Attenti, furbetti: la caccia agli evasori fiscali si allarga al mare di Facebook

Il fisco belga ha deciso di spiare i "social network" per indagare sul tenore di vita dei contribuenti, con l'obiettivo di scovare chi vive
"al di sopra" di quanto dichiara al momento di pagare le tasse. Intanto, trovato il sistema per copiare tutte le foto pubblicate su "fb"

Attenti, furbetti: la caccia agli evasori fiscali si allarga al mare di Facebook

Anche «spiare» su Facebook può essere uno strumento per dare la caccia agli evasori fiscali. Ne è convinto il fisco belga che, secondo quanto scrive la stampa locale, ha deciso di utilizzare i social-network come Facebook e Netlog per verificare se il tenore di vita dei contribuenti è compatibile con la loro dichiarazione dei redditi.
I dati così raccolti, avverte un ispettore fiscale, non costituiscono una prova, ma possono dare origine a indagini più approfondite. Un'altro alto funzionario del ministero delle Finanze belga ha osservato che la sua amministrazione ritiene che anche eBay rappresenti un'altra preziosa fonte di informazione sulla «salute» dei contribuenti.

Insomma, il popolo dei furbetti dell'evasione fiscale dovrebbe stare in guardia prima di fare acquisti via click o di vantare una vita di lusso sui popolari social network. D'altronde, l'oceano di Facebook è tutt'altro che a prova di spia. L'ultima novità studiata dai pirati di Internet sono due applicazioni, facili da installare in ogni computer di casa, in grado di mostrare le foto di quelli che non sono tuoi amici su Facebook: si chiamano «Photo Stalker» e «Seegugio». Il primo è stato ideato da tale Josh Carcione, il secondo è invece made in Italy. Entrambi si installano facilmente e basta solo digitare i loro nomi nello spazio «ricerca» di Fb. Seegugio ha già più di 6mila fan e 36mila utenti mentre Photo Stalker ne conta quasi centomila in ogni angolo del Pianeta.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti