Savona, spunta il parere dei giuristi: 'Ecco perché il Colle non può dir no'

Alcuni costituzionalisti scrivevano: "La proposta dei ministri (fatta dal premier) deve ritenersi strettamente vincolante pel capo dello Stato"

Sono in molti a chiedersi fin dove potrà spingersi Sergio Mattarella nel suo braccio di ferro con Matteo Salvini sul nome di Paolo Savona all'Economia. Le tesi sono discordanti. Perché quando si parla di governo, ministri e premier bisogna guardare alla Costituzione, alla sua interpretazione e pure alla prassi che negli anni si è sviluppata.

La domanda è semplice: può Mattarella imporre un veto definitivo sul professore anti euro in via XX Settembre? Le risposte sono molteplici e in queste ore costituzionalisti (e non) stanno dicendo la loro. La Carta, infatti, parla chiaro: al Capo dello Stato spetta il compito di affidare l'incarico di presidente del Consiglio a chi può trovare una maggioranza in Parlamento e poi di "nominare", su indicazione del premier, i singoli ministri. Detta così sembra facile. Il problema, però, è un altro: cosa intendevano i padri costituenti con "nominare"? Chi è che decide? Il Presidente della Repubblica oppure il primo ministro (e i partiti che lo sostengono)?

Ebbene, in queste ore sta avendo discreto successo tra i supporter leghisti la fotografia della pagina di un libro di testo di diritto costituzionale in cui la risposta alla domanda è semplice: il potere di nomina è solo formale, non effettivo. "Il Presidente della Repubblica - si legge nel testo - ha un ristretto margine di discrezionalità nella scelta del presidente del Consiglio, mentre non ne ha alcuno nella scelta dei ministri, formalmente demandata al presidente del Consiglio".

In realtà, è bene ricordarlo, nella storia repubblicana ci sono stati presidenti capaci di imporre il proprio volere ai vari premier. Un esempio su tutti, il più recente, vede protagonisti Giorgio Napolitano, Matteo Renzi e il procuratore Nicola Gratteri che l'ex sindaco di Firenze avrebbe voluto al ministero della Giustizia. Per non dover poi andare a riesumare il caso di Scalfaro e Cesare Previti, fermato anche lui alle soglie del ministero di giustizia.

Eppure i leghisti si sentono sicuri di poter forzare la mano. Salvini oggi ha detto che non intende fare passi indietro su Savona. E Calderoli ci tiene a ricordare cosa diceva "l'illustre costituzionalista Costantino Mortati, uno dei padri della nostra Costituzione, uno che la nostra Costituzione l'ha scritta". Ebbene, "nel suo 'Istituzioni di diritto pubblico, ed. 1975, a pagina 568 scrive che 'la proposta dei ministri (fatta dal premier, ndr) deve ritenersi strettamente vincolante pel capo dello Stato'. Impossibile uscirne, dunque. "È bene ricordare che su quel testo si sono formati i migliori giuristi italiani - conclude Calderoli - Chi sa parli. Chi non sa taccia. O meglio ancora studi".

Commenti
Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Sab, 26/05/2018 - 19:55

Quindi mattarella deve digerire una bella insalata di carote con citrioli non affettati con pochissimo olio e molto aceto.

Ritratto di Cobra31

Anonimo (non verificato)

Ritratto di eleinad

eleinad

Sab, 26/05/2018 - 20:03

Non è Mattarella che dice no a Savona ministro dell'economia ma la Germania che ha sempre sottomesso i governi PD di Monti, letta, Renzi e Gentiloni.

Mannik

Sab, 26/05/2018 - 20:13

Ma che balle, non è vero. Ci sono altri costituzionalisti che dicono il contrario.

setfree

Sab, 26/05/2018 - 20:18

Sicuramente è così, ma la cosa anco più grave è che mattarelle vorrebbe porre il veto perchè contrario alle possibili scelte di politica economica di Savona. Ebbene l'indirizzo politico del paese NON spetta (e questo è certo) a Mattarella. L'indirizzo politico spetta a Presidente del consiglio. Mattarella sta abusando del suo potere e meriterebbe senza dubbio alcuno la messa in stato d'accusa!!

trasparente

Sab, 26/05/2018 - 20:22

La responsabilità dei ministri è in capo al presidente del consiglio art.95. Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del consiglio dei ministri e, su proposta di questo, i ministri art.92.Il Presidente della Repubblica non è responsabile delle azioni di altri quindi non ha nessun diritto ad imporre nomi visto che non ha la responsabilità art.90.

Una-mattina-mi-...

Sab, 26/05/2018 - 20:28

IL COLLE DE CHE?

audace

Sab, 26/05/2018 - 21:01

per molti papaveri, a 30.000 euro al mese. è meglio tacere.

Ritratto di karmine56

karmine56

Sab, 26/05/2018 - 21:06

Il premier deve circondarsi di uomini fidati, non di galli che ti beccano nella schiena.

elpaso21

Sab, 26/05/2018 - 21:26

@setfree è esattamente come dici tu.

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 26/05/2018 - 21:43

Monnezza! Scalfaro rispose Picche a Berlusconi che voleva Previti alla Giustizia (sic!).

But70

Sab, 26/05/2018 - 21:45

Bravo trasparente concordo.Saluti.

audace

Sab, 26/05/2018 - 21:46

D'altra parte, chi ha avuto questa carica l'ha ottenuta per eseguire gli ordini di Napolitano, che ha sua volta li ha ricevuti dalla Merkel e dai finanzieri universali. Praticamente l'ultimo gradino della scala di Sciascia.

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 26/05/2018 - 21:52

"Il PdR nomina i Ministri su proposta del PdC". NON su ORDINE di Salvini. La realta` e` che Salvini vuole rompere il contratto coi 5Stelle perche' si rende conto che lo hanno incaprettato, ora piu` si dimena e piu` si strozza.

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 26/05/2018 - 21:55

Lega-5Stelle non hanno l'uscita dell'Italia dall'UE e dall'Euro nel programma. Mettere un euroscettico all'economia sarebbe come se Renzi, che predicava l'accoglienza, avesse messo Salvini all'Interno.

milano1954

Sab, 26/05/2018 - 22:18

begli esempi Scalfaro e Napolitano: ma il circo Berlusconi non ha un minimo di dignità? anche il peggiore studente di diritto sa che il potere del Presidente sulla nomina dei mistri è solo formale , qui si è entrati da un bel po' in uno scenario totalmente "extracostituzionale"u' espliciti perché grazie a PD e FI abbiamo l'unico capo dello Stato legibus soluto e il cui operatoNON può essere contestato). c'èsolo da sperare in Salvini...

killkoms

Sab, 26/05/2018 - 22:19

qualcuno la costituzione se la interpreta a personam!l'attuale presidente è stato eletto da quel parlamento che come giudice costituzionale aveva contribuito a dichiarare parzialmente illegittimo!

Dordolio

Sab, 26/05/2018 - 23:08

La costituzione "più bella del mondo" - a quanto pare - la si può tirare da ogni parte e farle dire tutto e il contrario di tutto...

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Sab, 26/05/2018 - 23:20

' "nominare", su indicazione del premier' : mi sembra chiarissimo, dov'e` la difficolta`? "nominare", significa che l'incarico viene conferito dal Presidente della Repubblica, immagino in quanto fisico rappresentante dello Stato. "Su INDICAZIONE DEL PREMIER" mi sembra altrettanto chiaro: sono nominabili SOLO i soggetti INDICATI DAL PREMIER, altrimenti sarebbe previsto un modo dirimente per identificarne di diversi. MA QUESTO MODO, NELLA NOSTRA COSTITUZIONE NON C'E`. E I BURATTINAI DI MATTARELLA NE PRENDANO ATTO. Se insisteranno a voler cambiare le carte in tavola, sara`, questa volta PALESEMENTE, UN COLPO DI STATO. E spero che gli Italiani, a questo punto, si ricordino COME S'IMPUGNA UN'ARMA.

