italia, dopo il piano Marshal, aveva un debito di riconoscenza con l'America e il Cavaliere l'avrebbe onorato, risparmiando sangue e soldi. Tutto sommato Gheddafi era un bravo diavolo che amava il suo popolo e bramava una normalità dell'occidente e sarebbe stato una carta vincente da giocare nella partita contro il terrorismo islamico.

pinux3

Gio, 06/06/2013 - 13:39

@Marroz...Berlusconi attaccato perchè fa gli interessi dell'Italia? Ma non l'avete ancora capito che gli unici "interessi" che gli stanno a cuore soni SUOI? E dire che non ci vuole poi tanto...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 06/06/2013 - 13:45

Grazie a Berlusconi America e Russia, nelle persone di Bush e Putin, si erano già strette la mano. Ma forse i pregiudizi dell'elettorato di colore, zoccolo duro di Obama, ha avuto la sua influenza negativa contro i libici, che non dimentichiamolo, sono bianchi.

Roberto Casnati

Gio, 06/06/2013 - 13:46

Berlusconi ha dimostrato al mondo intero che con un po' di diplomazia ed un po' di buoni affari si potrebbero mandare in soffitta tutti, ma proprio tutti, gli armamenti, esattamente come Federico I di Svevia fece con il Saladino, ma ora, come allora, la stupidità cerca di avere il sopravvento sul buon senso e si cerca di eliminare Berlusconi perchè ha rotto degli equilibri "squlibrati" e perchè, in barba ai concorrenti francesi, inglesi ed americani, oltre che tedeschi, è riuscito a portar via loro di sotto il naso importanti commesse con un po' di sorrisi, qualche donnina allegra e tanta bonomia.

Ritratto di massiga

massiga

Gio, 06/06/2013 - 13:50

Ma quindi anche gli Americani fanno parte del complotto internazionale COMUNISTA che lotta contro Berlusconi, insieme con l'Economist, la Regina d'Inghilterra e le toghe rosse?

ilfatto

Gio, 06/06/2013 - 13:56

un MEGAgalattico complotto demo-pluto-masso-giudaico ahahaha e gli date pure credito ahahah da torcersi!! ahaha unici! a quando un salutare "NOI tireremo dritto"? ps(bananieri da quando è che l'ex patria di lenin è diventata vostra amica?)

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 06/06/2013 - 14:02

Giorgio1952...Svegliato male oggi ho non le hanno permesso di fare i "compitini"?? E.A.

Ritratto di ersola

ersola

Gio, 06/06/2013 - 14:04

dan brown sta già pensando di farci un romanzo con conseguente film

KARLO-VE

Gio, 06/06/2013 - 14:04

Come direbbe Biscardi è proprio un Gomblotto, non c'è dubbio orchestrato dai marziani comunisti

Soldato

Gio, 06/06/2013 - 14:06

Sono convinto che le cose siano andate proprio come riportato nell'articolo. La guerra in Libia è stata una guerra contro la politica energetica italiana dell'epoce, troppo "autonoma". Ed è il motivo per cui oggi spero tanto che in Siria la Russia di Putin faccia abbassare le penne agli USA di Obama.

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 06/06/2013 - 14:07

usarelatesta...Ecco, ci provi, magari le riesce...A proposito, la testa è quella roba sopra il collo, quella ricoperta (in alcuni casi) da capelli...E.A.

egi

Gio, 06/06/2013 - 14:09

Ricordiamoci di Enrico Mattei, bisogna diffidare degli americani buoni solo a far guerre lontano da casa loro e in Italia c'è chi gli tiene il sacco aperto dimenticando quando erano legati all' unione sovietica, quanti imbecilli.

Ritratto di massiga

massiga

Gio, 06/06/2013 - 14:09

Gianfranco Robe... certo che ne dici di caz..te. Secondo te Bush e Putin si sono stretti la mano grazie a B? Ma dai, mica siamo alle elementari dove non ci si stringe la mano se non si e' amici. E che centra se i libici sono bianchi? Gia', Obama aveva il padre nero. Peccato avesse la madre bianca e che sia stato cresciuto da lei. Ma tanto nel tuo commento sull'articolo sull'immigrazione i libici diventeranno improvvisamente africani.

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Gio, 06/06/2013 - 14:13

Al terzo articolo in pochi giorni sulla teoria del complotto, inizio a sospettare che la polvere bianca contenuta nella lettera pervenuta al giornale non troppo tempo fa fosse in realta' un potentissimo allucinogeno. Male hanno fatto in redazione a chiamare i Vigili del Fuoco anziche' il nucleo antidroga.

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 06/06/2013 - 14:14

paolozaff...Si vada a leggere una fattura del gas, la dove sono enumerate le imposte applicate e le accise...E' abbastanza facile capire, per uno che sa leggere...E.A.

Ritratto di Rondò Veneziano

Rondò Veneziano

Gio, 06/06/2013 - 14:34

L'ironia di certi commentatori da blog, evidentemente nutriti alla scuola del dileggio comunista imbastita al Cremlino negli anni della guerra fredda, sta valicando il limite del diritto di critica per entrare nello spazio dell'offesa gratuita: che Papi, da quel mastodonte politico che è, abbia pensato bene di stringere un patto d'acciaio, suggellato con le notti brave alla dacia a suon di caviale e champagne, con quello che è rimasto dell'ex blocco sovietico e del Kgb, è stata una scelta epocale che probabilmente ha infastidito messere Obama più del necessario, soprattutto dopo che, liquidato il Gheddafi come non si era riusciti a fare neanche la notte di Ustica, con abilissime mosse diplomatiche, si è aperto in Libia la strada per il controllo diretto delle concessioni (qualcuna se l'è anche presa il Dell'Utri col Carboni, per non lasciarle ad inglesi e francesi, per dire). Dunque vedremo se la storia, oltre ai riti priapici ed agli stallieri capobastoni, non saprà riconoscergli il giusto merito per quanto da lui fatto per contribuire al benessere ed alla ricchezza non solo sua, come è logico che sia, ma di tutto il paese dei bananas nel suo amplesso, sempreché non sia già interdetto prima dai pubblici uffici.

andrea24

Gio, 06/06/2013 - 14:34

I repubblicani sono quelli della "linea dura" contro Mosca.Questa cosa era uno dei pilastri della campagna elettorale di Romney.

andrea24

Gio, 06/06/2013 - 14:39

Un articolo promozionale verso tutto ciò che vi fa comodo.Ci hai messo Israele ed hai perso tutta la credibilità.Micalessin,che non scrive nulla senza menzionare Israele.Israele di quà,Israele di là...e poi scrive altri articoli nella sezione esteri "pro-americani".

reliforp

Gio, 06/06/2013 - 14:42

Vi coprite di ridicolo ogni giorno che passa. Meglio pulirsi il culo con una foglia che con le pagine di questo giornale.

Ritratto di Rondò Veneziano

Rondò Veneziano

Gio, 06/06/2013 - 14:46

La pagina di realpolitik che Papi ha coraggiosamente scritto durante il suo mandato politico, ben prima che le sue barzellette a livello internazionale gli suscitassero l'invidia dei capi di stato esteri che si vedevano sempre messi in ombra durante gli incontri internazionali, e ben prima che i sorrisi di compiacimento del duo Merkozy, e non già di scherno come i comunisti hanno tentato di far credere a più riprese, precedessero di pochi giorni l'atto di responsabilità con cui egli stesso decise di fare un passo indietro dal governo le cui politiche finanziarie erano fuori controllo, ed in questo sì che si potrebbe ravvisare lo zampino degli Usa, resterà nei manuali di storia come una dei passaggi epocali della storia d'Italia, insieme all'8 settembre ed al 12 dicembre. Che una manica di fessachiotti tenti inutilmente di infangare non tanto la sua immagine, per quello ci riesce benissimo anche da solo, ma il ruolo strategico che ha rappresentato nel difficile contesto della composizione degli interessi internazionali, senza mai farsi beccare come lo Strauus-Khan, io credo che basti per far capire a questi comunistelli facinorosi, allevati alla scuola dell'odio e dell'invidia sociale, di che pasta noi bananas possiamo credere ch'egli sia fatto, se non proprio strafatto.

andrea24

Gio, 06/06/2013 - 14:47

Quello più "flessibile" sullo "scudo spaziale" americano era Obama,flessibilità non certo lineare con l'avventurismo bellico da "strategia dura" legati all'affarismo bellico,e da guerra imperialista,strategia non più attuabile vito lo sfacelo delle guerre precedenti o catastrofi future da evitare,nonché per la reazione di altre potenze mondiali.Gli stessi repubblicani e politici sionisti(anche legati all'ala dell'affarismo bellico come McCain)volevano bombardare Siria e Iran,armare pesantemente i ribelli in Siria sin da subito.

Triatec

Gio, 06/06/2013 - 14:57

reliforp @ Attento che non siano foglie di ortica, sennò devi rivedere le tue convinzioni!

usarelatesta

Gio, 06/06/2013 - 15:01

nestore55: la prego di rispondere alle mie domande con un ragionamento tecnico. Se le riesce...

andrea24

Gio, 06/06/2013 - 15:07

Indipendendemente da tutto il resto.Su Berlusconi si può dire che la sua "popolarità" e nel medesimo tempo gli "incontri con Putin" non erano di sicuro ben visti altrove,anche come riflesso nei confronti dell'opinione pubblica italiana.Perché proprio quella popolarità poteva spostare l'attenzione dell'opinione pubblica italiana verso la Russia,cosa che in effetti c'è stata,tanto è che,diversamente,oggi conosceremmo Putin e la Russia di meno.

reliforp

Gio, 06/06/2013 - 15:22

triatec...tranquillo, con l'ortica mi ci faccio i risotti.

usarelatesta

Gio, 06/06/2013 - 15:25

Triatec: il cambio lira euro nasce da molto lontano (parliamo dei tempi del "serpente monetario") quando l'euro ancora non esisteva e si ragionava sull'ECU. Gli effetti dell'uscita dell'Italia dall'euro, oggi, più che disastrosi (e su questo concordano anche diversi economisti che furono contrari all'entrata dell'Italia nell'euro) sarebbero imprevedibili. Certamente chi scommette su di una svalutazione della nuova lira (che dovrebbe garantire maggiore competitività) dimentica gli effetti devastanti legati ai maggiori intereressi da pagare sul debito e sul rischio che gli investitori esteri (il mercato che ci finanzia) potrebbe smettere di darci fiducia e, quindi, di sottoscrivere le nuove emissioni. E, a quel punto, il default sarebbe inevitabile. Inoltre, nessuno garantisce che le nostre merci non possano essere oggetto di dazi da parte dei paesi Euro. Il nostro è un paese trasformatore senza materie prome (soprattutto energetiche) e pagare il tutto con una lira svalutata ripiomberebbe il nostro paese in una spirale pericolosissima. Il punto, tuttavia, non è il cambio lira euro, ma l'uso assolutamente incoerente e strumentale che ne è stato fatto da parte di chi ha avuto la responsabilità di governare e non lo ha fatto (o meglio, lo ha fatto male). E' solo l'utilizzo strumentale dei mezzi di comunicazione che manipola, guida ed utilizza (con maestria) che ha permesso a Berlusconi di nascondere i suoi disastri. C'è un'ultima cosa. Ogni volta che domando a persone che hanno votato Berlusconi quali promesse ha mentenuto mi rispondono. "Tutte!". Infatti, con il suo sorriso irresistibile, il Cavaliere afferma "votate per me perché ho sempre vinto e ho mantenuto sempre tutte le mie promesse". A chi gli fa notare che sono tantissime le cose che non sono state fatte dai suoi governi risponde. "e come potevo fare? Il presidente del Consiglio non ha poteri, la magistratura non mi ha dato pace, finicasinifollini mi hanno sempre messo i bastoni tra le ruote, la Merkel, le crisi etc."... Ma come? perché devi accampare scuse se HAI MANTENUTO SEMPRE TUTTE LE PROMESSE? Quando faccio notare questo semplice ragionamento, chi vota Berlusconi mi guarda smarrito e...resta in silenzio. Sto ancora aspettando chi possa rispondere alle mie domande sul cambio lira euro.

andrea24

Gio, 06/06/2013 - 15:27

Micalessin,ricorda l'articolo che tu stesso,mi pare,scrivesti diverso tempo fa sulle sanzioni all'Iran,e sul fatto che ci perdeva l'Italia.Poi pare che l'ENI sia tornata da qualche tempo in Iran,anche se la stessa ENI ha fatto sapere,e lo si legge sui giornali stranieri,che le attività intraprese in Iran(dall'ENI)potevano scontrarsi con le "sanzioni USA".E dopo le ultime dinamiche della guerra imperialista in siria,la stessa ENI,lo si legge anche su internet,ha fatto sapere di dover "prendere le distanze da Siria e Iran" con un documento ufficiale.

Mario Marcenaro

Gio, 06/06/2013 - 15:30

Sarebbe interessante venire a conoscenza di cosa sapeva e sa tuttora il Colle a proposito di queste "manfrine" antitaliane. Così, per un poco di chiarezza in termini di amor di patria.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Gio, 06/06/2013 - 15:33

Le 7sorelle Gattopardi+7Fratelli contro il Cav? “The Operation Berlusconi” Spy Game lobbista a danno$controllo dello Stato col Debito Pubblico? Capistu stu fattu né? “ La Religione è l'oppio dei Popoli ” ritornello di Marx, mentre la nomenclatura Comunista dal '48, ha manipolato i lavoratori, creandosi uno zoccolo duro e puro con l'Organization Fiom-Cgil leva del PCI-PD, illudendo la Family Cipputi&Son, trattata come Jeanne, senza burro! Se negli anni '80 gli Amministratori del Psi erano 375ml, quanti del PCI-PD e DC che vivono alla grande, grazie agli Avanzanti&Promozioni ad hoc con pensione d'oro, vitalizi, liquidazioni, senza contare delle personali Fondazioni&Giornali creati in anticipo? La verità? Che la BBE, ha regalato i nostri soldi a l'1%, ma pochi, hanno usufruito nel potersi salvare dalla crisi, anzi,li ha fatti fallire o suicidarsi tanto bisogna andare a “ Chi l'ha visto” in Rai-Telekabul e, non trovarne traccia di prestiti e Finanziamenti a favore delle Imprese e Cittadini! Così la Giustizia divenuta “ Cane che si morde la coda ”. Infatti, i Politici, dopo aversi spartiti la Carta ora la torta, e ciliegina nello stappare champagne in aereo in volo verso le Maldive grazie ad un vecio Comunista nell'Affaire-disarcionamento a favore di Monti, ecco come il Popolo è stato gabbato e truffarti e non salvato, mentre, la Family Cittputi&Son dopo aver urlato “ Avanti Popolo alla riscossa “ flop di Democrazia, visto che, la Carta è diventata rotolone di 50 piani che sarà Barbarossa a non più di pulirsi col dito grosso e, no riferito ai barbuti di Volpedo, che, si ispiravano al Socialismo: cchisti, hanno fottuto il mondo, arricchitosi alle spalle dei Popoli alla Chavez-zacollo, sino a Mps, visto che, SMEmorati di chi li ha eletti Dirigenti e provenienza di fondi ricevuti!

