Auto investe tre pedoni e resta in bilico sul ponte

Un'auto ha sbandato sul Ponte Vittorio Emanuele a Roma e ha investito tre pedoni poi ha sfondato il parapetto e si è fermata in bilico. Il Comune: "Danni per 50mila euro"

Roma - Un’auto ha sbandata sul ponte Vittorio Emanuele II a Roma, ha investito tre persone e ha sfondato il parapetto di marmo del ponte restando in bilico sul Tevere. I pedoni sono rimasti feriti non in modo grave, spiega la municipale. Al 118 risulta soccorsa una ragazza in codice giallo con trauma cranico e un 40enne, sempre in codice giallo, con traumi al braccio e alla testa, entrambi sono stati portati all’ospedale Santo Spirito. Mentre il conducente dell’auto, un uomo sui 50 anni, italiano, sempre in codice giallo, è stato portato all’Isola tiberina.

Paura sul Ponte Vittorio Emanuele
L’incidente è avvenuto sul Ponte Vittorio Emanuele, il ponte che attraversa il Tevere all’altezza del Vaticano alle 13.40, il conducente dell’auto - spiega la polizia municipale che è intervenuta - per cause in corso di accertamento, forse un malore, ha perso il controllo investendo tre pedoni e sfondando il parapetto del ponte restando in bilico. Alcuni colonnini di marmo del parapetto sono caduti nel Tevere. Sono in corso accertamenti anche per verificare se la velocità fosse adeguata. Sul posto sono intervenuti gli agenti del XVII municipio, che hanno provveduto alla chiusura del ponte, e i vigili del fuoco per la messa in sicurezza del veicolo.

Danni per 50mila euro L’incidente ha causato un danno per almeno 50mila euro. La stima è della Sovrintendenza ai beni culturali del Comune di Roma, che è intervenuta sul posto per verificare i danni alla struttura. Secondo i tecnici, infatti, si tratta di un danno "di grave entità": l'auto ha sfondato il parapetto per una lunghezza di circa 8 metri - spiegano - e nel Tevere sono precipitati l'intero pilastrone di sostegno e diverse colonnine.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.