cofran

Dom, 27/05/2018 - 01:48

Un motivo in più perchè il Presidente della Repubblica nomini al MEF il prof. Paolo Savona e la smetta di fare i capricci. Perchè di capricci si tratta visto il corposo curriculum del Professore. E Basta! Non se ne può più.

pisopepe

Dom, 27/05/2018 - 06:48

GIURISTI DI PALTA SI LEGGANO BENE LA COSTITUZIONE BUFFONI!!! SONO SICURAMENTE I PRODOTTI DELLE UNIVERSITA' STATALI ITALIANE LE PEGGIORI D'EUROPA BISCOTTINI DOVE SEI TI RIVOLTI NELLA TOMBA CREDO!!!

Paparella48

Dom, 27/05/2018 - 07:50

Elenad ,io aggiungerei e far fuori Berlusconi con l'aiuto di magistrati rossi pronti a tutto e applicare la legge Severino sul cav. Credo uno de pochi ostacoli dei poteri forti.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Dom, 27/05/2018 - 07:53

Mattarella come Napolitano serve gli interessi dell'europa germanica. ma noi siamo italiani con interessi diversi. perch' il presidente della repubblica preferisce ascoltare la voce germanica a quella degli elettori? perchè è più saggio del popolo che vota "male"? non sarebbe il primo caso in questa europa "democratica".

Duka

Dom, 27/05/2018 - 08:43

Avrà già pensato a dimettersi? Non credo, ma tornare nell'oblio sarebbe ottima soluzione.

diesonne

Dom, 27/05/2018 - 09:07

diesonne Mattarella chieda parere al presidente della corte costituzionale per dirimere la questione ,che non appare chiara

diesonne

Dom, 27/05/2018 - 09:10

diesonne l'oppsizione a mattarella è dovuto al fatto che non ha indicato il presidente della coalizione di centro destra che ha vinto le elezioni

joc3ki83

Dom, 27/05/2018 - 09:20

Dal cul de sac se ne potrebbe uscire in un modo semplice ed utile per gli Italiani : Mattarella potrebbe dare le dimissioni , salvando la faccia ed il Parlamento elegge un nuovo capo dello stato. Il brodo si farebbe un pò più lungo ma salverebbe l'onore di tutti e la conclamata voglia di cambiamento degli Italiani. Forse l'attuale Presidente dovrebbe riflettere sul fatto che è stato eletto con i voti di un Parlamento molto diverso da quello al momento in carica. Cordiali saluti da Aldo

elpaso21

Dom, 27/05/2018 - 09:42

@diesonne in qualità di nuovo Padrone dell'Italia non ha bisogno di pareri.

GENIUZZO

Dom, 27/05/2018 - 09:45

A scuola mi hanno insegnato(prof.De martino) che il Presidente della Repubblica puo': 1) Sciogliere le camere ed indire nuove elezoni; 2) concedere la grazia,l'amministia e l'indulto. STOP. Studiate u po' prima di parlare a vanvera, please. Hondo vamos

MOSTARDELLIS

Dom, 27/05/2018 - 09:56

Menono Incariola, le cose stanno esattamente come dice lei. Soltanto che tutti fanno finta che esista un problema di competenze dove invece è tutto chiarissimo. Il problema è un altro. Mattarella come Presidente della Repubblica non può stare agli ordini di Merkel, di Napolitano, delle agenzie di ratink, ecc. ecc. Ma dov'è la sovranità del popolo italiano?