Fracescodel

Gio, 06/06/2013 - 15:33

Ottimi articoli, forse gli unici su un giornale importante, che iniziano a rendere pubblici gli illeciti giochi di potere nel mondo. Sarebbe ora che si parli anche di chi c'e' dietro ad Obama, Merckel, Sarkozy, Blair, Bush, etc...non penserete certo che agiscano di testa propria o per il bene del loro paese? Dietro c'e' un potentato economico racchiuso in una fitta rete che controlla banche e corporazioni. Questi "padroni" comandano il mondo, illecitamente e contro ogni logica democratica, per il proprio arricchimento e contro il bene pubblico. Bisogna fare articoli investigativi anche sul Bilderberg e la Trilateral Commission (e non fermarsi all'evento, ma chiarire come fino ad oggi i vari membri, anche politici e governanti, prendessero ordini sulle politiche da adottare). Indagare su chi e' padrone delle banche. Indagare e proporre articoli arditi, con tanto di evidenze circostanziali. Cosi' si potra' aprire gli occhi a quegli ignoranti che continuano ad irridere chi qli spiega come funziona il mondo, tacciandoli con il subdolo nomignolo dispregiativo di complottisti.

andrea24

Gio, 06/06/2013 - 15:36

Cercate su internet "ENI prende le distanze da Iran e Siria" e capite chi sono i nemici dell'Italia.E' tutta una questione lobbistica e affaristica.Le compagnie petrolifere cinesi,al contrario di quelle americane ed angloamericane hanno trovato maggiore spazio nello stesso Iraq grazie a condizione più vantaggiose di cooperazione.

Fracescodel

Gio, 06/06/2013 - 15:39

Alcuni irridoni i complottisti. Peccato. Vi stanno stuprando e neanche ve ne rendete conto, ma fate ironia su chi ve lo dice, peraltro spiegandovi come. Ripeto, peccato, perche' per colpa della vostra stupida cecita' ne rimettiamo tutti in quanto a liberta', democrazia, e soprattutto qualita' della vita. Oggi non avete piu' scuse; internet e' pieno di informazioni che possono aprirvi gli occhi sui complotti che purtroppo esistono nostro malgrado. E per mettere le cose in chiaro, su internet, per capirne di complotti, basta accedere solamente a documenti ufficiali che sono disponibili per vari frangetni. Se invece si e' un po' "stanchi" di mente, si fa prima indagare attraverso chi riporta i complotti, e poi fare ricerche proprie per verificare. Vi accorgerete che nella vostra ignoranza avete permesso a vari poteri tracotanti di impadronirsi di economia e politica...ma soprattutto delle vostre menti. Ultima cosa, invece di irridere, da ignoranti, tentate di contraddire dove pensate siano errati i complottismi, cosi' da portare un'interlocuzione informativa.

