"La democrazia è superata". Grillo rilancia l'uscita dall'euro

Il comico torna a ventilare l'Italexit: "Chiedere al popolo italiano". E sulla democrazia: "Va superata, magari con un'estrazione casuale"

"Dobbiamo capire che la democrazia è superata". In una intervista a Ian Bremmer per la trasmissione america GZeroWorld, Beppe Grillo torna di propotenze sulla scena politica riproponendo le proprie (folli) idee per cambiare la politica italiana. E, se da una parte propone di superare il parlamento ("magari con un'estrazione casuale"), dall'altra riaccende la miccia dell'Italexit, ovvero l'uscita del nostro Paese dalla moneta unica. "Il referendum è un modo per iniziare una conversazione su un ipotetico piano B", argomenta il comico genovese invitando il governo Conte a "far decidere al popolo italiano se rimanere dentro l'euro o no".

Si riparte dal piano B, dunque. Quello, per intenderci, che porta la firma del mancato ministro dell'Economia Paolo Savona, oggi titolare del dicastero agli Affari europei. Le slide, presentate ad un convegno della Link University Campus di Roma (leggi qui) e scovate dall'HuffingtonPost, parlavano di una linea "alternativa di politica economica" che non dovrebbe portare necessariamente all'Italexit, ma che è uno spunto per una"nuova era economica sovrana". Si parte dalla nazionalizzazione della Banca d'Italia e dalla reintroduzione dell'Iri per poi mettere in campo tutta una serie di misure che servano a "frenare una svalutazione eccessiva" ed evitare la manipolazione della moneta. Per minimizzare l'impatto sui conti pubblici di un'eventuale uscita dall'euro, il governo deve attenersi a una serratissima road map. La pianificazione dell'uscita deve essere pianificata, in segreto, dai funzionari chiave nel giro di un mese. Quando è tutto pronto l'esecutivo avverte, nel fine settimana (quando le banche e i mercati sono chiusi), i Paesi dell'Eurozona e le banche centrali avviando i negoziati. Il lunedì, infine, reintroduce la lira a parità con l'euro.

Il solo aver ipotizzato questo piano è costato la poltrona a Savona. Quando Matteo Salvini e Luigi Di Maio discutevano della squadra di governo, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si era impuntato perché l'economista non andasse a sedere al Tesoro. Dopo un lungo braccio di ferro il leader leghista aveva ceduto spostando Savona agli Affari europei. Ora a riportare al centro del dibattito politico il referendum sull'euro e il piano B è Grillo. "Il movimento ha diverse anime - spiega - anche io e Casaleggio avevamo idee diverse. Abbiamo proposto un referendum sull'euro. Far decidere al popolo italiano se rimanere dentro l'euro, non l'Europa, nell'euro o no". Per il comico genovese il referendum è "un modo per iniziare una conversazione su un ipotetico piano B. Cioè noi non abbiamo un piano B, in caso succedesse qualcosa. Oggi da un momento all'altro cambia tutto, lo abbiamo detto prima, basta un tweet dall'altra parte del mondo per trasformare la politica economica di una nazione". "Devi avere un piano B. Sono sicuro che la Germania e la Francia hanno un piano B - continua il co-fondatore del Movimento 5 Stelle - non dico di lasciare l'euro così, ma di lasciar decidere al popolo italiano con un referendum".

Nell'intervista a GZeroWorld Grillo non nasconde, poi, il proprio scetticismo nei confronti della democrazia. "Dobbiamo capire che è superata", dice. "Che cos'è la democrazia quando meno del 50% va a votare? - si chiede - se prendi il 30% del 50%, hai preso il 15%. Oggi sono le minoranze che gestiscono i Paesi". Da qui l'idea, già ventilata un po' di settimane fa, di sostituire la democrazia "con qualcos'altro, magari con un'estrazione casuale". Il comico è convinto che si potrebbe "scegliere una delle due camere del Parlamento" a sorte. "Casualmente - spiega - in maniera proporzionata per età, sesso, reddito, del Sud, del Nord, cosicché queste persone rappresentino veramente il Paese". Un'idea a dir poco folle che fa il paio con quella avanzata da Davide Casaleggio di sostituire il Parlamento con la piattaforma Rousseau.

