Ahmadinejad agli Usa: "Nucleare, non si tratta"

Il presidente iraniano chiede la porta al dialogo: "Non negozieremo sui nostri diritti". Ieri un portavoce della Casa Bianca aveva detto che gli Usa intendono concentrare proprio sul programma nucleare un dialogo che le grandi potenze hanno chiesto di aprire con l'Iran

Ahmadinejad agli Usa: "Nucleare, non si tratta"

Teheran - L'Iran "non terrà negoziati sui propri diritti" in campo nucleare. Lo ha detto oggi il presidente Mahmud Ahmadinejad citato dall'agenzia Fars. Il caso nucleare iraniano è ormai "chiuso", ha ribadito il presidente iraniano, ricevendo le credenziali dal nuovo ambasciatore della Gran Bretagna a Teheran. "La tecnologia nucleare pacifica è un diritto della nazione iraniana - ha aggiunto - e la nazione iraniana non accetterà negoziati sui suoi legittimi diritti". Ieri il portavoce della Casa Bianca Robert Gibbs aveva detto che gli Usa intendono concentrare proprio sul programma nucleare un dialogo che le grandi potenze hanno chiesto di aprire con l'Iran, dopo che Teheran ha presentato un 'pacchetto' di proposte come base dei colloqui. Tali proposte, però, hanno lamentato gli Stati Uniti e i Paesi europei, non danno risposta alle inquietudini sollevate dal programma nucleare della Repubblica islamica, riferendosi in generale ai modi di risolvere problemi politici ed economici mondiali. E' proprio su questi temi, ha ribadito oggi Ahmadinejad, che l'Iran vuole intavolare trattative, e non sul suo programma nucleare.