Luigi Farinelli

Gio, 06/06/2013 - 15:46

Certo non nei dettagli ma che la situazione fosse in questi termini poteva essere benissimo intuito anche all'epoca (andare a vedere anche commenti dell'epoca, di lettori già allora sulla pista giusta). Niente di nuovo sotto il sole: l'intervento verso territori "interessanti" per gli scopi dei governi USA (e UK) si sono sempre estrinsecati nella stessa maniera, con tre gradi di intervento. Il primo, quello dei cosiddetti "sciacalli economici", ossia esperti di economia e geopolitica inviati nel Paese possessore di risorse "interessanti" con la proposta (fatta attraverso ad esempio la Banca Mondiale) di investimenti di miliardi di dollari per costruire infrastrutture, naturalmente con in cambio "favori" ben intuibili e, soprattutto, la restituzione dei debiti. Molti Paesi, come l'Equador, non potendo più restituire i debiti divengono di fatto ricattabili e non potrebbero opporsi, ad esempio, ad un'eventuale richiesta di questo tipo: "bè, in cambio dei soldi, sappiamo che nella foresta c'è una miniera d'oro, o di petrolio, la lasci a noi e siamo pari". Se non è possibile conquistare il Paese in questa maniera, ecco allora intervenire gli agenti CIA, e così, senza dare troppo nell'occhio, cominciano a "scomparire misteriosamente" o vengono trovati "suicidati" quei personaggi scomodi locali che impedivano certi "accordi" (per rimanere in casa Eni, basti citare Mattei). Il terzo livello, in caso di fallimento dei primi due assalti, consiste nell'intervento armato dopo avere creato un pretesto non importa quanto risibile (di solito un attentato). In Libia non è avvenuto qualcosa di troppo diverso. All'epoca, dopo una velata protesta del governo USA (chissà come, trapelata attraverso i media che di solito tutto fanno anziché informare l'opinione pubblica) protesta attuata a causa delle politiche da cane sciolto con Putin e Gheddafi di un Berlusconi non omologato ai diktat (soprattutto europei) ci si poteva aspettare qualche cosa del genere; anche il mettere in relazione gli attacchi giudiziari al nostro Presidente (in quel caso, una eliminazione fisica tipo da "fase 2" sopra descritta avrebbe dato troppo nell'occhio). La massoneria internazionale, fatta di banchieri e di laicisti di matrice socialistoide-laicista, ha trovato la maniera, come al solito (avviene più spesso di quanto non si creda) di lavorare in sinergia. Io riconosco che certi atteggiamenti di Berlusconi possano offrire gli strali a una opposizione fatta di gente, per lo più (presumo), in buona fede ma spesso col cervello tanto lavato da ideologie politicamente corrette e "progressiste" al punto da non riuscire più a fare una analisi razionale della realtà; comunque, visto che i nostri "alleati" (USA, UK, Francia, Germania) non hanno mai scrupoli quando si tratti di realpolitik, non posso fare a meno di notare che noi (Italiani) la realpolitik non possiamo farla poichè le anime belle (che appoggiano di fatto, senza saperlo, le azioni delle "nobili" nazioni dell'Occidente) ostacolano qualsiasi azione venga intrapresa. Così, mentre abbiamo perso l'occasione di riedificare una edizione moderna del "mare nostrum", e di supplire alla nostra carenza energetica che ci impone pesantissime fatture (tra l'altro stavamo per rimettere in auge il nucleare) l'Italia è stata travolta dalla "primavera" araba" e dai processi Ruby, con tutta la stampa massonica allineata a livello europeo per dare addosso alla nostra indipendenza nazionale, poco ligia all'andazzo che vede la spinta ad omologare tutte le nazioni in nome della globalizzazione forzata. Pardon, in nome della "Repubblica Universale" mazziniana e massonica.

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 06/06/2013 - 15:57

xprova. xgiorgio 52 -Ho visto da vivino la signorina Ruby , le posso garantire che con la faccia che ha anche io non gli avrei dato 17 anni.Se dovessi domandare a qualsiasi signorina quanti anni ha rimarrei vergine.Anche perche e maleducazione domandare ad una donna l ´eta.Mi saluti Marrazzo.

cloroalclero

Gio, 06/06/2013 - 16:28

l'america è anticomunista non puo' ammettere che berlusconi faccia affari con i comunisti..del resto berlusconi è anticomunista solo in italia, con i fessi come voi che ci credono..

cloroalclero

Gio, 06/06/2013 - 16:34

è vero,secondo me hanno deciso tutto negli x files..in una puntata si capisce chiaramente che mulder e scully citano berlusconi..

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 06/06/2013 - 16:38

OH! FINALMENTE! RELIFORP HA DECISO DI LASCIARCI ALLELUIA!.

Ritratto di Ennaz

Ennaz

Gio, 06/06/2013 - 16:55

Aver perduto la guerra ci è costato libertà,dignità e sovranità!Da sempre gli Amerikani,anzi,meglio,il governo amerikano,ostacola chi cerca di far sviluppare il proprio Paese al di fuori degli interessi americani!Paradossalmente oggi i più vili servi di Obama & Co,sono proprio i sedicenti compagni che un tempo volevano l'Italia satellite di Madre Russia!Ma se Berlusconi intesse rapporti di amicizia ed economici con la Russia per esclusivo interesse nazionale,i kompagni sono i primi servi dell'imperialismo yankies ad attaccarlo!!Povera italia...come ti hanno ridotto traditori e corrotti!!

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Gio, 06/06/2013 - 17:23

Complotti ? Boh ... chissà, tutto è possibile negli intrighi della politica internazionale, personalmente però non sono un fascione di destra antica che ce l'ha ancora con gli americani, né i mezzi asiatici russi, comunisti o meno, mi sono mai andati a genio...figuriamoci poi gli arabi, quindi una Italia amica della Russia e pronta a farsi umiliare dalle "estrosità" di Gheddafi come succedeva allora, MI FACEVA SCHIFO, Berlusconi o non Berlusconi(non sono mai stato contro centrali nucleari e terminal marini di rigassificazione, tanto per essere chiari sull'energia). Berlusconi comunque lo consideravo più scaltro da capire che con uno come Gheddafi, prima o poi, americani ed inglesi sarebbero arrivati alla resa dei conti ed allora, come è successo, amiconi o meno con quello di Tripoli, non avremmo potuto dire "bah" finendo inevitabilmente cornuti e mazziati come è successo.