Commenti

tangarone

Ven, 27/07/2018 - 14:12

Questo ormai è uscito si senno. un'estrazione? e se si estraggono a caso tutti dei "cervelloni"? Ossia la parola vera fa rima ma il concetto è opposto... Ma come si fa a spararle così? E dire che li ho pure votati in passato mamma mia. Un sentito grazie a Marco Travaglio, grazie al suo "giornale" ho capito che erano pro-clandestini e ho cambiato il mio voto.

carpa1

Ven, 27/07/2018 - 14:13

Ma ancora a dar fiato a questo idiota?

Gianni11

Ven, 27/07/2018 - 14:16

ITALEXIT! REFERENDUM! LIBERTA'! SOVRANITA'!

RedNet

Ven, 27/07/2018 - 14:17

E' gia tardi ma meglio tardi che mai. ITALEXIT...MIRACOLO

Ritratto di hardcock

hardcock

Ven, 27/07/2018 - 14:17

La fuga dall'europa è da attuare quanto prima. Lo Ripeto anche se sembra che al censore non piaccia. Il mondo intero anela di fare commercio con l'Italia. Non serve farsi spennare dai cosidetti "partners europei. Avete a vostra disposizione i paesi più ricchi del pianeta. Al diavolo Africa e ue. Mao Li Ce Linyi Shandong China

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Ven, 27/07/2018 - 14:21

E fu cosi' che un simpatico bimbetto tiro' fuori dall'urna il nome del futuro Presidente della Repubblica;e' il vincitore e':3...2...1...:Riina Salvatore!!

agosvac

Ven, 27/07/2018 - 14:23

Grillo, da comico, non faceva più ridere. Allora ha deciso di fare il politico e così fa davvero ridere!!!

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Ven, 27/07/2018 - 14:24

Italexit ? SUBITO.

Ritratto di Laura51

Laura51

Ven, 27/07/2018 - 14:32

Questo ex comico dice tante fesserie ma su una cosa ha ragione: a noi, che ci ha rovinato è il fatto di non avere più una moneta sovrana. Questa situazione può solo creare continuo debito, visto che dobbiamo farcela prestare, naturalmente col signoraggio (paghiamo il valore nominale e non quello intrinseco).

onurb

Ven, 27/07/2018 - 14:38

Anche quando madre natura ha dato il cervello a Beppe Grillo è ricorsa a un'estrazione casuale.

titina

Ven, 27/07/2018 - 15:13

questo ha sempre voluto uscire dall'euro. Avrà i soldi all'estero e così mentre i cittadini vedranno ridursi a metà i risparmi e il potere di acquisto lui vedrà raddoppiare i suoi risparmi.

Libertà75

Ven, 27/07/2018 - 15:24

@titina, non è così perché i suoi risparmi non verrebbero convertiti a forza, ma resterebbero in euro. L'elemento è necessario per non generare panico e per permettere ai cittadini stessi di guadagnare in caso di speculazione avversa, con il risultato finale che sarebbero gli stessi cittadini a farsi da attori antispeculativi (ti svalutano la lira? allora chi ha risparmi in euro vende per avere lire da spendere e comprare cose). Per assurdo, un sistema così potrebbe far perdere risparmi perché la lira potrebbe addirittura rivalutarsi.

gedeone@libero.it

Ven, 27/07/2018 - 15:52

Sulla estrazione a sorte c'è naturalmente da sorridere ma indire un referendum consultivo per sapere cosa pensano gli Italiani dell'euro ed avere un piano B mi sembrano cose auspicabili.

Marcello.508

Ven, 27/07/2018 - 16:13

Libertà75 - 15:24 Sicuro che Grillo abbia risparmi in euro?

Nick2

Ven, 27/07/2018 - 16:36

Sarei favorevole ad un referendum e spero che anche l’opposizione non lo ostacoli. Ma non si farà mai, per il semplice motivo che gli exit perderebbero nettamente e, per Lega e M5S, sarebbe la fine politica. Saranno razzisti, fascisti, incompetenti, beceri, ma mica sono scemi!

Nick2

Ven, 27/07/2018 - 16:59

Libertà75, avevo dubbi sul tuo stato di salute mentale. Ti ringrazio per avermeli dissipati...