Reip

Dom, 27/05/2018 - 10:05

Incredibile come i giuristi, normalmente tutti di sinistra, abbiano dato torto a Mattarella! ...Incredibile!

paolo1944

Dom, 27/05/2018 - 10:06

Mattarella con complici dichiarati i PD -golpisti seriali- e FI sta tentando un vero colpo di stato. Sta forzando la interpretazione della costituzione in maniera assurda, sta andando contro il risultato elettorale, dall'alto del colle se ne infischia dell'opinione pubblica. Credo però che ci sia una procedura di impichment, andrebbe avviata, a sua eterna vergogna: sarebbe il primo caso. La posizione pusillanime e vergognosa di Forza Italia in una vicenda così importante decreta la fine politica ( per sempre) non solo di Berlusconi, ma di tutto il movimento. Una fine ingloriosa e vigliacca che cancella per sempre quelle cose buone che pur Berlusconi aveva fatto un tempo. Tragedia politica.

giannide

Dom, 27/05/2018 - 10:13

impeachment...

arkangel72

Dom, 27/05/2018 - 10:13

Basta avere un po' di buonsenso per capire che Mattarella sta obbedendo a qualcuno che sta oltre confine! Non c'è bisogno di costituzionalisti o giuristi...

Ritratto di ateius

ateius

Dom, 27/05/2018 - 10:51

Mattarella si fa interprete delle istanze del Principio di Realtà contrapposto al Principo di Piacere rappresentato dai dedideri del Popolo italiano espresso in forza nelle ultime elezioni. l'esito non può che essere che uno. il Super io supportato dai vincoli europei e da presunte esigenze di bilancio soffocherà l'Es per quell'istinto di sopravvivenza che garantisce da sempre l'esistenza individuale e collettiva. l'Io con mattarella Dovrà certificare l'esito Scontato del Conflitto. salvini si rassegni.

Algenor

Dom, 27/05/2018 - 10:57

Nella costituzione c'é scritto SU INDICAZIONE DEL PREMIER e non A PROPRIA DISCREZIONE.

Pitocco

Dom, 27/05/2018 - 11:14

Non rimestiamo la fogna di questa democrazia che è pari ad una porcialia. Il presidente della Repubblica ha il solo compito di far rispettare le regole costituzionali, punto! Lui non decide un nulla, e non può imporre nessun nome. Ogni atto contro gli art. 92,93,94,95 della costituzione è sabotaggio e incriminazione di lesa maesta, come lo si sarebbe dovuta fare per quell'infame comunista di Napolitano.

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Dom, 27/05/2018 - 11:18

Io credo che l'interpretazione autentica dell'art. 92 della Carta debba intendersi come una sintesi mediata tra la proposta del Presidente del Consiglio e la Nomina del Presidente della Repubblica. Nessuno può essere mortificato nella sua decisione, ma la decisione finale, attraverso la "leale collaborazione", deve appartenere al Parlamento, lì dove sono i rappresentanti del Popolo,e per Esso ai Partiti che li rappresentano. Il definitiva il Presidente della Repubblica, difronte a questo stallo, per certi versi ingiustificato,dovrebbe consentire che il Governo nasca e sia rappresentato, come meglio crede e gli Italiani pensino, ovverossia dalla volontà dei Partiti che hanno direttamente "interloquito" con i cittadini, attraverso il libero voto.(I precedenti di Scalfaro e Napolitano, dati anche i soggetti, dovrebbero essere letti come Golpe in bianco e non come prassi costituzionale).

Robertin

Dom, 27/05/2018 - 11:59

l'intera discussione è palesemente inutile. se il presidente della repubblica non ha fiducia nel presidente del consiglio non ha che da licenziarlo

alby118

Dom, 27/05/2018 - 12:02

Oramai con gli ultimi presidentelli della repubblica ci siamo quasi abituati a questi abusi d'ufficio.

vottorio

Dom, 27/05/2018 - 12:10

il vizio antico di alcuni italiani di mettersi sempre al servizio dello straniero.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 27/05/2018 - 12:11

Ci sono poi delle "ragioni sostanziali",che sono:1-l'alta condivisione parlamentare del nome Savona.2-la bassa condivisione parlamentare dell'attuale "presidente","sostanzialmente" in carica,solo per il 25% dei votanti!Non mi sembra poco!...Il tirare la corda su questi due aspetti,porta verso l'"impeachment",su un "presidente" NON PIU ATTUALIZZATO!