Paul Vara

Gio, 06/06/2013 - 17:25

A quando l'articolo che smaschererà Ruby come agente della CIA ? Questo non è più un quotidiano ma una rivista di fantascienza...

Ritratto di Tora

Tora

Gio, 06/06/2013 - 17:26

Se non sei d'accordo con i democratici made in USA come minimo ti sganciano addosso la bomba atomica, questo racconterà la storia, altro che le facezie berlusconiane. E'incredibile come gli asini democratici, sinonimo di comunisti, cedano ad una crisi di nervi ogni volta che gli si fa notare che i peggiori crimini di guerra accertati, nomi e cognomi, provenienza, età, causa della morte, siano stati perpetrati da chi ingannevolmente individuava un nemico della "democrazia", per poter giustificare i bombardamenti "strategici" che hanno causato e causano tutt'ora la morte di donne, bambini, anziani, feriti ricoverati negli ospedali. Due nomi su tutti, da andarsi a leggere e studiare per bene, Dresda e Hiroshima.

reliforp

Gio, 06/06/2013 - 17:26

pasquale.esposito..ma manco per sogno Pasqualino. starò a rompervi il cazzo tuuti i giorni. Ciao fessacchiotto ,salutami quella vasca da bagno della tua frau.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 06/06/2013 - 17:29

Facciamo due conti. Già dal 1994 il B. ha impedito che i comunisti si impadronissero del governo e, in combutta con il comunistaio presente nelle istituzioni, portassero l'Italia ai destini di Cuba e CoreaNord. Sempre dal 1994 ha dimostrato che la Costituzione è da asfaltare perché, tra le altre nefandezze come quella di impedire a chiunque di governare, consente alla magistratura di farsi tirannia. Sta subendo un martirio che sarà la vergogna dell'Italia nei secoli. Perfino Grillo l'avrà capito. Anche se è più basso, truffatore e si cotona pure i capelli.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 06/06/2013 - 17:55

#usarelatesta# Con un nick del genere viene voglia di dissuaderla. Non usi la sua testa, mai. E' un disastro! La storia dell'€1936-1500 è esilarante e la rende anche simpatico. La sua competenza ventennale in finanza poi.. E' un brigadiere della GdF? Ed in quanto a conflitto d'interessi... Domandi alla testa di un suo vicino (lasci stare la sua) chi non sarebbe in conflitto d'interessi. Qualunque scemo, perfino Grillo, sa che il conflitto di interessi non esiste (l'han tirato fuori solo per il B.) oppure esisterebbe per chiunque perché chiunque è portatore d'interessi. Oppure la sua testa le ha detto che solo i grandi interessi hanno dei conflitti? Si rifaccia una vita e cambi medico!

Ritratto di Vizegraf

Vizegraf

Gio, 06/06/2013 - 18:19

Vorrei ricordare a quanti ironizzano sul "complotto internazionale" che negli anni '50 autorevoli fonti accademiche statunitensi ci spiegavano che noi Italiani eravamo piccoli, secchi e stortignaccoli perche' la base della nostra alimentazione era costituita da pasta, olio ,vino ecc. Potevano avere anche ragione (in parte), ma stranamente dopo l'acquisizione da parte di multinazionali americane (NABISCO ed altre) di vaste aree produttrici di quegli alimenti, scoprirono la DIETA MEDITERRANEA panacea di tutti i mali. Lascio ogni considerazione in proposito a tutti i commentatori. Cordialità Vg.

Ritratto di Tora

Tora

Gio, 06/06/2013 - 18:31

@tutti gli amanti dell'euro: Abbiamo vissuto benissimo per decenni con la nostra lira, le tragedie sono cominciate con l'adozione dell'euro, ergo sarebbe meglio tornare alla lira. Gli economisti sono come gli astrologi, fanno delle previsioni che a grandi linee soddisfano le aspettative di tutti, buttano per aria un sacco di palline, qualcuna finirà all'interno del cesto. Pochi dei suddetti hanno previsto, pur avendo tanti dati a disposizione, il baratro nel quale ci stiamo allegramente tuffando. In realtà l'euro è una "ganascia" politica, impedisce di spostare la vettura, "nazione", finché non si è pagata la multa.

Ritratto di ersola

ersola

Gio, 06/06/2013 - 18:58

maurizio giuntoli si dia una rasata ogni tanto a proposito di testa.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 06/06/2013 - 19:25

#ersola# Mi sembra sia in cerca di qualcuno che le dia della stupitina. Caro sola con me non attacca.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 06/06/2013 - 19:53

Putin sta antipatico agli ebrei perché da quando è arrivato Putin gli oligarchi ebrei che si erano divorati l'economia russa sono dovuti scappare. Gli USA quindi, da sempre in mano agli ebrei, odiano la Russia. Molto semplice.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 06/06/2013 - 19:55

Mi raccomando.. continuiamo con le idiozie propagandistiche sui "liberatori" la "riconoscenza" e altre st.....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 06/06/2013 - 19:59

Io non li chiamerei complotti... è semplicemente politica. La politica vera non è mai pubblica. Disraeli, primo ministro inglese, disse: "Il mondo è governato da personaggi molto diversi da quelli che immaginano coloro che non si trovano dietro le scene".