Davons

Ven, 27/07/2018 - 17:37

. Grillo provoca o vaneggia ma i problemi della Democrazia moderna esistono. Considerato il suffragio universale come diritto anagrafico, uno è l'analfabetismo, quello vero e nei vari livelli di funzionalità che ha aperto un dibattito che dura da anni. Negli US un tempo c'era la prova di scrittura, oggi un test di "educazione civica" per tutti i richiedenti la cittadinanza. Aggiungerei il problema del "contributo" alla Comunità che è stato l'elemento fondante della democrazia greca che nasce per controllare la gestione di quanto i cittadini affidano alla polis per il suo sostentamento. In pratica: io pago, dunque voto: nell'epoca moderna il palindromo (vale nei due sensi) "No taxation without representation". La banale domanda che uno si pone è:" Perchè il voto di un contribuente deve vale quanto quello di uno che non sborsa un euro?" oppure: "Perchè chi non paga deve decidere dei soldi che io pago?". Mah!

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Ven, 27/07/2018 - 18:01

L'idea di un parlamento ad estrazione mi intrippa. Ci voglio pensare sopra. Ma già il fatto che non si scelga solo tra politicanti, già questo mi attizza.

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Ven, 27/07/2018 - 18:15

Se c'e` un governo che puo` restituirci l'orgoglio perso e` questo. La sovranita` prima di tutto. Fuori dalla trappola euro prima possibile e saranno almeno altri sei a farlo. Via dall'euro.

Yossi0

Ven, 27/07/2018 - 18:18

colpo di sole, o l'ennesima battuta che non fa ridere come tante altre ? magari estraiamo un pagliaccio o un asino parlante tanto per loro uno vale uno cioè tutti uguali ....

CarlSchmidt

Ven, 27/07/2018 - 18:46

Perchè perdere tempo con questo "comico", che non mi mai fatto ridere ?

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Ven, 27/07/2018 - 18:55

Guardate i tre dell'immagine, chi è il migliore? Secondo me il quarto fuori campo.

tarcento22

Ven, 27/07/2018 - 19:05

ITALEXIT!!!!!!!!!!!!!!

Korintos

Ven, 27/07/2018 - 20:42

Gente pericolosa ed incosciente. Questo è il nefasto futuro che Grillo & Co vogliono mettere in atto: l'ITALEXIT, Considero che l'Inghilterra sembra essere sulla strada di un ripensamento, noi invece, o meglio la Grillo-Casaleggio Assiciated hanno tutt'altra visione, pericolosa ed antidemocratica. Spero che questo Giornale non li sostenga in questa follia, ma intravedo un grosso rischio ed uno scontro tutt'altro che democratico.

HappyFuture

Ven, 27/07/2018 - 21:05

USCIRE! PRECIPITEVOLISSIMEVOLMENTE.

Ritratto di superagnostico

superagnostico

Ven, 27/07/2018 - 22:50

Sono certo che il cosiddetto "piano B" è bello che pronto. Si tratta solo di dirlo a chiare lettere ai furbetti di Bruxelles perchè si diano una regolata.

Ritratto di vraie55

vraie55

Sab, 28/07/2018 - 00:02

Spara in tutte le direzioni ed è bendato.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 28/07/2018 - 00:15

Più capelli che cervello.

faman

Sab, 28/07/2018 - 00:50

Libertà75-Ven, 27/07/2018 - 15:24: la lira rivalutarsi? ma cos'è, fantafinanza?

faman

Sab, 28/07/2018 - 00:53

non promuoveranno mai un referendum sull'euro: no Euro 25%, si Euro 75%. Sarebbe una batosta clamorosa.

kobler

Sab, 28/07/2018 - 13:03

Mi pioacerebbe sapere quantoi hanno il coraggio o la viltà per dichiarare che prima c'era la democraiza in atto! Ancora non si è usciti dalla spirale politico-criminale che subito sono additati quelli che intendono veramente cambiare la situazione in meglio. Sicuramente andando avanti di questo passo per cui si accettano condannati a Parlamento, accadrà come ha detto Grillo, e proprio per risposta alle arroganze politiche. Comunque anche Grillo non ha ncora capito che non è l'euro la colpa, ma di chi ha permesso un cambio sballato senza intervenire e lasciando correre. Torniamo alla Lira e cambiamo 1 euro= 1000 lire e vedete come tutto fila!

faman

Lun, 30/07/2018 - 22:07

kobler-Sab, 28/07/2018 - 13:03 - complimenti al nuovo ministro delle finanze. Dimmi, come mai nessuno ci aveva pensato prima?