Ritratto di renzoditolve

renzoditolve

Dom, 27/05/2018 - 13:02

1)I padri costituenti si diviso il Paese Voi avete visto qui famosi "Patrioti" chiamati Partigiani che amava la Democrazia fermare i Fascisti o L'MSI era forte e al sicuro, mentre oggi si usano Leggi in cui nessuno può esprimere Opinioni che sono peggio di quelle Fasciste. Così il problema è irrisolto da coglierncelli detti Legislatori incompetenti che dal '48 loro vivono alla grande i Cittadini peggio del dopo guerra, infatti: "Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie" mentre un'ex "Risorsa" dopo 30anni di lavoro onesto perde il Lavoro e Buonisti Cristianuzzi fanno arrivare "Risorse a rischio d'annegamento e di fatto Legalizzato la Pena di morte? Ergo che i Cittadini sono buoni solo a spolpargli e violentati come Jeanne senza burro con tasse e pochi Servizi con l’Idrogeologici - Sanitari e Infrastrutture obsoleti,

Ritratto di renzoditolve

renzoditolve

Dom, 27/05/2018 - 13:04

2)I padri costituenti si diviso il Paese...e voi avete visto migliori dal Golpe Napolitano con suoi Governi? Paese: oggi l'Italia, detto dai tanti come Edward Luttwak che afferma che l'Italia è fallita! Ovvio grazie ai Magistrati Giustizialisti che nel '94 appena Berlusconi entrò in Politica eccoli a surrogare il Parlamento, e nessun altro PM e Giudice di misero contro: fifa o mollaccioni? Il collasso nel 2011 col Golpe Napolitano e ora Rewind di Napolitano che come scrissi Uè guagliò, tu vo fà ‘o Napolitano? Prosecuzione e persecuzione del Golpe Sir George alias Napolitano? Ma non vi sembra che Mattarella sia passibile di essere in messo sotto accusa "impeachment" o pensa che abbia avuto un voto dal Popolo Italiano?

salvatore40

Dom, 27/05/2018 - 13:10

Finalmente si scopre che la più bella del mondo, la costituzione nata dalla Resistenza, diventa la più brutta, e cioè lo specchio del carattere italico : hanno ragione tutti. La Costituzione, essendo un casotto all'italiana, dà ragione a tutti e nessuno; essendo oscura e contraddittoria,deve essere INTERPRETATA ! E allora, via con gli avvocati e i costituzionalisti ! Con questa Costituzione non s'affitta mai. Vogliamo riformarla per davvero?

agosvac

Dom, 27/05/2018 - 13:16

Forse questo Governo, per quanto sbilanciato, potrebbe essere quello giusto per modificare l'elezione del Capo dello Stato. Se volessero fare una modifica della Costituzione per l'elezione diretta da parte di tutti gli italiani, di sicuro avrebbero i voti di TUTTO il centro destra ovvero i due terzi del Parlamento, non sarebbe neanche necessario un referendum confermativo. Mattarella rischia di essere l'ultimo Presidente della Repubblica eletto dal Parlamento e non dagli italiani!

Una-mattina-mi-...

Dom, 27/05/2018 - 13:53

LA DITTATURA VIGENTE TREMA...

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 27/05/2018 - 14:25

Mattarella deve pur dire qualcosa, altrimenti non ci si accorgerebbe nemmeno che esista"!

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Dom, 27/05/2018 - 14:32

Per carita`!! Se e quando ne usciremo, CHE A NESSUNO VENGA IN MENTE DI VOLERE UN PRESIDENTE ELETTO DAGLI ITALIANI, E CIOE` UNA REPUBBLICA PRESIDENZIALE!! E` proprio quello dove ci stanno spingento i BURATTINAI! A quel punto, quando ne controllano uno, CONTROLLANO TUTTO IL CUCUZZARO!!

Ritratto di dlux

dlux

Dom, 27/05/2018 - 14:45

L'italiano è italiano. Una cosa è l'indicazione, cioè l'individuazione, un'altra la nomina, cioè l'attribuzione dell'incarico. Quindi il Presidente della Repubblica nomina i ministri su indicazione del Presidente del Consiglio. Qualsiasi altra interpretazione o prassi diversa, è incostituzionale.