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Gio, 06/06/2013 - 19:59

Ecco...oltre agli antiamerikani ed ai ruffiani degli arabi mancavano solo gli antisemiti per completare il quadretto...

CALISESI MAURO

Gio, 06/06/2013 - 20:18

Paolozaff@ rispondo alla sua affermazione: Infatti i tedeschi con il north stream ormai operativo ci hanno superato di qualche anno ( cos'e'e la Merkel e' piu' amica del Berlusca ? ). A proposito, lo sa che la posa del gasdotto sul baltico e' stato fatto da saipem come il blue strem, come sara' il south stream, piu' le centrali di trattamente e disidratazione gas per i vari impianti fatti da una nota ditta italiana. Questa forse e' sfuggita a qualche magistrato, cosi poteva bloccare gli affari per presunte tangenti. Lo sa' che sotto i governi Berlusconi i nostri consolati aiutano le ns aziende all'export, bellissimo vedere nella zona di kranodar file di mietitrebbie della Laverda. No lei non lo sa e' solo capace di mettere un nick name e dire cose inesatte. coraggio fra un po la sua pensioncina se la va a prendere alla sede dei compagni perche' non lavorando piu', non pagando tasse anche il bilancio statale andra' in default. Cominci lei e i suoi amici di merenda a preoccuparsi.

Silvio B Parodi

Gio, 06/06/2013 - 20:56

vedo che un altro emerito giornalista sposa la ""teoria"" di Guzzanti beh scimmie rosse, anche lui racconta barzellette? qui negli States e' una cosa risaputa che Obama si oppone alla politica energetica fra Russia ed Europa, quindi non ridete troppo, voi non vedete le cose piu lontano del vostro naso.

Ritratto di Dobermann

Dobermann

Gio, 06/06/2013 - 20:56

Carissimi de Il Giornale, vi seguo da anni, pur non condividendo spesso vostre prese di posizione. Poco tempo fa ho accennato a un piano 'esterno' per eliminare Silvio Berlusconi e il suo governo a causa di accordi economici con Russia e Turchia, che si aggiunge ad altri casi del passato che videro interessati Giulio Andreotti (che finì a baciare Riina) e il 'cinghialone' Craxi (che finì ad Hammamet per il caso Sigonella). Vi siete svegliati tardi! A cosa volete ambire? Sono cose stra-note che, persino i gatti, hanno capito. Non ci vuole poi molto, la tecnica è la stessa dall'aprile del '45! Viviamo, come ha giustamente notato Pietrangelo Buttafuoco, in un perenne dopoguerra nel quale non si è firmata nessuna pace. Il risultato è una lunga sovranità limitata. Mi chiedo anche: Guzzanti, ma dove vivi? Cosa hai fatto fino a ora? Per Andreotti fu Riina, per Craxi l'esilio e per Silvio il bunga-bunga. Solo un idiota non capisce il disegno di lor-signori!

Ritratto di giubra63

giubra63

Gio, 06/06/2013 - 22:36

E' risaputo che i presidenti democratici degli USA non capiscano niente di politica estera: da roosvelt a carter a clinton e obama tutti sono fallimentari e complottisti contro noi europei! difatti il tradimento di fini é l'inizio della fine dell'indipendenza italiana e del Governo Berlusconi, l'unico che ha portato l'Italia a giocare un ruolo nel Mondo ed infangato da accuse delittuose da pm di parte come gioco di sponda al governo di obama che non sopportava l'indipendenza dell'Italia nello scacchiere internazionale ( come lo fu Craxi in misura minore). Ora e sempre Berlusconi resterà il baluardo degli interssi nazionali che sinistra,pm,grillini vogliono distruggere e fa dell'Italia una colonia estera.

peter46

Gio, 06/06/2013 - 23:33

x Andrea24...Lei commenta:"i Repubblicani sono quelli della "Linea dura" contro Mosca.Dal che la deduzione che la frequenza di Berlusconi a Mosca con Putin(per petrolio o gas o altri affari,esclusa la gnocca dato che non ci sono intercettazioni)non va bene agli Americani e soprattutto ai Repubblicani.Io lo sapevo che Lui era capace di presentarsi da Bush,una quindicina di giorni fa,alla presentazione dell'uscita del suo libro,senza essere stato invitato.Unico "Statista"occidentale,ed unico a, "Andreottianamente",Baciarsi con lo stesso Bush ma anche con Clinton(Hillary hai fatto tutto ad insaputa di Bobby,vero?) e con Obama solo... stretta di mano(non ricordo se anche con Lui si sono baciati)....Ma non era stato inviato dagli Americani a riavvicinare Gheddafi prima dell'invasione dell'Irak nel 2003?Ma LUI aveva intuito qualcosa o era "appisolato"?Le armi per "ricattarli" ce li aveva,e senza alcuna opposizione in Italia,anzi:bastava annunciare il ritiro dall'Afganistan e se la sarebbero fatta addosso.Specie ora che tutti gli altri(Europei) sono andati via.

Silviovimangiatutti

Ven, 07/06/2013 - 03:16

@GIANMICALESSIN - ... e il ruolo giocato dalla Francia e dai suoi servizi segreti dove lo lasci ? Il Sig. Mattei, i morti del DC9 ITAVIA e lo stesso Gheddafi si stanno rivoltando nelle tombe per questa grave omissione ! Francia e Germania: l'interesse proprio celato dalla "falsa" Unione Europea e dal Euro. Con buona pace degli ingenui europeisti di casa nostra.

Franco40

Ven, 07/06/2013 - 04:01

Berlusconi merita un monumento per la sua politica estera (economica). A partire dal suo primo governo, allorché liquidò il suo Ministro degli Esteri assumendone l'interim, per arrivare all'Agenzia Alimentare di Parma, per giungere agli accordi con Putin e Gheddafi, senza troppo parlare della riunione di Pratica di Mare e degli accordi con Erdogan.. tutte le sue mosse hanno prodotto interessi positivi, politici ed economici, per l'Italia. Ciò era be accetto da Bush e Putin ma certamente no no dai presunti Paesi forti europei ai quali poi, aggiuntasi la Germania, hanno portato alla disintegrazione dell'Italia, per evidente loro interesse cercando di giungere alla eliminazione politica (per fortuna non fisica) di Berlusconi; questi era l'unico in Europa che avesse potuto fare, e faceva, gli interessi dell'Italia e ciò NON poteva essere accettato dai presunti Grandi. Il resto lo abbiamo fatto noi, popolo masocchista, alcuni nostri giornali e la vulgata di sinistra internazionalista. Franco40

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 07/06/2013 - 08:13

VERISSIMO!!!!!! incluso I nostri carissimi sinistri,e magistratura,vedi l'ultima con ELICOTTERI venduti all'India. Questi sono delle serpi in GREMBO!!!!!!e se la gente non vede questo....vuol dire che non ci salva neanche il Padre Nostro!!!!!!

usarelatesta

Ven, 07/06/2013 - 08:25

per mauriziogiuntoli: sono felice che trovi esilarante quanto ho scritto. La invito, tuttavia, a rispondere puntualmente alle mie domande e affermazioni, senza ironizzare o offendere via web (è un pochino da vigliacchi, non trova?). Ciò che comprendono i lettori è che, purtroppo, lei non ha argomenti. Legga di più, studi, si informi e poi venga a discutere di cose che, allo stato attuale, dimostra di non conoscere. Quando sarà pronto sarò lieto di leggere le sue repliche. Buona giornata.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 07/06/2013 - 11:30

#usarelatesta# Non faccia l'offeso, non è proprio il caso. Semmai è lei che in tono apodittico esprime opinioni spacciandole per fatti. La storiella dell'€1500-€1637, le ripeto, è esilarante e la rende simpatico come un fanciullo. Quanto al conflitto d'interessi io ho fornito una tesi in linea con la logica e lei solo un'opinione. Ho dato un'occhiata rapida ed ho notato che ha sempre lo stesso difetto: opinioni opinioni, in quanto tali indiscutibili, ma fatti nessuno. Deve ripassare a modino la differenza. E senza atteggiarsi a sfidante, solo contro tutti: fa solo ridere perchè non ha doti intellettuali adeguate. Mi accorgo di averle dedicato troppo tempo.. mi scusi.

fra971

Ven, 07/06/2013 - 18:35

usarelatesta...ecco appunto. Mi permetta di dirle che giornali, banche, televisioni e possibiità di arrivare all'animo degli italiani siete voi non Berlusconi ad averle!! Facciamola finita di dire strombolate. Mi sono veramente rotta di sentire che Berlusconi ha lo strapotere. Quello, con COOP varie, sindacati, testate giornalistiche, Banche...e chi più ne ha ne metta, ce lo avete voi e non certo Berlusconi. Ma mi faccia capire, se fosse vero quello che dice, ma come cavolo è possibile che Fassino dice "Abbiamo una banca" e che chi viene accusato e condannato è Silvio Berlusconi, quale proprietario di "Il giornale? Allora mi spiega perché, con tutte le intercettazioni telefoniche illegalmente ottenute da Repubblica, anche de benedetti non è stato condannato??? Per non parlare poi del Lodo Mondadori..... Allora, diciamoci la verità, l'accanimento giudiziario nei confronti di Berlusconi, non è solo una semplice necessità di ricercare la giustizia. Sotto c'è qualcosa di mooolto più grosso.